Giorno: 3 luglio 2013

3 luglio 2013 0

Snack e bevanda tutto in una mano grazie all’invenzione di un cassinate

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha brevettato un sistema che promette di rende più agevole una passeggiata o la visione di un film al cinema, sorseggiando e mangiando uno snack. Anacleto Panaccione di Cassino, deve aver avuto la brillante idea proprio mentre sgranocchiava arachidi e sorseggiava coca cola, ha capito che le mani non erano sufficienti per fare entrambe le cose e ha inventato un contenitore, sostanzialmente un bicchiere, capace di contenere bevanda e snack, ovviamente separati. Con una mano, quindi, si mantengono gli alimenti, con l’altra si portano alla bocca quelli solidi. Due mani, quindi, risultano finalmente sufficienti. É una vaschetta, quella che conterrà gli snack, che si incastra nel bicchiere al di sopra del libello della bevanda, quest’ultima raggiunta e “captata” con una cannuccia. Tutto qua? Si, tutto qua. Geniale e semplice ma nessuno ci aveva pensato prima di Panaccione che ha provveduto a brevettare la sua idea. Ermanno Amedei

3 luglio 2013 0

I velieri della Marina Militare in sosta 4 giorni a Gaeta per la campagna addestrativa

Di admin

Da mercoledì 3 a lunedì 8 luglio, quattro navi scuola della Marina Militare Capricia, Corsaro II, Orsa Maggiore e Stella Polare, sosteranno nel porto di Gaeta presso la banchina Caboto.

A bordo delle unità navali saranno presenti 36 allievi aspiranti guardiamarina della terza classe dell’accademia navale di Livorno, impegnati nella campagna addestrativa 2013, i quali integreranno l’equipaggio fisso delle Navi per partecipare alla Regata “Grandi Vele a Gaeta”.

Dopo aver visitato i porti di Napoli e Lacco Ameno sull’Isola di Ischia, le navi a vela partiranno da Gaeta il prossimo 8 luglio alla volta di Siracusa e Palinuro. La campagna addestrativa degli aspiranti guardiamarina si concluderà il 26 luglio a Livorno.

I velieri della Marina saranno visitabili in porto tutti i giorni dalle 17:00 alle 19:00. Gli interessati potranno contattare il tenente di vascello Marco MAZZINI al numero 366 6387382

3 luglio 2013 0

Raccolta firme a Cassino per ottenere la restituzione ai cittadini della gestione dell’acqua

Di admin

Entra nel vivo la raccolta firme per ottenere la restituzione ai cittadini della gestione del bene pubblico per eccellenza, L’ACQUA. Non è bastato una campagna referendaria per affidare o restituire la gestione dell’acqua in mano pubblica; scendono in campo le associazioni presenti sul territorio del cassinate, almeno per una volta unite nel raggiungimento di un obiettivo comune. La speranza che si possa raggiungere una forte consapevolezza che la fusione di idee e di interessi convergenti rappresenti un elemento di forza spendibile anche nei confronti di coloro i quali sono portatori di “interessi forti” che però si allontano dai veri interessi della popolazione. L’interesse fortissimo è dimostrato dalla strepitosa adesione avuta nella raccolta firme; in pochi giorni ne sono state raccolte più di 1.500, che stanno a rappresentare l’insoddisfazione della gestione del servizio affidato in concessione all’ACEA, che nella articolazione provinciale di Frosinone si chiama ATO 5 (per la provincia di Frosinone). Numerose sono le proteste per i disservizi frequenti, per le difficoltà di ottenere con celerità riparazioni ai guasti che si verificano nella rete pubblica, per non parlare delle esose bollette che unitamente agli altri tributi locali (per non parlare delle altre imposte) rappresentano un ulteriore elemento di preoccupazione per la quadratura del bilancio delle famiglie. Paradossalmente la crisi che viviamo costituisce un elemento che consente di aumentare il livello di sensibilità della cittadinanza alla quale però si chiede di diventare parte sempre più attiva per colmare lacune che sono insite nello sviluppo ordinario della vita politica di tutti i giorni, caratterizzata da una vera e propria crisi di costume. Si chiede a tutti di divulgare la conoscenza del tema ACQUA per cercare di ottenere il maggior numero possibile di firme. Così da costituire un forte gruppo di pressione per ottenere lo scioglimento dal vincolo contrattuale che lega attualmente l’Amministrazione Comunale con l’ACEA; scioglimento che si giustifica sia per caratteri morali della vicenda sia per le vere e proprie inadempienze contrattuali (non tutti sanno, forse, che il contratto di concessione prevede anche la manutenzione della rete esistente e che le perdite di acqua in rete raggiungono anche il 70%, sia quelle visibili che quelle sotterranee). Tali perdite ed i conseguenti cali di pressione non consentono a tutte le famiglie del territorio del cassinate di avere acqua corrente in casa, con la naturale conseguenza di essere costretti a dotarsi di serbatoi e motorini per il pompaggio dell’acqua, come avviene da anni nei comuni della Valle dei Santi, ma anche in zone periferiche del Comune di Cassino, il tutto con ulteriore aggravio di costi e deterioramento ambientale (sia in termini di purezza dell’acqua che in termini di penalizzazione dei consumi energetici). Come dire oltre al danno la beffa!!! Bruno Della Corte . Guardie Ambientali d’Italia

