Giorno: 25 giugno 2013

25 giugno 2013 0

Posticipata la riapertura dell’ascensore inclinato di Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Per questioni di sicurezza si è ritenuto opportuno di posticipare la riapertura dell’ascensore inclinato di un paio di giorni. In questo frangente saranno effettuate le operazioni di carico e scarico senza passeggeri a bordo.

25 giugno 2013 0

La Virtus Euro Basket Roma si aggiudica il I Torneo Bgt Hd Under 17 di Scauri

Di redazione

“La Virtus Euro Basket Roma ha vinto il 1° Torneo BGT HD Under 17, svoltosi presso il PalaBorrelli di Scauri. Alla manifestazione, organizzata dal Comitato Sostenitori Basket Scauri, nell’ambito del Superstar Basket Camp diretto dal pivot Giacomo Galanda (ex Nazionale, neopromosso in Lega A con Pistoia) e dalla guardia Salvatore Genovese (Autosoft Scauri, DNB), ha visto la partecipazione anche di Juve Caserta, Vivi Basket Napoli, Blu Master Group Terracina, Kouros Napoli e Basket Scauri. Si è svolto con la formula dei due gironi e di tre incontri a rotazione al giorno, di due tempi da 10′, con le finali la domenica. La finalissima, sui canonici 40′, è stata disputata dall Virtus Euro Basket e la Juve Caserta, che hanno dato vita a un incontro avvincente, in cui Caserta ha condotto per oltre 30′, per cedere di schianto alla distanza (8-30 nell’ultimo quarto), nonostante la giornata di mare che i ragazzi romani avevano trascorso sulla dorata spiaggia scaurese. La manifestazione ha avuto come corollario il Camp di alta specializzazione a cui hanno partecipato gli atleti delle società partecipanti al torneo, sotto la direzione tecnica di Massimiliano Oldoini (vice allenatore della Juve Caserta in Lega A) che si è avvalso come asistenti di Rodolfo Stucovitz (già capo allenatore della Nazionale Militare italiana), Enrico Fabbri (ex Scauri, capo allenatore di Bisceglie, DNB) e Simone Ludovici (allenatore dell’under 17 della Virtus Euro Basket). “Abbiamo vissuto tre giornate di grande sport – ha sottolineato il presidente del Comitato Organizzatore, Cesare Crova – Si sono affrontate e confrontate realtà sportive molto diverse tra loro. Un grazie va a tutti coloro che l’hanno resa possibile, in particolare all’Amministrazione Comunale di Minturno, che ha sostenuto tutto il progetto che ha visto coinvolti quasi ottanta ragazzi, delle sei diverse società, nel torneo, 25 piccoli atleti che partecipano fino a domani 26 giugno al Superstar camp e i 15 membri dello staff tecnico, brillantemente coordinato da Salvatore Genovese”. Questi i tabellini della finale: Juve Caserta – Virtus Euro Basket Roma 59-74 (23-15, 13-14, 15-15, 8-30): Juve Caserta Rea 13, Ruggeri 2, De Filippo, Vinciguerra 1, Palladino 2, Russo 6, Spalice 2, Esposito 13, De Franciscis 8, Aldi 2, Pascarello 5, Damiano 0, Folco 0, Lamberti 1. Virtus Euro Basket Roma Romeo 11, Pirillo 17, Gai 18, Stenbock 3, Pietrelli, Fontana 7, De Marzi 4, Ferrigno 6, Sannino 6, Grifoni Lo., Pantanella, De Berardinis, Grifoni Le., Ludovici 1. arbitro: sig. Gianluca Graziani di Fondi. Sono stati premiati come Migliore realizzatore del torneo Gabriele Romeo e come Migliore giocatore della finale Gianlorenzo Gai, entrambi della Virtus Euro Basket Roma.

25 giugno 2013 0

Trovato senza vita l’anziano disperso sui monti della Laga

Di admin

È stato individuato poco dopo le ore 18 il corpo senza vita di T.B., 73 anni di Verona, di cui mancavano le notizie da ieri sera. Fondamentale l’opera dell’unità cinofila da ricerca molecolare del CNSAS che dopo aver annusato un campione odoroso del disperso ha seguito la traccia che partiva dall’autoveicolo e terminava all’inizio di un profondo e ripido canale percorso dall’acqua. La squadra forre del CNSAS è quindi scesa nel canale ed ha individuato il corpo ad una quota di circa 1450m. Le operazioni di recupero sono particolarmente complesse per la natura impervia del terreno. La Polizia di Stato, che mantiene i contatti con la Prefettura di Teramo, ha comunicato il nulla-osta del magistrato di turno alla rimozione della salma. La valle, profondamente incassata, non ha consentito il recupero con l’elicottero dei Vigili del Fuoco arrivato da Pescara. Pertanto le squadre di soccorso stanno attrezzando con le corde tutto il ripido pendio che scende nel Fosso della Cavata, sul versante orientale dei Monti della Laga. Le operazioni proseguiranno ancora per un paio di ore.

25 giugno 2013 0

Anziano disperso sui monti della Laga: in corso le ricerche del CNSAS con un elicottero e cani molecolari

Di redazionecassino1

Sono in corso da questa notte le ricerche di T.B., 73 anni di Verona, di cui mancano le notizie da ieri sera. I familiari, non vedendolo rientrare, hanno allertato i soccorsi poco dopo mezzanotte. L’autovettura del disperso è stata trovata in località Il Ceppo, nel comune di Rocca Santa Maria (TE) ad una quota di circa 1700m sul versante orientale dei Monti della Laga.

Alle ricerche hanno partecipato dall’inizio alcune squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, insieme ad agenti del Corpo Forestale dello Stato, Carabinieri e Vigili del Fuoco. Sul posto è stata allestita una base operativa con una stazione mobile VVF e questa mattina un elicottero VVF ha anche effettuato un volo di ricognizione, mentre le squadre di terra perlustravano la zona, caratterizzata da ripidi boschi e valli incassate percorse da acqua.

Il coordinamento delle operazioni è effettuato dalla Prefettura di Teramo. Sul posto stanno intervenendo numerose unità cinofile, del CNSAS, dei Vigili del Fuoco e dell’ANA, associazione di Protezione Civile.

Sta intervenendo inoltre una unità cinofila da ricerca molecolare inviata direttamente dalla Direzione Nazionale di CNSAS.

Le unità cinofile molecolari sono specializzate nel seguire singoli tracce odorose abbinate a campioni olfattivi della persona dispersa.

Da poco è entrata in azione anche la squadra forre del CNSAS che discenderà alcuni ripidi canaloni percorsi dall’acqua.

La posizione di tutte le squadre in azione sul terreno è pianificata e verificata tramite GPS sui sistemi informatici del CNSAS e dei VVF.

La CRI ha inoltra allestito un presidio sanitario con una ambulanza.

Alle ricerche stanno partecipando oltre 50 persone, di cui oltre 20 sono tecnici di soccorso del CNSAS.

25 giugno 2013 0

Riparazioni ultimate. L’ascensore inclinato riapre

Di redazionecassino1

L’ascensore inclinato può tornare a funzionare. E’ questo l’esito dell’ultimo sopralluogo effettuato nella giornata di oggi, martedì 25 giugno, dopo la sostituzione del limitatore di velocità che aveva subito una rottura nei giorni scorsi e che aveva determinato il fermo temporaneo dell’opera.

Domani mattina l’impianto riaprirà i battenti alle ore 7 e sarà a servizio della cittadinanza soprattutto per il periodo estivo nel quale sono previste numerose manifestazioni culturali al centro storico e l’isola pedonale in corso della Repubblica che richiameranno tantissime persone.

 

“Le ultime verifiche sperimentali da parte dei tecnici – ha detto l’assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni Fabio Tagliaferri – hanno dato esito positivo per cui l’ascensore inclinato può tornare in attività.  Siamo soddisfatti perché si restituisce un’opera alla città particolarmente utile soprattutto in questo periodo estivo. Siamo, tuttavia, stanchi di continuare ad intervenire su un impianto che ha solo tre anni di vita, tant’è che, se le cose in futuro non dovessero migliorare, saremo costretti ad istituire una commissione d’inchiesta che verifichi e stabilisca le cause del cattivo funzionamento di un’opera che dovrebbe, invece, essere in esercizio tutti i giorni senza problemi”.

