Giorno: 28 ottobre 2013

28 ottobre 2013 0

Ecosistema Urbano 2013: rifiuti, traffico, sicurezza stradale le emergenze nel Lazio. Spiragli su ZTL, isole pedonali e verde urbano

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Dall’ufficio stampa Legambiente Lazio riceviamo e pubblichiamo:

Rifiuti, traffico e sicurezza stradale le principali criticità nel Lazio. Roma non si schioda dal fondo della classifica delle grandi città, ferma come lo scorso anno al 10° posto su 15. Latina penultima, 43° su 44 per le città medie. Fra le piccole Rieti scende di quasi 10 posizioni e si piazza al 26esimo posto, peggiora anche Viterbo 36a su 45. Qualche miglioramento per Frosinone, 39esima su 45. È questa la foto scattata dalla XX edizione di Ecosistema Urbano, l’annuale ricerca di Legambiente e Ambiente Italia, realizzata con la collaborazione editoriale del Sole 24 Ore, sullo stato di salute ambientale dei capoluoghi di provincia italiani.

Nella Capitale i quantitativi di immondizia prodotta continuano a crescere. Con i suoi 659,9 kg di rifiuti pro capite prodotti all’anno è in penultima posizione, peggio solo Catania. In stallo anche la differenziata, ferma al 25% (24,2% nell’edizione precedente). Sostanzialmente invariata anche la situazione sul traffico, dove auto e moto circolanti continuano ad essere un’enormità. Roma si trova ancora una volta in penultima posizione, con ben 67 auto ogni 100 abitanti e 15 motocicli. In leggero miglioramento i valori di PM10 e NO2 sul fronte dello smog, ma non per le emissioni di ozono dove aumentano a 22,3 i giorni di superamento del limite in un anno. In aumento anche le perdite di rete, cresciute al 37%. Nessun miglioramento per la depurazione, ferma al 97%. Qualche buon segnale sul fronte delle ZTL, tra le più grandi a livello nazionale, con 2,19 mq per abitante e le isole pedonali, 18 centimetri quadrati pedonalizzati per abitante.

Il problema dei rifiuti riguarda tutto il Lazio, in crescita la produzione in tutti i capoluoghi della regione. Rieti produce ben 502,5 kg/ab/anno di rifiuti, Viterbo 499,8 kg/ab/anno, Frosinone aumenta a 595,5 kg/ab/anno. Migliora leggermente, rispetto allo scorso anno, Latina che arriva a produrre comunque quantità enormi come 572,3 kg/ab/anno. Ferma anche la differenziata, che a Rieti e Viterbo raggiunge percentuali rispettivamente pari al 15 e 14%, a Frosinone addirittura scende, anche se di poco, e si ferma al 17%. Qualcosa in più si è fatto a Latina dove la percentuale arriva ad un 32%.

“Sono fondamentali politiche per migliorare la qualità della vita dei cittadini, la Regione sta lavorando sulla pianificazione in molte di queste materie, rifiuti, trasporti, energia e serve una forte spinta ai Comuni che sono troppo fermi –dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Nella Capitale la Giunta Marino ha enormi spazi, bisogna ripensare la città in una chiave moderna, “smart”, con una mobilità che punti tutto su trasporto pubblico, bici e mezzi alternativi e politiche sui rifiuti per la riduzione, il riuso e la differenziata porta a porta.”

Tutte le città laziali si confermano nella morsa del traffico, occupando il fondo della classifica per numero di auto circolanti. Latina, in 42esima posizione nelle città medie, vede 71 auto circolanti ogni 100 abitanti; Viterbo, 43esima su 45, ha 74 auto ogni 100 abitanti; Frosinone ne ha 73 e si piazza al 42esimo posto; Rieti, in 35esima, 69. Roma guida la classifica regionale sui motocicli con 15 motorini ogni 100 abitanti, seguita da Viterbo con 14, Latina 12, Rieti 11 e Frosinone 9. Sul fronte dello smog, peggiora la situazione sull’ozono a Latina che sfora per 18 giorni all’anno i limiti consentiti, quando lo scorso anno si era sempre mantenuta nelle soglie consentite dalla legge. Migliorano, come per Roma, i valori delle PM10 anche a Latina e Rieti. Per quest’ultima, però, peggiora quello sull’NO2 registrando mediamente 27 μg/mc. In questo quadro, il trasporto pubblico continua ad arrancare. Roma muove sui mezzi pubblici 434 passeggeri all’anno e rimane sul podio a livello nazionale, ma scende rispetto allo scorso anno. Tendenza in calo anche per Latina, Viterbo e Frosinone. Per quanto riguarda l’offerta, Roma sale al secondo posto con 70 km percorsi dal trasporto pubblico per abitante. Valori congelati negli altri capoluoghi, dove nulla si muove rispetto al 2011.

