Giorno: 30 agosto 2013

30 agosto 2013 0

Colpi di pistola alla macchina del commerciante per costringerlo a pagare, arrestato 32enne

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Oggi pomeriggio a Frosinone, a conclusione di articolate attività investigative, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, insieme a quelli del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Frosinone e a quelli della Questura e Sezione di P.G., hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa oggi stesso dal G.I.P. nei confronti di un 32enne del luogo. L’uomo, già censito, è ritenuto responsabile dei reati di “tentata estorsione” in danno di un commerciante di autovetture nonché “detenzione illegale di arma comune da sparo”, utilizzata per il compimento degli atti estorsivi. In particolare, lo stesso, mediante minacce ed esplosione di colpi d’arma da fuoco all’indirizzo dell’autovettura di proprietà del commerciante, ha tentato di costringere quest’ultimo a consegnargli la somma di 15mila euro relativa a un presunto debito che vantava nei confronti del medesimo, connesso alla compravendita di autoveicoli. Contestualmente, sono state eseguite 9 perquisizioni domiciliari nei confronti di pregiudicati locali, finalizzate alla ricerca di armi. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G. mandante

30 agosto 2013 0

Cassinate ancora a rischio ordigno bellico. Il cercatore di bombe: “Da incoscienti non fare una bonifica capillare”

Di redazione

“La seconda guerra mondiale colma il sottosuolo del cassinate e dintorni di ordigni bellici inesplosi: bombe d’aereo da 250, 500, 1000 lb. Bombe da mortaio, a mano, granate di piccolo, medio e grande calibro: esplodenti, a frattura prestabilita, fumogene”. Scrive in una nota Giovanni Lafirenze, espertonel settore delle bonifiche da ordigni. “Non solo, mine antiuomo, anticarro, eccetera, eccetera. Una grande quantità di queste munizioni non esplode, restando fino ai nostri tempi malignamente interrate bombe d’aereo e grossi calibri a profondità maggiori, medi e piccoli calibri a profondità minori. Baionette, bombe a mano, mine e quant’altro quasi in superficie. Nel dopo guerra numerosi sono stati feriti da questi residuati, ma occorre non dimenticare che questi oggetti del passato ancora oggi sono in grado di produrre, nel migliore dei casi terribili “traumi da scoppio”, ultimi esempi in ordine di tempo (2013) i tre ragazzi della Val di Susa feriti da una bomba a mano mentre raccolgono patate. Il giovane di Aprilia, sempre con una bomba a mano, il ragazzo di Treviso colpito da un Panzerfaust. Altri esempi – continua il cercatore di bombe – i numerosi incendi che a causa dell’elevato fattore termico prodotto dalle fiamme incentivano le detonazioni dei residuati bellici ancora nascosti nel sottosuolo. Ovviamente tutto ciò aumenta a dismisura il rischio per i Vigili del Fuoco intenti a domare un incendio. Cassino, Montecassino, San Pietro Infine, Venafro, Tollo, Ortona, ed ogni paese inserito nelle numerose linee difensive tedesche sono tutti a codice rosso, anzi più che rosso. Per logica dovrebbero bonificare queste aree tanto infestate, ahimé non accade, sia per non voler considerare il problema, sia per mancanza di fondi. Eppure in altre località italiane la bonifica bellica è già da tempo obbligatoria per ogni lavoro edile, inspiegabilmente a Cassino no. A Cassino capita che qualche anonimo rinviene dei residuati bellici e decide, esponendo se stesso a pericolo e reati penali vari, di posarli nei posti sbagliati (posti giusti non esistono). Nel caso specifico ricordiamo i rinvenimenti su strada degli anni precedenti (2011, 2012). Anche quest’anno i soliti “incoscienti” replicano l’odioso copione. Infatti un gruppo di Vigili del Fuoco del Comando di Cassino, dopo aver domato fiamme, rinviene una granata inspiegabilmente posata a pochi metri della superstrada Sora Cassino. Roba da pazzi, roba da rabbrividire. Non dimentichiamo che nel 2008 a Latina tre Vigili vengono raggiunti dalle schegge di una improvvisa esplosione di un residuato bellico. Per difendersi da tutto questo i Comuni interessati dovrebbero rendere obbligatoria la bonifica sistematica, detta anche preventiva. Qualcuno potrebbe così intervenire: “ ma la bonifica è eseguita ad ogni rinvenimento occasionale”. Giusta osservazione, rispondo, ma quella in realtà è lo smaltimento di uno o più residuati bellici casualmente rinvenuti. In definitiva queste bonifiche occasionali liberano da ordigni pochi metri quadri di terreno e non eliminano il problema che in questi casi travolge valli, monti, fiumi, milioni e milioni di metri quadri. Infatti per “bonifica Bellica s’intende: “ricerca, localizzazione, individuazione e scoprimento dell’ordigno bellico”. Operazioni scevre di tutte queste fasi non rappresentano la bonifica bellica sistematica. Come ordinare la “risolutrice” bonifica bellica preventiva o sistematica: In Italia la bonifica bellica è seguita, per il centro sud, dal X reparto BCM infrastrutture Napoli (numerosi i suoi interventi nel cassinate). È sufficiente rivolgersi a loro per risolvere problemi a più largo raggio. In più in Italia operano più ditte specializzate in questa strana professione: “cercatori di Bombe”. La bonifica bellica – conclude Lafirenze – per l’area di Cassino e dintorni potrebbe essere di superficie, vale a dire, individuare, localizzare, mettere in luce tutto il materiale ferroso (compreso schegge) presente nel primo metro di terra. Certo un lavoro titanico in tempi di crisi economica, ma se fatto per gradi potremmo mutare il futuro di questa esplosiva discarica bellica che è il nostro paese”.

30 agosto 2013 0

Aggredisce la moglie a colpi di forbici, 68enne di Paliano arrestato per tentato omicidio

Di redazione

Ha colpito la moglie con delle forbici ma solo grazie all’intervento della figlia 15enne non è riuscito a procurarle ferite particolarmente gravi. Continua in Ciociaria il fenomeno dei maltrattamenti di donne tra le mura domestiche. L’ultimo episodio in ordine di tempo risale a ieri sera quando i carabinieri della stazione di Acuto sono dovuti intervenire a Paliano nella casa del 68enne. A chiamarli sono state le due donne entrambe medicate. L’uomo è stato arrestato per “tentato omicidio e lesioni personali” e i carabinieri gli hanno anche sequestrato armi da fuoco che deteneva legalmente.

30 agosto 2013 0

Sorpreso con un etto di hashish, 53enne di Cassino in manette

Di redazione

Ieri pomeriggio i carabinieri di Cassino hanno arrestato un 53enne del luogo, già censito per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato bloccato alla guida di un’autovettura sulla SR 509 e sottoposto a perquisizione personale e veicolare, durante la quale è stato trovato in possesso di un panetto di hashish del peso di 101 grammi. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire materiale vario atto al confezionamento ed un bilancino di precisione, tutto sequestrato. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’A.G.

30 agosto 2013 0

Consales: “Cassino aderisce alla proposta di modifica degli incentivi sulla raccolta differenziata lanciata dall’associazione dei comuni virtuosi”

Di redazionecassino1

L’Amministrazione comunale di Cassino ha aderito alla proposta, lanciata dall’Associazione dei Comuni Virtuosi, di modificare lo svantaggioso rapporto che ad oggi esiste tra Comuni e Conai (il consorzio che rappresenta tutti i consorzi di filiera degli imballaggi).

“Da uno studio della soc. Esper – afferma l’Assessore all’Ambiente Riccardo Consales – emergono dati di quanto la raccolta differenziata non porti benefici alle casse dei Comuni virtuosi che raggiungono e/o superano il 65% di differenziata. In vista della scadenza dell’accordo quadro ANCI-CONAI, è importante ripensare al meccanismo di finanziamento della raccolta differenziata, in modo da incentivare i cittadini e mettere in campo azioni volte alla riduzione delle tariffe.  È indispensabile che la raccolta differenziata diventi economicamente vantaggiosa per le famiglie ed i Comuni. Il nostro comune sta entrando finalmente nell’elenco dei comuni che attuano la raccolta differenziata ed ha intenzione di perseguire e applicare le buone pratiche che si stanno attuando in molti comuni italiani. L’obiettivo è quello di adottare la strategia RIFIUTI ZERO che verrà portata in consiglio comunale nel mese di settembre, e poi di passare nel 2015 alla tariffa a peso, altro traguardo importante per la riduzione dei costi nelle famiglie e per incrementare ancora di più le percentuali di raccolta differenziata”.  

I dati sono inequivocabili: dall’ultimo dato disponibile riferito al 2011 si evince che i comuni avrebbero beneficiato di circa 297 milioni al lordo dei costi di preselezione (si stima che al netto di tali costi rimanga circa la metà ai comuni) a fronte del ricavo totale annuale del sistema Conai di 819 milioni di euro e che i corrispettivi che i Comuni ricevono dal Conai coprono solamente un terzo dei costi dei servizi di raccolta (nel 2011, in media, solo un terzo dei costi delle raccolte era sostenuto dai corrispettivi Conai per un campione in cui veniva raggiunto il 35% di RD mentre nei Comuni dove si raggiunge il 65% di RD il tasso di copertura dei costi è pari al 20% circa).

Emblematico, e davvero poco confortante, è il confronto con l’Europa. Se infatti in Italia per ogni tonnellata di carta conferita il Conai paga al Comune 42 €, in Francia lo stesso Comune ottiene 179 €, in Belgio 108 €, in Portogallo 135 €. Stesso discorso per plastica, alluminio, vetro, ecc.

Ciò che emerge da questa ricerca è, in conclusione, che solamente allineando i contributi nazionali rispetto a quelli degli altri paesi europei sarà possibile sostenere una gestione efficiente e sostenibile di questi servizi anche in Italia. Se si aumentano le quote di riciclo e si crea un mercato per le materie prime seconde si apriranno importanti prospettive occupazionali. Si calcola che una raccolta differenziata efficiente e diffusa in Italia potrebbe generare almeno 200.000 nuovi posti di lavoro distribuiti capillarmente in tutto il Paese. A fronte di tutto ciò al Governo si chiede di assumere le decisioni necessarie a modificare radicalmente una situazione che, oltre a rivelarsi insostenibile per gli enti locali, mette a rischio il raggiungimento degli obiettivi comunitari di uso efficiente delle risorse e la conseguente creazione di un indotto occupazionale del riciclo che il momento di profonda crisi economica richiede.

30 agosto 2013 0

Basket Scauri, Lombardo e Ciccarelli a rafforzare la squadra di Addessi

Di redazione

Il Basket Scauri aggiunge un altro prezioso tassello al roster della prima squadra militante nella prossima stagione nel campionato di C Regionale (girone B). Si tratta dell’ala piccola, classe 1990, Andrea Lombardo già in biancazzurro nella stagione 2009-10 (B dilettanti) e nel biennio 2011-13 (DNB). Una piacevole conferma che aggiunge altra esperienza al quintetto del basso Lazio guidato da coach Tiziano Addessi. Lombardo cresciuto nelle giovanili della SMG Latina, dopo la prima esperienza scaurese ha giocato in C dilettanti con la maglia dell’Amatori Basket Messina (2010-11). Di fronte alla proposta di ritornare a Scauri, seppure in una categoria inferiore, l’atleta romano non ha esitato neanche un secondo ad accettare, dimostrando ulteriore attaccamento ai colori sociali. Altro innesto la guardia, classe 1993, Riccardo Ciccarelli, lo scorso anno in prestito alla Fabiani Formia in C2, dopo l’esperienza in DNB tra le fila scauresi (2011-12). Ad entrambi un grande in bocca al lupo per la prossima stagione agonistica.

30 agosto 2013 0

IX Pellegrinaggio Montecassino-San Vincenzo al Volturno. Stamattina la partenza dall’Abbazia

