Giorno: 21 giugno 2013

21 giugno 2013 0

Ruba un’auto a Roma, scoperto ed arrestato dalla Polstrada di Cassino in A1

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nelle prime ore di questa mattina, al km 654 sud dell’A1 in territorio del comune di Roccasecca, gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino intimava l’alt ad un’autovettura sulla quale viaggiava il solo conducente, identificato per L.G.V. di anni 30 nato e residente a Napoli. Durante il controllo, il giovane evidenziava un atteggiamento agitato tanto da indurre gli agenti ad esperire più accurate verifiche sul mezzo e sui documenti.  L’attività di verifica consentiva di rilevare che la portiera anteriore lato destro era stata forzata, il blocco di accensione era rotto ed il relativo impianto elettrico manomesso. Inoltre, all’interno del veicolo si rinvenivano strumenti atti allo scasso, mentre nel vano motore si accertava la sostituzione della centralina originale con un dispositivo artigianale installato allo scopo di bypassare i codici di sicurezza necessari per l’accensione del veicolo. Sebbene il veicolo non risultasse tra quelli da ricercare nella Banca Dati delle Forze di Polizia, il rinvenimento degli strumenti di effrazione e del dispositivo di sblocco dei codici inibitori installato sul motore inducevano a ritenere che l’autovettura potesse comunque essere stata rubata durante la notte e che il proprietario, data l’ora, non se ne fosse ancora accorto. Infatti il proprietario dell’autovettura, rintracciato telefonicamente, riferiva di aver parcheggiato la propria auto alle  ore 20.00 lungo viale Metronio in Roma e di averla regolarmente chiusa a chiave. Invitato a verificare la presenza dell’auto nel posto in cui era stata parcheggiata, con grande stupore si accorgeva che effettivamente il veicolo gli era stato rubato; quindi si recava tempestivamente presso la Stazione Carabinieri di Roma “San Giovanni” per formalizzare la denuncia. Constatata l’avvenuta sottrazione del veicolo, il giovane napoletano veniva dichiarato in arresto per furto e possesso di attrezzi atti allo scasso. Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura di Frosinone a disposizione della competente A.G..

21 giugno 2013 0

Registrazione anagrafica per i senza fissa dimora. Scelta Civica: esiste una delibera ben precisa dal 2008

Di redazionecassino1

L’impegno di Scelta Civica per la Casa della Carità arriva ad un primo, importante approdo a pochi giorni dall’incontro tra gli operatori della struttura e una delegazione del partito.

«Ridare un’identità ai senza dimora ospiti della struttura» era stato uno degli impegni che il coordinatore provinciale Gabriele Picano insieme a Francesco Evangelista, membro del coordinamento provinciale e capogruppo comunale a Cassino, avevano preso dopo l’incontro con il responsabile della struttura e fundraiser Luigi Pietroluongo insieme a suor Ermanna e agli operatori della Casa. «La mancanza di una registrazione anagrafica rende alcuni degli ospiti dei veri e propri “fantasmi”, soggetti impegnati in un percorso di recupero della dignità a cui si aggiunge la difficoltà di non vedersi riconosciuta una dignità anagrafica. Per questo Scelta Civica si è subito messa in moto per  trovare il bandolo della matassa ed individuare la strada giusta per favorire la registrazione presso il Comune che li accoglie». Sono state le parole espresse ieri da Gabriele Picano che insieme a Franco Evangelista hanno ritrovato una delibera della precedente amministrazione che permette ai senza dimora di essere iscritti all’anagrafe di Cassino, previa richiesta.

«Appena siamo venuti a conoscenza della problematica durante l’incontro presso la Casa della Carità di qualche giorno fa, – ha continuato Gabriele Picano – io e il consigliere comunale Franco Evangelista ci siamo subito mobilitati presso il nostro Comune trovando immediato riscontro in una delibera del febbraio 2008 che permette l’istituzione dell’indirizzo anagrafico convenzionale per i senza dimora. A questo punto vorremmo capire come mai l’attuale amministrazione non abbia fatto nulla per rispondere a questa “urgenza” o semplicemente per recepire questa precisa delibera di Giunta del 2008 che favorisce il riconoscimento anagrafico dei senza fissa dimora assistiti sul nostro territorio. In Italia come nella nostra realtà il problema di una residenza per i senza dimora esiste e va risolto senza indugi anche perché  – come recita la stessa delibera – “l’assenza di una iscrizione anagrafica preclude l’accesso ad altri diritti individuali”. E la possibilità di un dignitoso reinserimento sociale dovrebbe essere concessa senza preclusione alcuna, anzi meriterebbe pieno sostegno. Per questo non capisco il motivo per cui non sia stato preso nella giusta considerazione dall’attuale amministrazione un atto capace di conferire una residenza anagrafica a soggetti svantaggiati e, il più delle volte, assistiti da strutture come la Casa della Carità o da associazioni di volontariato che operano a Cassino.

