Aidaa chiama le mogli dei cacciatori allo “sciopero del sesso”

20 settembre 2013 0 Di redazione

“Astenetevi dal fare sesso con i vostri mariti nel periodo di caccia,le loro mani grondano di sangue innocente”. Questo l’appello che AIDAA lancia alle mogli degli 800.000 cacciatori italiani invitandoli ad effettuare un vero e proprio sciopero del sesso nel periodo della caccia sia con l’intento di protestare contro la pratica orribile che macchia del sangue innocenti di migliaia di animali indifesi le mani dei loro mariti, compagni e fidanzati. “La caccia è una pratica aberrante e chi la pratica spesso esce presto il mattino di casa trascurando gli affetti familiari comprese le moglie e le compagne, ed in alcuni casi anche i figli- ci dice Lorenzo CROCE presidente nazionale di AIDAA- in quel momento forse in preda ad un orgasmo di zoosadismo questi messeri vedono solamente il fucile e le loro tute mimetiche, forse è questo l’unico modo che hanno di godere, ma è una goduria assolutamente sadica ed assassina. Invitiamo dunque le mogli a fare un vero e proprio sciopero del sesso forse i vostri mariti impareranno che tra lo stare con voi e andare a sparare agli uccellini è molto meglio stare a casa e cosi sarete felici voi, e salverete la vita a migliaia di animali che rischiano di essere ammazzati dai vostri mariti ebbri di sadismo”.