Giorno: 28 luglio 2013

28 luglio 2013 0

Schianto mortale a Villa Santa Lucia, muoiono moglie e marito – LE FOTO

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sale a due morti il bilancio dell’incidente stradale avvenuto a Cassino poco prima delle 18. Alla prima vittima, Germano Pinchera, 70 anni di Villa Santa Lucia, si è aggiunta poco dopo anche la consorte, Annamaria Pannone, 64 anni. I due abitavano a meno di cento metri dal luogo dell’incidente che ha visto la loro Yaris scontrarsi con una Mercedes Classe A guidata da un 35enne di rocca secca rimasto ferito a sua volta ma in condizioni non serie. Er. Amedei foto Alberto Ceccon clicca qui per vedere tutte le foto

28 luglio 2013 0

Ubriaco, sbanda e travolge una famiglia a San Felice Circeo

Di redazione

In stato di ebbrezza alcolica, perde il controllo della sua auto e travolge una famiglia a San Felice Circeo. Ad avere la peggio è stato il bambino di 5 anni che camminava con i suoi genitori e un altroi fratellino. Il piccolo è stato trasportato a Roma, mentre gli altri componenti della famiglia sono stati ricoverati presso gli ospedali della zona. L’automobilista L.L. 48 anni italiano, è stato fermato dai carabinieri mentre tentava di allontanarsi dal luogo dell’incidente e si è rifiutato di sottoporsi all’alcooltest. Per questo è stato denunciato oltre, ovviamente per il reato di lesioni personali aggravate. Già in precedenza all’uomo gli era stato ritirato il documento di guida sempre per problemi di alcool.

28 luglio 2013 0

“Ponza Estate 2013”, massiccia forza di polizia per arginare liti tra turisti e locali

Di redazione

Nella giornata di sabato 27 luglio , sono stati ulteriormente intensificati i servizi di controllo del territorio e di ordine pubblico effettuati sull’isola di Ponza da parte delle forze dell’ordine. Come noto la Questura di Latina in previsione dell’evento “PONZA ESTATE 2013”, ampiamente divulgato attraverso FACEBOOK da parte di giovani residenti in Roma, aveva inviato una Task Force coordinata dal Commissariato di PS di Formia composta da personale di quell’Ufficio della Polizia di Stato da Carabinieri, da Finanzieri, Capitaneria di Porto e Vigili Urbani, al fine di gestire eventuali problematiche di ordine e sicurezza pubblica che , già negli anni passati, avevano caratterizzato questi happening di ragazzi della cosiddetta Roma bene. La presenza di tale forza ha consentito di arginare fenomeni di violenza come alcuni episodi che hanno visto alcuni giovani arrivare alle mani con i locali e avere la peggio. Nello specifico Un ponzese di mezza età, con segnalazioni di polizia per reati contro la persona ed altro, ed un gruppo di minori, in vacanza a Ponza. Il rapido intervento della forza di interdizione, composta dagli uomini della Polizia di Stato Guardia di Finanza ed Arma dei Carabinieri, ha consentito di riportare alla ragione i protagonisti della vicenda e ad evitare che l’episodio, nato per futili motivi nel cuore della notte all’uscita della discoteca, potesse degenerare ulteriormente in danno delle stesse persone coinvolte a causa di ulteriori atti di intemperanza, immediatamente contenuti dal personale intervenuto. Per tutta la giornata di sabato 27 sono stati accentuati i controlli sulle persone sbarcate sull’isola e sugli esercizi pubblici. Pertanto sono stati realizzati dei controlli di tipo amministrativo al fine di verificare il rispetto delle norme sanitarie del T.U.L.P.S. e del codice della navigazione. Preventivamente sono state controllati i luoghi di ritrovo frequentati dai villeggianti dell’isola, ponendo all’entrata delle discoteche dell’isola pattuglie che hanno evitato sul nascere qualsiasi atto di intemperanza da parte degli utenti. Il servizio, protratto sino alle ore sei del mattino ha verificato il tranquillo scorrere della movida ponzese, limitandosi a vegliare sull’isola e sulle numerosissime imbarcazioni ormeggiate alla ruota in rada, con l’ausilio delle imbarcazione di servizio . Alcune contravvenzioni sono state elevate dal personale impegnato nei confronti di un natante privo della documentazione prescritta dal codice della Navigazione, mentre un paio di contravvenzioni amministrative sono state contestate a due esercizi pubblici non in regola con la normativa del T.U.L.P.S.. E’ previsto che il servizio predisposto dal Questore di Latina e coordinato dal dirigente il Commissariato di Polizia di Formia venga ripetuto nei prossimi week end.

