Giorno: 25 ottobre 2013

25 ottobre 2013 0

Rapinano muratore a Broccostella, due campani arrestati a Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono stati arrestati dai carabinieri di cassino i due campani che, questa mattina, hanno rapinato un muratore a brocco stella. Poco prima di mezzogiorno, i due hanno fermato un uomo a Broccostella e, sotto la minaccia di morte, gli hanno portato via alcuni attrezzi da lavoro. Sono poi fuggiti in direzione Cassino ma sulla superstrada, all’altezza della città martire, c’èperano ad attenderli i carabinieri della locale compagnia che, descrizioni alla mano, hanno fermato il loro mezzo accompagnandoli in caserma e recuperando l’intera refurtiva. Er. Amedei foto Aleberto Ceccon

25 ottobre 2013 0

Fanno finta di giocare alle slot, ma ne scassinano una. Due giovani arrestati a Venafro

Di admin

Fingevano di giocare ai videopoker, hanno scassinato, invece, una macchinetta cambia soldi. Per questo, i carabinieri di Venafro e quelli della Stazione di Montaquila, hanbno arerstato a Sesto Campano (IS), per furto aggravato in concorso B.F.N., classe 1987 e L.P. classe 1988, entrambi nati a Caserta e residenti a Marcianise (CE). I due ragazzi, nel corso della nottata, facendo finta di giocare ai videopoker di un’attività commerciale sita in Montaquila (IS) lungo la ss. 158, ed approfittando della momentanea distrazione del titolare, sono riusciti a forzare un cambiamonete, impossessandosi di circa 600 euro in monete e banconote; quando nel locale si accorgevano del fatto, i malviventi fuggivano a bordo di una Smart chiara. La vittima ha quindi chiamato il 112 per denunciare il furto e la centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Venafro ha posizionato le pattuglie sulle possibili vie di fuga dei malviventi, che sono stati intercettati in località largo Cascino, nel comune di Sesto Campano. Sono stati inseguiti per un lungo tratto con una condotta di guida irresponsabile, allo scopo di tentare di sottrarsi alla cattura. Dopo una approfondita perquisizione personale e veicolare, i carabinieri hanno rinvenuto l’intera refurtiva, che è stata restituita alla vittima del reato. Nella mattinata gli arrestati sono stati associati alla casa circondariale di Isernia, come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Isernia, dr. Federico Scioli, che dirige l’attività d’indagine.

25 ottobre 2013 0

Cosa mangiavano i nonni e i Legionari? Scopritelo a Sant’Angelo in th

Di admin

Un percorso gastronomico per ricordare i sapori del passato: da quelli tipicamente locali, alla cucina degli antichi legionari. Questa sera le strade di Sant’Angelo ospiteranno “Sapori e tradizioni”, una passeggiata tra gli stand che proporranno piatti di ogni genere. Ad organizzare l’evento sono la Parrocchia della frazione cassinate e l’associazione Theodicea spettacoli, con il Patrocinio del Comune. Dalle 20 circa aprono i battenti i 15 stand in cui sarà possibile degustare la tagliata di manzo, alcuni piatti tipici della cucina dei legionari, ma anche le caldarroste che saranno preparate da un gruppo proveniente da Roccamonfina, da cui provengono appunto che gustose castagne che i visitatori della kermesse potranno assaggiare. Oltre cento persone hanno lavorato e lavoreranno questa sera per la preparazione dei piatto e delle diverse pietanze. Sarà l’occasione, visto che il meteo promette bene, per trascorrere una serata all’aperto con i colori ed i sapori autunnali, prima del freddo che costringerà tutti a serate in casa piuttosto che in piazza. “Invitiamo tutti a partecipare – precisano gli organizzatori – perché ci apprestiamo a vivere una serata di grande allegria, con la musica e animazione che faranno da giusta cornice alle prelibatezze preparate per l’occasione e che troverete nei diversi stand dislocati sul percorso di questa speciale passeggiata serale a Sant’Angelo.