Per Scelta Civica il sostegno agli “ultimi” e unitamente il sostegno agli operatori del settore sociale è un impegno, quasi un obbligo morale, che ci spinge a metterci a disposizione per combattere soprattutto la marginalità sociale».

La delibera che permette l’istituzione di un indirizzo anagrafico convenzionale, indicato in “via della Casa comunale”, per i senza fissa dimora è la n.36 del 12/02/2008.

21 giugno 2013 0

Il terremoto avvertito in tutto il nord Italia

Di admin

E’ stato nettamente avvertito anche in Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto la scossa di terremoto di magnitudo 5.2 che questa mattina alle 12.33 ha colpito le province toscane Lucca e Massa Carrara. Alla prima forte scossa se ne sono registrate altre quindici, con mangitudo tra 2.0 e 4.0, quella del quarto grado registrata pochi minuti fa. Si sarebbero registrati danni di entità non rilevanti, calcinacci caduti e tetti parzialemnte crollati, anche se i vigili del fuoco sono ancora al lavoro per verificare l’agibilità degli edifici.

21 giugno 2013 0

Villa Santa Lucia – Marino Fardelli scrive a Zingaretti: opposizione decisa, territorio coeso

Di admin

“La decisione di una Società privata di rivolgersi al Tar per avere ragione sulla costruzione di un impianto di gestione e trattamenti di rifiuti pericolosi a Villa Santa Lucia dovrà tenere conto della netta opposizione di un territorio coeso e che farà fronte comune”. Lo ha affermato il consigliere regionale Marino Fardelli che questa mattina è intervenuto con decisione sul prosieguo delle iniziative volte alla realizzazione di un progetto che ha avuto già parere negativo da parte della Regione Lazio. E proprio in una lettera indirizzata al Presidente Zingaretti e all’Assessore all’Ambiente, chiede “di mettere in atto anche per il ricorso al Tar del Lazio, la netta e decisa opposizione della Regione Lazio ad un progetto che sta sollevando ulteriori preoccupazioni nell’opinione pubblica in un territorio già provato dalla crisi economica ed industriale e di avviare tutte le procedure e le iniziative necessarie al fine di scongiurarne l’eventuale accoglimento”. In opposizione al progetto l’on. Fardelli si dice pronto a “fare fronte comune” così come richiesto fortemente anche dal sindaco di Villa Santa Lucia Iannarelli che in un’accorata lettera ha richiesto l’intervento di tutte le istituzioni del territorio, ognuno per la sua parte, al fine di una opposizione decisiva al ricorso. “La preoccupazione dei cittadini è notevole, ha detto l’on. Fardelli, e auspico che la Regione Lazio intervenga con la stessa decisione al ricorso del Tar con la quale aveva già sonoramente bocciato il progetto”.

21 giugno 2013 0

Ordigno del secondo conflitto mondiale rinvenuto a Guardiagrele

Di admin

Un ordigno inesploso, in cattivo stato di conservazione e risalente al secondo conflitto mondiale, è stato rinvenuto a Guardiagrele, nelle vicinanze di un’abitazione privata. A segnalare ai Carabinieri della locale Stazione la presenza della bomba a mano del tipo “ananas”, delle dimensioni di centimetri 10×5, è stato il proprietario dell’abitazione, un 53enne. L’uomo si è accorto della presenza del piccolo involucro metallico mentre svolgeva dei lavori di manutenzione sul terreno adiacente alla sua abitazione. Gli uomini dell’Arma, giunti sul posto, hanno predisposto le dovute misure di sicurezza recintando l’area in attesa dell’arrivo del personale specializzato di artiglieria dell’esercito che provvederà a rimuovere l’ordigno.

