pubblicato il29 maggio 2013 alle 17:32

Colle San Magno aderisce all’iniziativa per il Bicentenario dell’Arma dei Carabinieri

Il comune di Colle San Magno aderisce ai festeggiamenti per il bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri e stanzia un simbolico contributo per le iniziative in programma.

In occasione di tale importante ricorrenza, che cadrà il 5 giugno del 2014, proprio l’Arma dei Carabinieri si sta attivando per realizzare un monumento celebrativo, come quello eretto cento anni fa nei Giardini Reali di Torino. Stavolta si è pensato di riprodurre l’opera del maestro Berti, “I Carabinieri nella tormenta”, da collocare nei giardini di via del Quirinale a Roma.

A tal fine, investendo dell’iniziativa l’ANCI, è stato chiesto ai comuni di sostenere il progetto. Il comune di Colle San Magno, informato in merito all’iniziativa dal comandante della stazione dei Carabinieri di Roccasecca, il maresciallo Donato Bottone, ha subito risposto favorevolmente, stanziando la simbolica cifra di 100,00 Euro.

“Il Bicentenario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri – ha spiegato il sindaco Di Nota – è una ricorrenza dall’alto valore storico e morale per la collettività nazionale che riconosce all’Arma una delle istituzioni più solide del Paese, sicuro punto di riferimento per la tutela della legalità, per la prevenzione ed il contrasto alle criminalità di ogni specie, per la lotta ad ogni forma di terrorismo e corruziuone, per il senso di appartenenza allo Stato che rappresenta.

Proprio per tali motivazioni, subito abbiamo voluto rispondere presente all’invito che ci è stato recapitato dal maresciallo Bottone. Colle San Magno onora e rispetta l’Arma dei Carabinieri come espressione dell’Italia migliore, a cui guardare con ammirazione e rispetto”.



© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07