25 ottobre 2013 1

Bastonano e uccidono un cane, poi gli danno fuoco in piazza a Sant’Angelo dei Lombardi, denunciati da Aidaa

Di admin

Il fatto è accaduto nei giorni scorsi e precisamente il 20 ottobre a Sant’Angelo dei Lombardi paese di 4.300 abitanti in provincia di Avellino dove pare oramai accertato che un gruppo di rumeni ha dapprima preso a bastonate e seviziato un cane meticcio e successivamente lo hanno ucciso ed esposto sulla piazza del paese e gli hanno dato fuoco. L’episodio ha destato grande impressione in paese, AIDAA ha deciso di sporgere denuncia contro questi delinquenti.

25 ottobre 2013 0

Nuovo look per strade e marciapiedi in via Lombardia e XX Settembre…mentre le altre aspettano!

Di redazionecassino1

Dopo via Arigni, qualche tempo fa, ora è toccato a via Lombardia, via XX Settembre rifarsi il look Il Comune, infatti ha iniziato i lavori di sistemazione dei marciapiedi e delle strade di quella zona. Era ora potremmo dire! Ma ben altre strade e marciaoiedi della città necessitano di interventi radicali. In particolare vial Dante, corso della Repubblica, via De Nicola, piazza Garibaldi dove definire vergognoso lo stato in cui versano, è un eufemismo. Se poi consideriamo tutte le rampe dei marciapiedi, pericolose e con la pendenza fuori legge, la situazione è davvero insostenibile. Al Comune, tuttavia, ostentano euforia, e le dichiarazioni del sindaco Petrarcone e degli assessori competenti, parlano chiaro. “Con gli interventi che in questi giorni hanno interessato via XX settembre prosegue il piano lavoro che l’Amministrazione comunale ha messo in programma per risistemare il manto stradale ed i marciapiedi che, soprattutto in alcuni punti della città risultano essere fortemente danneggiati dall’usura e da decenni di mancata manutenzione.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a seguito dei lavori che hanno restituito fruibile il marciapiede di via XX settembre. “Anche questo piano di interventi – ha sottolineato il sindaco – di manutenzione delle strade cittadine mostra come la nostra azione sia improntata alla concretezza nonostante le difficoltà economiche ed una trascuratezza che, purtroppo, ha radici antiche. Via XX settembre è una strada che serve diverse strutture molto frequentate da cittadini e soprattutto da studenti, vista la presenza del Liceo Classico, della scuola Media Conte e dell’Inam, per questo si è deciso di intervenire su quel tratto; ma questo è soltanto uno dei primi interventi a cui faranno seguito altri. Possiamo dire che si è trattato di un primo lavoro sperimentale attraverso il quale ci si è potuti rendere conto che questo tipo di interventi sono compatibili con quelle che sono le attuali risorse economiche, purtroppo ristrette, dell’Ente. Questo è stato possibile grazie all’ottimo lavoro svolto dagli operari del Comune e facendo ricorso ad un progettazione seria che ha consentito di intervenire ottimizzando la spesa. Continuiamo, quindi, a seguire il nostro programma che ha tra gli obiettivi anche quello di restituire decoro alle strade della nostra città. Aspetto quest’ultimo importante non solo sotto il profilo estetico, ma anche economico perché tantissime sono le richieste di risarcimento che giungono all’Ente a causa delle non perfette condizioni delle strade e dei marciapiedi della città. Questi interventi consentiranno, come già visibile su via XX settembre, di restituire decoro alla città e di evitare infortuni ai cittadini.” È stato l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Cassino Antimo Pietroluongo a spiegare la tipologia di interventi manutentivi messi in atto sulle strade cittadine. “In pratica si è trattato – ha continuato Pietroluongo – di scarificare il manto esistente con ruspa, andando a sagomare nuovamente con materiale ghiaioso i tratti interessati da crescita abnorme di radici, causa principale dei danni sul manto, per poi risanarlo con materiale bituminoso superficiale. Contemporaneamente si sono create delle corolle, con un rialzo dello stesso materiale bituminoso, intorno alle piante per simulare un aiuola e limitare l’eventuale rialzo delle radici. Quindi un intervento lineare nella sua praticità che, tuttavia, permette di riacquistare la sicurezza pedonale, evitando buche e rialzi pericolosi, senza eccessivi esborsi economici. Con le stesse modalità si interverrà ancora sul proseguo di via XX settembre, interessando anche il tratto opposto, per poi arrivare anche ad altre zone bisognose di manutenzione straordinaria, fonte di lamentele da parte della cittadinanza. Con l’occasione è il caso di menzionare la maestranze interne al settore manutenzione che, adeguatamente supportate, hanno dato prova di riuscire, in breve tempo e con risorse limitate, a fare un ottimo lavoro”. Sarebbe ora anche di mettere mano all’abbattimento delle barriere architettoniche troppo presenti in città!