21 giugno 2013 0

Festeggiati i 100 anni di Angela Massaro nel Comune di Aquino

Di admin

Si è svolta martedì scorso con inizio alle ore 11, nella sala consiliare del Comune di Aquino,la cerimonia pubblica voluta dall’Amministrazione Comunale e dal sindaco della Città, Libero Mazzaroppi per festeggiare i 100 anni di Angela Massaro consegnandogli una targa ricordo e la riproduzione originale dell’atto di nascita della signora Angela. La centenaria Angela insieme ai suoi figli,parenti ed amici è stata accolta dal sindaco di Aquino,Libero Mazzaroppi che complimentandosi con Angela per il prestigioso traguardo raggiunto delle 100 candeline ha detto che “noi come Amministrazione Comunale abbiamo pensato di voler far diventare nonna Angela come la persona più rappresentativa degli aquinati facendogli indossare la fascia tricolore che rappresenta il simbolo della nostra Città e facendola sedere al posto che è riservato normalmente al sindaco di Aquino e credo non ci sia modo migliore per festeggiare una data così importante”. Mazzaroppi ha voluto nel festeggiare questo importante traguardo dei 100 anni di nonna Angela rimarcare il fatto che questa è soltanto una tappa “in quanto ci ritroveremo probabilmente a festeggiare altri momenti importanti di Angela visto la lucidità,la freschezza e la gioventù che ci trasmette questa splendida donna di Aquino e che vada festeggiata da tutta la collettività aquinate. Oggi questa è una giornata di festa non solo per lei e per la sua famiglia,ma anche per tutta la Città di Aquino,del mio personale e di quello dell’Amministrazione Comunale che mi onoro di rappresentare”. Dopo il saluto e gli auguri del sindaco,Libero Mazzaroppi,è intervenuto il vice sindaco Marco Iadecola che emozionato ha tenuto a ricordare i legami che univano il marito della signora Angela a suo padre porgendogli i più affettuosi auguri per l’importante traguardo raggiunto. Successivamente sono intervenuti anche l’assessore del Comune di Aquino,Carlo Risi ed il Presidente del Consiglio Comunale di Aquino,Giordana Evangelista. Risi compiacendosi con Angela per aver raggiunto il secolo di vita,che è un privilegio che il destino riserva a pochi,nonna Angela ha vissuto sulla sua pelle eventi fondamentali della storia dell’uomo quali 2 guerre mondiali,la caduta del muro di Berlino,aver vissuto la storia del Paese di Aquino nel secolo scorso,l’avvicendarsi di tanti amministrazioni comunali,di tanti sindaci e la vittoria di circa un mese fa con l’elezione a sindaco di Libero Mazzaroppi. Da parte sua la Presidente del Consiglio Comunale di Aquino,Giordana Evangelista ha letto gli auguri che i familiari hanno fatto alla loro cara Angela. La cerimonia pubblica è continuata con la consegna alla nonna Angela da parte del vice sindaco Iadecola, la riproduzione in originale dell’atto di nascita numero 39 in cui è stata registrata da parte dell’ufficiale dell’anagrafe del Comune di Aquino, la nascita in data 18 giugno 1913 alle ore 6,20 di Angela Massaro figlia Giuseppe Massaro e Magnapera Pasqualina. Dopo la consegna dell’atto di nascita riprodotto in originale,il sindaco di Aquino,Libero Mazzaroppi ha consegnato la targa ricordo con cui l’Amministrazione Comunale di Aquino a nome di tutta la cittadinanza rivolgeva i più calorosi auguri per i 100 anni di Angela e su cui erano incise le seguenti frasi: “L’Amministrazione Comunale di Aquino a nonna Angela nel giorno del suo secolo di vita. Sei un esempio ed un modello per ognuno di noi. Ti ringraziamo per averci fatto un regalo così grande e resi partecipi di questo straordinario evento. Ti vogliamo bene. Aquino 18 giugno 2013 il sindaco Libero Mazzaroppi”. Alla cerimonia erano presenti oltre al sindaco Mazzaroppi,al vice sindaco Iadecola,gli assessori Risi, Di Ruzza e Alessia Del Duca, ed i consiglieri comunali Federica Di Sotto, Antonio Morelli,e Giordana Evangelista Al termine della cerimonia l’arzilla nonnina da parte sua nel ringraziare il sindaco Mazzaroppi,l’Amministrazione Comunale,i parenti tutti e gli amici per quanto organizzato in questo giorno nel suo breve intervento di ringraziamento ha detto: “saluto tutti,amici e nemici per me questa è una festa ed una pace”. I festeggiamenti sono poi proseguiti con una serata trascorsa in allegria dedicata ad Angela da parte dei parenti più stretti allargata agli amici e conoscenti in onore della persona più longeva attualmente vivente ad Aquino.