ZTL ancora del tutto assenti a Latina e Frosinone, mentre qualcosa è stato fatto sulle piste ciclabili in aumento con 3,14 mq nel capoluogo pontino e 3,19 in quello ciociaro. Complessivamente, il tasso di mobilità alternativo, che valuta parametri come la presenza di autobus a chiamata, controlli varchi ZTL, presenza di mobility manager, rimane stabile nelle piccole città, sale a Roma al 78,8% e a Latina al 20% che partiva da uno 0 dello scorso anno.

Impressionanti i dati sulla sicurezza stradale in tutto il Lazio, nuovo parametro di valutazione inserito in questa edizione. Roma penultima in classifica conta 70 morti ogni 10.000 abitanti. Se ne registrano 78 a Viterbo, 1 ogni 10.000 abitanti a Latina, 1,06 a Rieti. Penultimo posto in classifica tra le piccole città per Frosinone, dove sulle strade muore quasi una persona e mezza (1,30).

Roma ancora in ultima posizione per i consumi elettrici, con 1459 Kw/abitante al giorno. Niente si è mosso anche nel resto del Lazio: Latina consuma 1.215 kWh/ab/g, Viterbo 1.135, Rieti 1.037 e Frosinone 1.054 kWh/ab/g. Stabili e comunque scarsi i valori su solare termico e fotovoltaico, ad eccezione di Frosinone che su quest’ultimo cresce a 2,69 kW/1.000 ab. In tutti i capoluoghi laziali, un aumento delle aziende certificate ISO 14001, sono 2,7 a Roma, 1,82 a Latina, 2,25 a Rieti, 2,40 a Viterbo e arrivano a 3,22 a Frosinone. Depurazione ferma al palo al 97% a Roma, cresce all’85% a Frosinone.

“Anche i piccoli e medi centri del Lazio devono fare uno sforzo in più e mettere in campo serie azioni per la sostenibilità e la salvaguardia del territorio – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. Basterebbe mettere al centro delle politiche un virtuoso ciclo dei rifiuti, un piano dei trasporti efficiente inserito nel contesto di una mobilità nuova e sostenibile, misure a favore dell’efficienza energetica per raggiungere quei risultati che oggi non ci sono, nonché per favorire la creazione di nuovi posti di lavoro in tutta la regione.”

In aumento il verde urbano fruibile in quasi tutto il Lazio. Sono 14,37 i mq per abitante a Roma, 4,96 a Latina, 6,84 a Viterbo e 13,98 a Frosinone. Brusco calo a Rieti che passa da 19,05 mq dello scorso anno a 7,10 scivolando in 30esima posizione su 45 tra le piccole città. Roma perde la prima posizione a livello nazionale per aree verdi e scende in quarta con 3478 mq. Nella parte bassa della classifica anche Latina, con 412 mq. Migliorano le piccole città del Lazio, con i 1468 mq di Rieti, 529 a Viterbo e 266 a Frosinone.

Ecosistema Urbano è una ricerca annuale di Legambiente e Ambiente Italia realizzata con la collaborazione editoriale del Sole 24 Ore. Quest’anno alla sua diciannovesima edizione, è realizzata attraverso questionari e interviste dirette ai 104 comuni capoluogo di provincia e sulla base di altre fonti statistiche, con informazioni su 25 parametri ambientali per un corpus totale di oltre 100mila dati. I dati di questa edizione del rapporto fanno quindi prevalentemente riferimento all’anno 2012.

28 ottobre 2013 0

Ruba in casa di una 33enne a Pontecorvo, arrestato un 44enne di Marano

Di admin

A Pontecorvo, i carabinieri hanno arrestato un 44enne residente a Marano (NA), poiché resosi responsabile del reato di “furto aggravato”. Il prevenuto veniva bloccato dai militari operanti mentre tentava di allontanarsi dopo aver perpetrato un furto all’interno dell’abitazione di una 33enne residente a Pontecorvo. Nel medesimo contesto, ricorrendone i presupposti di legge, nei confronti dello stesso veniva notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O., con divieto con divieto di dar ritorno nel predetto Comune per anni tre. L’arrestato, in aderenza alle disposizioni impartite dalla competente A.G., veniva trattenuto presso la camera di sicurezza del Comando Stazione Carabinieri di Pontecorvo, in attesa del rito direttissimo.

