Differenziata: la Polizia locale sanziona i primi venti trasgessori. Multe da 500 a 3000 euro per l’abbandono di rifiuti

5 agosto 2013 0 Di redazionecassino1

“Già nei giorni scorsi sono iniziati i controlli in città e sull’intero territorio comunale per il mancato rispetto delle regole della raccolta differenziata porta a porta. Controlli che hanno sortito i primi risultati con oltre 20 contravvenzioni elevate dalla Polizia Locale a chi abbandona in maniera incontrollata i rifiuti.” A dichiararlo è stato l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino Riccardo Consales che ha aggiunto: “le sanzioni vanno da 500 fino a 3000 euro, in base alla tipologie di reato, per chi abbandona rifiuti lungo le strade, nei fossi e sui terreni presenti sul territorio comunale. Ringrazio le associazioni ambientaliste per le numerose segnalazioni che hanno fatto pervenire presso gli uffici del Comune; un ringraziamento in particolare lo voglio rivolgere ad Edoardo Grossi e Salvatore Avella del Fiab che hanno dato una mano concreta nel portare avanti quest’opera di monitoraggio del territorio. Questa mattina, come già accaduto nei giorni scorsi, ho fatto una serie di sopralluoghi, con l’ausilio di due vigili urbani del corpo di Polizia Locale di Cassino, monitorando tutte le situazioni critiche che sono esplose da quando la differenziata è arrivata in centro, riuscendo a scovare più di venti trasgressori, attraverso l’esame dei rifiuti abbandonati in vari punti della città. Questo è stato possibile anche grazie al monitoraggio delle telecamere fisse ed all’ausilio di alcune importanti attività commerciali della città che attraverso le registrazioni stanno permettendo di individuare altri trasgressori. La Polizia Locale, infatti, sta visionando i filmati e di certo nei prossimi giorni verranno elevate altre sanzioni dal momento che, in queste settimane, tanti sono stati gli abbandoni incontrollati e non conformi all’ordinanza N. 97 del 28 maggio 2013 emessa dal sindaco.  Nel corso dei sopralluoghi si è proceduto anche alla sensibilizzazione di alcune attività commerciali, che hanno iniziato già da qualche mese la raccolta differenziata, alle quali abbiamo dato chiarimenti in merito al corretto posizionamento delle attrezzature con relativo esatto conferimento dei materiali all’interno delle stesse. È importante, infatti, ricordare così come spiegato nell’ordinanza sopra citata, che i carrellati utilizzati nei condomini e nelle attività commerciali non possono essere lasciati lungo le strade pubbliche 24 ore su 24. Tale comportamento non corretto, infatti, contribuisce, come successo in tutte quelle realtà in cui è iniziato il porta a porta, a far incrementare gli abbandoni incontrollati nei pressi dell’attrezzatura. Per questo motivo nei prossimi giorni l’attività di sensibilizzazione continuerà per tutta la città e, assieme a tutti gli amministratori di condominio, cercheremo di risolvere le problematiche rimaste in sospeso. Nel frattempo, dopo più di 30 incontri di quartiere effettuati su tutto il territorio comunale ed a seguito della distribuzione di tutto il materiale informativo della campagna di comunicazione, nelle prossime settimane riprenderanno gli incontri nei quartieri nel centro cittadino al fine di aprire un confronto costante con i cittadini e sensibilizzare gli stessi sul nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. Ringrazio il corpo di Polizia Locale per il fondamentale contributo che sta fornendo nell’attività di controllo del territorio che proseguirà anche nei prossimi giorni con il pattugliamento di varie zone della città.”