21 giugno 2013 0

Forte terremoto in Toscana, magnitudo 5.2 tra Massa Carrara e Lucca

Di admin

Un forte evento sismico è stato avvertito dalla popolazione tra le province di Massa Carrara e Lucca, con epicentro localizzato tra i comuni di Fivizzano e Casola in Lunigiana in provincia di Lucca e Minucciano in quella di Massa. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 12.33 con magnitudo 5,2 a una profondità di circa 5 chilometri. Sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile.

21 giugno 2013 0

Il Lazio scala la classifica del mare illegale: 1.050 infrazioni accertate sulle coste laziali, 391 in più rispetto allo scorso anno

Di admin

Dall’Ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo:

Il Lazio scala la classifica del mare illegale con un numero totale di infrazioni accertate nel 2012 pari a 1.050, con un incredibile incremento di 391 illegalità rispetto al 2011, un bell’aumento del 59,3%. Le infrazioni regionali pesano il 7,8% sul totale nazionale con 2,8 illegalità al giorno, 2,9 per ogni chilometro di costa. Le persone arrestate e denunciate aumentano e sono 1.243 (481 in più rispetto al 2011), così come i sequestri che arrivano a 209 (ossia 13 in più rispetto allo scorso anno). Questo quanto emerge da “Mare Monstrum” di Legambiente, il dossier sulle illegalità costiere elaborato sulla base dei dati delle Forze dell’Ordine e delle Capitanerie di Porto, che vede il Lazio salire dall’ottava alla sesta posizione.

“Nel Lazio crescono in modo incredibile le infrazioni sul mare e sulle coste, attaccate sul fronte dell’abusivismo, della pesca illegale, della navigazione fuorilegge -ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. I numeri aumentano in modo davvero preoccupante, addirittura quasi del 60%, da un lato di certo per il buon lavoro delle forze dell’ordine e delle procure, ma anche perché si continua a pensare che il mare è una risorsa da sfruttare fino allo stremo. Servono, allora, nuove politiche regionali per tutelare una delle risorse più importanti, sul fronte ambientale ma anche su quello economico, e dalla Regione Lazio ci aspettiamo a breve il riavvio della discussione sul PTPR, sul piano coste e sul piano di tutela delle acque, ma anche nuovi sforzi per gli abbattimenti degli abusi edilizi. D’altra parte rimane, invece, fondamentale il ruolo dei cittadini, sentinelle che possono segnalare i casi di illeciti sul mare alla nostra Goletta Verde che tra pochi giorni arriverà nel Lazio.”

