Giorno: 24 giugno 2013

24 giugno 2013 0

Sfilano il portafogli ad una donna ma vengono rapidamente rintracciati e bloccati da Polizia e Carabinieri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’intensificazione dei servizi di controllo del territorio ed il piano coordinato delle attività di prevenzione e repressione, in particolare, dei reati predatori ha ancora una volta dato i suoi frutti. Nel pomeriggio, una ventottenne informatrice medica, mentre scende le scale dell’androne condominiale del capoluogo, sito in Via Mastroianni, viene avvicinata da due giovani, uno di 20 anni e l’altro di 16 che, con una banale scusa, la distraggono al fine di sottrarle il portafogli contenente la somma di euro 195,00. La donna, però, si avvede, quasi immediatamente, del furto ed inizia ad urlare richiamando l’attenzione dei passanti, uno dei quali rincorre i due malviventi, nel frattempo datisi alla fuga, mentre un altro cittadino, presente sulla scena del crimine, dà l’allarme al 113. L’operatore radio invia subito sul posto una pattuglia volante e sucessivamente passa la comunicazione anche alla centrale operativa dei Carabinieri. I due giovani, vistisi rincorsi, dopo aver percorso circa un centinaio di metri si dividono, uno in direzione di Via Vado del Tufo e l’altro va verso Via del Casone. Ma il pronto intervento delle pattuglie volanti della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri interrompono la fuga dapprima del maggiorenne, trovato in possesso della citata somma, e successivamente, del minorenne nel frattempo bloccato in Via Vado del Tufo. Il ventenne, un giovane di Alatri, ha subito restituito il denaro sottratto indicando agli operatori il luogo ove si era disfatto del portafogli. Per entrambi, condotti presso il Comando Provinciale dei Carabinieri per il successivo riconoscimento da parte della vittima, è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Il minorenne, residente nel capolugo, è stato nel frattempo riaffidato ai genitori.

24 giugno 2013 0

Grandine e pioggia allagano l’A14, tratto chiuso tra Rimini Nord e Riccione

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che sulla A14 Bologna-Taranto, a seguito di diffuse e violente precipitazioni di grandine e pioggia, è stato chiuso intorno alle 18.30 il tratto tra Rimini Nord e Riccione in entrambe le direzioni. Nel tratto chiuso è situata la galleria Covignano all’interno della quale si trovano veicoli senza occupanti a bordo. Chiusi anche il casello di Rimini Sud in entrambe le direzioni, il Casello di Rimini Nord in entrata verso Ancona e il casello di Riccione in entrata verso Bologna. All’interno del tratto chiuso sono intervenuti Vigili del Fuoco, le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi meccanici, oltre al personale della Direzione 3° Tronco di Bologna. Attualmente si registrano circa 10 km di coda in direzione di Bologna tra Riccione e Rimini Nord circa 2 km di coda in direzione di Ancona all’ uscita obbligatoria di Rimini Nord e 2 Km tra Rimini nord e Rimini sud. Autostrade per l’Italia consiglia agli utenti diretti a Bologna di uscire a Riccione percorrere la Via Emilia e rientrare a Valle del Rubicone o Cesena; viceversa per gli utenti diretti ad Ancona consiglia di uscire a Valle del Rubicone o Cesena percorrere la via Emilia e rientrare a Riccione. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità e sui percorsi alternativi vengono diramati da RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

24 giugno 2013 0

Processo Ruby, Berlusconi condannato a sette anni

Di admin

Interdizione perpetua dai pubblici uffici e la condanna a sette anni di carcere. E’ questa la sentenza emessa dai giudici al Palazzo di Giustizia di Milano Giulia Turri, Carmen d’Elia e Orsola de Cristofaro dopo 7 ore di Camera di Consiglio. E’ stata inoltre disposta la trasmissione degli atti alla Procura per valutare le presunte false testimonianze. Si susseguono commenti, alcuni anche durissimi da parte del Pdl e lo stesso leader Berlusconi ha annunciato un’intervista con la quale spiegherà la sua posizione e la sua versione sui fatti. Certamente questa è una situazione che tocca direttamente la tenuta del governo Letta e la compattezza dello stesso Pdl.

