Giorno: 5 luglio 2013

5 luglio 2013 0

Vasta operazione dei carabinieri sul litorale domitio a Mondragone, sequestrati numerosi lidi abusivi o senza autorizzazioni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, aliquota operativa della Compagnia di Mondragone, unitamente a personale della Capitaneria di Porto hanno eseguito dalle prime ore di oggi una vasta operazione sul litorale domitio di pertinenza del comune di Mondragone. L’attività volta a riporre sotto sequestro numerosi Lidi che in barba alle precedenti disposizioni attuate poiché esercenti senza il possesso delle previste autorizzazioni o realizzate in abusivismo edilizio, continuavano ad operare nel settore balneare offrendo servizi spiaggia ai numerosi bagnanti che affollano il litorale. L’operazione ha quindi consentito di porre sotto sequestro almeno otto strutture balneari, subito affidate a custodi. Sono tutt’ora al vaglio degli inquirenti le posizioni dei gestori. Tra gli stabilimenti controllati figurano: Lido simone Lido hawai beach Lido simone da mario Lido arena Lido tirreno Lido villa maris

5 luglio 2013 0

Chiusa via Crocifisso per una frana

Di redazionecassino1

Una frana ha bloccato via Crocifisso, quella che dal rione Colosseo sale fino al teatro romano passando dietro la chiesa di San Pietro, all’incrocio con via Pantoni. L’inconveniente è stato determinato dal cedimento della banchina coinvolgendo la sede stradale, peraltro già ridotta. I tecnici comunali prontamente giunti sul posto non hanno potuto far altro che disporre, attraverso un’ordinanza , la chiusura della strada per evitare danni ai residenti. Resta comunque possibile l’accesso alla zona attraverso percorsi alternativi da via Campo di Porro, via Montecassino e via Pantoni. C’è da augurarsi che si riesca a ripristinare in modo sicuro ed al più presto la strada evitando ulteriori disagi ai residenti e a tutti coloro che la utilizzano.

F.P.

FOTO A. CECCON

5 luglio 2013 0

Incendio colposo ad Esperia, la Forestale denuncia i presunti responsabili

Di admin

Il giorno 2 luglio 2013, verso le ore 23.45, in loc. Madonna delle Grazie del Comune di Esperia (FR), si è sviluppato un incendio boschivo spento solo grazie all’ausilio ininterrotto di due squadre di Vigili del Fuoco di Cassino, le quali hanno operato allo spegnimento durante tutta la notte e di un elicottero AB 412 del Corpo forestale dello Stato intervenuto già dalle prime ore del mattino successivo, sotto il coordinamento del Comando Stazione del Corpo forestale dello Stato di Pontecorvo. L’incendio ha interessato una porzione di territorio boscato di proprietà del Comune di Esperia (FR), pari a Ha. 00.20.00 circa costituita da essenze tipiche della macchia mediterranea nonché di bosco ceduo di leccio, minacciando a poche decine di metri di distanza il monastero della “Madonna delle Grazie” ubicato nei pressi, nonché un ben più vasto complesso boscato, che solo il tempestivo intervento di spegnimento ha potuto scongiurare. La pattuglia forestale, oltre a coordinare le operazioni di spegnimento, si è adoperata in attività investigativa atta a ricostruire la dinamica dell’evento, nonché all’individuazione del punto di innesco onde reperire elementi utili per risalire ai responsabili e per meglio classificare il reato. Da un’attenta indagine di carattere tecnico/scientifica, costituita da minuziosa applicazione del Metodo delle Evidenze Fisiche (Tecnica investigativa che rientra nel protocollo investigativo del Corpo Forestale dello Stato), si è riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti ed a risalire ai presunti responsabili, che sono stati deferiti all’ A.G., per essersi resi responsabili del reato colposo di incendio boschivo di cui all’ Art. 423 bis del C.P. e per l’abbandono incontrollato di rifiuti speciali pericolosi (residui degli ordigni esplosi ed involucri degli stessi), di cui agli Art. li 192 e 256 del D.L.gs. n. 152/2006.

5 luglio 2013 0

Soccorso escursionista sul Corno Grande del Gran Sasso

Di admin

Un escursionista è stato soccorso questo pomeriggio sul Corno Grande del Gran Sasso. Mentre scendeva in compagnia di un’altra persona lungo la cresta ovest, l’escursionista è scivolato su una lingua di neve, ancora abbondante in quota, ed ha battuto il torace e la spalla. L’allarme è stato dato subito alla centrale del 118 che ha fatto intervenire l’elicottero dalla base di Preturo. Le condizioni meteorologiche con vento forte e nebbia hanno impedito l’immediato recupero, per cui è intervenuta da terra anche una squadra della stazione dell’Aquila del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. La squadra del CNSAS è stata portata con l’elicottero fino alla Sella del Brecciaio (2506 m) e da qui ha proseguito a piedi. Un repentino e breve miglioramento delle condizioni di visibilità hanno permesso all’elicottero del SUEM 118 di avvicinarsi nuovamente alla zona dell’infortunato, che è stato recuperato con il verricello dal tecnico di elisoccorso del CNSAS. L’escursionista è stato quindi portato all’Ospedale dell’Aquila, dove è giunto poco dopo le ore 15.30, per essere sottoposto ai necessari controlli.