28 ottobre 2013 0

Nascondevano la refurtiva in casa, arrestati 4 rumeni a Chieti

Di admin

Domenica pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Chieti Scalo hanno tratto in arresto quattro ragazzi di origine rumena, di età compresa tra i 24 e i 36 anni, trovati in possesso di numerosi oggetti risultati provento di furto, nascosti presso la loro abitazione. I militari si erano recati presso l’appartamento dello Scalo, occupato dai quattro, per procedere alla sottoposizione di due di loro all’obbligo di dimora poiché la scorsa settimana erano stati tratti in arresto per furto dalla Stazione Carabinieri di Rosciano. All’interno dell’abitazione i militari hanno però subito notato la presenza di alcuni oggetti sospetti, in particolare su un tavolo era presente uno skimmer per la lettura e la clonazione dei codici delle carte di credito. Inoltre, in giro per l’appartamento vi erano numerosi utensili da lavoro di cui gli occupanti non sono riusciti a giustificarne l’utilizzo. Il controllo si è quindi tramutato in una perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire, tra l’altro, due radio portatili di proprietà delle Ferrovie dello Stato nonché una pen drive ed una lavatrice, il tutto oggetto di furto. Proprio dall’analisi dei file della pennetta, i Carabinieri sono risaliti all’identità della vittima che è cosi potuta rientrare in possesso anche della propria lavatrice. Tutto il restante materiale, tra cui i numerosi oggetti da scasso, è stato sottoposto a sequestro. I quattro ragazzi, tutti con precedenti di polizia, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

28 ottobre 2013 0

Cancello ed Arnone, il gruppo di preghiera San Pio in ritiro spirituale

Di admin

Quest’ottobre che ormai volge al termine rimarrà stampato per sempre nel cuore del Gruppo di Preghiera “San Pio” di cui è fervente responsabile Mattia Branco: due giorni di questo mese sono stati infatti dedicati ad un “ritiro spirituale” che ha scavato profondamente nelle coscienze dei pellegrini di Cancello ed Arnone ai quali si sono uniti anche alcuni fedeli provenienti da altre località. Un’esperienza rigenerante, un ritorno al silenzio dell’anima, un’autentica riscoperta della fede per riprendere con rinnovata forza il difficile cammino della vita. Tutto sulle orme dell’umile-grande frate di Pietrelcina. A rendere più intensa la programmazione, diciamo ordinaria, di questo genere di eventi – che in ogni caso trovano nella partecipazione alla “via crucis” e alla mensa eucaristica i più alti momenti -, sono intervenute scelte ed opportunità di straordinario valore. Anzitutto la sede del “ritiro”: il Cenacolo Santa Chiara, dov’è gelosamente conservato il crocifisso che padre Pio aveva nella sua cella e dove un’altra immagine del Cristo in pianto lascia attoniti, inchioda, impone a chiunque un severo esame di coscienza, pur lasciando trapelare l’immensa tenerezza di Gesù per ciascuno di noi. In quella dolce atmosfera claustrale il Gruppo ha riposato, pregato, restituito il tempo a quella distensione che troppo spesso manca. Di grande esplorazione storica e spirituale si è rivelata poi la catechesi guidata da padre Paolino Cilenti, già confratello del Santo delle Stimmate. Due ore di dialogo e di meditazione senza confini, affrontando argomenti religiosi di forte impatto, a partire da un dubbio umanissimo che fa tremar le vene ai polsi: sulla giustizia di Dio prevale la Sua misericordia? E padre Paolino ha saputo rispondere con estrema prontezza e rassicuranti parole alle incalzanti domande dei partecipanti, spiegando fra l’altro quali possano essere, da un lato, i freni e, dall’altro, il nutrimento del perdòno, che resta la più divina manifestazione dell’amore di Dio per gli uomini chiamati, essi stessi, a perdonare, sempre e comunque. Infine, l’attesa rievocazione di aspetti noti o controversi della biografia del Santo: dalle notturne tentazioni del diavolo ai contrasti di padre Agostino Gemelli, dai miracoli al giudizio che egli oggi esprimerebbe sulle forme e le modalità ricorrenti con cui è venerato nei luoghi della sua vita terrena. Nella cartellina consegnata ad ogni fedele del Gruppo, una serie di schede informative arricchite da testi di preghiere, poesie, articoli di giornale: in tale dossier l’illuminante documento di riflessione scritto da Raffaele Cardillo sull’enciclica Lumen Fidei. Un contributo apprezzato da tutti per le acute osservazioni dell’autore che, con pregevole sintesi, ha tracciato un’appassionata apologia della fede. A felice conclusione del “ritiro”, la bella tappa ad ammirare il mare di Manfredonia. Infine, il rientro a casa, già con la nostalgia nell’animo segretamente mitigata dalla speranza di tornare ancora a San Giovanni Rotondo. Raffaele Raimondo