24 giugno 2013 0

Tromba d’aria a Guglionesi, chiusa la SS87 “Sannitica” a causa di detriti e alberi sulla carreggiata

Di admin

L’Anas comunica che la statale strada statale 87 “Sannitica” è provvisoriamente chiusa al traffico in direzione Nord (Termoli), in corrispondenza del km 215,600, nel territorio comunale di Guglionesi, in provincia di Campobasso.

Il provvedimento si è reso necessario a causa della presenza sul piano viabile di alberi caduti e detriti provenienti dal tetto di lamiera di un centro commerciale, a seguito di una tromba d’aria.

Al momento, il traffico diretto a Termoli è provvisoriamente deviato in corrispondenza della zona industriale, con innesto sulla strada statale 16 “Adriatica”. Sul posto sono intervenute le squadre di Anas, Polizia Stradale e Vigili del Fuoco per garantire la sicurezza della viabilità e ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione ‘VAI Anas Plus’, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”.

Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

24 giugno 2013 0

Primi bollettini della Tares anche a Cassino, ma è l’acconto e non rigurda solo i rifiuti

Di redazionecassino1

 Stanno arrivando in questi giorni anche ai cittadini di Cassino, i moduli per il pagamento della Tares, la nuova tariffa che sostituisce la Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani) già trasformata in molti comuni in Tia (tariffa di igiene ambientale). Il nuovo tributo è stato introdotto, con decorrenza dal 2013, dalla manovra salva-Italia del 2011 e non è una sostituzione indolore perché la nuova Tares peserà di più sulle tasche dei cittadini,  principalmente per due ragioni, in primo luogo è una “tariffa” e non una tassa, cioè è un prelievo che copre per intero un costo dell’amministrazione e non un contributo parziale com’è l’attuale Tarsu (ma non la Tia che è già una tariffa); in secondo luogo non copre solo lo smaltimento rifiuti ma anche i cosiddetti “servizi indivisibili” (illuminazione pubblica, manutenzione strade ecc.) non compresi negli attuali. La vera stangata arriverà a dicembre ma in molti comuni il debutto della Tares, la nuova tariffa per lo smaltimento dei rifiuti, sta avvenendo in queste settimane. L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i codici tributo e le istruzioni per il pagamento con modello F24  e i comuni stanno deliberando il numero di rate e le relative scadenze del nuovo tributo. I cittadini di Cassino, infatti, stanno ricevendo tre moduli F24, che rappresentano il 25% del nuovo tributo da versare allo Stato, come precisato nelle spiegazioni contenute nella lettera spedita dall’Ufficio Tributi di piazza De Gasperi, come acconto, in attesa della 4a rata che arriverà a fine anno da pagarsi in un’unica rata e con la maggiorazione di 30 centesimi al metro quadrato.

24 giugno 2013 0

Sperlonga, anche Angelo Ogbonna sceglie Bazzano Beach

Di redazionecassino1

Da alcuni anni oramai è divenuta la meta preferita della movida da spiaggia. Bazzano Beach il lido di Renato Cardogna simbolo della suggestiva spiaggia di Bazzano a Sperlonga è il punto di riferimento di tutte quelle persone che cercano, durante la giornata balneare, qualità dei servizi, professionalità, buona cucina, e divertimento. Domenica scorsa il Lido Bazzano Beach ha ospitato, inconsapevolmente, anche il campione di calcio Angelo Ogbonna. Il calciatore, originario di Cassino, è al centro del calcio mercato proprio in questi giorni. Il venticinquenne difensore del Torino, già convocato nella nazionale maggiore per alcune amichevoli internazionali, pare voglia accettare la proposta dei cugini bianconeri e trasferirsi così dall’altra sponda calcistica della città. Ogbonna ha avuto modo di godersi una splendida giornata di mare, caratterizzata dal sole e dalla trasparente acqua sperlongana insieme alla famiglia. Timido, ma disponibile, ha scambiato quattro chiacchiere con i tanti  appassionati di calcio che lo hanno riconosciuto. Complimenti e in bocca al lupo per la nuova stagione gli sono stati rivolti dal patron della struttura balneare Renato Cardogna.

