Giorno: 19 settembre 2013

19 settembre 2013 0

Si è costituito il nuovo direttivo del Partito Socialista di Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è costituito ufficialmente il nuovo direttivo del Partito Socialista di Cassino, un direttivo che vede al suo interno tanti giovani professionisti della città, 21 i componenti la direzione cittadina, ogni frazione oltre il centro cittadino è rappresentato nell’organismo dirigente, questo a testimonianza del forte radicamento sul territorio. Nella prima riunione tenutasi martedì 17 settembre sono stati affrontati diversi temi, tra questi: situazione politica locale, emergenza abitativa, stato quartieri periferici, iniziative politiche. Dopo un’attenta analisi il Direttivo ha dato mandato al segretario di farsi promotore di incontri con le forze politiche di centro sinistra che al momento non fanno parte del governo cittadino. Si è passati alla questione emergenza abitativa, nei giorni scorsi una delegazione del partito ha incontrato il commissario Ater Ciotoli, a seguito dell’incontro, la direzione ha deciso di promuovere degli incontri nei quartieri Ater della città alla presenza del neo commissario. Si è dibattuto, come detto, anche della questione rifiuti tossici e della situazione di abbandono in cui versano i quartieri periferici della città, su questi ed altri temi, il partito socialista metterà in campo delle iniziative che coinvolgeranno la cittadinanza. Al termine della riunione – il segretario Vizzaccaro – ha voluto ringraziare coloro che hanno aderito al direttivo cittadino del partito, un direttivo di alto livello politico e culturale, la cui costituzione rafforza, senza dubbio, tutta l’area politica riformista della città, ed è proprio nell’ambito riformista e di sinistra che ci muoveremo – afferma Vizzaccaro – per la costituzione di una piattaforma politica proiettata alle prossime amministrative. I componenti il Direttivo:

Andrea Vizzaccaro Segretario Alessandro Varone Presidente Lio Sambucci Giuseppe Spiridigliozzi Giovanni Fortu Giorgio Verrecchia Gianrico Ranaldi Francesco Montanaro Giuseppe Angelosanto Pietro Di Mambro Pasquale Russo Gianluca Viola Francesco Grussu Mario Risi Angela Capaldi Domenico Luciano Roberto Pontone Tommasino Massaro Giuseppe Del Giudice Antonella Spiridigliozzi Achille Giangrande

19 settembre 2013 0

Enrico Letta e il suo “sangue dato per l’Italia”… o per la sua poltrona

Di redazione

di Max Latempa Enrico Letta, passerà alla storia, oltre che per essere un nipote illustre, anche per le frasi a sproposito che spesso escono dalla sua bocca. Recentemente alla festa del Pd a Genova ha detto testualmente “A questo governo do tutto, il sangue e l’impegno ma non è il governo per cui ho fatto la campagna elettorale”. Fermo restando che se questo è il massimo impegno profuso e questi sono i risultati allora lo invitiamo caldamente a cambiare mestiere, possibilmente dove possa fare meno danni, è però la frase sul sangue che lascia perplessi ed indica quanto questa persona sia distante dalla realtà. Caro Letta, il sangue all’Italia lo hanno dato ben altri personaggi, in tempo di pace e soprattutto di guerra. Uomini e donne che hanno dato la vita nelle trincee, sulle navi, nelle volanti di pattuglia, nelle missioni umanitarie, nella difesa della Repubblica. Lei prende circa trentamila euro al mese e finora non ha combinato nulla, mentre gli italiani non sanno più a che santo votarsi per arrivare a fine mese. Il sangue è quello che stanno versando gli imprenditori che si suicidano. Lei, egregio signor Letta, aveva già perso una buona occasione per stare zitto quando a giugno dichiarò: E’ in arrivo un miliardo e mezzo di euro per l’occupazione giovanile all’Italia dall’Europa. Ora le imprese non hanno più scuse per non assumere.” Mi immagino la scena di quell’ impresa edile o di quell’azienda produttrice di beni ospedalieri che vantando dallo Stato crediti per milioni di euro e che, assediata da Equitalia e non sapendo se verrà pagata per i crediti pregressi e soprattutto per quelli futuri, stesse invece accampando scuse per non assumere dei giovani. E seppure vi dovessero essere aziende che riusciranno ad usufruire di questi sgravi, cosa li metterebbero a fare questi giovani, visto che il mercato è in profondo rosso e la concorrenza sleale comporta ogni giorno la perdita dei posti di lavoro? Esimio Presidente del Consiglio, lei non ha proprio idea di cosa fare né di cosa dire. Sta solo prendendo tempo per tenere in piedi un governo che fa comodo al PD ed al PDL per aggiustare le loro cose, nello stallo più totale. Lei doveva fare una sola cosa, una legge elettorale che non permettesse più la vergogna delle liste preconfezionate e che permettesse la futura governabilità. Invece da mesi sta gettando fumo negli occhi degli italiani, argomentando su vicende di scarso interesse come l’ IMU e lo Ius Soli, di cui non si sente proprio la necessità. Nel frattempo il tempo passa e parlamentari e ministri ricevono ogni mese con puntualità i loro lauti stipendi. Enrico Letta lei sta lottando per una cosa sola: il suo bellissimo posto di lavoro.