Pesa il fronte dell’abusivismo edilizio in aree demaniali dove il Lazio rimane stabile in ottava posizione nella classifica nazionale, con 132 infrazioni accertate, il 4,6% sul totale, con 152 persone denunciate ed arrestate (50 in meno rispetto allo scorso anno) e i sequestri che salgono a 72 (3 in più rispetto al 2011). È di appena due giorni fa la notizia del sequestro di beni per 65mila euro riconducibili al clan Mallardo che da tempo investe nel basso Lazio. Secondo la Procura Nazionale Antimafia, nella Relazione annuale 2012, la provincia di Latina sarebbe quella, tra quelle laziali, più interessate da fenomeni criminali con ben 253 beni sequestrati e 123 confiscati, per un valore complessivo di 280 milioni di euro. L’abusivismo edilizio continua a sfregiare il litorale, soprattutto nelle aree di maggior pregio, quindi sotto tutela. Emblematico il sequestro nel marzo dell’anno scorso di una villa abusiva con tanto di piscina e pertinenze a Formia, sul lungomare di Vindicio, costruita a ridosso di resti romani di inestimabile valore archeologico. Nella top ten nazionale degli abusi edilizi da abbattere con urgenza, anche il gruppo di 10 ville plurifamiliare nel cuore del Parco Nazionale del Circeo. Alla fine di ottobre del 2012 è cominciato l’abbattimento dell’ecomostro, quando sotto una pioggia battente le ruspe circondate dagli attivisti di Legambiente, hanno tirato giù i primi due scheletri della lottizzazione abusiva, poi più nulla. Altro caso di abusivismo in grande stile riguarda Terracina con il sequestro del 22 febbraio, da parte del tribunale di Latina, dell’area industriale dove un tempo sorgeva l’industria di pomodori pelati Desco. Un’area estesa per 63 mila metri quadrati e per un valore di 30 milioni di euro. I reati contestati sono falso, abuso d’ufficio e lottizzazione abusiva. Altre vicende hanno riguardato Sperlonga, dove l’estate scorsa è arrivata la prima sentenza di condanna per gli abusi edilizi realizzati nell’hotel Grotta di Tiberio; sulle dune di Sabaudia, abusivismo griffato per Villa Fendi con una condanna ad un anno e due mesi di reclusione; come lo scorso anno, ancora in attesa di giudizio gli abusi del camping Santa Anastasia di Fondi e la lottizzazione abusiva Bella Farnia a Sabaudia. A Ponza è finita sotto indagine per abusivismo edilizio e violazione dei vincoli paesaggistici la casa di un noto giornalista televisivo i cui lavori di ampliamento avrebbero causato lo sfondamento di un cunicolo di areazione e di una parete di tufo che si affaccia direttamente sulle piscine naturali. Vicende poco chiare sulla spiaggia libera di Castel Porziano e presso lo stabilimento Belvedere di Nettuno per i quali Legambiente ha presentato relativamente un esposto e chiesto l’accesso agli atti. Nel primo caso a preoccupare sono le strutture del “Cancelli Village” che poggiano su un sito di importanza comunitaria, il secondo riguarda presunti lavori di riqualificazione dello stabilimento configuratisi piuttosto come interventi dal forte impatto ambientale, paesaggistico ed urbanistico. E ancora il Porto di Fiumicino: prima il sequestro nel novembre del 2012 dell’intera area di cantiere che si estende su una superficie di oltre cento ettari, poi, nel marzo scorso, l’arresto del costruttore per frode nelle pubbliche forniture, appropriazione indebita, attestazione fittizia di beni e riciclaggio. Sul fronte degli abbattimenti, notizie confortanti da Ardea dove però ha rallentato, ma non si è interrotta, l’attività di rimozione della case sulla spiaggia. A giugno e a settembre, le ruspe hanno abbattuto alcune villette abusive. Avviata dal precedente sindaco, la liberazione del lungomare dal cemento illegale ha raggiunto oggi le 110 demolizioni.

 Il Lazio continua a registrare un aumento delle infrazioni sulla pesca di frodo, passando dalle 240 del 2011 alle 544 del 2012, seppur stabile come posizione rispetto allo scorso anno, pesando però il doppio con un 10,1% sul totale (era il 5% nel 2011) con 559 denunce e arresti e 23 sequestri. Anche nel Lazio il mare è messo sotto assalto su questo fronte: sono 21.071 chili di pesce e molluschi sequestrati nelle acque laziali, al quinto posto della classifica nazionale. Ponza è tra i casi più eclatanti di marinerie ostinate nell’uso delle spadare, tuttora illegali. Nel Lazio, crescono anche le violazioni al codice della navigazione con 263 illegalità compiute nel 2012 rispetto alle 175 del 2011 e 413 persone denunciate e arrestate e 50 sequestri effettuati che fanno salire la nostra regione al quarto posto della classifica nazionale con il 9,7% delle infrazioni sul totale in Italia.

Non migliora la situazione per quanto riguarda l’inquinamento del mare, dove sono state accertate 111 illegalità, che fanno salire il Lazio dall’undicesima alla settima posizione, il 4,3% del totale nazionale, con le denunce e gli arresti che però scendono a 119 e i sequestri a 64 (erano 128 le persone denunciate e arrestate nel 2011 e 69 i sequestri). Complessivamente la depurazione non migliora nella nostra regione, rimanendo stabile al 65,4% gli abitanti equivalenti serviti effettivi (AES) che ha impianti di depurazione delle acque reflue urbane con trattamento secondario e terziario. Come per lo scorso anno, tra i capoluoghi le peggiori performance si registrano a Frosinone, dove l’efficienza è ferma all’80%, ma Rieti migliora dall’83% al 90%, Roma dal 90 al 97%, mentre Viterbo si attesta al 95% e Latina all’84% (dato 2011).