28 ottobre 2013 0

97 migranti soccorsi dalla Marina nella tarda mattinata a sud di Lampedusa

Di admin

Alle 12.45 di questa mattina l’elicottero della fregata Maestrale della Marina Militare, impegnata nell’Operazione “Mare Nostrum”, ha localizzato a sud di Lampedusa un gommone con a bordo migranti. In considerazione delle non buone condizioni di galleggiabilità del natante, il sovraffollamento e l’elevata distanza dalla costa si è deciso di attivare un intervento di soccorso. Raggiunto il gommone, il comandante della fregata Maestrale, capitano di fregata Daniele Pier Paolo ha coordinato l’operazione di trasbordo portando in salvo i 97 migranti, di cui 10 bambini. La fregata Maestrale dirige verso le coste della Sicilia per il successivo sbarco.

28 ottobre 2013 0

Pallamano: Cus-Cassino-Gaeta ’84 ultime gare amichevoli. Campionato di serie B, il calendario delle gare

Di redazionecassino1

Ultima amichevole del Cus Cassino-Gaeta’84 prima dell’ inizio del campionato di Serie B di pallamano girone Lazio-Campania. Questa serie di incontri pre-campionato sono serviti per rodare il nuovo assetto della squadra che vedrà in Camelio e Capomaccio i nuovi innesti e senatori  insieme ai soliti Cappello, Di Schino e Ciano. Inserita inaspettatamente nel girone campano, la compagine cussina del professor Carmine Calce è subito impegnata in una trasferta ostica a Scafati contro la “Pallamano Interscafati”: l’incontro è previsto sabato 2 novembre alle ore 20:30. Nella seconda giornata – sabato 9 novembre alle ore 17 – il Cus ospita in casa il Civitavecchia, per riposare poi nella terza giornata. Dice il direttore sportivo Giancarlo D’ Ovidio: «Di Schino e Cappello sono consapevoli delle grosse difficoltà che dovranno affrontare perché  il partner è molto agguerrito e la squadra si è ringiovanita ma loro non lasceranno niente di intentato per raggiungere il nuovo obiettivo: classificarsi tra le prime tre». «Sicuramente nella seconda fase del campionato – aggiunge il presidente del Cus Carmine Calce – la squadra darà il meglio, perché i nuovi innesti ed i giovani si saranno inseriti ed il loro apporto sarà più solido e costante». «Noi quest’ anno – spiega mister Antonio viola – abbiamo iniziato un nuovo ciclo di innesti che avrà il suo picco tra due anni ed il suo massimo risultato tra quattro. Siamo comunque contenti per come si sta consolidando la Scuola di Pallamano,  infatti abbiamo aperto una nuova fascia per bambini dai  5 agli 8 anni ed  il numero di iscritti  quest’anno è aumentata. La pallamano è uno sport minore con grosse difficoltà di reclutamento di giovani atleti ma noi grazie alla nostra grossa tradizione riusciamo sempre a racimolare un numero di atleti tali che ci permette di partecipare a tre campionati federali  Under 16 e Under 14  e propaganda».