3 luglio 2013 0

Liberati a Supino 10 animali protetti, salvati dalla Polizia Provinciale e curati dalla Guardia Forestale

Di admin

Sono tornati in libertà, sull’altipiano di Santa Serena, a Supino, molti animali selvatici salvati da morte certa dalla Polizia Provinciale e curati con grande professionalità presso il Centro veterinario della Guardia Forestale di Fogliano.

Il Comandante della Polizia Provinciale, Massimo Belli, insieme all’Ispettore Superiore Gianluca Gatto e al Responsabile provinciale della Forestale, Antonio Cavaioli, all’Ispettore Superiore della Forestale, Roberto Majer e alla dott.ssa Daniela De Guz, funzionario della Forestale di Frosinone, hanno posto in libertà: un’istrice, 4 rondoni, una poiana, un falco lodolaio, un barbagianni e due civette.

“Il momento della liberazione – ha affermato Belli – è sempre entusiasmante e molto gratificante. Per salvare la vita di questi animali, tutti appartenenti alle specie protette, i nostri uomini sono pronti ad arrivare ovunque, anche nelle zone più impervie, e nel minor tempo possibile. Sono ormai più di cento gli esemplari, alcuni davvero rari, che negli ultimi anni sono stati soccorsi, curati e poi riportati nei nostri boschi. Le segnalazioni che riceviamo sono sempre più frequenti, segno che la cittadinanza ha colto l’importanza di questa opera di salvaguardia oltre che di lotta alla caccia di frodo, attività nelle quali siamo costantemente impegnati”.

3 luglio 2013 0

Ladri d’auto in azione in campo Miranda, a farne le spese una giovane neo-pendolare

Di redazionecassino1

Torna l’incubo dei ladri d’auto in piazza Miranda, parcheggio per molti pendolari di Cassino e comuni vicini che ogni mattina lasciano le loro auto per recarsi al lavoro nella Capitale o in altre città. Non sempre, però, tutto fila liscio, e a volte ci si imbatte in qualche spiacevole sorpresa. È quanto è accaduto l’altra mattina ad una giovane ragazza, da poco entrata nella nutrita schiera dei pendolari del mattino. La ragazza che tutte le mattine parte da Alvito per recarsi nella Capitale per lavoro. Alle  6.30 la nostra giovane pendolare, arrivata in campo Miranda ha parcheggiato la sua auto come sempre e si è recata alla stazione per prendere il treno. Una giornata come tante, arrivo alla stazione Termini, venti minuti di metropolitana e una normale giornata di lavoro.  Stesso percorso, all’incontrario però, per rientrare, m a questa volta ad attendere la nostra malcapitata c’è una spiacevole sorpresa, l’auto non era più nel posto in cui l’aveva lasciata al mattino. Deduzione facile da trarre, l’auto le era stata rubata. La giovane donna però non si è lasciata scoraggiare più di tanto, anche se lo stato d’animo non deve essere stato dei migliori, espletate le ‘pastoie’ o meglio le seccature, di dover denunciare alla Forze dell’Ordine il furto il giorno seguente si è presentata al solito orario sulla banchina della stazione per affrontare una nuova giornata di lavoro. Alla nostra giovane pendolare non possiamo che augurare di ritrovare presto la sua auto, all ladruncolo potremmo dire, se mai dovesse leggere questa storia, di passarsi una mano sulla coscienza e  restituire l’auto al più presto… sarebbe un bel gesto degno di un vero “ladro gentiluomo”!

