Giorno: 15 luglio 2013

15 luglio 2013 0

Atti vandalici nell’isola pedonale di Corso della Repubblica a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Brutta sorpresa questa mattina nell’area dell’isola pedonale di Corso della Repubblica. Gli agenti della Polizia Municipale si sono trovati in presenza di veri e propri atti vandalici, molto probabilmente l’intento è quello di danneggiare l’immagine di una città che si presenta sempre più bella e decorosa. In particolare una delle tre fioriere appena acquistate è stata danneggiata da qualche vandalo, nello specifico è stata spostata di una quindicina di centimetri e sono state piegate le gambe laterali danneggiandone il funzionamento. Sono stati inoltre trovati segni di pedate e vasi di fiori buttati o divelti in diverse aree dell’isola pedonale, compreso la zona alta dell’ascensore inclinato. Il Comando della Polizia Municipale si è già attivato per redigere una denuncia contro ignoti per atti vandalici.

15 luglio 2013 0

Si toglie la vita con la pistola sparachiodi. Imprenditore di Pofi aveva ancora cartella esattoriale in tasca

Di redazione

Si é tolto la vita con la pistola spara chiodi, di quelle usate per uccidere gli animali da macello. Roberto Nirchi, 64 anni di Pofi, imprenditore edile, era scomparso la sera le 3 luglio. Da allora lo hanno cercato ovunque ma oggi, il suo furgone bianco é stato notato nei pressi dell’abbazia di Santa Scolastica a Subiaco. I carabinieri hanno cercato nei paraggi del mezzo e, ad un centinaio di metri, hanno trovato il corpo esanime dell’uomo. In tasca aveva ancora una cartella esattoriale di alcune decine di migliaia di euro. L’imprenditore si é ucciso la sera stesa della sua scomparsa.

15 luglio 2013 0

Protesta Multiservizi, Marino Fardelli: “La Regione onori i suoi debiti”

Di admin

“Esprimo solidarietà ai lavoratori della Multiservizi. Non solo a quelli che hanno minacciato il peggio perché disperati, ma a tutti i dipendenti della società”. Queste le prime parole del consigliere regionale Marino Fardelli subito dopo aver appreso la notizia dei sette lavoratori saliti sul tetto del Comune di Frosinone con la minaccia di gettarsi di sotto. Una giornata intensa e movimentata che ha visto di nuovo in primo piano la questione della società messa in liquidazione. “Dobbiamo innanzitutto riguardare al percorso tortuoso che ha portato alla messa in mobilità dei dipendenti. Innanzitutto la Regione Lazio che partecipa per il 49%, deve farsi carico dei debiti che in totale sfiorano i 4,5mln – ha detto l’on. Fardelli – La metà di questa somma è proprio a carico della Regione Lazio”. La Multiservizi infatti è una società partecipata dai Comuni di Frosinone e Alatri e dalla Provincia oltre che dalla Regione e nessuno di questi Enti dichiara di poter continuare a farsene carico. “E’ il momento di un grande atto di responsabilità, che porti ad una soluzione condivisa facendo prevalere soluzioni alternative. La Regione Lazio è chiamata non solo a farsi carico di quanto dovuto, ma anche a creare per gli ex dipendenti Multiservizi, una strada privilegiata per assunzioni in altre realtà economiche” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli.

15 luglio 2013 0

La banda della Guardia di Finanza a Bucchianico in occasione del quarto centenario della morte di San Camillo de Lellis

Di admin

In occasione delle celebrazioni dell’Anno Giubilare del IV Centenario della morte di San Camillo de Lellis, nella serata di domenica 14 luglio scorso, a Bucchianico (CH), la Banda Musicale del Corpo ha tenuto un applauditissimo concerto alla presenza di un folto pubblico e di numerose autorità civili, religiose e militari.

In Piazza San Camillo de Lellis, gremita da un pubblico che sin dall’inizio ha manifestato il proprio apprezzamento con scroscianti applausi, è stato offerto uno spettacolo che difficilmente potrà essere dimenticato.

Per la speciale esibizione, non a caso, è stato proposto un programma musicale in omaggio della significativa ricorrenza arricchito di brani per tutti i palati e gusti che hanno consentito di evidenziare il vasto repertorio del Complesso Bandistico capace di spaziare dalla musica classica a quella moderna.