 

 

 

 

24 giugno 2013 0

Rassegna musicale “Tradizione ed Evoluzione” al via nel quartiere Cavoni

Di redazionecassino1

 Dopo lo straordinario successo della settimana di eventi per la festività dei Santi Patroni, che ha visto una partecipazione di persone che non si registrava da anni, il corposo e ricco cartellone estivo di eventi, predisposto dall’assessorato alla Promozione della Città, prevede la rassegna musicale “Tradizione ed Evoluzione”, che si svolgerà in piazza San Paolo nel quartiere Cavoni da lunedì 24 giugno a sabato 29 giugno 2013, con inizio degli spettacoli alle 21.30.

Si tratta di una kermesse che vuole far riemergere dal passato quella tradizione musicale che è stato il substrato ideale da cui si sono sviluppati i generi moderni. In “Tradizione ed Evoluzione” si esalta il fascino degli strumenti della nostra tradizione musicale per riscoprire suoni ed atmosfere soffocate dalla quotidianità e dal modernismo esasperato.  E’ un viaggio a ritroso nel tempo, fino alle radici delle nostre origini musicali, ma che vuole trovare nel tempo un filo conduttore tra la tradizione e l’arte del presente. La ciaramella, la zampogna e la fisarmonica sono strumenti che ci propongono un repertorio affascinante che racconta la storia dei popoli.

Ad alternarsi sul palco saranno Gianni Perilli ed Angelo Piccoli con le loro band ed orchestre.

Gianni Perilli è strumentista, compositore e arrangiatore. Dopo lunga attività all’estero ( Jass & James and JJ Band, Wallance Collection, etc. ), è tornato alle “origini” dando seguito alla valorizzazione di un patrimonio tradizionale, che già suo padre Cesare aveva iniziato con successo.  E’ il musicista d’eccellenza della ciaramella e vanta collaborazioni con: Il Canzoniere Internazionale, Luigi Cinque, Musica Nova di Eugenio Bennato, Tullio De Piscopo, Pino Daniele, Rosario Jermano, Nuova Compagnia di Canto Popolare, Savio Riccardi, Archè, etc.

La sua ciaramella ha echeggiato nei maggiori teatri d’Italia, collaborando con Bruno Cirino, Mariano Rigillo, Concetta e Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Maurizio Scaparro, etc. Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive in Italia come all’estero. Gianni Perilli ha collaborato con il M°. Ennio Morricone nella realizzazione, in qualità di solista, della colonna sonora dei film “I maghi randagi” di Sergio Citti e ” Baaria” di Giuseppe Tornatore ed in vari concerti dell’Orchestra, ultimo il Concerto di Capodanno svolto ad Assisi in diretta televisiva. Ha partecipato a diversi concerti con l’orchestra “Roma Sinfonietta” diretta dal M° E.Morricone, con l’orchestra giovanile d’archi del conservatorio di Frosinone diretta dal M° Antonio D’Antò e con “I Solisti Aquilani” con i quali ha tenuto importanti concerti in Italia e in Canada. La sua ciaramella ” si è fusa magicamente” con la musica jazz con Paolo Damiani, Giancarlo Schiaffini , ecc… E’ tutt’ora in onda su RAI 1 nella sigla di testa di ” Linea Blu”, la sua esecuzione diventa popolarissima essendo riproposta da molti anni. Musicista dotato di talento e sensibilità straordinari, ha elaborato la sua ciaramella trasformandola in un sorprendente strumento da concerto, propone un repertorio musicale tradizionale  con impressioni  rock, jazz e blues impensabili per uno strumento come la zampogna e la ciaramella.