F. Pensabene

3 luglio 2013 1

“CassinoArte” e il progetto “Adotta una scuola” presentati oggi in sala Restagno

Di redazionecassino1

Sala Restagno del comune di Cassino delle grandi occasioni questa mattina, per la presentazione di due progetti importanti per la Città.  In primo luogo, alla presenza del sindaco Petrarcone e degli assessori Consales, Pietroluongo e Grossi è stato illustrato il progetto “Adotta una scuola”. L’altro evento pubblicizzato ha riguardato la tradizionale kermesse “CassinoArte 2013.”.  Il progetto “Adotta una scuola” rientra – come hanno avuto modo di spiegare gli assessori Pietroluongo e Consales riguarda gli interventi di manutenzione delle scuole di competenza comunale. Scuole elementari, asili e scuole medie, tanto per intenderci, che necessitano di manutenzione ordinaria e, in molti casi straordinaria, e che l’Amministrazione intende effettuare in questo periodo prima che si riapra l’anno scolastico. Come è emerso dal quadro prospettato dagli assessori e del sindaco, le risorse economiche per realizzare interventi di manutenzione, che abbiano ‘effetto durevole’ nel tempo, a disposizione sono esigue, anche per la “scure” che pende sui comuni determinata dal famigerato ‘Patto di stabilità’ che ha ridotto notevolmente i finanziamenti agli enti locali e che impedisce a molti comuni, anche di accedere a mutui. In questa ottica si inserisce il progetto “Adotta una scuola” indirizzato  agli imprenditori che operano sul nostro territorio, non solo per spirito filantropo, ma per investire risorse sul territorio comunale che avrebbero una ricaduta economica sull’intera comunità. Una proposta, certamente ambiziosa, ma che è diretta, come emerso nella conferenza stampa, a “fare squadra” per rendere sicure e accoglienti le scuole di Cassino. nella seconda conferenza stampa è stata presentata la kermesse culturale “CassinoArte 2013”. Un cartellone ricco di eventi e di spettacoli per tutta l’estate che è iniziata con la presentazione in prima mondiale del film “The Juniper Passion” preceduto dall’incontro con Roberto Saviano. L’edizione 2013 di “CassinoArte” – ha spigato l’assessore Grossi – nonostante l’esiguità di mezzi finanziari è di particolare qualità con la possibilità di inserire accanto a nomi noti dello spettacolo nazionale, come Teresa Mannino, Maurizio Casagrande, Marta sui tubi e molti altri, ha la particolarità di presentare al pubblico molti artisti delle nostre zone e vede la partecipazione delle associazioni culturali che operano nelle nostre zone.

F.P.

FOTO A.CECCON

3 luglio 2013 0

Maxi sequestro, oltre 500 chili, di tonno rosso nel porto di Giulianova

Di redazionecassino1

 Nella mattinata di ieri, si è svolta un’importante operazione a contrasto della pesca abusiva perpetrata a danno delle specie ittiche più pregiate quando personale militare appartenente all’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova ha proceduto a sottoporre a sequestro amministrativo un ingente quantitativo di tonno rosso nel Porto di Giulianova. Infatti, a seguito di normale controllo avvenuto dopo aver presentato regolare pre-notifica di cattura di tonno rosso, i militari guidati dal Comandante Pezzuto sono riusciti a rinvenire a bordo di n. 2 pescherecci, intenti allo sbarco di alici, un totale di n° 14 (quattordici) esemplari di Tonno Rosso (Thunnus Thynnus) per un quantitativo complessivo di kg. 500 circa, superiore in quantità e/o numero alla percentuale del 5% consentita come cattura accessoria o “by catch” prevista dal Decreto Direttoriale n. 8447 del 17.04.2013 del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali .

In proposito, si ricorda che, trattandosi di una specie ittica soggetta a precise disposizioni comunitarie ICCAT, tutte le unità non espressamente autorizzate alla pesca del tonno rosso possono effettuare catture accessorie entro e non oltre un limite del 5% del totale delle catture.

Vi è da precisare, però, che tali catture, sebbene accessorie, vanno anch’esse ad imputarsi al contingente nazionale di tonno rosso assegnato dall’Unione Europea, che, all’esaurimento delle relative quote, ne dispone l’interruzione immediata.

Nel caso avvenuto ieri presso le acque di Giulianova, inoltre, si è proceduto, oltre che al sequestro amministrativo, anche alla successiva vendita mediante asta pubblica svoltasi presso la sede della Capitaneria di Porto di Pescara, i cui proventi sono stati introitati all’erario dello Stato.

Sempre nella giornata di ieri, sono state sottoposte a sequestro amministrativo anche n.2 reti da posta, scaltramente calate a circa mt. 50 dai moli nord e sud del Porto di Giulianova da un diportista, già resosi responsabile in passato di analoghe violazioni.  Giunto in porto a bordo della propria unità da diporto, i militari che, nel frattempo, si erano appostati, hanno proceduto ad elevare un totale di € 1.148 di sanzioni amministrative, sia per la pesca non consentita sia perché, da accertamenti d’ufficio, è risultato non essere autorizzato all’ingresso in Porto con il proprio veicolo.

 

3 luglio 2013 0

Può essere condannato penalmente chi parcheggia l’autovettura davanti al garage impedendo al proprietario di entrare o uscire

Di redazionecassino1

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo.

Quante volte ci è capitato di trovare l’ingresso del box auto o della propria abitazione bloccato da un’altra autovettura, ma dopo la sentenza in questione della Suprema Corte, tutti quegli automobilisti a dir poco indisciplinati ci penseranno due volte prima di ripetersi perché possono essere condannati per il reato di “violenza privata” e rischiare sino a quattro anni di reclusione.

In tal senso persuade ad evitare comportamenti del genere, spiega Giovanni D’Agata presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, la sentenza della quinta sezione penale della Corte di Cassazione 28487 del 2 luglio 2013, che ha preso in esame il caso di chi blocca l’ingresso al garage del proprietario – persona offesa impedendole di parcheggiarvi la sua auto. I giudici di Piazza Cavour sulla scia di precedenti per casi simili hanno rilevato che tale comportamento integra il reato di cui all’articolo 610 del Codice Penale in quanto la “violenza privata” si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione.

Nella fattispecie, i giudici del Palazzaccio hanno rigettato il ricorso di un 60enne contro la condanna a 2 mesi e 15 giorni di reclusione e al risarcimento del danno da parte della Corte d’appello di Catanzaro, perché la corte di merito aveva riconosciuto la sussistenza del reato in quanto con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso con violenza consistente nel parcheggiare la propria autovettura in modo tale da bloccare il passaggio alle autovetture in uscita e in entrata dal garage costringendo il proprietario a non poter parcheggiare.

I giudici di legittimità rilevando la sussistenza degli estremi del reato per cui era stato prima imputato e poi condannato hanno ribadito il principio secondo cui: «Integra il delitto di violenza privata (articolo 610 Cp) la condotta di colui che parcheggia la propria autovettura in modo tale da bloccare il passaggio impedendo alla parte lesa di muoversi, considerato che ai fini della configurabilità del delitto in questione, il requisito della violenza si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione».

Gli ermellini, hanno sottolineato come già con la sentenza 21779 del 2006 era stato condannato con un precedente analogo colui che aveva parcheggiato l’auto in maniera da ostruire l’ingresso al garage condominiale rifiutandosi di rimuoverla nonostante la richiesta della persona offesa.