F. Pensabene

25 ottobre 2013 0

Muratore rapinato a Broccostella, è caccia ai malviventi

Di admin

Fermato e rapinato da due malviventi Campani. E’ accaduto nella tarda mattinata di oggi a Broccostella dove un muratore alla guida del suo furgone, è stato costretto dai rapinatori a fermarsi e sotto la minaccia di un’arma, è stato derubato degli attrezzi e del portafogli. Poi i due sono scappati in direzione Cassino ed è lì che si concentrano le ricerche dei due malviventi. Intanto l’uomo ha sporto denuncia ai carabinieri. Er. Amedei

25 ottobre 2013 0

Ladri di rame a Latina, cinque arresti in due operazioni

Di admin

Tra ieri e questa notte la squadra volante della questura ha proceduto, con due distinte operazioni, all’arresto in flagranza di reato di cinque stranieri resisi responsabili di furto di rame. Il primo intervento e’ avvenuto nel pomeriggio di ieri presso l’area ecologica di via delle congiunte quando una volante, transitando nei pressi,ha notato un’autovettura sospetta ferma in prossimità del sito. Un accurato controllo all’interno ha permesso di cogliere sul fatto tre cittadini romeni intenti a trafugare rame dagli elettrodomestici ivi custoditi. Per tutti sono scattate le manette in quanto già gravati da precedenti di polizia per reati dello stesso genere. Si tratta di BOT Elvis, cl. 93; MARUNTELU Gheorghe, cl. 92; RISTEA Florin, cl. 79. Nel corso della nottata, sono stati invece arrestati i cittadini polacchi MATWII Feliks, cl.59 e SZPINDLER Grzegorz, cl.70 colti nella flagranza di reato di furto aggravato e danneggiamento perchè trovati a trafugare numerosi metri di cavo di rame asportati dagli impianti di una ditta ubicata sulla via appia al km 67.600. Tutti i fermati venivano trattenuti nelle celle di sicurezza e saranno giudicati in data odierna con rito direttissimo. L’attività descritta si è resa possibile grazie al potenziamento della squadra volante voluto dal questore di Latina, finalizzato al contrasto della criminalità in genere specie di natura predatoria.

25 ottobre 2013 0

Pullman di studenti si schianta ad Itri, due feriti

Di admin

Pullman di linea coinvolto in un incidente stradale nella tarda mattinata di oggi a Itri. Il mezzo con circa 60 studenti a bordo, che facevano ritorno da scuola, poco dopo le 13, si è scontrato con una macchina guidata da una donna. Panico sul mezzo, ma per fortuna, alla fine, si sono registrati solamente due feriti lievi.

