Marina Militare e fondazione Operation Smile Italia, seconda tappa del progetto “Un mare di sorrisi”

4 luglio 2013 0 Di admin

Sabato 6 luglio 2013 sulla portaerei Cavour, ormeggiata a Taranto, continua la collaborazione tra la Marina Militare e i medici volontari della Fondazione Operation Smile Italia Onlus nel progetto ‘Un Mare di Sorrisi’, per accogliere i piccoli pazienti affetti da gravi malformazioni facciali.

Con l’accordo siglato lo scorso 25 maggio 2013 a bordo di nave Cavour, la Marina Militare e la Fondazione Operation Smile Italia hanno infatti sottoscritto un’importante cooperazione finalizzata all’aiuto dei bambini ed adulti affetti da labiopalatoschisi, e da malformazioni o esiti di malformazioni della testa e del collo.

L’accordo è diventato immediatamente operativo: nelle giornate del 25 e del 26 maggio si è svolto a bordo di nave Cavour il primo weekend clinic, durante il quale sono stati visitati 7 bambini, di cui 3 sono stati operati nella giornata di sabato 25 maggio.

Questa seconda esperienza vedrà le Crocerossine del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, impegnato da sempre in attività umanitarie anche in qualità di Corpo ausiliario delle Forze Armate, nuovamente a bordo della portaerei Cavour dopo la partecipazione alla missione ad Haiti nel 2010.

Dal giorno 4 luglio le otto Infermiere Volontarie saranno a disposizione per l’accoglienza dei pazienti e nei giorni successivi, collaboreranno con il personale sanitario militare e l’equipe di Operation Smile Italia Onlus, che guidata dal dottor Domenico Scopelliti eseguirà gli interventi sui pazienti che saranno inseriti nel programma dopo un accurato screening.

La portaerei Cavour ha offerto perfetta accoglienza ai piccoli pazienti e ai loro familiari, mettendo a disposizione la sua sala operatoria e lo staff medico di supporto.

Sabato 6 luglio si replica. Sono previsti il ricovero e le visite preoperatorie di 6 pazienti nella giornata di venerdì 5 luglio, e gli interventi il sabato successivo.

Nella giornata di venerdì saranno effettuate anche 4 visite di alcuni casi candidati al weekend clinic di settembre.

Tra i pazienti che saliranno a bordo di Nave Cavour, c’è Alina Holubeva, già operata da Operation Smile Italia nel 2008 e nel 2009. Per sapere di più sulla storia di Alina:

http://www.operationsmile.it/index.php/storie/storie-di-sorrisi/alina/#.UdKNFvlYO_0

Il team di medici volontari sarà composto da chirurghi, anestesisti, infermieri di sala operatoria e di reparto, intensivista, dentista e logopedista. Questi ultimi due specialisti sono molto importanti per seguire i pazienti operati, nella fase di crescita durante il trattamento post – operatorio prescritto.

“L’obiettivo della nostra Fondazione è che i nostri dentisti e logopedisti possano collaborare con i colleghi pugliesi, per stabilire dei riferimenti locali in grado di seguire il paziente durante la sua crescita” ha dichiarato il vice presidente scientifico della Fondazione Operation Smile Italia dottor Domenico Scopelliti.

La capacità di accoglienza di Nave Cavour ne fanno un luogo ideale per realizzare un programma di interventi medici qualificati e mirati all’accoglienza di coloro che hanno difficoltà a raggiungere strutture sanitarie idonee o che devono affrontare liste di attesa, che possono risultare esiziali per questo tipo di malformazioni.

La prima esperienza di collaborazione in Italia, dopo la missione di Haiti del 2010, ha dimostrato a quali risultati importanti può condurre una operativa e virtuosa collaborazione. Ha soprattutto messo in risalto i 2 valori di umanità e professionalità alla base del programma ‘Un Mare di Sorrisi’.