 

Campania – Lazio

N° GARA

DATA

ORE

CAMPO

INCONTRO

 

1^ giornata di andata del

27/10/2013

 

 

B/Mcl

1

sab

26-ott-13

0.00

Roma

3584 Roma Handball

1750 Handball Benevento

B/Mcl

2

sab

26-ott-13

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

 

 

 

 

 

riposa

2308 H. Flavioni

 

2^ giornata di andata del

10/11/2013

 

 

B/Mcl

3

sab

9-nov-13

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

3218 Pallamano Interscafati

B/Mcl

4

sab

9-nov-13

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

2308 H. Flavioni

 

 

 

 

 

 

riposa

3584 Roma Handball

 

3^ giornata di andata del

17/11/2013

 

 

B/Mcl

5

sab

16-nov-13

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

3584 Roma Handball

B/Mcl

6

sab

16-nov-13

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

1750 Handball Benevento

 

 

 

 

 

 

riposa

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

4^ giornata di andata del

24/11/2013

 

 

B/Mcl

7

sab

23-nov-13

0.00

Roma

3584 Roma Handball

2308 H. Flavioni

B/Mcl

8

sab

23-nov-13

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

 

 

 

 

 

riposa

3218 Pallamano Interscafati

 

5^ giornata di andata del

01/12/2013

 

 

B/Mcl

9

sab

30-nov-13

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

3584 Roma Handball

B/Mcl

10

sab

30-nov-13

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

3218 Pallamano Interscafati

 

 

 

 

 

 

riposa

1750 Handball Benevento

 

1^ giornata di ritorno del

08/12/2013

 

 

B/Mcl

11

sab

7-dic-13

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

3584 Roma Handball

B/Mcl

12

sab

7-dic-13

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

3218 Pallamano Interscafati

 

 

 

 

 

 

riposa

2308 H. Flavioni

 

2^ giornata di ritorno del

15/12/2013

 

 

B/Mcl

13

sab

14-dic-13

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

1750 Handball Benevento

B/Mcl

14

sab

14-dic-13

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

 

 

 

 

 

riposa

3584 Roma Handball

 

3^ giornata di ritorno del

12/01/2014

 

 

B/Mcl

15

sab

21-dic-13

0.00

Roma

3584 Roma Handball

3218 Pallamano Interscafati

B/Mcl

16

sab

11-gen-14

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

2308 H. Flavioni

 

 

 

 

 

 

riposa

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

4^ giornata di ritorno del

19/01/2014

 

 

B/Mcl

17

sab

18-gen-14

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

3584 Roma Handball

B/Mcl

18

sab

18-gen-14

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

1750 Handball Benevento

 

 

 

 

 

 

riposa

3218 Pallamano Interscafati

 

5^ giornata di ritorno del

26/01/2014

 

 

B/Mcl

19

sab

25-gen-14

0.00

Roma

3584 Roma Handball

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

B/Mcl

20

sab

25-gen-14

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

2308 H. Flavioni

 

 

 

 

 

 

riposa

1750 Handball Benevento

 

1^ giornata di doppia andata del

09/02/2014

 

 

B/Mcl

21

sab

8-feb-14

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

3584 Roma Handball

B/Mcl

22

sab

8-feb-14

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

 

 

 

 

 

riposa

2308 H. Flavioni

 

2^ giornata di doppia andata del

16/02/2014

 

 

B/Mcl

23

sab

2-feb-14

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

3218 Pallamano Interscafati

B/Mcl

24

sab

15-feb-14

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

2308 H. Flavioni

 

 

 

 

 

 

riposa

1750 Handball Benevento

 

3^ giornata di doppia andata del

23/02/2014

 

 

B/Mcl

25

sab

22-feb-14

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

3584 Roma Handball

B/Mcl

26

sab

22-feb-14

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

1750 Handball Benevento

 

 

 

 

 

 

riposa

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

4^ giornata di andata del

09/03/2014

 

 

B/Mcl

27

sab

1-mar-14

0.00

Roma

3584 Roma Handball

2308 H. Flavioni

B/Mcl

28

sab

8-mar-14

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

 

 

 

 

 

riposa

3218 Pallamano Interscafati

 

5^ giornata di doppia andata del

16/03/2014

 

 

B/Mcl

29

sab

15-mar-14

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

3584 Roma Handball

B/Mcl

30

sab

15-mar-14

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

3218 Pallamano Interscafati

 

 

 

 

 

 

riposa

1750 Handball Benevento

Campania – Lazio

N° GARA

DATA

ORE

CAMPO

INCONTRO

 

1^ giornata di doppio ritorno del

23/03/2014

 

 

B/Mcl

31

sab

22-mar-14

0.00

Roma

3584 Roma Handball

1750 Handball Benevento

B/Mcl

32

sab

22-mar-14

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

3218 Pallamano Interscafati

 

 

 

 

 

 

riposa

2308 H. Flavioni

 

