pubblicato il3 luglio 2013 alle 18:14

Ladri d’auto in azione in campo Miranda, a farne le spese una giovane neo-pendolare

Torna l’incubo dei ladri d’auto in piazza Miranda, parcheggio per molti pendolari di Cassino e comuni vicini che ogni mattina lasciano le loro auto per recarsi al lavoro nella Capitale o in altre città. Non sempre, però, tutto fila liscio, e a volte ci si imbatte in qualche spiacevole sorpresa. È quanto è accaduto l’altra mattina ad una giovane ragazza, da poco entrata nella nutrita schiera dei pendolari del mattino. La ragazza che tutte le mattine parte da Alvito per recarsi nella Capitale per lavoro. Alle  6.30 la nostra giovane pendolare, arrivata in campo Miranda ha parcheggiato la sua auto come sempre e si è recata alla stazione per prendere il treno. Una giornata come tante, arrivo alla stazione Termini, venti minuti di metropolitana e una normale giornata di lavoro.  Stesso percorso, all’incontrario però, per rientrare, m a questa volta ad attendere la nostra malcapitata c’è una spiacevole sorpresa, l’auto non era più nel posto in cui l’aveva lasciata al mattino. Deduzione facile da trarre, l’auto le era stata rubata. La giovane donna però non si è lasciata scoraggiare più di tanto, anche se lo stato d’animo non deve essere stato dei migliori, espletate le ‘pastoie’ o meglio le seccature, di dover denunciare alla Forze dell’Ordine il furto il giorno seguente si è presentata al solito orario sulla banchina della stazione per affrontare una nuova giornata di lavoro. Alla nostra giovane pendolare non possiamo che augurare di ritrovare presto la sua auto, all ladruncolo potremmo dire, se mai dovesse leggere questa storia, di passarsi una mano sulla coscienza e  restituire l’auto al più presto… sarebbe un bel gesto degno di un vero “ladro gentiluomo”!

F. Pensabene

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07