Grossi: “Anche quest’anno Cassino avrà una lunga estate di eventi di altissimo profilo”

15 giugno 2013 0 Di admin

“Ormai ci siamo, si apre l’estate cassinate che, come avvenuto negli ultimi due anni ed in controtendenza rispetto a quanto si verifica in molte altre città italiane, sarà ricca di iniziative culturali e ricreative in grado di garantire ai cittadini un’offerta unica nel suo genere.” Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, ha presentato gli eventi che intratterranno i cittadini della città martire a partire dall’appuntamento di domani sera con Roberto Saviano. “Aprire l’ormai storica rassegna culturale estiva di Cassino – ha continuato Grossi – con un personaggio dello spesso di Saviano è il miglior termometro per far capire l’alto profilo degli eventi che caratterizzeranno la lunga estate della cultura della nostra città. Anche per questo siamo stati ben felici di anticipare l’apertura della rassegna non appena ‘Cassino Off’ nella persona di Francesca De Sanctis, che ha curato l’organizzazione dell’evento, ha confermato la presenza di Saviano al Teatro Romano per la serata di domani. Ma come detto all’inizio quella di domani sarà solo l’anteprima di una serie di appuntamenti di altissimo profilo che a partire da Cassino Arte, passeranno per ‘Gli Archi Village’ fino a giungere alla notte bianca della cultura. Come ormai è noto, nell’organizzazione degli eventi come amministrazione abbiamo avviato un percorso che vede la costante collaborazione del Comune con associazioni e privati presenti sul territorio. Un lavoro sinergico che anche quest’anno ha permesso di realizzare un programma ricchissimo di eventi. Cassino Arte che, a parte l’anteprima di domani sera, si aprirà la settimana prossima con il festival Conflitti in programma giovedì 20 e venerdì 21 giugno, all’interno del quale avremo la prima mondiale di ‘The Juniper Passion’, una produzione italo – zelandese che metterà in scena un’opera dedicata al ruolo svolto dall’esercito neozelandese durante gli scontri di Cassino. Quella di quest’anno sarà un’edizione di Cassino Arte di chiaro stampo internazionale, con una serie di eventi, che presenteremo nel corso della prossima settimana, che non guardano solo all’Italia, ma anche ad altri Paesi e continenti. Senza tralasciare le varie serate che avranno come protagonisti attori, soprattutto di cabaret, che hanno un grandissimo seguito in particolar modo nel centro – sud Italia, alle quali si vanno ad aggiungere appuntamenti che mirano alla valorizzazione dei talenti del cassinate che, proprio grazie a questa manifestazione, avranno modo di far conoscere al pubblico le proprie qualità e di vedere coronato il lavoro di un anno svolto con le proprie associazioni sul territorio. Un calendario importante, quindi, che si affianca all’offerta de ‘Gli Archi Village’ che anche quest’anno sarà caratterizzata da una programmazione eccezionale con la partecipazione di artisti di livello nazionale ed internazionale sia per quanto concerne la musica che per il cabaret. Questo a dimostrazione di come la cultura non sia solo un concetto astratto, ma sia in grado, attraverso il lavoro quotidiano, di creare occupazione e di far girare l’economia, producendo ricchezza per l’intero sistema territoriale. Si parte domani sera per concludere questa ricca estate di appuntamenti il 31 agosto quando a Cassino avremo la notte bianca della cultura. Ma l’estate cassinate va anche oltre il mese di agosto con due appuntamenti importanti che avremo nel mese di settembre; mi riferisco allo Janula Jazz Festival e alla Mille Giovani per la Pace. Nonostante il momento di crisi che purtroppo penalizza fortemente anche il settore culturale come testimoniano le grandi difficoltà che molte città italiane, anche importanti, hanno nell’allestire una programmazione estiva di livello, Cassino è in controtendenza rispetto all’andamento nazionale ed anche quest’anno offrirà ai suoi cittadini ed ai tanti che sicuramente arriveranno in città richiamati dal tipo di offerta culturale, un’estate di altissimo profilo. Tutto questo sottolineando che la programmazione è stata realizzata con le sole forze del Comune, delle associazioni, di alcuni privati e qualche istituto di credito, senza alcun contributo da parte delle istituzioni, dal momento che la Provincia ormai non esiste e che in Regione, visto il recente insediamento della Giunta Zingaretti, non c’è stato ancora modo e tempo per accedere, almeno per l’estate, a finanziamenti in ambito culturale. I cittadini devono tenere conto di questi aspetti, nonostante i quali si è riusciti lo stesso a garantire un programma molto variegato e sicuramente di ottima qualità.”