Angelo Piccoli è un valente esecutore ed insegnante di Organetto Diatonico, nato a Frosinone il 5 maggio 1957. Ciociaro verace ed indomito autodidatta esemplare, ha portato e sta portando alla ribalta su tutte le città italiane ed anche all’estero (Germania) la fisarmonica, suonando in maggior parte musiche sue. Produttore discografico, compositore ed editore, ha rivalutato la tradizione ciociara attraverso le sue melodie che sono incise sui numerosi cd da lui prodotti. Professionista serio, dedito al lavoro, dirige una scuola di tantissimi allievi provenienti dalle diverse regioni d’Italia. Da qualche anno l’amore e la pulsione per l’organetto diatonico lo hanno portato ad approfondire anche le tecniche di costruzione. Numerose le gare a cui ha partecipato il Maestro e dove si è classificato ai primi posti.

Questo il programma della manifestazione:

·       lunedì 24 giugno 2013: concerto etnico “Terra” con il M° Gianni Perilli&Band, ore 21.30;

·       martedì 25 giugno 2013: spettacolo musicale con “Fisorchestra ciociara” di Angelo Piccoli, ore 21.30;

·       mercoledì 26 giugno 2013: concerto etnico “Aria” con il M° Gianni Perilli&Band, ore 21.30;

·       giovedì 27 giugno 2013: spettacolo musicale con gli allievi della “Scuola di Organetto” di Angelo Piccoli, ore 21.30;

·       venerdì 27 giugno 2013: concerto etnico “Fuoco” con il M° Gianni Perilli&Band, ore 21.30;

·       sabato 29 giugno 2013: spettacolo musicale con “Angelo Piccoli e la sua orchestra”, ore 21.30.

 

24 giugno 2013 0

Rubavano rame in un sito industriale, arrestati dalla polizia, cinque rom

Di redazionecassino1

Poco dopo la mezzanotte una volante della Polizia veniva inviata con urgenza presso un’azienda ubicata sulla via Pontina, nei pressi del capoluogo, poichè era stata registrata la presenza di alcuni individui nascosti nella vegetazione interna al sito industriale che si occupa di assemblaggio di fili di rame.

Già oggetto di precedenti segnalazioni, gli operatori della volante, esperti nella repressione di reati analoghi, si appostavano presso l’unica via di fuga che poteva essere percorsa dai malviventi, i cui movimenti venivano monitorati costantemente da telecamere interne alla fabbrica da personale della vigilanza privata. 

Poco dopo, su segnale degli agenti di Polizia, i metronotte intervenivano dall’interno del sito determinando la fuga di quattro persone proprio in direzione della volante.

Nel momento di saltare la rete di recinzione, due dei quattro malviventi venivano immediatamente bloccati, mentre altri due tentavano una disperata fuga in direzione dei campi antistanti.

L’immediata reazione degli agenti, consentiva, però, di arrestare anche gli altri due, i quali, inseguiti, desistevano  poco dopo.

 

Il successivo sopralluogo all’interno della fabbrica consentiva di rinvenire alcune bobine contenenti tubi di rame ed una grossa cesoia utilizzata dai malviventi per portare a compimento il reato, lasciata a terra dai predetti al momento della fuga. Poco distante venivano, inoltre, rinvenuti una serie di tubi in rame già tagliati a pezzi della lunghezza di circa 1 mt ciascuno, pronti per essere trasportati.

 

Non notando alcuna vettura o furgone nei presi del sito, gli operatori di Polizia intuivano che doveva essere coinvolto nel raid anche qualcun altro con lo scopo di riprendere i malviventi e caricare quanto oggetto di furto.

Pertanto gli agenti decidevano, una volta assicurati i quattro, di appostarsi nei pressi della struttura, ipotizzando che eventuali complici si sarebbero presentati da li a poco.

L’intuizione del personale si dimostrava fondata, infatti, poco dopo, giungeva a fari spenti una Opel Astra dal quale discendeva un individuo, identificato poi nel quinto complice, il quale veniva immediatamente tratto in arresto per concorso nel reato.