2^ giornata di doppio ritorno del

30/03/2014

 

 

B/Mcl

33

sab

29-mar-14

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

1750 Handball Benevento

B/Mcl

34

sab

29-mar-14

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

 

 

 

 

 

riposa

3584 Roma Handball

 

3^ giornata di doppio ritorno del

13/04/2014

 

 

B/Mcl

35

sab

12-apr-14

0.00

Roma

3584 Roma Handball

3218 Pallamano Interscafati

B/Mcl

36

sab

12-apr-14

18.00

Benevento

1750 Handball Benevento

2308 H. Flavioni

 

 

 

 

 

 

riposa

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

 

4^ giornata di doppio ritorno del

27/04/2014

 

 

B/Mcl

37

sab

26-apr-14

20.30

Civitavecchia

2308 H. Flavioni

3584 Roma Handball

B/Mcl

38

sab

26-apr-14

17.00

Gaeta

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

1750 Handball Benevento

 

 

 

 

 

 

riposa

3218 Pallamano Interscafati

 

5^ giornata di doppio ritorno del

04/05/2014

 

 

B/Mcl

39

sab

3-mag-14

0.00

Roma

3584 Roma Handball

1136 CUS Cassino-Gaeta 84

B/Mcl

40

sab

3-mag-14

20.30

Scafati

3218 Pallamano Interscafati

2308 H. Flavioni

 

 

 

 

 

 

riposa

1750 Handball Benevento

28 ottobre 2013 0

Inaugurata la stazione bike sharing in località Cavoni

Di redazionecassino1

Inaugurata, questa mattina, alla presenza del vicesindaco e assessore all’ambiente Fulvio De Santis, dell’assessore alla Polizia locale Sandro Blasi e del consigliere comunale Igino Guglielmi, la stazione di bike sharing, in prossimità della piastra Cavoni. La nuova stazione è la 6a postazione del Bike Sharing che si unisce alle 5 stazioni già presenti esattamente a Piazzale Kambo (stazione ferroviaria), ingresso Campo Coni, Via Aldo Moro (parcheggio ascensore inclinato), Villa Comunale e Madonna della Neve. La bici si può prelevare mediante l’utilizzo di una tessera magnetica e può essere riconsegnata dopo l’utilizzo in una ciclostazione qualsiasi all’interno della città. Per usufruire del servizio è necessario sottoscrivere l’abbonamento presso il “Front Office bike sharing” sito al primo piano della struttura comunale di Via Armando Fabi (orari di apertura: dal lunedì  al venerdì 9.00/13.00, lunedì e mercoledì 15.00/17.00 – telefono 0775.265235).  Possono sottoscrivere il contratto d’uso tutte le persone (da 16 anni con autorizzazione dei genitori) presentando un documento valido e firmando il contratto d’uso. Oltre alla tessera magnetica, l’utente riceverà una catena con lucchetto per custodire al meglio la bici durante le soste lontane dalla ciclostazione. L’abbonamento ha un costo di 10,00 euro, 5 dei quali utilizzabili come credito per il noleggio. Nell’abbonamento è compresa anche un’assicurazione RCT. L’uso della bicicletta è attivo dalle 7.00 alle ore 21.00 ed è gratuito per la prima mezz’ora, 0,50 euro per ogni mezz’ora successiva alla prima. Per prelevare la bicicletta è sufficiente avvicinare la tessera alla colonnina e la bicicletta si sgancerà automaticamente. La riconsegna della bicicletta può avvenire in una qualsiasi colonnina libera del circuito, anche presso una ciclo-stazione diversa da quella di prelievo, sempre avvicinando la tessera e riposizionando il manubrio della bici in corrispondenza del dispositivo di ancoraggio. Si raccomanda di segnalare tempestivamente al Front Office ogni eventuale smarrimento, furto, danneggiamento o disservizio.

Sempre questa mattina, in prossimità della piastra Cavoni, è stata  presentata la macchina elettrica acquistata dal Comune.  Come è noto Il tema della riduzione dell’inquinamento ambientale è prioritario per questa Amministrazione, si continuano a dare segnali di cambiamento e di attenzione su temi ambientali e di mobilità sostenibile promuovendo non solo l’utilizzo delle bici ma anche l’uso dei veicoli elettrici, che per la maturità raggiunta dalla tecnologia, si rivelano la strada più virtuosa ed efficace per intervenire sull’impatto ambientale dei trasporti.