 Sotto osservazione di Goletta Verde di Legambiente, che torna il 5 luglio a monitorare lo stato di salute del mare e delle coste, anche la questione delle spiagge negate. Ostia ne è l’esempio più eclatante: biglietterie e tornelli, obbligo di tessera, invito a fare il biglietto o semplicemente ad andare più avanti alla ricerca della spiaggia libera. Nel 2009 su 56 stabilimenti solo 3 avevano consentito il passaggio libero, mentre ben il 94,5% era risultato off limits. Nel 2010, su 10 stabilimenti scelti come campione, solo 4 sono risultati a norma di legge, e negli altri 6 non è stato possibile arrivare alla battigia senza pagare. E a Fiumicino è vietato stendere il proprio telo mare negli stabilimenti anche nella fascia di 3 metri dal bagnasciuga. Anche per quest’anno Legambiente mette a disposizione di cittadini e turisti il servizio SOS Goletta che consente di inviare segnalazioni di situazioni di inquinamento del mare e dei laghi. Per lanciare l’SOS ci si può collegare a www.legambiente.it/sosgoletta o inviare un SMS o MMS al numero 346.007.4114 con una breve descrizione della situazione e le informazioni utili per individuare il luogo esatto.

21 giugno 2013 0

Campo Miranda finalmente liberato da erbacce e rifiuti del sabato, speriamo che duri

Di redazionecassino1

Il tour di manutenzione di rotatorie, siepi, giardini pubblici e aree verdi della città prosegue. Dalle prime ore di questa mattina, sfruttando le poche ore di fresco in questi giorni di temperature torride, l’intera squadra di manutenzione dei giardini coadiuvati dai vaucher hanno iniziato il lavoro di pulizia e taglio delle erbacce nel parcheggio di campo Miranda. Era ora, possiamo dire, visto che queste avevano raggiunto un livello tale, da rendere la zona utilizzata giornalmente da centinaia di persone, indecentemente degradata e sporca. Gli uomini del servizio manutenzione non si son trovati di fronte soltanto ad erbacce, ma ad una vera e propria discarica a cielo aperto, con una quantità indecente di rifiuti di varia natura. Dai materassi, alle reti, alle coperte utilizzate da barboni frequentatori abituali della zona, ad una quantità impressionante di buste di plastica cartacce, scatoloni lasciate dagli ambulanti del mercato settimanale dell’abbigliamento, ma non basta, persino i residui di potatura di piante di giardini privati che qualche incivile residente ha ben pensato di lasciare in un angolo dell’area verde di campo Miranda. Una mattina di lavoro et voilà il miracolo è compiuto, campo Miranda ha assunto tutto un altro aspetto, speriamo che duri! Tutta questa situazione, però, alcune considerazioni sacrosante le pone. In primo luogo è urgente e non più rinviabile che tutti gli ambulanti del mercato effettuino la raccolta differenziata dei loro rifiuti, al pari dei cittadini di Cassino, con sistematici controlli delle forze dell’ordine, in primis della Polizia locale, sul rispetto delle regole, sanzionando i trasgressori in modo severo una volta per tutte. In secondo luogo questa pulizia andrebbe effettuata più spesso evitando l’accumularsi delle erbacce e dei rifiuti, ma soprattutto utilizzando l’area verde magari abbellendola con piante e fiori, impedendo, durante il mercato del sabato, che gli ambulanti la invadano con i loro automezzi.  Ne guadagnerebbe il decoro della città agli occhi dei tanti che utilizzano campo Miranda per parcheggiare le auto.  

