pubblicato il30 settembre 2013 alle 08:33

Scivola dalla parete rocciosa e batte la testa, soccorso dal Cnsas a Castel San Vincenzo

Momenti di angoscia per un alpinista del 47 originario di Sant’Elia a Pianise, residente a Cervia, impegnato in arrampicata su falesia nella zona di Castel San Vincenzo (Falesie di Inclinonda, inclinombra). La persona durante una normale arrampicata sportiva su roccia è scivolato sulla parete e dopo dieci metri di caduta nel vuoto ha battuto la testa. Sul posto sono accorsi immediatamente i tecnici specializzati del Servizio regionale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) che hanno supportato, come previsto dal protocollo per interventi tecnici sanitari d’urgenza in ambiente montano ed impervio, il personale sanitario del SET 118 consentendo loro di poter intervenire sul malcapitato in un territorio non raggiungibile dalla viabilità ordinaria e di metterlo in sicurezza. Per l’ evacuazione è stato fatto intervenire l’elicottero SAR, equipaggiato con verricello per interventi in Hovering (senza pattini a terra) del 118 de L’Aquila. I tecnici del Soccorso Alpino hanno quindi affidato il ferito, opportunamente messo in sicurezza su barella spinale, al personale dell’elisoccorso che ha provveduto all’ospedalizzazione presso il nosocomio di Campobasso.
cnsas-castel-san-vincenzo1

cnsas-castel-san-vincenzo2

cnsas-castel-san-vincenzo3

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07