Ironia inopportuna, il sindaco di Fiuggi scrive al regista Sorrentino

1 giugno 2013 0 Di redazione

Tranquillità, ma anche molto altro: è in estrema sintesi il messaggio che il sindaco di Fiuggi invia, attraverso una lettera, a Paolo Sorrentino, regista de “La Grande bellezza”, film nel quale è contenuta una battuta che riguarda la città termale. “Recandomi al cinema a vedere La grande Bellezza – scrive
Fabrizio Martini nella garbata ma decisa lettera al regista – ho avuto la soddisfazione, oltre a fruire di un meraviglioso film, di vedere menzionata la città della quale sono sindaco. Sono certo che, quando Ramona (Sabrina Ferilli) dice a Jep che la sua casa è tranquilla che ‘pare de stà a Fiuggi’, per un attimo non ci sia la corrosiva ironia che pervade tutto il film. Almeno mi piace pensarlo. Ad ogni buon conto – conclude il sindaco della città termale – la ringrazio per la citazione e colgo l’occasione per invitarla a Fiuggi: scoprirà che oltre alla tranquillità ci sono svariati altri motivi per sceglierla per le vacanze e, magari, si accorgerà che qui è possibile trovare i più vari scenari per l’ambientazione di un film, a pochi passi da Roma”. Martini ha inviato una lettera anche a Sabrina Ferilli, protagonista femminile del film a cui è stata affidata la battuta che riguarda Fiuggi, invitandola nella città termale in provincia di Frosinone per “qualche giorno di relax tra un film e l’altro” e per scoprire “svariati altri motivi per utilizzare la
città di Fiuggi come termine di paragone”.