Ruba un’auto a Roma, scoperto ed arrestato dalla Polstrada di Cassino in A1

21 giugno 2013 0 Di redazionecassino1

Nelle prime ore di questa mattina, al km 654 sud dell’A1 in territorio del comune di Roccasecca, gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino intimava l’alt ad un’autovettura sulla quale viaggiava il solo conducente, identificato per L.G.V. di anni 30 nato e residente a Napoli. Durante il controllo, il giovane evidenziava un atteggiamento agitato tanto da indurre gli agenti ad esperire più accurate verifiche sul mezzo e sui documenti.  L’attività di verifica consentiva di rilevare che la portiera anteriore lato destro era stata forzata, il blocco di accensione era rotto ed il relativo impianto elettrico manomesso. Inoltre, all’interno del veicolo si rinvenivano strumenti atti allo scasso, mentre nel vano motore si accertava la sostituzione della centralina originale con un dispositivo artigianale installato allo scopo di bypassare i codici di sicurezza necessari per l’accensione del veicolo. Sebbene il veicolo non risultasse tra quelli da ricercare nella Banca Dati delle Forze di Polizia, il rinvenimento degli strumenti di effrazione e del dispositivo di sblocco dei codici inibitori installato sul motore inducevano a ritenere che l’autovettura potesse comunque essere stata rubata durante la notte e che il proprietario, data l’ora, non se ne fosse ancora accorto. Infatti il proprietario dell’autovettura, rintracciato telefonicamente, riferiva di aver parcheggiato la propria auto alle  ore 20.00 lungo viale Metronio in Roma e di averla regolarmente chiusa a chiave. Invitato a verificare la presenza dell’auto nel posto in cui era stata parcheggiata, con grande stupore si accorgeva che effettivamente il veicolo gli era stato rubato; quindi si recava tempestivamente presso la Stazione Carabinieri di Roma “San Giovanni” per formalizzare la denuncia. Constatata l’avvenuta sottrazione del veicolo, il giovane napoletano veniva dichiarato in arresto per furto e possesso di attrezzi atti allo scasso. Espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura di Frosinone a disposizione della competente A.G..