pubblicato il31 luglio 2013 alle 17:38

La polizia di Formia intensifica i controlli contro i reati di stalking

Raccolte nel giro di pochi giorni dal personale del Commissariato di Formia, denunzie di maltrattamenti in famiglia e nei confronti di donne configurabili in alcuni casi, quali episodi di stalking. Trattasi di vicende che vedono come vittime donne separate che non hanno risolto pacificamente il loro rapporto con il partner, o che rimangono vittima del retaggio di un’antica cultura che si basa sul concetto di possesso del sesso forte sul sesso debole.

Gli atteggiamenti di molestia si esplicano in svariato modo, attraverso meditati pedinamenti ossessivi dell’ex partner, in manifestazioni impulsive che coinvolgono terze persone o, nel peggiore dei casi, minorenni generati dalla coppia.

Numerose sono state pertanto le chiamate al 113 volte a richiedere interventi per i casi descritti e che hanno visto il personale della squadra volante accorrere per fronteggiare situazioni che rischiavano di degenerare oltremodo. In alcuni casi trattandosi di soggetti in possesso di armi da caccia o per uso sportivo, si è provveduto a ritirare in via cautelativa le stesse, unitamente ad ogni tipo di autorizzazione in materia rilasciata per il venir meno del requisito della buona condotta.

La magistratura è stata informata del fenomeno attraverso la redazione di informative che vedono al momento denunziate alcune persone di sesso maschile, per le quali si è in attesa di misure di carattere cautelare.

Il commissariato invita a denunziare repentinamente casi analoghi, al fine di prevenire il degenerare degli stessi ed evitare di dover intervenire per i casi piu’ gravi e irreparabili che riempiono le cronache giudiziarie.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07