L’acquisto quindi della nuova macchina elettrica si posiziona all’interno del progetto “Monta in sella e pedala – Free Bike” derivante da finanziamento del Ministero dell’Ambiente, Tutela de Territorio e del Mare, un quadriciclo elettrico che verrà utilizzato per le proprie attività sul territorio dall’“Ufficio Qualità Urbana e Mobilità” del Comune di Frosinone, anche soprattutto nell’ottica di utilizzo e promozione di sistemi e tecnologie che favoriscano il  rispetto dell’ambiente e dell’aria che respiriamo.

“Prosegue l’impegno dell’amministrazione Ottaviani – ha dichiarato  l’assessore all’ambiente e vicesindaco Fulvio De Santis –  per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini frusinati. Con l’apertura della ciclo stazione nel quartiere Cavoni un’altra importante zona della città può usufruire di un servizio sempre più richiesto. Il nostro impegno però non finisce qui, anzi prosegue con la massima attenzione, è nostra intenzione infatti reperire finanziamenti per aprire altre stazioni, tra cui una in località Casaleno. Utilizzare la bici invece dell’auto ha una duplice finalità: contribuisce di certo al miglioramento della qualità dell’aria e riduce i tempi di spostamento da una parte all’altra del capoluogo. Inoltre con l’iniziativa odierna si contribuisce anche a migliorare l’ornamento della piastra Cavoni che deve diventare un vero e proprio fiore all’occhiello dell’intero quartiere. Il messaggio che vogliamo dare ai cittadini – ha concluso De Santis – è quello che in materia di salvaguardia ambientale faremo tutto il possibile per innalzare  la qualità della vita nel capoluogo, portando avanti tutti i nostri progetti”.

“Migliorare la viabilità cittadina in sinergia con la tutela dell’ambiente – ha aggiunto l’assessore alla Polizia Locale Sandro Blasi – è tra le priorità dell’amministrazione Ottaviani. E il  progetto di bike sharing, di cui oggi si inaugura un’altra stazione,  va proprio in questa direzione”.

 

 “Nonostante le declamate ristrettezze economiche dell’ente – ha spiegato il consigliere comunale Igino Guglielmi componente della commissione consiliare tutela dell’ambiente e servizi ecologici –  si riesce a realizzare un’altra ciclostazione strategica all’interno di un quartiere in piena crescita. Tale opera è stata realizzata grazie al lavoro sinergico tra l’ufficio qualità urbana e mobilità del Comune di Frosinone, che ringrazio per l’impegno profuso, l’assessorato e la commissione consiliare tutela dell’ambiente, servizi ecologici ed energie rinnovabili della quale mi onoro di rappresentare. Proprio quest’ultima commissione si pone come obiettivo quello di promuovere una serie di iniziative che siano da stimolo all’assessore all’ambiente Fulvio De Santis, il quale ringrazio per la fiducia e stima che nutre nei miei confronti. Ringrazio anche tutte le associazioni che sollevando problematiche ambientali stimolano l’amministrazione ad un costante impegno su un tema così ostico e di difficile risoluzione. Il fatto che Frosinone sia ai primi posti in termini di inquinamento ambientale non è più una novità. L’installazione della sesta ciclostazione nel Comune di Frosinone non mira di certo a risolvere direttamente il problema dell’inquinamento atmosferico, siamo di fatto coscienti che 10 bici in più in Città non siano sufficienti a far diminuire la concentrazione di PM10 in atmosfera, con tale iniziativa, si vuole infatti sensibilizzare il cittadino all’utilizzo di mezzi alternativi di mobilità. Per scalare le classifiche nazionali e per migliorare le condizioni ambientali di vita, occorre necessariamente diffondere quanto più possibile un concetto molto più ampio di ecosostenibilità applicabile a 360° su tutti i settori”.