Di redazione

Un silenzio profondo, interrotto solo dal rumore dei passi. Quelli dei pellegrini che alle 4,30 di stamattina (venerdì 30 agosto) hanno dato l’avvio al 9° pellegrinaggio a piedi Montecassino-San Vincenzo al Volturno, dal titolo “A nulla fuorché a Gesù il cristiano è attaccato”. Una sveglia nel cuore della notte, presso i locali di Sant’Antonio ai piedi dell’abbazia di Montecassino dove sono giunti ieri sera, per iniziare il gesto con la Santa Messa alle ore 5 presieduta da don Giuseppe Roberti all’interno dell’antico cenobio benedettino, seguita dalla benedizione dei partecipanti e dalla preghiera sulla tomba di San Benedetto. «Sforzatevi di piacere a Dio – è risuonato nelle parole del celebrante – non c’è altro scopo nella vita che piacere a Gesù. Come spiega San Paolo, “la volontà di Dio è la vostra santificazione”. Benedetto, volendo piacere unicamente a Dio, lascia tutto e comincia la sua avventura monastica». Più volte nell’omelia è risuonato l’invito a “spalancare le porte del cuore a Cristo” che bussa continuamente. Un invito ripetuto, cadenzato, lasciato emergere dalle parole del Vangelo: spalancare le porte a Cristo ed accogliere con coraggio e con fiducia la chiamata quotidiana che Dio rivolge ad ognuno. Così i pellegrini, che la sera prima erano arrivati ai piedi del monastero accolti da un’ottima cena e dall’allegria dei canti popolari, hanno intrapreso il loro cammino: un percorso di tre giorni che da Montecassino giungerà in terra molisana, all’abbazia di S.Vincenzo al Volturno. Il gesto iniziato e affidato al fondatore del monachesimo occidentale farà tappa stasera a Picinisco dove alle ore 18 ci sarà la testimonianza dei coniugi Di Cerbo dal tema “laico cioè cristiano”. Domani (sabato 31 agosto) la partenza è prevista per le ore 7, alle 11 la Santa Messa sarà celebrata presso il Santuario della Madonna di Canneto dove si potrà assistere ad un’altra testimonianza, quella di Massimo Marcucci dell’Associazione “Famiglie per l’Accoglienza” di Pescara. Il cammino riprenderà dopo pranzo con arrivo previsto per le 18 a Prati Di Mezzo dove ad attendere i pellegrini ci saranno la lettura del Chronicon Vulturnense e un momento di canti sotto le stelle. L’indomani (domenica 1 settembre) da Prati di Mezzo, passando per Passo Monaci e Valle Fiorita, si giungerà all’abbazia di San Vincenzo al Volturno dove si svolgerà una preghiera presso la cripta dell’abate Epifanio, la Santa Messa e il congedo dei pellegrini. In cammino ci sono uomini dalle storie più disparate, giovani e adulti, che porteranno nel percorso le proprie intenzioni di preghiera unitamente a quelle comuni: per Sua Santità Papa Francesco, per la missione educativa della Chiesa nel mondo, per i cristiani perseguitati nel mondo, per affidare il nuovo anno scolastico ed accademico alla protezione della Madonna e dei Martiri Volturnensi.

30 agosto 2013 0

Equitalia Sud: Chiude da lunedì 2 settembre lo sportello di Colleferro

Di admin

Da lunedì 2 settembre, a seguito della riorganizzazione della rete territoriale di Equitalia Sud, non sarà più attivo lo sportello di Colleferro in provincia di Roma. Collegandosi al sito internet di Equitalia www.gruppoequitalia.it , i cittadini troveranno tutte le informazioni sulla riscossione, lo sportello più vicino, i moduli per rateizzare o per sospendere una cartella. Potranno, inoltre, ricevere assistenza telefonando al numero verde 800 178 078 o inviando un’email al servizio contribuenti. Attraverso il servizio Estratto conto online i contribuenti possono consultare la propria situazione debitoria dettagliata e le eventuali procedure in corso. Grazie al recente ampliamento dei Servizi online è possibile pagare cartelle e avvisi, senza doversi recare allo sportello. Basta inserire il codice del bollettino Rav allegato ai documenti da pagare per conoscere e versare l’importo esatto e aggiornato. Oltre al sito internet, è possibile pagare i bollettini Rav in qualsiasi sportello bancario o postale, attraverso i servizi di home banking del proprio istituto bancario, presso le ricevitorie abilitate, aderenti alle convenzioni attivate con Equitalia e individuabili sui siti:

30 agosto 2013 0

Contromano sul raccordo Chieti – Pescara, un morto

Di admin

L’Anas comunica che, a causa di un incidente frontale tra due autovetture, è provvisoriamente chiusa al traffico la rampa di immissione sulla strada statale 5 “Via Tiburtina Valeria” per il traffico proveniente dal Raccordo Autostradale 12 “Chieti-Pescara”, in corrispondenza del km 0,000 del Raccordo Autostradale stesso, a Chieti.

A seguite dell’incidente, causato da un veicolo contromano, una persona ha perso la vita. Sono presenti sul posto le squadre dell’Anas, dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità e per ripristinare al più presto la circolazione.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione ‘VAI Anas Plus’, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”.

Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.