Pubblicità ingannevole della Perfetti su Daygum, Vivident e Mentos. Interviene l’Antitrust con una multa da 180.000 euro

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Marco Ravasi ha detto:

    In riferimento alle notizie di stampa e alla sentenza pubblicata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato il 2 settembre 2013 che condanna Perfetti Van Melle per pratiche commerciali scorrette in relazione a messaggi pubblicitari e promozionali relativi ai chewing gum a marchio Happydent, Vivident Xylit, Daygum Protex, Daygum Xp e Mentos Pure White nel periodo 2011-2012, l’azienda ritiene di precisare quanto segue:

    – I messaggi pubblicitari, promozionali, e di comunicazione sul web di Perfetti Van Melle per tutti i brand coinvolti hanno sempre messo in grande evidenza l’importanza di una corretta igiene orale quotidiana con l’impego di spazzolino e dentifricio. Le nostre campagne pubblicitarie hanno sempre teso a sottolineare che l’uso del chewing gum è da intendersi come supporto per l’igiene orale nelle occasioni in cui non è possibile lavarsi i denti. In particolare, le campagne pubblicitarie di Daygum Protex ripetono da sempre lo slogan “quando non c’è lo spazzolino, c’è Daygum Protex”. Quindi l’utilizzo del chewing gum non è mai stato indicato come alternativa allo spazzolino, ma come utile complemento per l’igiene orale quando non è possibile lavarsi i denti. Solo in assenza di spazzolino è stata consigliata la masticazione di chewing senza zucchero con Xilitolo, addizionati di fluoro e di calcio, pratica suggerita dalle stesse linee guida del Ministero della Salute.

    – I nostri prodotti sono principalmente integratori alimentari, regolarmente notificati presso il Ministero della Salute, nei tempi previsti dalle leggi, e giudicati conformi dal Ministero stesso. Quindi le etichette che appaiono sui prodotti sono totalmente regolari e autorizzate e forniscono la corretta informazione al consumatore. Tutti i claim salutistici riferiti agli ingredienti funzionali contenuti nei nostri prodotti (xilitolo, calcio e fluoro) sono stati utilizzati seguendo le norme del Regolamento dell'Unione Europea N. 1924 del 2006, e modificati negli anni in base a quanto previsto dalla legislazione europea in materia e sempre nei termini dalla stessa previsti. Le rivendicazioni scientifiche sono sostenute da centinaia di studi internazionali forniti alle Autorità stesse. Inoltre, prodotti simili sono commercializzati da concorrenti nei paesi europei ed extraeuropei con claim simili approvati dalle autorità nazionali e internazionali, senza alcuna contestazione.

    – Le dosi degli ingredienti funzionali oggetto di claim salutistici sono sempre state a norma di legge nazionale ed europea.

    Pertanto, Perfetti Van Melle non condivide la sostanza e le conclusioni di questo provvedimento. Perfetti Van Melle ha sempre operato con norme etiche molto stringenti, con la massima attenzione ai riferimenti normativi e al rispetto dei propri consumatori. Inoltre, si ricorda che L'Autodisciplina pubblicitaria non ha mai ritenuto scorretta la comunicazione di PVM.

    Perfetti Van Melle si riserva pertanto di valutare eventuali azioni a difesa della propria immagine e della correttezza dei propri comportamenti.

  2. e » SALUTE: DENTISTI ANDI, CHEWING GUM NON SOSTITUISCE IGIENE ORALE
    SALUTE: DENTISTI ANDI, CHEWING GUM NON SOSTITUISCE IGIENE ORALE

    (Adnkronos Salute) – Roma, ”Non entro nel merito ‘tecnico’ della delibera con la quale l’Antitrust ha sanzionato la Perfetti per i messaggi pubblicitari relativi ad alcuni chewing gum prodotti, giudicando i messaggi diffusi ingannevoli, ma desidero far presente il corretto utilizzo di questi prodotti”.

    Lo dichiara Gianfranco Prada, presidente di Andi (Associazione nazionale dentisti italiani), che aggiunge: “Non solo Andi, attraverso il suo servizio studi, ma anche l’intera comunità scientifica internazionale individuano questa tipologia di prodotti come un utile strumento per migliorare l’igiene orale quando si è impossibilitati a lavarsi i denti dopo i pasti.

    Ovviamente è importante ribadire che questi prodotti sono di aiuto ma non sostituiscono gli indispensabili strumenti come spazzolino e filo interdentale”. “Come anche ricordato dalle linee guida pubblicate dal ministero della Salute per la promozione della salute orale nell’età evolutiva, l’utilizzo di gomma da masticare -spiega Prada- stimola, durante i primi minuti di masticazione, la secrezione salivare e può, pertanto, incrementare transitoriamente i meccanismi di difesa nei confronti della carie, sempre che i chewing gum siano privi di zuccheri fermentabili e contengano edulcoranti non cariogeni, come lo xilitolo.

    L’uso del chewing gum, quindi – conclude Prada – non sostituisce in nessun caso le regolari manovre di igiene orale, perché la sola masticazione non è in grado di rimuovere i depositi di placca batterica nei diversi siti del cavo orale, cosa che solo un corretto spazzolamento ed uso del filo può ottenere, ma possono essere di aiuto a coloro che, dopo aver effettuato un pasto, sono impossibilitati a lavarsi i denti”.

    (Fed/Adnkronos Salute) 05-SET-13 13:24

    data pubblicazione : 05/09/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *