pubblicato il22 luglio 2013 alle 20:00

Terme di Fiuggi, Fardelli: “Definire la linea di interventi”

Dalla crisi delle Terme allo sviluppo e all’occupazione nel territorio di Fiuggi e nei comuni limitrofi. Il primo cittadino Fabrizio Martini, scrive agli assessori regionali al Bilancio Sartore e al Lavoro Valente, al direttore della programmazione economica della Regione Lazio Marafini, ai consiglieri regionali eletti nel territorio della provincia di Frosinone nonchè al Presidente delle Terme di Fiuggi Natale. Nella lettera il sindaco premette che l’iniziativa segue la riunione del primo luglio promossa dal consigliere regionale Marino Fardelli e partecipata dalle Terme di Fiuggi, nonché dalle rappresentanze sindacali aziendali e provinciali, sul tema della crisi e delle iniziative da intraprendere per il rilancio dello stabilimento termale e quindi del turismo e dell’occupazione. “Concordo pienamente nel sollecitare un nuovo incontro da parte del sindaco Martini – ha detto l’on. Fardelli – Concretamente, con la partecipazione degli assessori, dell’azienda e di tutti gli attori interessati, si potrà definire la linea di interventi per la salvaguardia delle Terme di Fiuggi e con esse quella di un intero territorio”. Il consigliere regionale Fardelli che nei mesi scorsi era già intervenuto in diverse occasioni sui preoccupanti dati che già ad inizio stagione non avevano fatto presagire un buon andamento dell’estate termale, aveva già parlato della necessità di un rilancio che potesse coinvolgere la società di gestione, il comune, la provincia, la regione e il parlamento europeo attraverso tutti i propri rappresentanti “per poter ridisegnare un pacchetto turistico più aggressivo nel mercato e accattivante nelle offerte e nella comunicazione” aveva detto.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07