Giorno: 9 luglio 2013

9 luglio 2013 0

Aprono il conto corrente all’ufficio postale di Casagiove con identità inesistenti, arrestati dai carabinieri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Alle ore 13.00 circa di oggi, in Casagiove, presso il locale Ufficio Postale, i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza, per sostituzione di persona in concorso e possesso di documenti di identificazione falsi RUSSO Carmine cl. 88 e CATERINO Antonio Paolo cl. 80, entrambi pregiudicati di Casal di Principe. I due, nel mese di giugno, dopo aver aperto due distinti conti correnti intestati a due persone inesistenti provvedevano ad eseguire due versamenti con assegni dell’importo di euro 47.450,00 e 5925,00. Successivamente il RUSSO ed il CATERINO effettuavano ripetuti prelievi per una cifra complessiva di euro 35.000,00. Questa mattina, i due malviventi si sono nuovamente presentati presso il locale ufficio postale al fine di ritirare le somme residue dai rispettivi conti esibendo, nella circostanza, documenti falsi riportanti i dati anagrafici relativi agli intestatari dei conti correnti da loro stessi antecedentemente accesi. E’ a quel punto che i militari dell’Arma, informati dal direttore dell’ufficio postale che qualcosa non andava nei documenti di riconoscimento presentati dagli stessi, sono intervenuti e li hanno tratti in arresto. I due sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

9 luglio 2013 0

“Festa della città che resiste” via alla terza edizione, dal 12 al 14 luglio

Di redazionecassino1

Nei giorni dal 12 al 14 luglio 2013, a Cassino in Piazza Labriola, si terrà la 3^ edizione della “Festa della Città che Resiste” che anche quest’anno diviene la festa provinciale del Partito della Rifondazione Comunista.

E’ una scadenza importante al fine di consolidare i rapporti politici instaurati con i settori del movimento, con i collettivi studenteschi, con le rappresentanze del mondo del lavoro, con le associazioni e con i soggetti dell’autorganizzazione sociale. E’ anche uno strumento fondamentale di autofinanziamento e per cementare i rapporti tra le compagne e i compagni e che consente di trasmettere e difendere i valori di eguaglianza, di libertà e di solidarietà che caratterizzano la nostra storia e il nostro modo di amministrare. Attraverso la Festa il PRC si dota di uno strumento aperto alle nuove prospettive, ai giovani e agli indipendenti di sinistra, occupati in diversi settori: dall’impiegato all’operaio metalmeccanico, dallo studente universitario all’artigiano, dal pensionato al precario e disoccupato ed altro, dal momento, che abbiamo l’obiettivo di divenire un polo di aggregazione anche per elettori che non sono ortodossamente comunisti, ma che sono sensibili alle tematiche ambientaliste. all’uguaglianza sociale, allo sviluppo sostenibile e ai temi propri della Sinistra, di chi si batte per riaffermare i valori fondanti della Repubblica ltaliana, contenuti nella nostra Carta Costituzionale e derivati dalla Resistenza antifascista. Valori di eguaglianza, libertà, democrazia, fratellanza, solidarietà, giustizio sociole, diritti individuali e collettivi, diritto di cittadinanza per gli strati più poveri della popolazione.

            La Festa per il PRC è anche un articolazione della propria proposta politica nazionale che come  Partito si vuole lanciare nel paese a partire da una campagna politica concernente il PIANO per il LAVORO e la CONTESTAZIONE dei TRATTATI EUROPEI.

            Il Piano per il Lavoro prevede la costruzione di 2 milioni di posti di lavoro attraverso l’intervento pubblico diretto, il finanziamento della riduzione dell’orario di lavoro a 32 ore settimanali, una seria politica industriale e del credito per garantire il mantenimento degli attuali posti di lavoro, un piano di riconversione ambientale dell’economia.

            La contestazione dei trattati europei prevede la richiesta di sottoporre a referendum i trattati europei in modo che il popolo si possa esprimere sulle politiche economiche e sociali di cui è fatto oggetto.

Ma la Festa della Città che Resiste è anche, e soprattutto, un momento di confronto nella costruzione di una nuova sinistra capace di amministrare, quando è questo il mandato assegnatogli dall’elettorato, come di costruire modelli di alternativa quando è collocata all’opposizione. Una forza, quella del Partito della Rifondazione Comunista, che indica la strada dell’unità della sinistra ma anche della chiarezza della collocazione e dei contenuti alternativi della propria proposta politica.

