pubblicato il12 luglio 2013 alle 17:30

Sperlonga, per il secondo anno consecutivo tappa del campionato italiano di Beach Rugby

Dopo il successo della tappa dello scorso anno, torna a  grande richiesta il Beach Rugby nella perla del Tirreno. La novità di quest’anno è soprattutto la location. Mentre la prima prova si è svolta sull’arenile della spiaggia di levante, per questa nuova edizione, si è voluto dare la giusta alternanza, e quindi organizzare le partite sulla spiaggia di ponente,  più precisamente in località Lago Lungo.   Organizzata dalla Lega Navale, sezione di Sperlonga – Lago di Fondi, attraverso l’interessamento del socio nonché allenatore di diverse squadre di Rugby Fabio Turchi, con la collaborazione del Terracina Rugby Club, la Lega Italiana Beach Rugby, la Federazione Italiana Rugby e l’associazione Sperlonga Eventi, e l’Associazione Albergatori Sperlonga, la tappa Sperlongana vede il coinvolgimento di alcuni main sponsor come Acqua Pradis, Partesa Latina, Remix Sound ; i media partner: Radio Show Italia, il portale di informazione 26lettere.it, il periodico La Voce; gli sponsor tecnici Admo ed Errea.  Il campionato italiano arriva quest’anno alla sedicesima edizione e secondo la federazione, molte cose sono migliorate, come il costante aumento di partecipanti ed il numero dei tornei. Uno sport originale e appassionante con regole proprie: il campo di gioco è lungo 31 metri comprese le zone di meta, e largo 25. Ogni squadra avrà 12 giocatori, di cui 5 in campo e 7 per le sostituzioni che sono illimitate. L’ eventuale espulsione temporanea durerà 2′. L’ingresso in campo avviene esclusivamente a gioco fermo e da centro campo. La partita ha una durata di 10′ divisi in 2 tempi da 5′ con intervallo di 3′. In caso di parità si disputa un tempo supplementare a oltranza sin quando una squadra realizza una meta. In campo invece: il portatore avversario di pallone può essere placcato tra spalle e piedi. Il giocatore placcato o trattenuto deve passare o lasciare il pallone entro 2 secondi. Non esistono mischie ordinate né rimesse laterali. Il pallone opzionalmente può essere calciato all’inizio della partita, ma in Italia si utilizza il “calcio libero” anche per iniziare la partita, dopo una meta dalla squadra che ha subito la meta e dopo un fallo laterale. In nessun’altra azione di gioco il pallone può essere calciato. La realizzazione della meta vale un punto. Le squadre partecipanti a Sperlonga sono ben 12 per un totale di 140 atleti. La manifestazione sportiva rientra nel programma di eventi che legano l’ambiente a diverse pratiche sportive, ed ecco perché è patrocinato dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sperlonga. Ecco i  gironi:

 

A: Terracina, Belli Dentro, Pirati di Nisida
B: Crazy Down, Cella Cella, Fish ‘ Fish
C: Forastici, Fort Apach,  Crazy Crabs
D: Draghi Sbragati, Lengheri, Sabbie Mobili

Nelle squadre militano importanti atleti di categoria, e alcuni giovani inseriti nel giro della nazionale italiana under 20. Quindi spettacolo assicurato. La tappa avrà luogo a Lago Lungo, domani, sabato 13 luglio, sulla spiaggia a destra del canale alle ore 14, mentre alle 19 circa ci sarà la premiazione ed il rinomato terzo tempo. Per informazioni sperlonga@leganavale.it, oppure 3386463203.

 

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07