 

“La riattivazione dell’ascensore inclinato – ha detto il Sindaco Nicola Ottaviani – è indispensabile per la mobilità urbana, in particolar modo nel concetto di sviluppo di una mentalità di mobilità alternativa, ma, soprattutto, è utile per la tante iniziative culturali in programma come quelle legate al festival dei conservatori italiani e al teatro in piazza Valchera, oltreché al pieno godimento dell’isola pedonale che partirà domenica sera (30 giugno 2013)”.

25 giugno 2013 0

Partiti i pagamenti per oltre trecento imprese creditrici della P.A. nel Capoluogo

Di redazionecassino1

Coerentemente a quanto dichiarato nei giorni scorsi, sono partite questa mattina le comunicazioni di pagamento alle imprese creditrici nei confronti della Pubblica Amministrazione, nell’ambito della procedura relativa allo sblocco dei fondi per i pagamenti dei debiti della P.A. verso imprese e fornitori. Sul sito istituzionale del Comune di Frosinone, nel pieno rispetto della normativa vigente e in nome della massima trasparenza, al link http://www.comune.frosinone.it/pagina254_pagamenti-pa-dlgs-352013.html è stato pubblicato l’elenco completo delle fatture da liquidare e delle ditte beneficiarie della prima tranche di pagamenti.

Come si ricorderà, infatti, il Comune di Frosinone è stato destinatario della cifra di 16.250.254,22 euro. La somma, divisa equamente in 8.125.127,11 sia per il 2013, sia per il 2014, servirà a far fronte al pagamento di debiti di parte corrente e di parte capitale certi, liquidi ed esigibili maturati entro il 31 dicembre 2012.

 

Nell’ambito delle modalità di pagamento è stata data priorità ai crediti non oggetto di cessione pro soluto (cessioni in cui il cedente non deve rispondere dell’eventuale inadempienza del debitore) e secondo il criterio dell’anzianità del credito: prima i crediti non ceduti pro soluto in ordine di “anzianità”, poi i crediti ceduti pro soluto sempre in ordine di “anzianità”.

 

Pertanto, entro il 30 giugno 2013, il Comune di Frosinone girerà ad oltre 300 imprese del territorio i primi 8.125.127,11 arrivati dalla Cassa Depositi e Prestiti.

 

“L’amministrazione Ottaviani – ha detto l’assessore alle Finanze e al Bilancio Riccardo Mastrangeli – si caratterizza sempre di più come amministrazione dei fatti. Avevamo preso un impegno con gli operatori economici del territorio e lo abbiamo rispettato. E’ una boccata d’ossigeno per tantissime imprese che consentirà di dare un’iniezione di fiducia ad un sistema economico asfittico e che, speriamo, possa dare nuovo impulso al mercato del lavoro. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento al dirigente, ai funzionari e ai dipendenti del settore finanze che hanno svolto un immane lavoro per rispettare le scadenze e per far partire nel più breve tempo possibile i pagamenti alle imprese, e alla commissione bilancio e al suo presidente, Adriano Piacentini, per l’opera svolta”.

 

 

25 giugno 2013 0

“Dalla tradizione all’innovazione, dal riuso al design”, manifestazione promossa dall’associazione “A.Legaccio”

Di redazionecassino1

 “Dalla tradizione all’innovazione, dal riuso al design”, è questo il titolo della manifestazione che si svolgerà il prossimo 29 Giugno, sabato, dalle ore 16:00 presso la Villa Comunale a Sant’Elia Fiumerapido. Un evento popolare, promosso dall’associazione A.Legaccio, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e la Banca Popolare del Cassinate, che mira a riscoprire le tradizioni attraverso l’innovazione, la sostenibilità e il design. Questa in sintesi la mission del nuovo sodalizio che proprio in questa giornata (alle ore 17:30) inaugurerà la propria sede illustrando, alla presenza delle autorità civili e religiose, le tante attività già in cantiere.

