Giorno: 18 giugno 2013

18 giugno 2013 0

Esercitazione antincendio nel porto commerciale di Gaeta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Oggi nel porto commerciale di Gaeta si è svolta un’esercitazione antincendio a bordo della motonave “Ostria” di bandiera maltese, con carico di cemento. Tale esercitazione, organizzata e coordinata dalla Capitaneria di porto di Gaeta ha visto, in mare, oltre alla partecipazione della motovedetta, e del gommone della Guardia Costiera anche l’intervento della motobarca dei Vigili del Fuoco, della motovedetta della Squadra Nautica della Polizia di Stato, dei Piloti del Porto e dei Rimorchiatori. Lo scopo della esercitazione era verificare la prontezza operativa di tutti gli operatori coinvolti a vario titolo in un possibile scenario di incendio. Si è simulato l’intervenuto per un incendio divampato a bordo della motonave “Ostria” ormeggiata alla banchina Cicconardi del porto commerciale di Gaeta. Sotto il coordinamento della sala operativa della Capitaneria di porto e della motovedetta della Guardia Costiera l’incendio, divampato a prora, è stato domato con l’intervento della motobarca dei Vigili del Fuoco e del rimorchiatore “Punta Campanella”. Il personale del Servizio 118, intervenuto con l’autoambulanza, ha proceduto a prestare le prime cure al marinaio ferito-ustionato, sbarcato dalla nave a cura dei Vigili del Fuoco. In banchina a dare assistenza e predisporre il cordone di sicurezza erano presenti il Nucleo Operativo Intervento Portuale della Guardia Costiera, la Polizia di Stato, i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e l’Autorità Portuale. In considerazione dei tempi di intervento e del coordinamento emerso nel corso della esercitazione si possono ritenere soddisfatti gli standard di operatività e prontezza richiesti.

18 giugno 2013 0

In cinque da Bologna a Cardito per coltivare marijuana, beccati con circa 700 piante

Di admin

Questa mattina i carabinieri della Stazione di Vallerotonda, coadiuvati da quelli della Stazione di Picinisco e dal NORM della Compagnia di Cassino, nel corso di predisposto servizio antidroga, hanno arrestato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di diverse qualità di stupefacenti (hashish e marijuana), S.M., 28enne, B.T., 27enne, V.G., 31enne, S.V., 26enne e P.A., 20enne cittadina moldava, tutti censiti (ad eccezione della donna) e domiciliati in provincia di Bologna. Il gruppo, controllato dai carabinieri operanti presso l’abitazione di Cardito del comune di Vallerotonda in uso a S.M. a seguito anche di segnalazione delle persone del posto insospettite del loro atteggiamento, sono stati perquisiti e trovati in possesso di gr.87 circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, nonché di 671 piantine di marijuana dell’altezza di circa 30 cm, tutte in vasi abilmente sistemati in fortunosa serra sistemata vicino la casa. Inoltre si rinvenivano euro 700,00 in contanti in banconote di vario taglio, materiale vario per il taglio e confezionamento di dosi di stupefacente, fertilizzante e terriccio per il travaso delle piantine. Tutto il materiale sopra riportato veniva sottoposto a sequestro. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano associati presso la Casa Circondariale di Cassino e quella di Roma Rebibbia – Sezione Femminile.

18 giugno 2013 0

Spara in aria per intimidire ex dipendente, datore di lavoro denunciato

Di admin

A Pontecorvo i carabinieri della locale Stazione, hanno denunciato in stato di libertà per il reato di “minaccia aggravata, esplosione pericolosa e omessa custodia delle armi” un imprenditore 37enne del luogo. L’uomo, nel contesto di un’accesa discussione con tre persone tutte residenti a S.M. Capua Vetere giunti presso la sua società per ottenere chiarimenti relativi alla cessazione del rapporto di lavoro ed alla mancato pagamento dell’ultimo stipendio di uno di loro, ha imbracciato il proprio fucile da caccia del genere “a pompa” cal. 12 e, minacciandoli di morte, ha sparato un colpo in aria a scopo intimidatorio. I carabinieri successivamente intervenuti hanno sequestrato l’arma regolarmente denunciata avendo l’interessato il porto d’armi per uso caccia, nonché della cartuccia esplosa. In relazione all’evento accertato, nei confronti dell’imprenditore, i militari hanno sequestrato anche a scopo cautelativo varie armi e munizioni dallo stesso regolarmente detenute.

