Giorno: 14 maggio 2013

14 maggio 2013 0

Sperlonga conquista la 16esima Bandiera Blu consecutiva

Di redazione

Si è svolta stamattina presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma, la conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2013. L’importante evento, atteso da tutte le località marittime europee, ha visto in contemporanea la cerimonia di consegna dell’ambito premio alle città meritorie, questo secondo secondo la FEE -Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’Educazione Ambientale)-, l’organizzazione internazionale non governativa e non-profit con sede in Danimarca che agisce a livello mondiale e che gestisce la certificazione. La città di Sperlonga è stata così insignita della sua 16^ Bandiera Blu consecutiva. Alla consegna era presente l’Assessore all’Ambiente del comune pontino, Joseph Maric: «Il prestigioso riconoscimento – dichiara Maric – conferma l’ottimo lavoro svolto, ed ancora una volta premia la politica ambientale della nostra città, sempre attenta alla salvaguardia del territorio attraverso il rispetto e la tutela per la natura e per l’ambiente, oltre a riconoscere una continua crescita della qualità dei servizi offerti dagli operatori commerciali di Sperlonga. La Bandiera Blu – continua l’Assessore – rappresenta il più importante riconoscimento ambientale di cui la città intera deve essere orgogliosa. Questo è il risultato di un percorso comune e di un lavoro di squadra realizzato congiuntamente tra l’Amministrazione comunale e l’intero sistema produttivo della città. Tra i criteri di giudizio che hanno portato all’assegnazione della Bandiera Blu 2013 – continua Maric – , incidono le importanti certificazioni ambientali ottenute nell’ultimo anno, l’ottima qualità delle acque di balneazione, la sempre crescente professionalità del servizio di salvamento garantito, nel periodo estivo, su tutta la costa sperlongana comprese le spiagge libere, l’educazione ambientale e la gestione del territorio nel suo complesso. Tra gli indicatori figurano poi – conclude l’Assessore all’Ambiente Joseph Maric – , un impianto di depurazione efficiente, una attenta gestione dei rifiuti con particolare riguardo al costante aumento della percentuale di raccolta differenziata, oltre chiaramente alla regolare cura del verde pubblico, della tutela del decoro urbano, e della costante pulizia delle spiagge». Sono state così premiate quelle località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti, come stabilito dagli esiti delle analisi che, nel corso degli ultimi cinque anni, le Arpa (agenzie regionali per la protezione dell’ambiente), hanno effettuato nell’ambito del programma nazionale di monitoraggio, condotto dal Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.

14 maggio 2013 0

Rimozioni forzate “autonome” nel parcheggio dell’ospedale di Frosinone. Cinque denunce e carroattrezzi sequestrati

Di redazione

Questa mattina, gli agenti della polizia stradale di Frosinone comandati dal vice questore aggiunto Giovanni Consoli, hanno eseguito un’operazione di polizia giudiziaria che ha posto fine all’attività di rimozione delle autovetture parcheggiate irregolarmente all’interno del complesso ospedaliero del capuoluogo. Cinque persone sono state denunciate per violenza privata ed estorsione e, su ordine dell’autorita’ giudiziaria di Frosinone, sono stati sequestrati i due carri attrezzi utilizzati per la rimozione, e le ganasce con le quali veniva applicato il blocco delle autovetture. I primi episodi si sono verificati nei primi giorni del mese di aprile quando la A.s.l. di Frosinone ha stipulato un contratto con una società privata per provvedere alla rimozione delle autovetture che, accedendo al complesso ospedaliero, venivano lasciate in sosta irregolare lungo le strade antistanti l’ingresso principale dell’ospedale Spaziani. In realtà sono state proprio le modalità con cui veniva realizzato il servizio di rimozione ed il blocco delle autovetture che hanno scatenato il malcontento dei cittadini che protestavano per tale iniziativa. Gli accertamenti compiuti dalla polizia stradale hanno, infatti, evidenziato che la rimozione o il blocco dei veicoli veniva eseguita dai dipendenti della società privata incaricata dall’Asl ma senza la necessaria presenza di un pubblico ufficiale che provvedesse a sanzionare la sosta vietata disponendo quindi l’applicazione della sanzione accessoria sul veicolo. La prima denuncia, raccolta casualmente da una pattuglia della sottosezione autostradale di Frosinone di passaggio all’interno dell’ospedale, ha dato il via ad una serie di verifiche, a seguito delle quali sono state raccolte decine di denunce relative a blocchi e rimozioni di autovetture eseguiti senza le previste garanzie di legge. La procedura adottata prevedeva che un addetto della A.s.l. segnalasse alla ditta i veicoli da rimuovere, ma soprattutto da bloccare con ganasce. Per ottenere la restituzione e lo sblocco del veicolo le persone erano costrette a versare la somma di 94.38 euro direttamente nelle mani dell’incaricato della ditta, altrimenti il veicolo non veniva liberato o restituito. Il tutto senza la redazione di un verbale di contravvenzione così come il codice della strada prevede. Infatti la rimozione o il blocco del veicolo costituisce la sanzione accessoria all’infrazione principale del divieto di sosta e può essere disposta solo dalle forze di polizia. Nel corso dell’indagine e’ stato inoltre riscontrato che la segnaletica per il divieto di sosta apposta nei viali dell’ospedale era incoerente e difforme da quella regolamentare prevista dal codice della strada, ed in alcuni casi totalmente assente.