Dopo la “Marcia d’Ordinanza della Guardia di Finanza”, scritta dall’indimenticato Maestro Antonio D’Elia, che dal 1932 al 1958 è stato anche Maestro Direttore della Banda del Corpo, il concerto è poi proseguito con: l’“Aida”, celebrativo del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, “La Cavalcata delle Walkirie” di Richard Wagner, “La Gazza Ladra” di Gioacchino Rossini, “Libertango” di Astor Piazzolla ed “On Earth as it is in Heaven” di Ennio Morricone, colonna sonora nel film “Mission”. L’ultimo brano in programma “Tribute to Duke Ellington”, di Duke Ellington, ha ancor di più fatto rivivere in tutti la gioia, la felicità ed il divertimento che hanno contraddistinto la carriera dello straordinario artista.

Ad un pubblico particolarmente entusiasta e divertito è stato poi offerto un duplice bis, che ha ancor di più riscaldato l’ambiente e raggiunto l’apoteosi sulle note dell’Inno Nazionale che ha chiuso una serata dalle intense emozioni e che rimarrà indelebile in tutti i fortunati spettatori.

All’evento musicale hanno partecipato le autorità cittadine e i massimi rappresentanti della Casa Generalizia dell’Ordine dei Ministri degli Infermi.

15 luglio 2013 0

Droga per le province di Latina e Frosinone, sette arresti a Fondi

Di redazione

Rifornivano di droga molti centinaia di tossicodipendenti della provincia di Latina, quella di Frosinone arrivando fino al Molise. A porre fine ad un vasto giro di spaccio di sostanze stupefacenti sono stati gli agenti del commissariato di Fondi diretto dal vice questore Massimo Mazio, e quelli della Squadra Mobile di Latina e Squadra Mobile di Campobasso che hanno eseguito, questa mattina, sette ordinanze di misura cautelare, tre in carcere e 4 ai domiciliari. In galera è finito Mirco Biagiotti, 36 anni residente, ritenuto la testa dell’organizzazione. Italo De Santis 41 anni e Sandro Esposito 45 anni tutti e tre pregiudicati di Fondi Ai domiciliari, invece, è stato relegato un incensurato, A. F. 42 operaio, Umberto Grossi 31 anni, tutti di Fondi, Marian Borcoi 26 anni romeno residente a Fondi e Moses Hokororo, 48 anni straniero residente a Castelvolturno (CE). Dalle indagini svolte gli agenti hanno accertato che i tre gestivano un traffico di droga che che riusciva a smerciare tra i 3 e i 4 chili di droga al mese. L’indagine prende il via dall’arresto in flagranza di tale COLITTI Massimo del”70 , operato il 28.02.2012 nei pressi di Campobasso da personale di quella Squadra Mobile, bloccato con circa 200 grammi di cocaina sequestrati e riconducibili alla attività di soggetti pregiudicati di Fondi orbitanti nel mondo dello spaccio al minuto di sostanze stupefacenti. In particolare, in tale occasione , la droga era occultata in una motocicletta trasportata a Campobasso a bordo di un furgone appositamente noleggiato, di conseguenza, dall’esame del GPS montato sul camioncino è stata desunta la provenienza del mezzo partito da un’ officina meccanica di Fondi.

Dal primo arresto in poi, nel corso della lunga e complessa attività info investigativa predisposta, sono stati effettuati svariati riscontri positivi ai reati ipotizzati, suffragati da vari e sistematici sequestri di sostanza stupefacente che in varie quantità, serviva ad alimentare il mercato fondano e zone limitrofe attraverso una fitta rete composta da spacciatori e piccoli assuntori. Infatti, nel corso delle indagini già alcuni dei soggetti destinatari delle odierne misure sono stati tratti in arresto ed è stato acclarato che il fiorente traffico, spesso proveniente dal casertano, era costituito da droga già suddivisa in numerose dosi pronte per lo spaccio.

In considerazione quindi della validità del quadro probatorio acquisito ed agli stessi indagati riconducibile, in relazione ai vari episodi ed accadimenti ampiamente riscontrati è stata evidenziata la necessaria adozione di idonee misure custodiali personali atte a prevenirne ed impedirne la reiterazione oltre che fornire loro la possibilità di inquinare e invalidare le prove raccolte.

Le attività intercettive svolte hanno disvelato una intensa attività di compravendita di sostanze stupefacenti gestita da BIAGIOTTI con alcuni dei coindagati tra cui GROSSI Umberto, BORCOI Marian ed ESPOSITO Sandro che avevano diversi ruoli e funzioni, emerge infatti in maniera chiara che alcuni di essi effettuavano viaggi in Campania su mandato del loro “capo” impiegati come “corrieri” per acquistare lo stupefacente.