18 giugno 2013 0

Calcio mercato: Cassano e Silvestre pronti a lasciare l’Inter, destinazione Parma?

Di redazionecassino1

Archiviato il campionato di calcio 2013 con gli Azzurri impegnati nella Confederation  Cup in Brasile, inizia il balletto del calcio mercato.  Il calcio parlato, quello fatto di indiscrezioni e notizie più o meno vere, almeno fino agli annunci e presentazioni ufficiali. Cominciano i possibili scambi, le partenze di questo o quel fuoriclasse da un club all’altro.  La  trattativa del giorno è quella dell’Inter per portare Belfodil in nerazzurro. Il club nerazzurro vuole mettere in piedi un maxi-affare che prevederebbe anche contropartite come Antonio Cassano e Matias Silvestre. Gli agenti del calciatore di origini algerine mercoledì dovrebbero incontrare i dirigenti dell’Inter per raggiungere un accordo.

18 giugno 2013 0

Il recupero e la salvaguardia dell’arco di Marcantonio priorità assoluta per l’Amministrazione

Di redazionecassino1

“Il recupero e la salvaguardia dell’arco di Marcantonio è una priorità assoluta dell’Amministrazione nell’ambito degli interventi volti alla tutela e salvaguardia del patrimonio storico ed archeologico di Aquino”. Questa considerazione sintetizza le affermazioni dell’assessore alla cultura del Comune di Aquino Avv Carlo Risi nell’incontro svoltosi, con i numerosi e qualificati membri del “Comitato per il ripristino dell’Arco onorario di Marcantonio”, domenica mattina, in una prima fase, presso l’Arco di Marcantonio, situato nelle adiacenze della Madonna della Libera, ed in un secondo momento, anche per sottrarsi alla calura della tarda mattinata, presso il Museo della Città, situato nelle vicinanze.

L’occasione è stata proficua per uno scambio di opinioni sul da farsi per il recupero architettonico e strutturale del prezioso e suggestivo arco onorario, risalente al 40 a.c., ed oggi in parte invaso da un corso d’acqua ed in parte da una folta vegetazione.

Seppur sommariamente i partecipanti hanno focalizzato gli interventi da mettere subito in cantiere per restituire l’arco al pieno ed effettivo godimento della collettività ed i soggetti che direttamente od indirettamente sarebbero coinvolti nel procedimento, ciascuno in forza di proprie specifiche competenze.

Il risultato di un pieno recupero dell’arco onorario, che è il più antico al mondo, farebbe –per unanime opinione – da volano per la promozione di tutto il patrimonio culturale ed archeologico aquinate, con immediata ricaduta positiva anche sul turismo locale e quindi su tutta l’economia del luogo.

“Una cosa è certa – ha concluso l’assessore Risi- l’Amministrazione farà, e da subito, tutto il possibile per rimediare all’attuale stato di cose e per far sì che un’opera simile – oggetto di attrattiva per numerosi studiosi in ogni parte del mondo – venga sottratta allo stato di incuria ed abbandono in cui attualmente versa”

 

18 giugno 2013 0

Camion si ribalta sull’A1 a Cassino, disagi alla circolazione autostradale

Di redazione

Autostrada Roma Napoli chiusa per circa un’ora, questa mattina, tra i caselli di Cassino e San Vittore. A creare disagio alla circolazione, è stato il rocambolesco incidente stradale di un camion frigorifero che trasportava alimenti. Erano le 5.30 circa quando il trattore stradale si è ribaltato trascinando nella piroetta il pesante rimorchio che ha chiuso interamente le tre corsie dell’arteria. Immediatamente i vigili del fuoco di Cassino sono intervenuti per liberare l’autista dalle lamiere. Il 50enne di Bari è stato trasportato in ospedale a Cassino per una serie di fratture e traumi. La prognosi è di 50 giorni.