14 maggio 2013 0

Oltre una tonnellata di vongole sequestrate a Giulianova, denunciati tre capitani di “vongolare”

Di redazione

Nella mattinata odierna, alle prime luci dell’alba, personale militare dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova, unitamente ai colleghi dei dipendenti uffici marittimi di Silvi e di Roseto degli Abruzzi, ha individuato e sorpreso tre unità navali da pesca delle vongole, mentre erano intente ad operare all’interno dell’Area Marina Protetta “Torre del Cerrano”, laddove vige l’assoluto divieto di effettuare un qualsivoglia prelievo di specie ittiche. I comandanti delle “vongolare” sono state denunciati all’Autorità Giudiziaria ed i relativi attrezzi da pesca utilizzati nonché’ il pescato corrispondente a kg. 1.100 di vongole “Venus gallina” sono stati sottoposti a sequestro penale. Il Magistrato di Turno della Procura della Repubblica di Teramo, il Sost. Proc. Dott. De Feudis, disponeva successivamente il rigetto in mare dell’intero quantitativo di prodotto ittico, in quanto ancora vivo. Appena ieri, erano state altresì comminate un totale di euro 44.000 di sanzioni amministrative pecuniarie ad ulteriori 22 unità vongolare. Infatti, un’aliquota di personale dipendente, appositamente appostatasi, ha potuto constatare 22 unità uscite dal Porto di Giulianova ben prima dell’orario consentito, ossia prima delle ore 5.30, previsto dall’Ordinanza n. 71/2012 in data 02.11.2012 della Capitaneria di Porto di Pescara, da ultimo modificata con l’Ordinanza n. 21/2013 in data 12.04.2013. Per di più, a comprova dell’attività illecita messa in atto, si è potuto accertare che alcuni degli stessi Comandanti dei pescherecci in questione non avevano provveduto neppure a comunicare a mezzo apparato radio VHF la rispettiva uscita, ovvero, da un facile controllo incrociato con i dati radio della Sala Operativa, hanno comunicato addirittura un orario differente da quello effettivamente registratosi. Tale operazione giunge all’indomani di un ennesimo intervento di polizia marittima operato presso il Porto di Giulianova, quando è stato sanzionata, non meno di una settimana fa, un’altra motovongolara che operava tranquillamente con l’ausilio dell’elica del motore quando, invece, non essendo associato al Co.ge.vo (Consorzio Gestione Vongole) dell’Abruzzo, poteva solo esercitare la pesca ed effettuare le relative manovre, a mezzo dell’ancora di bordo. La sanzione comminata, in quell’occasione, è stata di euro 4.000 per violazione del D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4 “Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca”. Considerata la gravità della condotta messa in atto, che già nel recente passato e’ stata perpetrata, il Comandante della Guardia Costiera di Giulianova T.V. (CP) Sandro PEZZUTO assicura che “le attività di monitoraggio e controllo in materia di pesca da sempre assicurate, e da ultimo intensificate in concomitanza dell’approssimarsi della stagione balneare, mediante una campagna di informazione/sensibilizzazione ma anche di repressione degli atti illeciti improntati alla tolleranza zero, rientrano tra le prerogative principali della Guardia Costiera. Si allegano n.4 foto delle vongole sequestrate e del relativo rigetto in mare.