Rilevati i concreti elementi probatori raccolti, nel corso dell’attività investigativa, nei confronti degli indagati e rilevato che numerosi sono i riferimenti alle plurime attività di acquisto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo eroina e cocaina poste in essere dai suddetti indagati stante la quantità e qualità di droga trattata e la loro ripetitività ricorrono specifiche esigenze cautelari anche in considerazione dei precedenti specifici di alcuni di essi, il P.M. concordando con le richieste avanzate ha ravvisato la necessità di richiedere l’applicazione della misura cautelare personale a carico dei predetti.

Tutti gli elementi investigativi sinteticamente descritti rappresentano l’insieme univoco per legare tra loro plurimi episodi che sarebbero potuti apparire altrimenti come neutri avuto riguardo al mero contenuto criptico di alcune conversazioni non individualizzate dal gergo esplicito rilevato in altre (laddove gli indagati fanno diretto riferimento alla sostanza stupefacente mediante l’uso dei termini convenzionali quali “scooter”, “mozzarella” ed altri) e che come detto, sono state valorizzate dall’attività di sequestri di sostanze stupefacenti operati in altri ambiti procedimentali ma comunque connesse temporalmente e soggettivamente all’attività di investigazione sviluppata.

Inoltre, dall’analisi delle conversazioni emerge in maniera chiara il ruolo del Biagiotti nel procacciare droga ai vari tossicodipendenti che con insistenza lo chiamano più volte al telefono, sicchè le varie cessioni contestate vanno a suffragare l’intero quadro investigativo. In circa un mese di attività è stato monitorato un movimento di circa 100gr. di sostanza al giorno con continuo rifornimento dal casertano, indicativo dell’ approvvigionamento di circa 3-4 kg al mese (per un valore di 15/20.000e.) Difatti, decine sono stati gli acquirenti provenienti dal frusinate e dalla provincia di LT controllati e segnalati alla Prefettura (ai sensi dell’art.75 D.P.R. 309/90) con contestuale ritiro di patente di guida, in alcuni casi. Nella mattinata odierna, nel corso delle attività sono state effettuate anche perquisizioni mirate con l’ausilio di personale della Squadra Cinofili fatta appositamente giungere in loco, per controllare con maggiore incisività le abitazioni e relative pertinenze dei predetti. Nel corso della perquisizione domiciliare a carico dell’ESPOSITO Sandro, è stata rinvenuta una boccetta contenente METADONE (medicinale solitamente in uso ai tossicodipendenti), nr. 2 bilancini di precisione marca LAICA e VALEX e una scatola contenente stringhe per confezionamento sacchetti, verosimilmente utilizzate per confezionare le dosi nonché una scatola in metallo con tre pezzi di hashish del peso di gr.2 circa, il tutto veniva sequestrato e posto a disposizione dell’A.G.procedente. Alla luce di quanto sopra, gli arrestati dopo le formalità di rito, sono stati condotti, i primi 3, presso la Casa Circondariale di Latina mentre i restanti 4, accompagnati presso le rispettive abitazioni ove dovranno scontare il periodo degli arresti domiciliari imposto dal Tribunale di Latina.

15 luglio 2013 0

Proposta di legge per la cerimonia sul 70esimo anniversario della distruzione di Cassino e di Montecassino