18 giugno 2013 0

Futuro di Laziodisu e decentramento dell’Università, incontro Fardelli – Smeriglio

Di admin

Il futuro di Laziodisu Cassino e il decentramento dell’Università sono stati gli argomenti che in un incontro, il consigliere regionale Marino Fardelli ha discusso con il Vice Presidente della Giunta Regionale del Lazio Massimiliano Smeriglio, Assessore alla Formazione e all’Università. Sono recenti infatti, le nuove direttive politiche della Regione Lazio per il diritto allo studio che porteranno alle modifiche anche statutarie di Laziodisu, per l’applicazione della spending review e volte a migliorare l’efficienza della macchina amministrativa. “L’intento della Regione Lazio di rimodulare le risorse e la mission del rilancio di Laziodisu – ha detto l’on. Fardelli – troveranno largo consenso oltre che successo, se nella piattaforma di governance che si intende attuare verranno chiamati a partecipare rappresentanti del personale e degli studenti che vivono quotidianamente l’Ente”. Un processo di riforma partecipato chiede il consigliere Fardelli, che ha incontrato la disponibilità del Vice Presidente Smeriglio, il quale si è detto aperto ad incontri con dipendenti e studenti per confrontarsi sugli obiettivi che vogliono Laziodisu uno strumento più utile allo scopo a cui è preposto. Il consigliere Fardelli ha ricordato durante l’incontro che delle diciannove università laziali, solo due non rappresentano il territorio metropolitano, l’Università della Tuscia di Viterbo e l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. “Due realtà che decentrano cultura e lavoro e che rappresentano un antidoto a chi profetizza un futuro sempre più metropolitano creando invece equilibrio. La mia proposta parte da qui”.

18 giugno 2013 0

Lazio Service, i lavoratori incontrano l’on. Fardelli

Di admin

Alcuni lavoratori di Lazio Service hanno voluto incontrare questa mattina il consigliere regionale Marino Fardelli. La delegazione, giunta appositamente alla Pisana per l’incontro, ha voluto ringraziare l’on. Fardelli per la sensibilità dimostrata in merito alla situazione lavorativa dei 1400 dipendenti della società in house che da mesi li tiene con il fiato sospeso. Un emendamento presentato dal consigliere Fardelli e fatto proprio dalla Giunta infatti, ha escluso la Lazio Service dai tagli della spending review perché in violazione dell’articolo 118. Modifica alla proposta di legge n. 9 del 16 aprile 2013 che da domani sarà in discussione in consiglio regionale perché inserita nell’ordine del giorno delle sedute che sono state convocate per i prossimi tre giorni. Particolarmente apprezzato dai lavoratori, l’intervento del consigliere Fardelli che aveva parlato di “internalizzazione” prendendo spunto da una serie di iniziative di successo di altre regioni, come la Puglia e il Veneto, che hanno trasformato i precari di alcuni settori in dipendenti.

18 giugno 2013 0

Attivato l’ambulatorio cefalee all’ospedale di Cassino

Di admin

È stato attivato dal 15 giugno scorso l’Ambulatorio di Diagnosi e Cura della Cefalee. Si tratta di una Struttura Interdipartimentale (Dipartimento di Salute Mentale e Dipartimento di Scienze Chirurgiche) istituita dal Direttore Generale Dr. Vincenzo Suppa all’interno dell’Ospedale S. Scolastica di Cassino presso l’U.O. Otorinolaringoiatria. Un nuovo servizio che cercherà di dare le giuste risposte ed opportunità a quanti soffrono di cefalea, comunemente noto come “mal di testa”, divenuto oggi un disturbo molto diffuso. Nell’Ambulatorio vengono seguiti e trattati i pazienti affetti da cefalee primarie, cefalee secondarie, algie facciali, sindromi nevralgiche ed da altri tipi di disturbo. L’attività dell’Ambulatorio, prevista per il sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,30 in questa prima fase, verrà presto estesa ed incrementata.