28 ottobre 2013 0

Da domani torna il maltempo al nord

Di admin

Una vasta perturbazione di origine atlantica, in procinto di portarsi sull’Europa nord-occidentale, nella giornata di martedì convoglierà un flusso di correnti sud-occidentali in quota, umide ed instabili, sulle regioni settentrionali, dando luogo a fenomeni più intensi e persistenti sulle aree a ridosso dei settori alpini e prealpini centro-orientali e sulla pianura veneto-friulana. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede, dalle prime ore di domani, martedì 29 ottobre, precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Lombardia, in estensione nel corso della stessa giornata a Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni potranno dare luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

28 ottobre 2013 0

Patrizi: “Il Cristo nel Labirinto opera di importanza internazionale, azione congiunta per proteggerlo e valorizzarlo”

Di admin

Da più parti, ormai da tempo, giungono appelli per attirare l’attenzione sullo stato di pericolo del “Cristo nel labirinto” di Alatri. L’affresco trovato in San Francesco, ad Alatri, nel 1996 è un’opera di importanza fondamentale per la sua rarità e per i misteriosi significati sui quali, da anni, si interrogano decine di specialisti in tutto il mondo. Il Cristo nel labirinto di Alatri è talmente noto che per la Pasqua 2012 è stato duplicato in un quadro dalla pittrice Christine Stevens, che prendendo spunto dalle numerose fotografie dell’enigmatica opera d’arte reperibili sul web, ha realizzato il quadro poi esposto nella parrocchia di St Giles a Barbican nel cuore della “City” di Londra. La Stevens è fiduciario del “Labyrinth Project” della St Giles a Barbican, il cui responsabile è il Vescovo di Londra rev. Richard Chartres. L’affresco alatrense, infatti, è stato oggetto di un convegno nel Regno Unito dove, ogni anno, si ritrovano studiosi di iconografia medievale. L’opera alatrense è considerata ovunque come la più interessante del genere (oltre ad essere unica ad avere l’immagine del Cristo al centro del labirinto) ogni volta che si considerano simili e celeberrime realizzazioni presenti qua e la in Europa. Come il famoso labirinto pavimentale della Cattedrale di Chartres, quello scolpito su una lastra marmorea murata sulla facciata della Cattedrale di San Martino a Lucca, un altro sempre pavimentale, nella Cattedrale di Amiens, o a Ravenna nella Chiesa ottagonale di San Vitale. In Germania altri due esempi sono nelle Chiese di San Severino e San Gerone a Colonia. Tutta questa premessa per sottolineare ancora una volta come e quanto si debba lavorare con dedizione alla promozione, oltre che alla salvaguardia, del nostro patrimonio di bellezze che non sono solo valide ma, in molti casi, eccezionali. Un patrimonio sul quale dobbiamo essere in grado di sviluppare la cultura e l’industria turistica. Impresa ardua ma indispensabile. Intanto per quanto riguarda il Cristi nel labirinto chiederò udienza all’assessore regionale alla Cultura, Lidia Ravera, per sensibilizzarla e consultarmi sul da farsi. Lo stesso farò presso la Curia vescovile e Comune di Alatri onde creare un raccordo e realizzare quanto è nelle nostre possibilità per salvare il Cristo nel labirinto dal degrado”.

28 ottobre 2013 0

Trovato dai carbinieri in possesso di hashish e marijuana 31enne in manette

Di redazionecassino1

La scorsa sera i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti, durante un servizio mirato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, svolto a Sambuceto di San Giovanni Teatino, hanno tratto in arresto un 31enne, originario della provincia di Chieti.

L’uomo, controllato dai militari nei pressi del bocciodromo, è risultato sottoposto a obbligo di dimora, dalle ore 21.00 alle 7.00, nel comune di Montesilvano, dove dimora stabilmente. L’eccessivo nervosismo dimostrato durante le fasi del controllo non era però giustificato dal solo fatto di essere assoggettato a una misura cautelare. L’uomo si è mostrato esageratamente insofferente al controllo effettuato dei carabinieri, quasi volesse far intendere che gli stavano facendo perdere tempo.

E’ stato tale comportamento che ha insospettito gli uomini dell’Arma che hanno iniziato a dubitare che potesse avere qualcosa da nascondere e quindi fretta di andare via.

In effetti motivi per preoccuparsi il 31enne ne aveva: quando i Carabinieri hanno approfondito il controllo lo hanno trovato in possesso di 14 grammi di hashish e di una piccola quantità di marijuana. Tanto è bastato per estendere il controllo all’abitazione dell’uomo. Durante la perquisizione domiciliare, malgrado il 31enne, più volte, avesse garantito ai Carabinieri di non detenere altro stupefacente, i militari hanno rinvenuto ulteriori grammi 187 di hashish, grammi 13 di marijuana, un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento, sufficienti a far dichiarare M. D.E. in stato di arresto.

Dopo l’arresto il 31enne è stato associato alla casa circondariale di Chieti a disposizione dell’A.G.