pubblicato il14 maggio 2013 alle 10:47

Rapinano un’auto e 400 euro, arrestati dai carabinieri, dopo un inseguimento, due albanesi

faccedivita.it

 I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa, hanno arrestato, in flagranza di reato per rapina, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale due cittadini albanesi, entrambi domiciliati in Casaluce (CE). I due extracomunitari sono stati intercettati a bordo di un autovettura, rapinata poco prima presso una villetta familiare sita in Alife (CE), dove sotto la minaccia di un fucile ed una pistola si erano fatti consegnare dalle due famiglie presenti in casa monili in oro, denaro in contanti per 400 euro e vari orologi. L’arresto dei due ed il recupero di parte della refurtiva è avvenuto ad opera dei Carabinieri in Casaluce (CE) a seguito di un rocambolesco inseguimento. Iethir Luigi, cl. 1992 e Tafciu Daniel, cl. 1991, entrambi domiciliati in Casaluce, questi i nomi dei due albanesi arrestati dai carabinieri. I militari dell’Arma, durante il regolare servizio di pattugliamento, sono stati allertati dalle Centrali operative di Aversa e di Piedimonte Matese ed a seguito della segnalazione, hanno intercettato i due extracomunitari a bordo di un autovettura, rapinata poco prima dagli stessi presso una villetta familiare sita in Alife dove i rapinatori, dietro la minaccia di un fucile a canne mozze ed una pistola avevano costretto i proprietari a consegnargli vari monili in oro, la somma in contanti di 400 euro e vari orologi . I Carabinieri, quindi, hanno intimato l’alt ai malfattori nel tentativo di bloccarne la corsa, ma il veicolo, continuando ad accelerare si dava alla fuga a gran velocità, ne scaturiva quindi un lungo inseguimento, durante il quale i fuggitivi hanno cercato di speronare l’autovettura dei Carabinieri. Il rocambolesco inseguimento si è concluso allorquando l’auto condotta dai malfattori, a causa della velocità sostenuta, è andata a collidere contro un muretto di contenimento alla via San Lorenzo di Aversa. I rapinatori sono stati entrambi assicurati alla giustizia e parte della refurtiva è stata recuperata.

 

In Aversa, via San Lorenzo, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile –  sezione radiomobile, del locale Reparto Territoriale, hanno arrestato, in flagranza di reato per rapina, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale i due cittadini albanesi Iethir Luigi, cl. 1992 e Tafciu Daniel, cl. 1991, entrambi domiciliati in Casaluce. I militari dell’Arma, durante il regolare servizio di pattugliamento, sono stati allertati dalle Centrali operative di Aversa e di Piedimonte Matese ed a seguito della segnalazione, hanno intercettato i due extracomunitari a bordo di un autovettura, rapinata poco prima dagli stessi presso una villetta familiare sita in Alife dove i rapinatori, dietro la minaccia di un fucile a canne mozze ed una pistola avevano costretto i proprietari a consegnargli vari monili in oro, la somma in contanti di 400 euro e vari orologi . I Carabinieri, quindi, hanno intimato l’alt ai malfattori nel tentativo di bloccarne la corsa, ma il veicolo, continuando ad accelerare si dava alla fuga a gran velocità, ne scaturiva quindi un lungo inseguimento, durante il quale i fuggitivi hanno cercato di speronare l’autovettura dei Carabinieri. Il rocambolesco inseguimento si è concluso allorquando l’auto condotta dai malfattori, a causa della velocità sostenuta, è andata a collidere contro un muretto di contenimento alla via San Lorenzo di Aversa. I rapinatori sono stati entrambi assicurati alla giustizia e parte della refurtiva è stata recuperata.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07