25 ottobre 2013 0

Al via la selezione per l’assuzione di autisti Cotral a tempo indeterminato

Di admin

Cotral Spa comunica che martedì 29 ottobre 2013 – con la pubblicazione dell’avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio n. 89 e sui quotidiani nazionali “Il Corriere della Sera”, “Il Messaggero” e “Il Tempo” – darà il via al bando di selezione per la formazione di nove graduatorie, valide per tre anni dalla loro pubblicazione, per l’assunzione a tempo indeterminato di personale con qualifica di operatore di esercizio. La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere inviata esclusivamente tramite procedura web mediante la compilazione dell’apposito format disponibile sul sito aziendale http://www.cotralspa.it oppure, per l’accesso diretto, all’indirizzo https://selezione.cotralspa.it/selezione. Tale procedura sarà attiva dalle ore 12 di mercoledì 30 ottobre 2013 alle ore 12 di lunedì 18 novembre 2013. Cotral Spa precisa che possono partecipare alla selezione candidati di ambo sesso in possesso, alla data di pubblicazione del bando, dei seguenti requisiti: licenza di scuola media inferiore; patente di guida tipo D o DE e Carta di Qualificazione del Conducente (CQC); possesso dei requisiti psicofisici ed attitudinali per lo svolgimento delle mansioni di conducente di linea; non aver maturato i 40 anni alla data di pubblicazione del bando; non aver superato i 45 anni alla data di pubblicazione del bando, limite riservato esclusivamente ai lavoratori che risultano, alla stessa data, iscritti alle liste di mobilità. I candidati potranno presentare domanda, pena l’esclusione, per uno solo dei bacini individuati (1. Cerveteri, Civitavecchia, Tolfa, Manziana, Montalto; 2. Ronciglione, Civita Castellana, Viterbo, Acquapendente, Valentano, Blera, Bagnoregio, Soriano; 3. Ostia, Roma-Laurentina, Roma-Anagnina, Roma-Saxa Rubra, Ponte Mammolo, Morlupo, San Giuseppe (Grottaferrata); 4. Tivoli, Subiaco, Palombara, Monterotondo, Collegiove; 5. Rieti, Terzone, Amatrice, Borgorose, Poggio Moiano, Poggio Mirteto; 6. Genazzano, Colleferro, Fiuggi, Filettino; 7. Velletri, Latina, Nettuno, Priverno, Terracina; 8. Villa S. Lucia (Cassino), Minturno, Gaeta, Pontecorvo; 9. Frosinone, Veroli, Madonna del Piano, Sora) e, per i primi cinque anni di servizio, non potranno chiedere trasferimento ad impianti esterni al bacino per cui hanno fatto domanda. La prova di esame avverrà, previa presentazione dei requisiti richiesti (patente di guida tipo D o DE e CQC) e contestuale sottoscrizione per autocertificazione della ricevuta rilasciata da sistema dopo la compilazione del format di invio candidatura on line, con prova pratica di guida con autobus aziendale. “Siamo riusciti a dare il via alla selezione nei tempi stabiliti – dichiara il presidente di Cotral Spa, Domenico De Vincenzi – e con il pieno appoggio della Regione Lazio e delle sigle sindacali. Gli incontri che si sono svolti nell’ultimo periodo, infatti, oltre ad aver instaurato un clima di sereno confronto e di collaborazione, ha permesso di limare i parametri del bando sulla base delle esigenze sia dell’Azienda sia dei sindacati stessi. Voglio, poi, sottolineare che la procedura interamente informatica é stata scelta perché é l’unica in grado di garantire l’inviolabilità e l’integrità dei dati e l’estrazione automatica delle graduatorie sulla base dei punteggi ottenuti. Questo bando, inoltre, oltre a rappresentare una opportunità di lavoro in un momento di profonda crisi economica e occupazionale, è aperto anche a chi ha superato l’età canonica di partecipazione ai concorsi pubblici, visto che i partecipanti non devono avere maturato i 40 anni alla data di pubblicazione dell’avviso. Ma abbiamo fatto molto di più con quella che io chiamo la “clausola sociale” perché potranno partecipare alla selezione gli iscritti alle liste di mobilità che non hanno superato i 45 anni alla pubblicazione del bando. Sono certo che stiamo dando una grande opportunità a una larga fascia di disoccupati. Ma anche una grandissima opportunità all’Azienda di voltare realmente pagina. Il processo attualmente in atto si é sviluppato grazie all’impegno del presidente Zingaretti e dell’assessore Civita con la recente ricapitalizzazione dell’Azienda. L’accordo con il mondo bancario che ha accordato nuova fiducia a Cotral, l’ormai imminente esternalizzazione del 10 percento del servizio, l’acquisto dei nuovi mezzi che saranno disponibili il prossimo anno e l’assunzione di autisti sono, poi, i passi che segneranno la stabilità e il futuro di questa grande Azienda”.