Il pomeriggio avrà inizio con l’apertura della mostra-mercato che porterà alla luce tantissime attività artistico-artigianali, molto spesso dimenticate, con dimostrazione di alcuni fasi di lavorazione; nel frattempo sarà possibile ammirare gli antichi strumenti utilizzati per filare, il tombolo, borse trapuntate e il vestiario tradizionale ciociaro. Alle ore 17:00 spazio ai più piccoli, arriverà il LudoBus della Cooperativa Sociale “Altri Colori” di Frosinone che per l’occasione allestirà attività ludiche sperimentali e laboratori creativi per bambini e ragazzi.

L’evento si concluderà con l’intrattenimento musicale del “Piccolo Laboratorio Popolare” e durante tutta la manifestazione saranno presenti danzatori di musica popolare e musicisti itineranti; il pubblico si farà incantare dalla splendida voce di Fabiola De Marco. L’evento vedrà la partecipazione dei volontari del gruppo Ec Volontari d’Italia Sant’Elia, della Croce Rossa Italiana e gruppo Agesci Cassino 3.

“Tradizione, innovazione, sostenibilità e design, sono i quattro pilastri attorno ai quali la nostra associazione intende operare a livello locale – spiega il presidente dell’associazione A.Legaccio, arch. Daniela Arpino –, diffondendo gli antichi saperi attraverso la valorizzazione dell’arte in ogni sua manifestazione. E’ nostra intenzione promuovere la sostenibilità, il riuso ed il riciclo creativo, nel dare nuova vita a capi di abbigliamento ed oggetti usati trasformandoli in accessori di tendenza, ed ideando, creando e diffondendo nuovi modelli, sia formali, che educativi e comportamentali. Il riciclo di qualsiasi oggetto attraverso le nuove e antiche tecniche, in un periodo difficile può essere molto utile contro eccessivi sprechi. Tali azioni sono volte ad economizzare materiali e mezzi, al fine di partecipare alla salvaguardia ambientale ed al rilancio dell’economia familiare. Di conseguenza  si pone accento sulla polifunzionalità degli oggetti creati in quanto, con piccoli accorgimenti di dettaglio, essi diventano utilizzabili in modi diversi e variabili secondo necessità. Un esempio per tutti la collana che può essere usata come bracciale, oppure fermo per sciarpa, fermatovagliolo, fermo per tenda, segnalibro, segnaposto, bomboniera (al posto di nastrini e decorazioni che regolarmente finiscono nelle pattumiere). Il design, infine, è il mezzo espressivo ed il filo conduttore attraverso il quale si promuovono le tecniche tradizionali, le creazioni innovative e le idee sostenibili nella continua attenzione all’evolversi delle mode e delle tendenze”.

25 giugno 2013 0

La A.B. Serapo Gaeta non si iscrive al campionato di DNB. L’ amarezza del Presidente Vagnati

Di redazionecassino1

L’Associazione Basket Serapo 85 Gaeta comunica che in data odierna ha provveduto a formalizzare, presso gli Organi Federali competenti, la rinuncia ufficiale alla partecipazione al prossimo Campionato Nazionale di Serie B maschile a cui aveva diritto.

La sofferta decisione è stata adottata dal Consiglio Direttivo dopo un’attenta analisi della situazione determinata dal mancato sostegno delle forze imprenditoriali del territorio  e dopo aver doverosamente informato le Istituzioni locali.

 

Purtroppo le sfavorevoli congiunture economiche hanno condizionato e penalizzato ogni tentativo di salvare un titolo raggiunto con enormi sacrifici da parte di tutti coloro che hanno contribuito a fare la storia di questa società.

 

L’A.B. Serapo 85 continuerà comunque la propria attività, come dichiarato dal Presidente Vagnati: “ Sono molto deluso e amareggiato. La perdita del Titolo sportivo è un segnale negativo per tutta la Città . Ma è dalla fine del campionato, nel quale abbiamo raggiunto una salvezza tranquilla, che ho paventato la possibilità di non iscrivere la squadra alla DNB, terzo campionato Nazionale. Penso di aver fatto tutti i passi possibili, chiedendo il sostegno dell’ Amministrazione Locale ed degli imprenditori del Territorio, ma tutto ciò non è valso per risolvere la situazione. Purtroppo ci sono momenti in cui bisogna guardare in faccia la realtà ed avere il coraggio di compiere scelte drastiche e dolorose. In questi 3 anni abbiamo raggiunto traguardi impensabili, come le Finale di Coppa Italia e la Promozione in DNB, perciò bisogna essere fieri ed orgogliosi dei risultati raggiunti. Si chiude un ciclo e se ne apre un’ altro, guardando al futuro con i nostri giovani. Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini, sperando che continueranno, con lo stesso entusiasmo, in questa nuova avventura.”

25 giugno 2013 0

Maltempo, in arrivo pioggia e aria fresca sulle regioni del medio ed alto Adriatico

Di admin

L’area depressionaria posizionata sull’Europa centrale che si sta dirigendo verso la nostra penisola porterà aria relativamente più fredda e determinerà una fase di maltempo su Emilia-Romagna e regioni centrali, in particolare sul versante adriatico.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede, a partire dalle prime ore di domani, mercoledì 26 giugno, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale, dapprima sull’Emilia-Romagna, in estensione ad Abruzzo, Molise e settori orientali di Umbria e Lazio. I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

25 giugno 2013 0

Fondi Europei, Legambiente: “Fondamentale che Regione acceleri, ragionare per nuova idea futuro Lazio”

Di admin

Dall’Ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo:

“Sui fondi europei è fondamentale che la Regione acceleri, per recuperare il ritardo accumulato a causa della mancanza di un governo per molti mesi, per ragionare finalmente tutti assieme per cambiare modello, definire una nuova idea per il futuro del Lazio e lavorarci per battere le crisi economica e ambientale –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, a margine dell’incontro “Lazio idee Fondo Sociale Europeo 2014-2020: proposte e progetti per migliorare la vita delle persone” all’Auditorium Parco della Musica-. Serve un nuovo patto per una Regione verde e smart, che punti sui beni comuni, sul lavoro, sui diritti per diffondere benessere, qualità della vita, soddisfazione. Con cinque anni di amministrazione di fronte, questa può essere l’occasione per avere una marcia diversa da parte di chi governa rispetto al passato, per questo è importante che si avviino tavoli di confronto che devono divenire vere e proprie occasioni di co-progettazione del futuro del Lazio.”

La chiave ambientale è determinante secondo Legambiente per modernizzare il Lazio, ed è una delle massime priorità nella programmazione dei nuovi Fondi Europei 2014/2020. Peraltro si tratta di fondi che saranno sicuramente ingenti, seppur diminuiti probabilmente rispetto alla precedente programmazione 2007-2013 ancora da concludere, quando gli investimenti del Programma Operativo Regionale POR FESR sono stati di 743,5 milioni di euro, quelli del Piano di Sviluppo Rurale PSR di 703 milioni di euro, quelli del POR FSE per la formazione e l’occupazione di 736 milioni di euro.

“Siamo del tutto favorevoli a cancellare i bandi per finanziamenti “a pioggia”, serve piuttosto definire obiettivi e priorità volano di sviluppo per il Lazio e integrare i fondi per la formazione con quelli strutturali e per l’agricoltura -continua Parlati-. Nel Lazio serve un ragionamento per Roma e la sua area metropolitana e per le 18 grandi città del Lazio con oltre 40mila abitanti, per trasporti, mobilità sostenibile e rigenerazione urbana. Va rilanciata l’attuazione del piano della qualità delle acque, sul fronte della biodiversità le aree protette devono uscire dal dimenticatoio dell’agenda della politica, sull’agricoltura bisogna dare ascolto agli agricoltori e alle loro associazioni e investire sulle produzioni legate al Made in Italy. Fondamentale poi il ragionamento sulle aree interne, che coinvolge centinaia di piccoli borghi che costituiscono un valore enorme per la nostra regione. La nuova programmazione dei Fondi Europei è l’occasione giusta per fare queste scelte innovative, per questo lanciamo subito anche l’idea che la necessaria co-progettazione con le istituzioni, le parti sociali, le imprese sia realizzata con un tavolo di partenariato unico a livello regionale e che sia anche istituita una struttura di sostegno finanziata con i fondi dell’assistenza tecnica per migliorare il coinvolgimento delle parti economiche e sociali nei programmi.”