3 luglio 2013 0

Grande successo per la prima esposizione canina amatoriale “Zoomania Show Dog”

Di redazionecassino1

Grande successo per la prima manifestazione “Zoomania Show Dog” esposizione canina amatoriale meticci e cani di razza svolta domenica scorsa all’ interno del parcheggio del centro commerciale Le Grange di Piedimonte S.Germano,  circa 60  gli iscritti giunti da tutto il territorio limitrofo. La gara ha avuto inizio al mattino come da programma ed ha visto sfilare tutte le categorie presenti meticci e puri,  per poi essere giudicati con competenza e professionalità dai giudici presenti alla manifestazione: Vaccaro Nello (allevamento Mastini della Rupe Nello Vaccaro),  Rossana Corsini (Allevamento Casa Corsini),  Pasquale Romanelli (allevamento Casa Corsini e Handler).

In attesa di premiare i cani nel pomeriggio, a fare da intermezzo alla manifestazione l’ esibizione  di Dog Free-Style da parte del Centro Cinofilo “Barking Dogs” della Dott. Francesca Trani.

Premiati i primi tre classificati di ogni categoria e raggruppamento, e tutti e sette i cani al Best Show finale, a tutti i partecipanti è comunque andato un attestato di partecipazione ed un piccolo gioco per i cani,  un momento importante è stato dato anche ai bambini presenti, che hanno sfilato con i loro cani al seguito.

“Sono pienamente soddisfatto di come sia andata la giornata” queste le prime parole di uno degli organizzatori De Santis Oreste, “come prima manifestazione abbiamo cercato di dare il massimo curando i minimi particolari, è stato molto difficile assicurare una presenza così alta di partecipanti vista la concomitanza di altri eventi, abbiamo premiato tutti i partecipanti al Best in Show finale con premi anche molto consistenti, siamo certi che il prossimo anno riusciremo ad organizzare un evento ancora più importante, vorrei ringraziare la Sig.ra Ornella Fiordaliso per il supporto in tutte le fasi organizzative della manifestazione,  la Dottoressa Irene Vigliotta che ha curato il servizio veterinario, e lo sponsor tecnico della manifestazione “Trainer Dog & Cat Wellness”.

3 luglio 2013 0

Laboratorio Scalo: E…state ai giardinetti un successo il concerto degli ESSENZIALI

Di redazionecassino1

Si è svolta giovedì 27 giugno la terza serata della manifestazione “E…state ai giardinetti”, organizzata dal Comitato Civico “Laboratorio Scalo” con la collaborazione dell’Assessore alla Promozione della Città G. Fabrizi, che ha visto esibirsi la band “Gli Essenziali”.

La band, nata da poco, è composta da musicisti provenienti da esperienze musicali e da generi diversi, dal pop al jazz passando per il blues senza dimenticare i grandi successi della musica italiana.

Con Simone DiCarlo al piano, Laura Raponi alla batteria, Lorenzo D’Errico al basso, Pierluigi Paniccia alla chitarra e voce e Giada Giorgi alla voce la band ha proposto brani del panorama americano e inglese con Sweet Home Chicago dei Blues Brothers, Aretha Franklin, Eric Clapton, Alleluja di Jeff Backley, e della migliore tradizione italiana passando da Caruso di Dalla, a Sally di Vasco e ancora In cerca di te, Oggi sono io, I so pazz di Pino Daniele.

Buona è stata la partecipazione del pubblico che si è lasciato coinvolgere dalla voce di Giada e dai ritmi della band, nonostante la concomitanza con altre manifestazioni ed eventi sportivi (Italia-Spagna), nei giardinetti dello scalo, finalmente illuminati ed arricchiti di fiori. Il comitato ringrazia l’Amministrazione per essere intervenuta ripristinando l’illuminazione e restituendo un po’ di sicurezza ad un luogo così caro agli abitanti del Quartiere Scalo.

La manifestazione “E…state ai Giardinetti”, ricca di eventi, propone come quarto appuntamento il concerto del gruppo “KILL THE BEAST”, tributo agli storici “EAGLES” e alla West-Coast americana. Siete tutti invitati giovedì 04 luglio alle ore 21.30.

Chiunque, bambini ed adulti, volesse partecipare alla seconda Edizione del Torneo di Dama Vivente può iscriversi attraverso l’indirizzo di posta laboratorio.scalo@gmail.com.