19 settembre 2013 0

Marijuana e cocaina in casa di un 28enne, arrestato dai carabinieri

Di admin

Ha cercato di mascherare il nervosismo e la preoccupazione per quel controllo improvviso dei carabinieri mostrandosi, con loro, insofferente. Un atteggiamento insolito quello assunto da T.I., operaio 28enne di Sambuceto, che ieri sera è incappato in un posto di controllo alla circolazione stradale messo in atto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chieti. L’uomo, fermato nei pressi della zona industriale di Sambuceto a bordo della sua auto, non aveva al seguito la patente di guida ed un documento d’identità. Inevitabilmente i militari dell’Arma hanno dovuto fare delle verifiche per accertare la sua reale identità e controllare se fosse realmente in possesso di una licenza di guida valida. E’ stato a questo punto che l’uomo si è mostrato molto infastidito dai controlli effettuati dei carabinieri quasi volesse far intendere che gli stavano facendo perdere tempo. Un comportamento che ha insospettito gli uomini dell’Arma che hanno iniziato a dubitare che l’uomo avesse qualcosa da nascondere e quindi fretta di andare via. In effetti motivi per preoccuparsi il 28enne ne aveva: quando i Carabinieri hanno controllato nella sua auto, nel portaoggetti hanno trovato un vasetto con 4 grammi di marijuana. Ne è scaturita una perquisizione che poi è stata estesa anche alla sua abitazione malgrado il 28enne, più volte, avesse garantito ai carabinieri di non detenere altro stupefacente. In realtà, in un armadio della camera da letto, sono stati rinvenuti 5 grammi di cocaina mentre nella soffitta, nascosti tra alcuni scatoloni contenenti della roba vecchia, sono stati recuperati altri quattro involucri contenenti complessivamente 303 grammi di marijuana ed un grammo di hashish. Un quantitativo di stupefacente che una volta immesso sul mercato avrebbe fruttato un guadagno di circa 400 euro per la cocaina e 3mila euro per la marijuana. Sequestrati nell’abitazione anche due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento in dosi. Arrestato con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l’uomo è stato posto dall’A.G. in regime di arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori. Questa mattina, nel corso del processo con rito direttissimo, il Giudice ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri ed ha disposto per il 28enne l’obbligo di dimora nel comune di Sambuceto.

19 settembre 2013 0

Sabato 21 battesimo dell’acqua per la tartaruga marina nata sulla spiaggia di Roseto degli Abruzzi