F. Pensabene

    

21 giugno 2013 0

Tutto pronto per “FedeRock”, a Vallemaio il concerto di beneficenza per ricordare Federica Crispino scomparsa a seguito di un incidente stradale

Di admin

Domani 22 giugno, a partire dalle ore 21:00 in piazza SS Annunziata di Vallemaio (FR), andrà in scena la prima edizione di FEDEROCK, il concerto di beneficenza organizzato dall’associazione “Federica nel Cuore” Onlus. L’evento, nato per commemorare la giovane Federica Crispino, scomparsa il 4/3/2013 in seguito ad un incidente stradale, prevede, durante lo spettacolo serale, attività culturali aventi lo scopo di favorire e promuovere uno spirito di aggregazione e solidarietà sociale. Musica, arte e beneficenza si mescoleranno creando un’atmosfera di festa e calorosa partecipazione, promuovendo quei valori che contraddistinguevano la stessa Federica, ossia l’amore e il rispetto per la vita, l’amicizia, la solidarietà verso il prossimo e la gioia della condivisione. “Federica Nel Cuore Onlus” è un’associazione no profit volta a valorizzare la vita, ponendo fine alle numerose stragi della strada che quotidianamente mietono vittime innocenti. A tal fine la onlus intende svolgere una capillare azione sul territorio, coinvolgendone le realtà aggregate, dalla scuola alle strutture religiose, gli enti locali, i partiti politici, utilizzando tutti i mezzi di comunicazione e promozione a disposizione. Attività principali dell’associazione riguardano l’organizzazione di campagne, convegni, manifestazioni e qualsiasi altra iniziativa, avente base locale, nazionale e internazionale, che sensibilizzi ad un uso responsabile delle bevande alcoliche, alla guida sicura e al rispetto della legalità. La serata del 22 giugno, FEDEROCK, sarà presentata da Alessandro Migliaccio, autore di numerosi show televisivi tra cui AFFARI TUOI, e vedrà alternarsi sul palco artisti locali e capitolini che si esibiranno a titolo gratuito a sostegno delle attività dell’associazione. Tra questi gli Ermendada, band pop rock della provincia di Frosinone che hanno partecipato alla scorsa edizione di Sanremo con “Occidente”, un brano incentrato sul lavoro minorile e sulla condizione alienante dei lavoratori precari;

Nicola Costa, musicista e compositore, che con il suo “Electric Trio” ha partecipato al tour mondiale di Ennio Morricone nel 2008;

gli MBL, gruppo di musica popolare che miscela melodie antiche con strumenti moderni tracciando un viaggio musicale che attraversa tutto il mondo;

la giovane Band D’Accussi, nata nel 2010, che propone un repertorio di musica tradizionale e non, da Roma sino alla Sicili e Lorena Soul Trip.

L’evento, Patrocinato dal Comune di Vallemaio, ha già ricevuto il sostegno di numerosi associazioni che hanno deciso di sposare la causa e rendersi parte attiva di un percorso di sensibilizzazione e solidarietà. Tra questi vi sono AIVIS Associazione Italiana Vittime e Infortuni della Strada, CRI Croce Rossa Italiana che sosterrà la parte informativa, HUMANA People to People che invece gestirà le attività di beneficienza e il fundraising, Art Expò che curerà l’esposizione di opere d’arte di giovani artisti locali e non.

Per tutta la serata sarà disponibile un servizio navetta che collegherà la piazza principale di San Giorgio a Liri, dove sono disponibili diversi parcheggi, con il centro storico di Vallemaio, luogo in cui si svolgeranno le diverse attività. Al fine di rendere facilmente fruibile il servizio navetta saranno pubblicati, sul sito dell’associazione e sulla relativa pagina Facebook, gli orari di partenza per/da Vallemaio.

Tra i sostenitori più importanti tante realtà locali e non solo: BAR PUB HORSE&GROOM VALLEMAIO – 4GRAPH – TRICO HAIR di MESSORE STEFANO.

Tutte le attività sopra citate saranno gratuite per tutti coloro che vorranno prendervi parte. L’intera giornata è infatti autofinanziata ed eventuali contributi serviranno esclusivamente a coprire le spese di gestione e realizzazione dell’evento, che darà modo a tutti i partecipanti di visitare lo storico borgo medievale di Vallemaio e il Museo delle Ombre che resterà aperto in orario serale proprio in occasione del FEDEROCK.

Contatti organizzazione: sito internet: www.federicanelcuore.com email: federicanelcuore@gmail.it Facebook: Federica nel Cuore Onlus