Di redazione

“La guerra è povertà e orrore mentre la pace è ricchezza e credo che non ci può essere pace se l’agenda politica non si fa carico di azioni concrete per assicurare la sua diffusione nella cultura delle nuove generazioni”. Con questa premessa, il consigliere regionale Marino Fardelli ha presentato in Regione Lazio una proposta di legge sul 70esimo dalla distruzione di Cassino e Montecassino e sulle battaglie di Cassino, una data importante che cade nel 2014 a favore dei Comuni e delle Associazioni dell’area dello sfondamento della Linea Gustav. Il testo della proposta di legge presentata alla Pisana nei giorni scorsi, condivisa con alcune associazioni del territorio, prevede manifestazioni di interesse turistico, culturale e religioso, iniziative nel settore dell’editoria, nella politica di accoglienza e dell’informazione turistica e iniziative fortemente volute da tutte quelle associazioni nate nel nostro territorio che con sacrifici e passione le portano avanti suscitando sempre grande partecipazione da parte dei cittadini. Uno degli obiettivi della proposta di legge è quello di “coinvolgere ed interessare i giovani che possono cogliere dalle celebrazioni del 2014 il messaggio di pace quale esempio nella formazione della loro cultura”. Il consigliere regionale Fardelli ha infatti evidenziato nella sua proposta di legge che le nuove generazioni non colgono il senso delle celebrazioni se le iniziative si concentrano nell’unico fine della commemorazione. “Parliamo ai giovani con la loro lingua. Parliamo loro attraverso la musica, l’arte, la tecnologia, lo sport” ha detto ancora l’on. Fardelli. Nel testo della proposta di legge del consigliere regionale sono menzionate alcune iniziative da organizzare da parte dei Comuni dei territori di Cassino e del Cassinate che hanno l’obiettivo di avviare una politica di accoglienza turistica a beneficio del nostro territorio, come un festival internazionale di musica, una competizione sportiva come una mini olimpiade della pace, docu-film, borse di studio, un concorso fotografico internazionale, seminari, punti di informazione che mancano. “Tutte iniziative che dovranno svolgersi in tutti i Comuni che sono stati teatro di guerra durante il secondo conflitto mondiale che porteranno scambi culturali e partecipazione e che parleranno a tutti noi di pace e di speranza. La stessa speranza che nasce dalla consapevolezza che il nostro territorio ha bisogno di condivisione e rete nell’offerta turistica. I comuni del cassinate prevedono diverse iniziative per il 2014, la Regione deve incentivare queste proposte, gli amministratori dovranno metterle in rete, i cittadini usufruirne da qui in avanti pensando anche alla nascita di cooperative di giovani che sul turismo e sulla cultura potranno investire. La Regione Lazio ha la possibilità di decretare le opportunità. Spetta ai territori coglierne le potenzialità.” ha concluso il consigliere regionale Fardelli.

15 luglio 2013 0

Frosinone Multiservizi, in sette sul palazzo comunale minacciano di gettarsi di sotto

Di redazione

Sette dipendenti della Multiservizi di Frosinone, l’azienda con partecipazione comunale e regionale messa in liquidità, sono saliti sul tetto del comune di Frosinone e minacciano di lanciarsi nel vuoto. Una vertenza che va avanti da tempo. I lavori che prima svolgevano sono stati affidati a cooperative sociali e dei circa 200 dipendenti, molti non hanno accettato di essere riassunti a condizioni diverse. Oggi pomeriggio si deciderà in regione della loro posizione. Intanto questa mattina alle 12 circa, un gruppo di sette di loro, sono saliti sul tetto del palazzo di piazza 6 dicembre minacciando l’estremo gesto. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco di frosinone e gli agenti della questura.

15 luglio 2013 0

Sportello unico per gli utenti del mare: orario prolungato, attivo anche nei week-end

Di redazione

Da quest’anno, a partire da oggi 15 luglio fino al 18 agosto, la Capitaneria di porto di Gaeta potenzierà i servizi forniti all’utenza anche in quei giorni in cui, normalmente gli uffici preposti sono chiusi al pubblico. Il servizio in questione, previsto in armonia con le direttive impartite a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e a livello regionale dalla Direzione Marittima del Lazio, prevede l’apertura di una “sportello unico” presso la sede centrale sita in Via Docibile n. 25, oltre che nei giorni feriali fino alle 20.00, tutti i i sabato e domenica dalle 09.00 alle 18.00. L’iniziativa è stata pensata con l’obbiettivo di creare un “info-point” dedicato all’utenza diportistica e balneare che abbia necessità di informazioni o risposte immediate, richieste di chiarimenti o ritiro di moduli per svolgere le pratiche più comuni, in un periodo dell’anno particolarmente intenso, caratterizzato da una richiesta di servizi sempre crescente, con modalità più vicine ai bisogni dei cittadini. La Guardia Costiera, infine, ricorda che per ogni emergenza in mare è attivo, 24 ore su 24, il numero blu 1530, gratuito da tutta Italia.