5 luglio 2013 0

Autovelox, nulla la multa se il verbale non specifica il nome del funzionario che attiva l’apparecchiatura

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichaimo: Interessante decisione del Giudice di Pace di Rovigo che fa il punto sulle infrazioni al codice della Strada effettuate con il famigerato “traffiphot”, che per Giovanni D’Agata presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, vale la pena segnalare per rappresentare quanti vizi possano essere rilevati in un verbale al codice della strada quando le contestazioni vengono effettuate con strumentazione elettronica gestita da appaltatori privati e non dalle forze di polizia stradale, locali o nazionali.

Secondo il giudice di merito, dev’essere annullata la multa per eccesso di velocità se il verbale non indica il nome del funzionario pubblico che attiva e disattiva il traffiphot dal quale è stata rilevata l’infrazione. E in ogni caso i dipendenti del Comune devono presenziare allo sviluppo delle foto con le auto sanzionate effettuato dalla società appaltatrice del servizio.

Nel caso di specie, è stato accolto il ricorso del (presunto) trasgressore in primo luogo per un vizio formale che riguarda un difetto di notifica. La polizia locale che agisce per conto di un insieme di piccoli Comuni nell’area, è il soggetto che ha effettuato la notifica, ma il verbale non specifica chi è l’ente sanzionatore, che poi sarebbe l’amministrazione locale nel cui territorio la violazione risulta accertata: l’omissione rende di per sé illegittimo il verbale.

Il verbale impugnato, peraltro, risulta essere viziato anche per altre ragioni: non è stato rispettato l’obbligo della polizia locale di presenziare alle attività di installazione e attivazione del traffiphot. Nulla si sa della certificazione di qualità dello strumento (restano dubbi sulla legittimità a accertare gli eccessi di velocità delle moto). Di più: la fotografia utilizzata per la contestazione del presunto illecito risulta sviluppata da una società privata che riporta il frame “incriminato” in cd masterizzati, che si coordinano con il programma di gestione delle verbalizzazioni in dotazione alla polizia municipale verbalizzante. In nessun caso, quindi, risulta che gli agenti di Polizia Locale siano presenti alle operazioni, come rilevato dal giudice onorario, che ha, quindi, accolto il ricorso.

5 luglio 2013 0

Cavani al PSG e Belfodil firma con l’Inter

Di redazionecassino1

Il tormentone del passaggio di Cavani sembra essere ad una svolta definitiva e l’attaccante pronto  a volare verso Parigi.  Oggi, infatti, i suoi agenti  sono volati nella capitale francese per chiudere l’affare. Nel week end si dovrà appianare la distanza tra le parti: il PSG offre 8,5 milioni, più bonus,  a stagione per l’attaccante che ne chiede a sua volta 10. Toccherà ai suoi procuratori riuscire a convincere la dirigenza del club francese a salire. Su tutti gli altri fronti si iniziano a vedere i primi acquisti. In casa nerazzurra Ishak Belfodil ha firmato un accordo con l’Inter. Del resto le dichiarazioni del giocatore non lasciano dubbi : “Ho firmato finalmente. Sono molto soddisfatto, non vedevo l’ora. E’ servito tanto tempo perché era una trattativa a tre. Io ovviamente ero d’accordo dal primo minuto, ma c’era anche il Parma da soddisfare. Per me si realizza un sogno e posso finalmente dire di essere un giocatore dell’Inter. Sono pronto per il ritiro, ma non ha ancora sentito Mazzarri”

5 luglio 2013 0

Raccolta differenziata: Con il terzo step, estensione graduale a tutto il territorio comunale

Di redazionecassino1

“Da lunedì 8 luglio 2013 il “porta a porta” dei rifiuti coinvolgerà l’ultimo step, riguardante il centro urbano.” Ha dichiararlo l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino, che ha annunciato l’avvio dell’ultimo step del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti urbani.  “In sintesi – ha continuato Consales – si procederà con l’avvio della raccolta del settore compreso tra via del foro, via degli Abruzzi, viale Marconi fino all’angolo con via Enrico De nNcola, via Enrico De Nicola fino alla fine e verso l’interno, proseguendo tra piazza Corte, fino alla zona di San Silvestro vecchio e Monte Rotondo. Di fatto collegandosi con l’ultima parte del secondo step che è in via di assestamento e che è partita da qualche giorno e comprendente la frazione di Caira. Con quest’ultimo step entrerà nel vivo anche la raccolta differenziata porta a porta, nel centro urbano; dopo aver interessato tutti i quartieri periferici della città, ora verranno coinvolti tutte le attività commerciali e le utenze domestiche del centro urbano. I primi risultati sono già ottimi e dopo le prime difficoltà dei primi giorni ormai tutti i cittadini coinvolti stanno dimostrando che cassino è pronta per questo salto di qualità.”

 N.B come consuetudine l’avvio sarà graduale e coinvolgerà progressivamente tutta la restante parte della città. Da lunedì si partirà con le seguenti strade:

– Via Marconi

– Via Abruzzi

– Via San Giorgio

– Via Torricella

– Via Santo Spirito

– Via del Foro

– via san giacomo

– Via Restituta

– Via San Bertario

– Via B. Croce

– Via Spaventa

– Via S. Libera

– Via Pinchera

– Via Montecassino

5 luglio 2013 0

Petrarcone: “Il Cosilam e l’Asi sono due realtà a servizio di due territori diversi”

Di redazionecassino1

“Mi fa sorridere leggere quasi ogni giorno qualcuno che si erge a conoscitore dei consorzi industriali del territorio, pronto a profetizzare dall’alto di non so quale ruolo, sulla valenza o meno di Cosilam ed Asi. Ribadisco, anche in questa occasione, che in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando è fondamentale la presenza di Consorzi a servizio del tessuto industriale, delle piccole e medie industrie e di conseguenza dell’occupazione. Dobbiamo tutelare le imprese del nostro territorio, garantire gli investimenti, trovare finanziamenti, è per questo che la nostra Provincia non può prescindere dalla permanenza dei consorzi industriali di Cosilam ed Asi. Essi rappresentano due realtà a servizio di due territori diversi per struttura e vocazione, e non si capisce perché diano tanto fastidio, o forse si capisce troppo bene e quando la volpe non arriva all’uva….! Colgo l’occasione per rispondere a chi invece continua a parlare di incompatibilità tra il mio ruolo di Sindaco e quello di Presidente del Cosilam: riaffermo che non vi è alcuna incompatibilità e tutti i pareri richiesti dal sottoscritto anche agli organi nazionali lo confermano. Di quello che è stato fatto parlano i risultati e siamo certi che con la Giunta Zingaretti riusciremo ancora di più a migliorare i nostri servizi ed a rilanciare il territorio.” È quanto riportato in una nota dal presidente del Cosilam Giuseppe Golini Petrarcone.

5 luglio 2013 0

Rinviata l’inaugurazione le centro islamico di Cassino, certificazione insufficiente

Di redazione

Rinviata l’inaugurazione del centro islamico a Cassino. Dopo gli articoli stampa di ieri, alcuni dei quali particolarmente aggressivi, questa mattina, carabinieri, polizia e vigili urbani, con gran solerzia, hanno bussato alla porta dei locali di via Virgilio, spulciando autorizzazioni, certificati e stabilendo che alcuni di essi erano insufficienti. Eppure, lo stesso locale, fino a pochi mesi fa, ospitava una attivitá commerciale alla quale, probabilmente, nessuno aveva mai fatto controlli cosí accurati. Insomma, per aspetti burocratici, il centro domani non potrà essere inaugurato come previsto ma subirà un inevitabile rinvio. Er. Amedei

5 luglio 2013 0

Presentato presso la Capitaneria di porto di Gaeta il Bollino Blu per il Diporto

Di admin

Stamane presso la sede della Capitaneria di porto di Gaeta si è svolta la Conferenza stampa di presentazione del “BOLLINO BLU” per il diporto. Il Comandante Cosimo Nicastro, alla presenza delle Forze di Polizia e dei Rappresentati della Nautica locale ha illustrato il Bollino Blu, la novità dell’estate 2013. Predisposto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, va rilasciato alle unità da diporto al termine di uno specifico controllo. Il Bollino Blu ha la finalità di evitare le duplicazioni dei controlli di routine, riducendo, per quanto possibile, la reiterazione, nel breve periodo, di controlli a mare in materia di sicurezza della navigazione e consentire, in tal modo, al diportista di navigare con maggiore serenità. Al termine dell’incontro il Comandante Nicastro ha simbolicamente consegnato i Bollini Blu alle Forze di Polizia che concorreranno ai controlli.