14 maggio 2013 0

Aggredisce la madre ultrasettantenne e i carabinieri che tentano di fermarlo, 54enne in manette a Ceprano

Di redazione

I carabinieri di Ceprano, hanno arrestato un 52enne del posto indagato per i reati di “resistenza a pubblico ufficiale” e “lesioni personali”. I militari operanti sono intervenuti presso la sua abitazione, a seguito della richiesta di aiuto arrivata dalla madre 74 enne dell’uomo. In preda ad uno stato di particolare agitazione psico-emotiva, il figlio aveva immotivatamente aggredito la donna . Nella circostanza i militari, nonostante i reiterati tentativi di ricondurlo alla ragione, sono stati a loro volta aggrediti da quest’ultimo. In relazione alle circostanze ed al fine di evitare che la situazione potesse ulteriormente degenerare, i militari hanno proceduto all’arresto ritenendolo responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, atteso che nella circostanza, un militare ha riportato un trauma contusivo al braccio destro giudicato guaribile in 5 giorni. L’arrestato, in aderenza alle disposizioni impartite dalla competente A.G., è stato trattenuto presso la camera di sicurezza del Comando Stazione Carabinieri di Pontecorvo (FR) in attesa della fissazione dell’udienza dibattimentale per il rito direttissimo.

14 maggio 2013 0

LA-Z NB SORA2000: semifinale vince la gara 1 dei play-off

Di redazionecassino1

Gara 1 della semifinale del campionato di serie D maschile di Basket se l’aggiudica l’N.B. Sora 2000. Al “PalaPanico” nella prima sfida contro la Pass Roma, i Volsci chiudono sul finale di 68 a 44.

Gara controllata e guidata dai sorani durante i 4 quarti. Nonostante due parziali equilibrati, gli ultimi due, gli uomini di Bifera hanno controllato bene gli avversari. Ottimo il gioco espresso in campo, con una buona difesa e un attacco capace di chiudere con ottime percentuali. Come detto nell’ultimo parziale la Pass Roma  approfitta di un rilassamento dei padroni di casa biancocelesti  recuperando ben 15 punti. Unica  note  stonata  l’espulsione dell’allenatore  Sebastiani (Pass)

Dunque gara 1 in archivio, domani sera al “PalaPass”di Roma in scena gara 2. In caso di vittoria LA-Z NB Sora 2000 sarebbe qualificato alla finale, dato che il match di semifinale si gioca al meglio delle due gare vinte.

In casa NB Sora 2000 concentrazione massima per cercare di chiudere già domani la serie, in modo da tale da preparare al meglio le finali.

LA-Z N.B.SORA 2000:  Liguori L. 17., Passaniti E., Manco A.10, Vrenozi C.8, Frasca P.8, Sebastiani A. 6,

                 Panunzi A., Clock C.15, De Ciantis S., Pomenti A.19.  All. Bifera S.  Ass. Spaziani T.

 

PASS Roma: Mangioni 9, Santagata 2, Cuzziol 9, D’angelo 14, De Marchis 2, Iannucci 3, Cesarini 8, Cucchelli

5, Grisanti 2, Sodani 17. All. Sebastiani.

 

14 maggio 2013 0

Il Consorzio Cosmari in prima linea per le isole ecologiche, investire sui centri di raccolta, riduzione dei costi per i cittadini

Di redazionecassino1

Giovedì 16 maggio a partire dalle ore 9.00 fino alle 14.00, presso la sede del Consorzio Cosmari in via Grotte Di Nottole 21 a Cisterna di Latina (zona industriale), si terrà il seminario a partecipazione libera ‘Realizzazione e gestione dei centri di raccolta’ indirizzato a Sindaci, Assessori, Funzionari e Dirigenti con specifica delega della pubblica amministrazione, operatori di settore e quanti siano comunque interessati all’argomento, al fine di offrire un aggiornamento normativo specifico e creare condizioni di confronto e dialogo sulle opportunità che le isole ecologiche vanno a rappresentare. Interverranno, oltre al responsabile del Consorzio Cosmari Francesco Traversa, l’Ing. Nicola G. Grillo, Presidente Associazione Nazionale Gestori Rifiuti (ANGRI), il Dott. Stefano Bernardi, Consulente ed esperto in Gestione dei rifiuti, e l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Latina, Dott. Gerardo Stefanelli.

“Nell’attuale contesto normativo ambientale sempre più difficile da interpretare e applicare – spiega Francesco Traversa, Direttore commerciale del Consorzio e Vicepresidente di Confindustria Latina – il Consorzio Cosmari ha deciso di organizzare questo incontro formativo con lo scopo di affrontare e dibattere sui principali aspetti normativi e gestionali che riguardano la disciplina dei centri di raccolta comunali e intercomunali. Abbiamo infatti deciso di investire sulla comunicazione e divulgazione tecnica – prosegue – perché riteniamo che la diffusione delle isole ecologiche sia innanzitutto un evidente beneficio per l’ambiente, poiché è dimostrato che la presenza delle ecopiazzole diminuisce e scoraggia quella delle discariche abusive. Inoltre, aumentando i quantitativi della raccolta differenziata così incentivata, c’è un notevole abbattimento dei costi per le amministrazioni e, quindi, per i cittadini stessi. Crediamo molto in questa prospettiva di sviluppo, e per questo mi auguro che giovedì 16 le amministrazioni partecipino con curiosità ed attenzione. Noi siamo in grado – conclude Traversa – di progettare, realizzare e gestire queste isole, dando un servizio ‘chiavi in mano’ alle amministrazioni, prendendo come utile, solo i ricavi che derivano dalla vendita dei prodotti della raccolta differenziata.”

“Quella delle isole ecologiche è una tappa fondamentale per organizzare un corretto e virtuoso ciclo dei rifiuti – così Gerardo Stefanelli, Assessore all’Ambiente della provincia di Latina – perché agevola notevolmente la raccolta differenziata. Sono essenziali investimenti che le Amministrazioni devono affrontare per raggiungere gli obiettivi ambiziosi della normativa vigente. Per questo, nel prossimo bando rivolto ai Comuni per distribuire i fondi dedicati alla raccolta differenziata – continua l’Assessore di Via Costa – , la Provincia destinerà finanziamenti ad hoc esclusivamente per quei Comuni che vorranno realizzare le isole ecologiche. Ritengo che iniziative come questa organizzata dal Consorzio Cosmari, siano importanti e vadano seguite con attenzione dalle amministrazioni, perché rappresentano un’opportunità di aggiornamento e un’occasione per informarsi e procedere così verso il corretto adeguamento.”

14 maggio 2013 0

Procedono i lavori di riqualificazione di Piazza Umberto I, valorizzazione del centro storico

Di redazionecassino1

Piazza Umberto I, il cuore pulsante di Colle San Magno, e l’intero centro storico che si sviluppa intorno al caratteristico luogo di incontro, è oggetto, in questi giorni, degli ultimi interventi di sistemazione che lo stanno trasformando in un vero e proprio gioiello architettonico. Il tutto grazie ad un finanziamento regionale, “Recupero e risanamento delle abitazioni dei centri storici minori ex DGR 354 del 30 aprile 2004”, che ha permesso alla locale amministrazione comunale di avviare una serie di interventi che stanno trasformando e rimettendo a nuovo la parte più antica del paese.

Nello specifico, gli interventi di recupero, a seguito della individuazione di una ben specifica area di perimetrazione definita in sede di progettazione, prevedono lavori di recupero e riqualificazione delle facciate, adozione di un piano colore uniforme, interramento dei cavi telecom ed enel, e pavimentazione del vicolo San Giuseppe. Lavori che hanno il pregio di unire l’azione di recupero e tutela delle abitazioni, con la valorizzazione di un’area molto caratteristica e di grande interesse turistico come il centro storico.

Dopo l’intervento di interramento dei cavi telecom ed enel, in questi giorni sono stati tolti i ponteggi dei lavori del piano colore per le facciate delle case che insistono sulla piazza. A breve, entro la fine di giugno secondo i tecnici comunali, i lavori verranno completati con la pavimentazione di vicolo San Giuseppe e con il posizionamento di infissi e porte in legno per le abitazioni.

“Un intervento a cui l’amministrazione comunale tiene moltissimo – ha spiegato il sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Nota – Piazza Umberto I è il salotto buono del paese, è il suo cuore pulsante, è il luogo di incontro e di scambio tra i cittadini, è il luogo della socializzazione.

Vederlo risistemato, vedere l’imponente scenario delle case rinnovate nel colore e nelle strutture riempie gli occhi e il cuore di soddisfazione.

Così come ci è stato comunicato dai tecnici e dalla ditta, prevediemo di concludere i lavori entro fine giugno, in maniera tale da potere consegnare ai cittadini, ai turisti e ai tanti emigrati che tornano nel periodo estivo, un volto sempre più bello della nostra cittadina”.

