Con i risparmi sulle indennità degli amministratori del Comune di Frosinone, pagato il progetto Archise

24 luglio 2013 0 Di redazione

Dalle promesse ai fatti. Prendono corpo i progetti e le iniziative finanziati con il fondo Solidiamo, fortemente voluto dall’amministrazione Ottaviani, alimentato dal risparmio del 50% sulle indennità di sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale e sui gettoni di presenza dei consiglieri comunali. Il primo a partire è stato il Progetto Anchise, il progetto rivolto agli anziani ed articolato in corsi di formazioni per l’utilizzo di internet e dei social network, in corsi di attività fisica ed educazione alimentare, in corsi di musica, arte e ballo, in corsi di educazione alimentare, lingua straniera e scrittura creativa e cucito, corsi di nuoto e in viaggi culturali in musei, siti archeologici e monumentali.
Proprio nei giorni scorsi è stata organizzato dal Comune di Frosinone, con i fondi recuperati dall’autotassazione del 50% da parte del Primo Cittadino, della Giunta e dei Consiglieri, un viaggio culturale di due giorni a Napoli e dintorni. Due pullman pieni sono partiti alla volta della Campania e i partecipanti hanno potuto visitare le chiese di San Gennaro, Santa Chiara, la chiesa del Gesù Nuovo dove il dott. San Giuseppe Moscati esercitava la sua professione con il motto: “Chi ha, metta. Chi non ha, prenda”. E poi l’immancabile visita a Spaccanapoli, un giro d’obbligo a San Gregorio Armeno per guardare con ammirazione le statuine raffiguranti, non solo persone di fama storica, ma anche personaggi celebri del momento.
E poi ancora il Museo Archeologico Nazionale, che vanta il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia, tanto che in esso sono esposti oltre tremila oggetti di valore esemplare e sono conservati centinaia di migliaia di reperti databili dall’età preistorica alla tarda antichità, sia provenienti da vari siti antichi del Meridione sia dall’acquisizione di rilevanti raccolte antiquarie, a partire dalla collezione Farnese appartenuta alla dinastia reale dei Borbone, fondatori del Museo.
Il programma della due giorni ha previsto, anche, momenti di relax e passeggiate nel centro di Napoli e una bellissima visita guidata alle aree archeologiche di Pompei ed Ercolano.
“Una gita che rimarrà negli annali della storia dei Centri Sociali Anziani di Frosinone”, è stato uno dei commenti più ricorrenti.
“Siamo felici del successo delle iniziative che stiamo portando avanti” ha detto l’assessore ai servii sociali Carlo Gagliardi. “Grazie al fondo Solidiamo, una vera rivoluzione nel modo di fare amministrazione in Italia, stiamo venendo incontro alle esigenze dei giovani e degli anziani della nostra città, coniugando aspetti di finalità sociale e culturale”.