28 luglio 2013 0

Schianto sulla via Casilina a Villa S. Lucia. muore il marito, gravissima la moglie

Di redazione

Un morto e un ferito grave è il bilancio di un incidente stradale frontale che si è verificato oggi pomeriggio alle 18 circa sulla via Casilina a Villa Santa Lucia. Nell’impatto tra una Yaris e una Classe A, hanno avuto la peggio due coniugi che erano appena usciti di casa a bordo dell’utilitaria. L’uomo, di circa 60 anni è morto sul colpo, la donna è stata trasportata d’urgenza in ospedale a Cassino ma le sue condizini sono disperate. Sul posto ci sono i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Cassino.

28 luglio 2013 0

Litiga con la suocera 86enne e la colpisce con un mattarello. Arrestato dai Carabinieri un 49enne

Di redazionecassino1

Questa notte, a Rapino (CH), un uomo di 49 anni, nel corso di un’animata lite familiare scaturita per futili motivi, ha afferrato un mattarello e si e’ scagliato contro la suocera di 86 anni colpendola violentemente e ripetutamente alla testa. Subito dopo e’ fuggito dall’abitazione facendo perdere le sue tracce. Sul posto, a seguito delle richieste di aiuto pervenute al 112, sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Rapino che hanno subito avviato le indagini per rintracciare l’uomo. Alle 7:30 circa di questa mattina il 49enne e’ stato fermato, a Chieti Scalo, dai Carabinieri delle Stazioni di Rapino e Chieti Scalo, mentre vagava da solo, a piedi, in evidente stato confusionale. Tratto in arresto con l’accusa di tentato omicidio e’ stato associato al carcere di Chieti a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria. La donna e’ stata invece trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Chieti e successivamente, a causa delle ferite riportate, ricoverata in prognosi riservata.

28 luglio 2013 0

Fattura telefonica da 300mila euro, donna “urla” alla truffa ma viene denunciata per simulazione di reato

Di redazione

Un traffico telefonico, massiccio per una spesa complessiva di 300 mila euro, che una 41enne di Ferentino ha tentato di non pagare seguendo la strada della menzogna. Ha rimediato, invece, una denuncia per simulazione di reato e truffa ai danni di una società telefonica. La donna, amministratrice di una azienda di Roma, aveva denunciato presso il comando stazione di Ferentino, di aver subito la truffa per l’attivazione di numerose utenze telefoniche le cui le fatture ricevute ammontavano complessivamente ad 300mila euro. Dagli accertamenti eseguiti dai militari operanti emergeva invece che, di fatto, la donna in più circostanze, sottoscriveva personalmente i citati contratti e la denuncia sporta era finalizzata ad eludere i pagamenti delle regolari fatture.

28 luglio 2013 0

Per 20 anni vittima delle brutalità sessuali del padre, orribile storia ad Alatri

Di redazione

Per 20 anni ha subito le violenze sessuali del padre padrone. L’incubo è finito ieri con l’arresto del 57enne di Alatri al quale i carabinieri hanno stretto le manette ai posi al termine di una complessa ed articolata attività d’indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore di Frosinone Dott.ssa Barbara Trotta. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone Dott. Francesco Mancini. Secondo le indagini svolte, l’uomo da vent’anni costringeva la propria figlia, con frequenza giornaliera, a compiere e subire atti sessuali con lo stesso, sottoponendola ad un continuo regime di sofferenze fisiche e morali. I militari operanti accertavano che la giovane, ora maggiorenne, negli anni addietro, a causa delle violenze subite, aveva tentato anche il suicidio, venendo ricoverata in alcune strutture sia pubbliche che private, ove ai sanitari spiegava i motivi dell’insano gesto. I medici, in taluni casi, venuti anche parzialmente a conoscenza delle violenze da lei subite, omettevano le previste comunicazioni all’Autorità competenti e , per questo, si sta valutando la posizione di alcuni di loro. Er. Am..