Quindi, quello della Festa, è un appuntamento politico di riflessione, proposta, iniziativa e confronto che caratterizzeranno i 3 giorni della manifestazione ma, non dimentichiamoci che una Festa, è anche, appunto, un momento di festa, di divertimento, di musica e sperimentazioni artistiche e comunicative. Una grande occasione per stare insieme e per fare e dire cose nuove e diverse.

Una occasione importante per rilanciare la politica provinciale e quella cittadina. Per noi, compagne e compagni di Rifondazione Comunistadi Cassino, una occasione ed una opportunità doppia che ci viene offerta di concerto con i vertici provinciali e nazionali del Partito.Un’evidente valutazione positiva sull’azione e sul lavoro sul territorio di Cassino, un investimento sul futuro ma anche, uno stimolo ed una cassetta degli attrezzi volta a fare di più e meglio per i prossimi mesi. Partecipando alle diverse serate della Festa, si capiranno sia le proposte più generali che quelle che riguardano la comunità ed il territorio provinciale e del cassinate. Sarà per noi, e faremo di tutto perché lo sia, l’inizio di una nuova fase della politica di rinnovamento della città, una città che resiste al ritorno della vecchia politica, che resiste al ritorno alle vecchie logiche e che resiste al tentativo di far appassire la sua primavera.

9 luglio 2013 0

Campus estivo per minori, ben ventisette bambini e tante le attività di socializzazione

Di redazionecassino1

Si è confermata positiva la scelta del Comune di Colle San Magno di organizzare, anche per quest’anno, le colonie estive per i bambini del luogo: due settimane di relax e divertimento nelle strutture migliori del territorio.

All’appello del Comune, che ha messo a disposizione il trasporto gratuito, hanno risposto ben ventisette bambini, che stanno godendo del meritato divertimento presso l’Haway Park di Cassino e l’Agridoc di Roccasecca.

Le colonie, iniziate lunedì 1 luglio, si concluderanno venerdì prossimo.

Nelle strutture i bambini hanno potuto frequentare corsi di nuoto, giochi acquatici, escursioni nella natura, giochi di gruppo, seguiti da attenti e qualificati operatori. Un progetto valido, apprezzato dalle famiglie.

“Con soddisfazione, anche quest’anno – ha spiegato il sindaco Antonio Di Nota – abbiamo voluto organizzare un periodo di svago e divertimento per i nostri bambini. Il Comune ha messo a disposizione il trasporto gratuito per le strutture, a fronte di una piccola quota da parte delle famiglie per il soggiorno. I bambini hanno potuto vivere due settimane di socializzazione, divertimento e familiarizzare, frequentando tante attività importanti e formative come il nuoto.

A questa attenzione per i minori, il Comune affiancherà sostegno a progetti di promozione del tempo libero rivolti stavolta agli anziani. Siamo convinti che si tratta di due iniziative importanti che testimoniano l’attenzione dell’amministrazione per il settore del sociale, non solo come contrasto al disagio, ma anche come promozione dell’agio. Un obiettivo altrettanto valido”.

9 luglio 2013 0

Il Brescia Calcio lega il proprio nome alla Città di Arpino. Uniti per crescere giovani calciatori

Di redazionecassino1

Sabato 06 luglio 2013 alle ore 17:00, nell’Auditorium Pietro Cossa di Arpino, gremito di spettatori per l’occasione, si è svolta la Presentazione del Punto Brescia Calcio, S.S.D Arpino, alla presenza di dirigenti del Settore Giovanile del Brescia Calcio: Giorgio Abeni (Project Manager Brescia Calcio, Responsabile Punti Brescia di Lazio – Abruzzo – Marche – Rep. Di Malta); Letterio De Grazia (Project Manager Brescia Calcio, Agente Sportivo); Alvaro Riva (Responsabile delle Affiliate e dello Scouting Regione Lazio per il Brescia Calcio); Armando Ciarrocchi (Responsabile dello Scouting per il Brescia Calcio).

Per l’occasione sono intervenuti il Sindaco Renato Rea (Presidente uscente della S.S.D. Arpino), il delegato Turismo, Sport e Spettacolo Andrea Chietini, che si sono detti orgogliosi per questo progetto che, queste le parole del sindaco: <darà ai giovani di Arpino l’opportunità di confrontarsi ad alti livelli e di essere visti da una società importante come il Brescia Calcio che in cui hanno militato tanti campioni del calcio>. Tra i presenti anche il preside dell’Istituto Comprensivo M.T.Cicerone Prof. Dino Giovannone, il Responsabile del Settore Giovanile, coordinatore del progetto di Affiliazione al Brescia Calcio Quaglieri Francesco ed il Presidente della S.S.D. Arpino Alfonso Golino.

La Conferenza, che ha avuto come presentatore il presidente della Pro Loco della città di Arpino Luciano Rea, è stata suddivisa in due parti: la prima ha visto i saluti del Sindaco e del delegato allo Sport, con un breve discorso anche da parte  del presidente della società sportiva Alfonso Golino, il quale si è detto molto soddisfatto per il progetto del Punto Brescia ad Arpino; e con la consegna di alcune foto ricordo commemorative della giornata per tutti i calciatori ed allenatori tesserati della S.S.D. Arpino presenti alla conferenza ed un riconoscimento a sorpresa a Mario Battista, da parte dei Dirigenti del Brescia Calcio e del Responsabile del Settore Giovanile Quaglieri Francesco,  il quale ha commentato con entusiasmo a fine conferenza: <Si apre un Nuovo capitolo che porterà opportunità e professionalità alla S.S.D. Arpino ed ai nostri giovani calciatori>.

Nella Seconda Parte si è svolta la vera e propria Presentazione del progetto, con i Dirigenti del Brescia che hanno sottolineato l’importanza di sviluppare e di investire sul Settore Giovanile perché: <il futuro bisogna pianificarlo sui giovani> e si sono detti orgogliosi sia per l’accoglienza ricevuta sia per aver legato il nome del Brescia Calcio ad una città così ricca di storia come Arpino.

Al termine della Conferenza Stampa c’è stato lo scambio dei gagliardetti tra il Presidente della S.S.D. Arpino e i Dirigenti del Brescia Calcio, i quali hanno dato appuntamento al prossimo anno.

9 luglio 2013 0

Gli spettacoli di “CassinoArte” al teatro romano si fermano stasera e domani per il maltempo

Di redazionecassino1

Il maltempo ferma gli spettacoli di “CassinoArte”, lo si legge in un comunicato del assessorato alla cultura. “Si rende noto che per cause legate al maltempo la data di queste sera a cura di Cassino Multietnica, che prevedeva l’esibizione della ‘Banda Adriatica – Med Free Orchestra al Teatro Romano è stata annullata. Per le stesse ragioni, invece la data di domani, mercoledì 10 luglio, sempre a cura di ‘Cassino Multietnica’ e rientrante nel cartellone di Cassino Arte, con Jhonny Freak e Musaminà è stata rinviata a mercoledì 17 luglio. Infine si comunica che per ragioni tecniche la serata di martedì 30 luglio con il Festival Internazionale del Folklore è stata spostata a sabato 3 agosto”.

9 luglio 2013 0

Controlli della Guardia Costiera alla pesca: sequestrati 320 kg di vongole ‘venus gallina’

Di redazionecassino1

Nella scorsa nottata, si è svolta un’importante operazione nell’ambito del contrasto alla commissione di illeciti nel settore della pesca marittima ed, in particolare, della commercializzazione del prodotto ittico.

Nella rete degli accertamenti che ha prodotto totalmente il sequestro amministrativo di circa Kg. 320 di vongole della specie venus gallina, è finito un Comandante di peschereccio adibito alla pesca delle vongole (cd. Vongolare) ormeggiato presso il Porto di Giulianova.

Infatti, a seguito della segnalazione di un privato cittadino, il personale militare di servizio presso la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova si accorgeva dalle telecamere di videosorveglianza della presenza nei pressi della banchina del 2° braccio del Molo Nord di una persona intenta a caricare all’interno di un’autovettura alcuni sacchi di vongole che subito dopo si dava velocemente alla fuga.

Giunti sul posto, i militari coordinati e diretti dal Comandante Sandro Pezzuto, hanno potuto constatare dal finestrino esterno della plancia del motopeschereccio la presenza all’interno di innumerevoli ulteriori sacchi di vongole, stipati scaltramente alla rinfusa.

Si procedeva, pertanto, a convocare e ad identificare sia il Comandante dell’unità, nei cui confronti veniva elevata la sanzione amministrativa di € 4.000 ed il sequestro amministrativo dell’attrezzo oltre che del pescato, sia il secondo marittimo imbarcato, che tentava di accollarsi inspiegabilmente la colpa di quanto accaduto.

Tale enorme quantitativo di prodotto di illecita provenienza, superiore a quello consentito consistente in un massimo di n. 30 sacchi da kg. 11,250 cadauno, peraltro già pescato nel corso della mattinata, sarebbe stato verosimilmente avviato alla distribuzione/commercializzazione fraudolenta presso qualche esercizio commerciale o privato in spregio di qualsiasi normativa igienico-sanitaria, di tracciabilità e di natura fiscale.

La Guardia Costiera di Giulianova sottolinea che l’attività di controllo proseguirà senza sosta, sia allo sbarco che lungo tutta la filiera della pesca, onde garantire la sicurezza del cittadino ed il diritto alla trasparenza, e torna a sensibilizzare quanti siano testimoni di attività illecite in materia di pesca in generale a segnalare tempestivamente al numero 0858004916 ogni eventuale notizia/elemento, che possa essere utile per consentire una più efficace attività di contrasto.

9 luglio 2013 0

“Notte bianca della cultura” ieri l’incontro con i commercianti di Cassino

Di redazionecassino1

“Proseguono le riunioni organizzative in vista della notte bianca della cultura che si terrà a Cassino il 31 agosto.” A dichiararlo è stato l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, che ha sottolineato la grande risposta in termini di partecipazione e di proposte da parte dei soggetti coinvolti nell’organizzazione della manifestazione. “Dopo l’incontro della scorsa settimana – ha continuato Grossi – cui hanno preso parte oltre 30 associazioni culturali del territorio, ieri è stata la volta dei commercianti che hanno sin da subito mostrato grande interesse e disponibilità ad impegnarsi per la riuscita della notte bianca della cultura a Cassino. Alla riunione erano infatti presenti oltre 40 operatori commerciali storici della nostra città. Un segnale questo della bontà dell’idea di realizzare una manifestazione che è vista, anche dai commercianti, come un’occasione importante per la città sia per quanto concerne l’aspetto culturale che per la possibilità di avere a Cassino una grande partecipazione di persone.” Un concetto confermato anche dal presidente della Pro Loco, Andrea Incagnoli che ha aggiunto: “questa prima edizione della notte bianca della cultura non deve assolutamente rimanere un episodio isolato, ma deve essere l’esordio di una manifestazione che deve ripetersi negli anni, diventando un vero e proprio appuntamento fisso per la città.” Alla riunione, che si è tenuta all’interno degli uffici di ‘Cassino Turismo’ presso l’Historiale, erano presenti anche Antonio De Rosa e Domenico Durante in qualità di organizzatori dell’evento, oltre a Maurizio Coletta presidente dell’associazioni commercianti di Cassino. “Sono felice – ha sottolineato Coletta – che i commercianti di Cassino siano stati presenti a questa riunione perché vuol dire che hanno colta l’importanza di portare avanti simili iniziative che se, come in questo caso, fatte con serietà possono fornire un valido contributo all’intero settore, garantendo quei risultati che noi tutti auspichiamo. Cassino ha un potenziale enorme da cui partire e sui cui noi tutti dobbiamo lavorare per far crescere e migliorare costantemente la situazione del nostro territorio. A tal proposito personalmente mi sto attivando per contattare anche la diocesi di Montecassino in occasione della notte bianca della cultura che non è un evento prettamente settoriale, ma una manifestazione che mira a coinvolgere tutto il tessuto sociale della città.”

9 luglio 2013 0

Trovato con 54 cardellini e 2 tartarughe, denunciato un 56enne a Sessa Aurunca

Di admin

Questa mattina a Sessa Aurunca (CE), frazione Piedimonte, localita’ San Sebastiano, i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca hanno Deferito in Stato di Libertà, per uccellagione un 56enne del posto, agricoltore. L’uomo, a seguito perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di numerose gabbie contenenti nr. 54 (cinquantaquattro) uccelli di specie protetta (razza “cardellino”) e nr. 2 tartarughe. All’interno dell’abitazione è stato poi rinvenuto materiale vario utilizzato per la cattura, sottoposto a sequestro. Gli animali sono stati rimessi in libertà dal personale della competente ASL “servizio veterinario” di Caserta, intervenuti sul posto.

9 luglio 2013 0

Porta a porta: la differenziata vola all’81%, per Legambiente Sermoneta è Comune “Rifiuti Free”:

Di admin

Sermoneta ancora una volta orgoglio del Centro Italia per la raccolta differenziata. Legambiente anche quest’anno ha premiato i Comuni “Ricicloni”, che si stanno distinguendo in una gestione virtuosa della raccolta differenziata dei rifiuti. Solo 10 Comuni del Lazio hanno superato il 65% previsto dalla legge: Sermoneta è l’unico Comune della Regione ad aver toccato l’81%, un risultato straordinario che va a premiare l’ottimo lavoro fatto fin dal 2004, quando la cittadinanza ha dato fiducia all’Amministrazione Comunale scommettendo in questo nuovo sistema di gestione dei rifiuti. Sermoneta, come pioniera del porta a porta, ha saputo centrare un obiettivo ambizioso ancor prima che diventasse un obbligo di legge, contribuendo a una minore produzione di rifiuti e conseguente minore immissione di CO2, limitando il conferimento in discarica dell’indifferenziato.

In questa edizioni 2013 Sermoneta è stata premiata non solo come “Comune riciclone”, ma anche e soprattutto come uno dei tre Comuni del Lazio “Rifiuti Free”, riconoscimento speciale istituito da Legambiente in questa XX edizione del premio, ottenuto “per essere riusciti a ridurre di circa il 90% la quantità di rifiuti da smaltire”.

Davvero un ottimo risultato per tutta la comunità, che ogni giorno pone la propria attenzione nel separare i rifiuti avviando quanto più possibile al recupero.

“Questo è un riconoscimento che desideriamo condividere con tutta la cittadinanza”, spiegano l’Assessore delegato alla raccolta differenziata Claudio Damiano e l’assessore all’ambiente Mauro Battisti. “Sappiamo che la strada è ancora lunga e non possiamo adagiarsi sugli allori, dobbiamo continuare a migliorarci per contribuire alla salvaguardia del nostro ambiente. L’ottimo lavoro svolto dall’Amministrazione e dagli uffici comunali preposti, le giornate ecologiche organizzate dall’Assessorato all’Ambiente, le lezioni nelle scuole, l’efficienza della nostra isola ecologica, le compostiere consegnate alle famiglie che ne hanno fatto richiesta sono tutti elementi che hanno contribuito al raggiungimento di questo obiettivo e soprattutto che indicano che la strada intrapresa è quella giusta. Dal 2004 sosteniamo che il porta a porta è il modello vincente, Sermoneta ha aiutato tante Amministrazioni Comunali italiane ad avviare questo sistema di gestione virtuosa dei rifiuti. Ora però non dobbiamo fermarci, dobbiamo migliorare sempre di più la qualità del rifiuto da avviare al recupero e soprattutto ridurre sensibilmente la produzione stessa dei rifiuti. Su questo ci impegneremo sempre di più chiedendo la preziosa collaborazione della cittadinanza. La strada purtroppo è in salita: le nuove leggi obbligano i Comuni a coprire interamente il costo del servizio attraverso la tassa sui rifiuti. Nonostante questo, Sermoneta ha ancora tariffe tra le più basse della provincia”.

9 luglio 2013 0

L’Inps è su Twitter

Di admin

L’Inps è online anche su Twitter, con un profilo ufficiale che estende e consolida la presenza dell’Istituto sui social media. Il profilo Twitter dell’Inps (@Inps_it) si aggiunge ai canali di comunicazione istituzionali già attivi, con l’obiettivo di favorire la diffusione delle informazioni, raggiungere un pubblico che predilige nuove piattaforme di distribuzione, di informazioni e comunicazioni, incrementando l’ascolto e l’interazione con i propri utenti.

Attualmente, l’Inps è già attivo su Facebook con quattro pagine tematiche (Riscattare la Laurea, Utilizzare i Buoni Lavoro, Gestire il Lavoro Domestico e Pensioni: Sistema Contributivo), seguite da più di 15mila fan e su YouTube con un proprio canale ufficiale, che ha raggiunto circa 30mila visualizzazioni. Un’esperienza positiva consolidata anche da un importante riconoscimento ricevuto. Nel 2012, infatti, le pagine tematiche Facebook dell’Istituto hanno vinto il Premio e-Gov per la sezione “Un governo più aperto”, nell’ambito della VIII edizione del premio omonimo.

Il profilo @Inps_it è raggiungibile direttamente all’indirizzo: www.twitter.com/Inps_it. Diventando suoi followers, gli utenti potranno essere costantemente aggiornati su tutte le novità pubblicate dall’Istituto. I contenuti diffusi attraverso il profilo Twitter avranno solo una valenza informativa generale. Per eventuali approfondimenti, richieste di servizi o prestazioni, occorre far riferimento al sito www.inps.it. Sul portale istituzionale è disponibile da oggi anche una sezione dedicata alla presenza dell’Istituto sui social media (pagine tematiche Facebook, canale ufficiale YouTube e profilo Twitter). La sezione “INPS Social Network” è raggiungibile seguendo il percorso HOME > INPS COMUNICA > INPS SOCIAL NETWORK, e comprende anche alcune importanti linee guida (Social Media Policy), utili per chiarire le modalità di relazione e comunicazione adottate dall’Inps sui social network.