Di admin

L’Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi, l’AMP Torre del Cerrano e il Centro Studi Cetacei Onlus, per celebrare l’evento di straordinario interesse scientifico e ambientale verificatosi a Roseto – la nascita di oltre 20 tartarughe marine, – hanno organizzato per sabato 22 settembre alle ore 10:30, presso lo stabilimento “La rosa dei venti” dei fratelli Di Donato, l’immissione in acqua dell’esemplare di Caretta caretta, rinvenuta lo scorso sabato dalla signora Giulia De Nigris, attualmente ricoverata nella struttura specializzata di Montesilvano. A cinque giorni di distanza da quello che è considerato dagli studiosi un avvenimento rarissimo in una zona così antropizzata, unico in Adriatico, Roseto degli Abruzzi è assurta alla ribalta della cronaca scientifica internazionale. “Ci sarà da parte nostra – ha dichiarato il Presidente dell’AMP Benigno D’Orazio – l’impegno a coadiuvare la ricerca e tutti gli approfondimenti che un evento così eccezionale merita”. Dopo il recupero della prima tartaruga e il rinvenimento di una nidificazione, sono transitati in acqua oltre 20 esemplari, l’ultimo nella serata di ieri intorno alle 21 e 30, mentre altre uova sono pronte alla schiusa. Ancora in vigore, quindi, l’ordinanza sindacale di interdizione temporanea della balneazione e del transito sul bagnasciuga nel tratto di spiaggia compreso tra i lidi “Papenoo” e “La Rosa dei venti”, dov’è attivo un presidio di vigilanza effettuata da esperti e volontari in attesa delle nuove nascite. Ieri pomeriggio in Municipio si è svolta una riunione operativa, presieduta dal Sindaco Enio Pavone, alle quale hanno partecipato la giunta comunale al completo, il dottor Vincenzo Olivieri, Presidente del Centro Studi Cetacei Onlus, e altri rappresentanti di enti e associazioni, per fronteggiare le necessità dello staff operante giorno e notte nel presidio. Il Sindaco Enio Pavone e l’Assessore all’Ambiente Fabrizio Fornaciari hanno assicurato al dottor Olivieri tutto il supporto logistico necessario, fino a che la schiusa delle uova restanti non sia completata. Intanto, è stato concordato il momento celebrativo, sabato 21 settembre alle ore 10:30, al quale è stata invitata a partecipare una delegazione di alunni delle scuole di Roseto degli Abruzzi e Pineto, per trasmettere ai giovani i valori dell’educazione ambientale nello sviluppo sostenibile. Inoltre, saranno presenti le numerose Guide del Ceranno, che con la loro attività contribuiscono a diffondere l’educazione ambientale nell’AMP. Una data memorabile, che con molto probabilità vedrà il prossimo anno nuove nidificazioni tra giugno e luglio e nascite di tartarughe in settembre. “L’immissione in mare di Giulia, (com’è stata battezzata l’esemplare di Caretta caretta) – raccomanda il veterinario Vincenzo Olivieri che la sta seguendo – dovrà avvenire nel rispetto della distanza di sicurezza di circa trenta metri dal pubblico, altrimenti per l’istinto di difesa che ha già sviluppato, si bloccherà completamente.” Al termine dell’evento gli esperti di zoologia e biologia marina saranno a disposizione per rispondere alle domande degli studenti e del pubblico.

19 settembre 2013 0

Congresso Pd, dall’iniziativa di Alatri gettate le basi della discussione per un partito più forte nel segno del rinnovamento

Di admin

Dall’Ufficio Stampa dell’on. Francesco De Angelis riceviamo e pubblichiamo: L’eco dell’iniziativa “Per te, per l’Europa, per l’Italia, per la Regione, per il territorio” che si è svolta nei giorni scorsi al palazzo “Conti Gentili”, in piazza S. Maria Maggiore ad Alatri continua a risuonare. La manifestazione ha indubbiamente lasciato il segno nel PD di Frosinone. Infatti l’iniziativa, oltre ad incentrarsi sulla politica nazionale e sulle problematiche del territorio, ha avuto come tema anche quello del ruolo del PD, con la stagione congressuale oramai alle porte. Tante, davvero tante, le presenze: sindaci, amministratori, dirigenti politici (tra cui Simone Costanzo), militanti, cittadini. Il deputato Michele Meta, che ha concluso i lavori, è convinto: “Sono state gettate le basi per una discussione serena incentrata sui programmi e sui contenuti, che ridarà sicuramente slancio al Partito Democratico provinciale”. Il Presidente del Partito Tonino Scaccia sostiene che più delle parole, da adesso in poi occorreranno i fatti e soprattutto buoni comportamenti: “E’ il tempo di voltare pagina. Il centrosinistra ha una concezione diversa della politica e deve dimostrarlo. Gli esempi che ci forniscono i nostri rappresentanti regionali e locali ci aiutano: Zingaretti, con la sua abile squadra, ha ridato credibilità all’istituzione Regione, mentre prima ci si vestiva da porci e si andava alle feste; il ruolo di deputato europeo, per qualcuno è stato un ripiego, per De Angelis è stato un impegno preso con il territorio: questa è la differenza tra il centrodestra è noi. Apriamo una nuova fase, pensiamo ai buoni comportamenti e facciamo si che la politica torni ad offrire l’esempio delle virtù e non dei vizi dell’uomo”. Anche la Senatrice Maria Spilabotte commenta positivamente l’iniziativa: “Abbiamo bisogno di un partito forte ed unito: un PD più vicino alle esigenze dei territorio e dei cittadini. Contestualmente occorre ricercare l’unità del centrosinistra, in modo da poter tornare ad essere determinanti e vincere nella nostra provincia: stiamo lavorando per costruirlo, l’inizio fa ben sperare”. Il consigliere regionale Mauro Buschini evidenzia: “Abbiamo bisogno di un nuovo protagonismo della nostra terra nella politica regionale: c’è una crisi da fronteggiare, un’emergenza lavoro da contrastare. Ridurre i tempi di percorrenza con Roma, in modo da ampliare le opportunità. Occorre un nuovo modello di sviluppo. Così come sulla sanità: basta con le politiche fatte di tagli, la nostra provincia ha già dato. L’atto aziendale deve essere un atto di sviluppo. Con la legge di riordino sanitario aboliremo le macroaree, il primo atto per ripartire con nuovi investimenti. Negli ospedali chiusi apriremo le case della salute. Per questo serve un soggetto politico forte, radicato sul territorio, che affronti questi temi con la giusta forza e la giusta determinazione. L’europarlamentare Francesco De Angelis, definito da Lucio Migliorelli come “Regista che merita il Leone d’oro”, precisa: “Si avvicinano due appuntamenti congressuali ma dobbiamo scindere i due livelli, la discussione nazionale da quella provinciale: sono due momenti diversi. Io sono molto fiducioso perché ho girato molto quest’estate e nelle piazze ho visto sempre e solo il PD e la regione è semplice: nel PD non c’è un padrone, ma il padrone sono gli iscritti ed i militanti e tutti quelli che con la loro passione danno forza e linfa al nostro partito. Per questo sono convinto che da questa discussione uscirà un PD più forte e più determinato, nel segno del rinnovamento: senza unità di facciate, ma con una condivisione di programmi e valori che permetterà al Partito di poter lavorare al meglio per la nostra terra”.