 

 

14 maggio 2013 0

Proseguono i lavori di manutenzione alla villa comunale

Di redazionecassino1

Proseguono senza sosta i lavori di manutenzione sulla pavimentazione in ciottoli di pietra dei percorsi pedonali dei giardini della villa comunale. La ditta appaltatrice ha già eseguito, infatti, una parte consistente dei lavori previsti dal capitolato, che stanno contribuendo a dare al parco un rinnovato smalto che si era perso a causa di anni di abbandono pressoché totale.

La pavimentazione dei percorsi pedonali, realizzata in acciottolato, risultava in più parti in fase di distacco, e, pertanto, bisognevole di un massiccio intervento di manutenzione straordinaria. I ciottoli distaccati, infatti, risultavano pericolosi sia per il transito dei numerosi pedoni, che usufruiscono giornalmente degli spazi della villa, sia perché potenziali oggetti di lancio per atti vandalici. Si è proceduto fino ad ora, e si continuerà per la parte residuale dei lavori, alla rimozione dell’attuale pavimentazione degradata e alla pulizia dei ciottoli da recuperare. I materiale così trattato, per le porzioni ultimate, hanno già trovato ricollocazione in opera idoneamente allettati e stuccati su un massetto cementizio. Con queste modalità operative si procederà per il resto dei lavori appaltati.

Sulla base del computo metrico redatto sull’opera, è stata stimato che l’esecuzione dell’intervento ha un costo di 58.000 euro.

“Con nostra grande soddisfazione i lavori di manutenzione sulla pavimentazione della villa comunale stanno procedendo senza problemi” ha commentato l’assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni Fabio Tagliaferri.

“L’intervento in fase di realizzazione rientra in quel quadro di attività programmate di manutenzione sulla città. Programmazione che siamo riusciti a predisporre nonostante le note ristrettezze e difficoltà di liquidità e di bilancio per venire incontro alle richieste e alle esigenze della cittadinanza.

Inoltre, di questo intervento vado particolarmente orgoglioso dato che in passato, quando ero consigliere di minoranza, mi feci promotore di una raccolta di firme per sollecitare questi lavori di manutenzione, nell’assoluta indifferenza, però, dell’allora maggioranza. Oggi, visto che ogni promessa è un debito, tenendo fede all’impegno di quel tempo, come assessore della giunta Ottaviani ho voluto fortemente spendermi per questo intervento”.

14 maggio 2013 0

Ospedale “Del Prete”: giovedì inaugurazione dei nuovi locali per ambulatori specialistici

Di redazionecassino1

Nell’Ala Ovest al 2° piano, in precedenza occupata dal Reparto di Medicina Generale, sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione dei locali per la  sistemazione degli ambulatori specialistici.

La nuova localizzazione  ha permesso di  raggruppare  tutti gli ambulatori in un’unica ala, eliminando così agli utenti l’inconveniente di doversi recare in diverse zone.

Sicurezza, comfort, accessibilità e nuova funzionalità sono le linee su cui si è mossa la Asl per portare a  termine questa ulteriore fase di adeguamento dell’ex Ospedale di Pontecorvo.

Particolare attenzione al piano colore per facilitare  l’individuazione degli  ambienti da parte dei cittadini, ampi locali dedicati alle visite  (in sostituzione di quelli angusti) e ulteriori locali di servizio. Oggi, i nuovi spazi ristrutturati offrono  anche una sala d’attesa, servizi igienici separati per sesso, bagno per disabili. Inoltre, nell’ottica di venire incontro sempre più alle attese dell’utenza, sono in via di ultimazione nello stesso Presidio i lavori di ristrutturazione della zona Cup che porteranno miglioramenti all’accessibilità ed al servizio di prenotazione. 

<< La Direzione Aziendale – afferma il Direttore Generale Dr. Vincenzo Suppa che presenzierà all’inaugurazione – ha portato avanti con costanza le realizzazioni per dare compiutezza ed adeguatezza  all’Ospedale Distrettuale di Pontecorvo. Il completamento di questa seconda fase lo dimostra e ci permette di offrire ai cittadini migliorie e nuove funzionalità. La prima degenza infermieristica H24 sul territorio sta dando risultati lusinghieri in un contesto che vede la valorizzazione del ruolo  del Medico di Medicina Generale e degli altri professionisti che operano nell’area delle  cure primarie intermedie in forma integrata con il comparto sociale. A loro va il nostro apprezzamento e credo che opzioni del genere siano indispensabili per ridurre sensibilmente i ricoveri negli ospedali>>.