25 ottobre 2013 0

Alatri – L’appello dell’ex assessore Rossi: “Salviamo il Cristo nel Labirinto”

Di admin

Da Giulio Rossi, ex assessore alla cultura del comune di Alatri, riceviamo e pubblichiamo: Abbiamo accolto con estremo piacere l’intervento del deputato Frusone in merito allo stato pietoso in cui è ridotto il Cristo nel Labirinto, ma, nel contempo rivendichiamo la paternità di varie denunce che abbiamo fatto nei mesi scorsi sempre sullo stesso tema e che sono rimaste assolutamente inascoltate. Anzi, sia il comune, attraverso il delegato alla cultura che la sovrintendenza hanno sminuito il danno subito dall’affresco durante le copiose piogge primaverili e nulla hanno fatto, se non chiudere l’affresco alle visite , per la sua salvaguardia e la tutela. Ricordiamo ancora le “premurose rassicurazioni “del delegato alla cultura sullo stato dell’affresco e su quanto questa amministrazione , che e’ bene ricordarlo ancora una volta se l’è ritrovato bello che pronto grazie all’opera incessante della vecchia amministrazione e dello studioso Giancarlo Pavat, stesse facendo per la valorizzazione e la tutela dell’opera . Tanto vero che l’ultimo acquazzone l’ha completamente inondato e distrutto nella colorazione provocando altresì pericolosi rigonfiamenti della parete che cosi prima o poi si staccherà e allora addio affresco . Dicono che hanno provveduto ad una lavorazione di contenimento delle acque , cosa a cui non crediamo assolutamente perché quel lavoro andava fatto in maniera ottimale e definitiva , non sono stati nemmeno capaci di mettere un deumidificatore nell’ambiente dell’affresco e, colto dagli stessi addetti alla sorveglianza , si vergognano quando qualcuno chiede di fargli vedere l’affresco per le condizioni in cui versa, gli operatori sono giustamente preoccupati perché se succede qualcosa all’affresco finisce anche il loro lavoro. E noi ripensiamo a tutti i soldi pubblici che sono stati spesi dalla Sovrintendenza e dal comune di Alatri per provvedere al restauro di un opera che grazie a tutto quello che fece l’amministrazione Magliocca è diventata un richiamo molto importante per il nostro turismo e per le attività commerciali , pensiamo a tutto il lavoro che fece Giancarlo Pavat e i suoi amici e collaboratori con i convegni , le trasmissioni televisive di grande impatto , il lavoro certosino con le città che hanno simili affreschi ,e pensiamo soprattutto , con amarezza, allo slogan elettorale del sindaco Morini :Alatri rinasce!!!!!!! Addirittura adesso abbiamo un “sistema museale urbano “incredibile !!!!!!!ma cercate di conservare tutto quello che questa meravigliosa città sa offrire e possiede !!!!! I paroloni non servono a nulla solo a riempirsi la bocca !!!!!! Continuando cosi sprofonderà anche la nostra città , oltre al Cristo ( ci verrebbe da dire povero Cristo!!!) nelle melme di uno stato di abbandono sempre più evidente e pietoso . Un invito lo vorremmo fare a tutte quelle associazioni del territorio che sempre si impegnano in battaglie di ogni tipo e dalle quali non abbiamo sentito nulla , solo un silenzio assordante , forse , oltre che all’amministrazione, dell’affresco non importa nulla a nessuno .?????