19 settembre 2013 0

La goletta Palinuro torna a Taranto, termina la campagna 2013 a favore degli allievi marescialli

Di admin

Venerdì 20 settembre la Nave Scuola della Marina Militare Palinuro, farà ritorno nella città di Taranto, al termine di un lungo ed intenso periodo di attività che l’ha vista in mare fin dal mese di maggio.

Con l’arrivo nella città pugliese termina la Campagna di Istruzione 2013 a favore degli allievi marescialli della Scuola Sottufficiali di Taranto che concludono il loro 1° anno accademico.

L’equipaggio di nave Palinuro e gli allievi marescialli, ritornano nella città dei due mari, da cui sono partiti lo scorso 29 luglio per dare inizio al “battesimo del mare” dei giovani sottufficiali.

Nei 4 mesi di attività sono stati toccati 12 porti: Civitavecchia, Messina, Ancona, Bari, Taranto ove sono imbarcati gli allievi Marescialli, Crotone, Cattaro (Montenegro), Ortona, Trieste, Venezia, Dubrovnik (Croazia) e Manfredonia.

Tante le attività svolte: addestramento marinaresco e collaborazione con Istituzioni scientifiche quali l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il WWF e l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste (OGS); la Goletta ha proiettato in Italia e all’estero i valori della Marina Militare svolgendo attività sociali con centinaia di bambini e giovani con disagio sociale o psico-fisico; ha ospitato le Sezioni ANMI, Lega Navale e Croce Rossa e migliaia di cittadini che, con grande entusiasmo, hanno visitato la nave.

I visitatori infatti sono stati più di 57.000; di questi, circa 10.000 nella città di Taranto, dove il Castello Aragonese ha fatto da sfondo ad una suggestiva cornice. Ha percorso quasi 5000 miglia nautiche ed ha navigato per quasi 1000 ore di moto.

Lunedì 23 settembre il Comandante, Capitano di Fregata Mauro Panarello, che ha guidato l’Unità nell’ultimo anno ed in particolare in questi ultimi quattro mesi di lunga ed entusiasmante attività, cederà il Comando al Capitano di Fregata Marco Filzi.

19 settembre 2013 0

Prova su starne senza abbattimento, la finale del Torneo Bassa Ciociaria a Pignataro Interamna