15 luglio 2013 0

La fondazione Neuromed premia Patty Pravo al meeting del mare

Di admin

Anche quest’anno l’Isola di Capo Rizzuto ha ospitato il Meeting del Mare. Giunto alla XVI edizione, il premio va a vite e carriere eccellenti che possano, in qualche modo, essere foriere di un messaggio e di un esempio per l’intera comunità, come – tanto per citarne alcuni – Pasquale Marra, fondatore e presidente del gruppo Adnkronos, il conduttore di Rai Uno Franco Di Mare, il Rettore dell’Università di Catanzaro Aldo Quattrone e il giornalista Riccardo Bonacina direttore della rivista “Vita”. Dopo esser stato protagonista, ricevendo il premio alla ricerca in campo neurologico nel corso della XV edizione, quest’anno Neuromed ha presenziato all’evento premiando a sua volta un’icona italiana. Il premio “Un Mare di… Successi”, conferito dalla Fondazione Neuromed, è infatti andato a Patty Pravo. 65 anni compiuti quest’anno, di cui 47 di successi musicali, la vita personale e professionale di Patty Pravo è un viaggio segnato dalla determinazione e dalla lucidità di un’artista che ha sempre cercato nuovi stimoli e nuove strade, in nome della musica non omologata. È proprio per questa sua costante e indiscutibile ricerca del nuovo, del diverso e del coraggio di perseguirlo, che la Fondazione Neuromed ha deciso di scegliere lei come destinataria del premio, come ha ancor meglio spiegato il Presidente della Fondazione, Mario Pietracupa, al momento della premiazione. “La ricerca e la musica hanno in comune la creatività, la passione, il lavoro di qualità che paga sempre in ogni campo e che solo quando è tale lascia il segno, consentendo di ottenere risultati. Questa serata è stata splendida, perché abbiamo avuto modo di conoscere storie di uomini fantastici, dimostrando di fatto che il nostro Paese è in grado di esprimere in ogni campo intelligenze, professionalità ed eccellenze di rilievo. In qualità di Presidente della Fondazione Neuromed, è soprattutto alle giovani generazioni che vorrei rivolgermi affinché prendano esempio da queste persone che lavorano per offrire alla società un contributo importante. È necessario aver fiducia ma soprattutto passione che ci impegniamo a sostenere con iniziative importanti. A questo proposito, confermando quanto questo evento sia compatibile con i nostri fini, quello di rimettere in moto l’entusiasmo per raggiungere risultati eccellenti, mi propongo, sin d’ora per il prossimo anno, candidando a conferire il premio ad un giovane che si sarà impegnato nel campo della ricerca scientifica. Perché è giusto che sentano anche il nostro calore, il senso della nostra riconoscenza, che sappiano che sono protagonisti e lo saranno anche in futuro”.

15 luglio 2013 0

Cambio al vertice del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Frosinone

Di admin

Passaggio di consegne al Nucleo di Polizia della Guardia di Finanza di Frosinone: il Magg. Giovanni De Luca, dopo cinque anni lascia la guida del Reparto in quanto assegnato ad un nuovo prestigioso incarico, quale Comandante presso il Gruppo di Viareggio.

La cerimonia di avvicendamento si è svolta alla presenza del Comandante Provinciale, Colonnello Roberto Piccinini, che ha espresso un vivo ringraziamento al Magg. Giovanni De Luca ed ha avuto parole di grande apprezzamento per il lavoro da Egli svolto alla guida del Nucleo di Polizia Tributaria.

Il Magg. Giovanni De Luca ha rivolto sentiti ringraziamenti a tutto il personale del Nucleo PT per l’opera svolta insieme, a servizio del Paese ed ha augurato al Comandante subentrante Ten. Col. Michele Mongili, di poter conseguire analoghi brillanti risultati di servizio.

Alla presenza di rappresentanze di ispettori, sovrintendenti e finanzieri, il Comandante Provinciale ha altresì ricordato i brillanti risultati di servizio conseguiti dal Nucleo PT di Frosinone in cinque anni di comando del Magg. De Luca, tra cui spiccano basi imponibili recuperate a tassazione per centinaia di milioni di euro; indagini di p.g. nei settori dei reati contro la P.A., contro gli sprechi di denaro pubblico e contro la criminalità organizzata.

II nuovo Comandante del Nucleo PT, è il Tenente Colonnello Michele Mongili 42 anni, coniugato con un figlio, potentino, laureato in giurisprudenza, si è arruolato nella Guardia di Finanza nel 1992 e, completato il ciclo di studi presso l’Accademia del Corpo, ha svolto incarichi di comando presso la Compagnia di Ancona e il Nucleo di Polizia Tributaria di Treviso. Proviene dal Ministero dell’ Economia e delle Finanze, nel cui ambito era impiegato nel Gabinetto del Ministro, quale addetto all’ufficio legislativo economia. Il Comandante Provinciale ha formulato fervidi auguri per un proficuo lavoro al nuovo Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria.