pubblicato il24 maggio 2013 alle 10:30

Maltrattamenti in famiglia, l’uomo era vittima dei film porno. Pretendeva dalla moglie rapporti a tre

Un uomo di 58 anni di Veroli è stato arrestato questa mattina dalla squadra mobile di Frosinone per maltrattamenti in famiglia. L’uomo era ormai era ostaggio dell’erotismo, e passava giorno e notte davanti ai film pornografici fino a costringere la moglie a performance da diva del porno. Pretese che sono andate via via aumentando fino a costringerla addirittura a rapporti sessuali a tre con altri uomini. Una pratica alla quale la donna non ha voluto sottostare finendo, quindi, per subire i maltrattamenti, le minacce di morte e le violenze del marito. “Sei come Melania Rea – le diceva – ecco perché il marito l’ha uccisa”. Violenze che dovevano subire anche i due figli maggiorenni che difendevano la madre. A gennaio aveva distrutto la casa incendiando il mobilio, e quel gesto è servito a convincere la donna e alla figlia a sporgere denuncia alla polizia. Gli uomini del primo dirigente Carlo Bianchi hanno iniziato le indagini e nel comtempo, hanno trovato, grazie alla Caritas di Frosinone, una sistemazione abitativa per permettere loro di lasciare la casa. Questa mattina, il gip del tribunale di Frosinone Mancini, su richiesta del Pubblico ministero Trotta, ha ordinato l’arresto dell’uomo.
er. ame

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07