La Nial si rivolge al Tar. Il sindaco Iannarelli: “Non ci stupisce, fronte comune con le Istituzioni”

20 giugno 2013 0 Di redazionecassino1

Il sindaco di Villa Santa Lucia, Antonio Iannarelli, e la sua amministrazione annunciano le iniziative contro la decisione della Nial di rivolgersi al Tar

“Non ci ha stupito, né ci stupisce, ma soprattutto non ci trova impreparati la notizia del ricorso al Tar della società Nial Nizzoli avverso il diniego della Regione Lazio al rilascio dell’autorizzazione di impatto ambientale per la costruzione di un impianto di gestione e trattamento di rifiuti pericolosi nel nostro territorio.

Dopo la bocciatura da parte della Regione del progetto, nello scorso mese di aprile, bocciatura che trovava motivazione, in massima parte, nelle osservazioni prodotte dal Comune di Villa Santa Lucia, in sinergia con le associazioni ambientaliste e con i comitati, c’era da aspettarselo che la società, un suo diritto tra l’altro, avrebbe prodotto il ricorso. Dunque, eravamo preparati e già pronti ad intervenire.

In primo luogo, nomineremo un avvocato di parte che affianchi la Regione nel contraddittorio, visto che la competenza a difendere la decisione della bocciatura dell’autorizzazione di impatto ambientale è propria della Pisana.

Ma non ci fermiamo di certo a questo. Abbiamo redatto e inviato un documento a tutti gli enti, istituzioni e rappresentanze politiche del territorio, affinché facciano pressione sulla Regione Lazio sull’importanza di fronteggiare il ricorso della Nial, non solo per affermare un principio di legalità e di rispetto della legge, ma soprattutto per l’interesse alla salute e alla salvaguardia del nosto ambiente.

Nello specifico la missiva è stata indirizzata ai parlamentari Spilabotte, Scalia, Pilozzi e Mastrangeli agli onorevoli regionali Buschini, Abbruzzese e Fardelli, alla Consulta dei Sindaci, al presidente del Cosilam, al sindaco di Cassino, al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, al presidente del Comitato No Amianto Clementina D’Aguanno, al presidente dell’associazione Fare Verde, al capogruppo di minoranza del comune di Villa Santa Lucia.  E’ chiara la nostra richiesta: attenzione alla vicenda e fronte comune per vedere confermato un giudizio già espresso con tutti i crismi della legalità tecnica e di opportunità.

Alla minoranza in seno al consiglio comunale rivolgo un invito alla collaborazione su questo argomento: il territorio è di tutti, non di una parte. Collaborazione e responsabilità. Strumentalizzazioni su un tema così importante come la salute pubblica non sono in questo momento opportune”

Antonio Iannarelli – Sindaco di Villa Santa Lucia