Gli arrestati sono stati portati in ufficio per gli adempimenti di rito ed identificati per  DUTESCU Vasile-Marius, cl. 1982; PETROVICS Ionel, cl. 1989;VIERU Daniel, cl. 1988;

MERZSAN Remus, cl.1981; PETROVICS Ladislau cl. 1974.

 

I cinque verranno giudicati per direttissima dal Tribunale di Latina, nella mattinata odierna.

 

24 giugno 2013 0

Interrotto un rave party e denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria 49 persone

Di redazionecassino1

La scorsa notte, la Stazione Carabinieri di Casalbordino (CH), in collaborazione con quelle di Tollo, Ortona, San Vito Chietino e Torino di Sangro, ha denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto (CH), 49 persone che si erano riunite arbitrariamente in un terreno di proprietà privata ubicato in località Santo Stefano di quel comune, dando vita ad un rave party, dopo aver allestito, sin dalla tarda serata precedente, vari stand e impianti hi-fi con musica ad alto volume.

Le verifiche effettuate dai militari operanti consentivano di accertare che i 49 soggetti, quasi tutti di una età compresa tra i 20 e i 30 anni, provenivano non solo da territori limitrofi ma anche da diverse regioni d’Italia, probabilmente richiamati dal tam tam di informazioni veicolate tramite internet.

Molto difficile è stato raggiungere il luogo dell’evento, un terreno incolto ricadente in una zona impervia comunque posta ai margini dell’autostrada A/14. Con le autovetture si sono addentrati sino nelle vicinanze di una fitta boscaglia incuranti di occupare ed invadere la proprietà altrui. La musica assordante, lo schiamazzo del giorno di festa, l’organizzazione che verosimilmente ha nel dettaglio cesellato i momenti da condividere anche con altre persone che a breve avrebbero potuto raggiungere il luogo, sono stati, fortunatamente per  la tranquillità del luogo, interrotti dal tempestivo intervento dei Carabinieri allertati al 112 da un passante rimasto incredulo di quanto stesse accadendo.

24 giugno 2013 0

AIDAA: Abbandoni di animali d’estate, cani, gatti, ma attenzione ai cavalli

Di redazionecassino1

I rifugi per gatti sono pieni, i canili al collasso e una buona parte rischia di chiudere da un momento all’altro per fallimento in quanto molti comuni non pagano da anni le rette giornaliere per i cani presenti. Con questi presupposti ci avviamo verso la stagione estiva dove i picchi di abbandoni di cani e gatti sono i più alti, mediamente si calcola che tra cani e gatti siano circa 120.000 gli animali abbandonati dai loro padroni sulle strade nel periodo compreso tra giugno e settembre. Negli ultimi anni si era registrata una flessione degli abbandoni, ma già dai primi mesi di questo 2013, si registra un inversione di tendenza con un incremento degli abbandoni rispetto allo scorso anno di quasi il 20% in particolare per quanto riguarda i cani. Altro dato da sottolineare è che le segnalazioni di abbandoni sono in aumento non solo al sud, ma anche dopo una decina di anni si registra un aumento anche nelle regioni del nord, in particolare in Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna. Dunque quella che ci aspetta è un estate di fuoco sotto il profilo abbandoni, ma non contenti di abbandonare cani e gatti ora sono in aumento anche gli abbandoni di cavalli, un fenomeno quest’ultimo che ha numeri sicuramente inferiori rispetto a quelli di cani e gatti ma che è in costante seppur leggero aumento, da qui la richiesta di AIDAA sia dei fondi all’unione europea per far fronte alla fine carriera dei cavalli che altrimenti rischiano l’abbandono, sia una richiesta di un incontro con i ministri Lorenzin (Sanità) e Di Gerolamo (Politiche Agricole) per far fronte al problema che desta non poca preoccupazione e non solo tra gli addetti ai lavori.

Per info 3478883546-3926552051