Di admin

L’8 settembre si e’ svolta in localita’ Farisei territorio del comune di Pignataro Interamna (FR) la finale del Torneo Bassa Ciociaria giunta alla seconda edizione , una prova su Starne senza abbattimento. I terreni, ottimi dal punto di vista paesaggistico, hanno presentato qualche difficolta’ in piu’ dovuta alle condizioni metereologiche, un caldo quasi afoso ed in alcuni casi totale assenza di vento hanno accompagnato lo svolgersi dei turni, creato qualche problema ai diversi concorrenti ed ha influito in molti casi sul comportamento della selvaggina. Alla fine l’esperienza dei conduttori e degli ausiliari ha prevalso e le classifiche finali ci fanno ben sperare per il proseguo del torneo negli anni avvenire. Scopo della manifestazione e finalita’ del torneo, l’immissione di questo spettacolare animale la Starna. 50 i soggetti impegnati nella singola ultima prova giudicati dal giudice Guarracino Romeo, una buona manifestazione cinofila con ottimi rappresentanti di razza e bei risultati. La prova ha quindi avuto un risultato tecnico di rilievo, come rimarcato piu volte dai giudici che si sono alternati durante le quattro manifestazioni che hanno portato alla classifica finale. Buona anche la partecipazione ed il numero di spettattori che di volta in volta seguivano le gare in un clima totale di sana sportivita’ e cordialita’. Gli organizzatori ringraziano per la disponibilita’ tutti i partecipanti, gli enti preposti al succesivo controllo ed in particolare il presidente dell’ATC FR2 Sandro FILIPPI. Gli ausiliari che si sono aggiudicati i primi cinque posti per le premiazioni sono: BREK, pointer condotto da Sandro DOMENICONE, ASSO setter condotto da PIACENTINI Flavio, IGOR pointer condotto da Sandro DOMENICONE, MISTRAL setter condotto da CORENO Antonio e SIRIA setter condotta da CIACCIARELLI Pompeo. Oltre al successo dei cani da non dimenticare anche quello della nuova zona di protezione speciale, per la starna e la femmina del fagiano,ricadente nella zona allenamento cani temporanea Valle dei Santi, in cui e’ iniziato da poco il progetto. Merito della sensibilita’ dei responsabili della provincia e dell’impegno di appasionati cinofili che sperano un giorno di poter vedere nidiate libere nella zona allenamento Valle dei Santi.

19 settembre 2013 0

Scooter rubato a Posillipo, pronto per essere imbarcato per la Tunisia. Denunciato 24enne

Di redazione

Una pattuglia della guardia di Finanza di Latina in servizio ha sorpreso, in piena notte nei pressi di via Nazario Sauro, tre tunisini che, a bordo di un furgone, trasportavano, nascosto da mobili vecchi, un ciclomotore modello “Peugeot”, privo di targa, risultato rubato a Napoli nel mese di aprile. Alla vista dei finanzieri del comando provinciale Latina, uno degli extra-comunitari fermati, in palese stato di agitazione, ha dichiarato di avere acquistato qualche giorno prima lo scooter a Napoli, in piazza Garibaldi, da un commerciante ambulante di scarpe, conosciuto in quella circostanza. Il ciclomotore, sempre a detta degli occupanti dell’automezzo, sarebbe stato a breve imbarcato su una nave con destinazione Tunisia, dove avrebbe subito una nuova immatricolazione. Prontamente i finanzieri, non accontendandosi delle spiegazioni ricevute, contattavano la sala operativa del comando provinciale dove da ricerche effettuate nottetempo attraverso l’interrogazione delle banche dati in uso al corpo e servendosi del numero del telaio dello stesso, scaturiva che sul conto del ciclomotore era stata sporta denuncia per furto aggravato presso la stazione dei carabinieri di Posillipo (Na). Redatto il verbale di sequestro, uno dei tre cittadini extra-comunitari fermati, B.D. 24 anni, anagraficamente residente in Vittoria (Rg), ma attualmente senza fissa dimora, è stato denunciato per ricettazione.

19 settembre 2013 0

Guardia di finanza negli uffici di Equitalia (anche a Latina), si indaga su giro di mazzette per favori ad imprenditori

Di redazione

Equitalia nel mirino della Guardia di Finanza. Da questa mattina sono in corso in vari uffici territoriali di Roma, Napoli, Latina, Venezia e Genova, perquisizioni condotte dalla guardia di Finanza su mandato della procura Capitolina. L’indagine in corso si basa sull’ipotesi che alti dirigenti di Equitalia abbiano permesso, dietro compensi, indebiti favori a imprenditori esercenti. Si parla, al momento, di rateizzazioni non dovute. Se l’ipotesi fosse accertata, le colpe sarebbero gravissime e non solo giudiziarie quanto morali. Tanti imprenditori si sono tolti la vita, infatti, proprio perché non sono riusciti ad ottenere dilaziona menti dagli uffici di Equitalia. Dal canto suo, i vertici di Equitalia fanno sapere quanto segue: “In merito alle notizie relative alle perquisizioni in corso in alcuni uffici territoriali, si precisa che Equitalia sta già collaborando con gli inquirenti affinché venga fatta piena luce sui fatti oggetto di indagine e sulle eventuali responsabilità. A tal fine, rimarrà a disposizione per fornire tutti i documenti e le informazioni necessari e procederà a porre in essere le opportune iniziative a tutela della funzione pubblica dell’agente della riscossione e della propria immagine”.