pubblicato il1 ottobre 2013 alle 15:40

Dal prossimo lunedì a Cassino al via il compostaggio domestico

“Nell’ambito delle iniziative che come Amministrazione abbiamo messo in campo tendenti alla riduzione dei rifiuti e quindi dei costi di smaltimento, il Comune ha inteso promuovere, per ora a titolo sperimentale, il compostaggio domestico attraverso l’uso di compostiere al fine di provvedere in maniera autonoma allo smaltimento dei rifiuti organici con un risparmio per gli utenti, previa verifica del corretto utilizzo della compostiera, del 10% sul pagamento della TARES.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha presentato la nuova iniziativa messa in campo dal Comune volta alla riduzione nella produzione dei rifiuti. “Le compostiere – ha continuato il sindaco – sono dei contenitori in plastica aerati, studiati proprio per praticare il compostaggio anche in piccoli spazi verdi (giardini), senza generare cattivi odori e senza attirare animali indesiderati. Chi sceglierà la compostiera, quindi, potrà depositare tutti i rifiuti organici al suo interno ed ottenere come prodotto un terriccio (compost) che può essere utilizzato con ottimi risultati nelle comuni pratiche di giardinaggio sia come ammendante che come fertilizzante. Si tratta di un ulteriore passo verso una città sempre più ecosostenibile e per questo come Comune abbiamo messo a disposizione dei cittadini 1000 compostiere della capacità di circa 300 litri, da assegnare in comodato gratuito alle utenze provviste di giardino che ne faccio formale richiesta e sottoscrivano apposita convenzione.” Sull’argomento è intervenuto anche l’assessore all’ambiente, Riccardo Consales, che ha reso note le modalità per fare richiesta dell’attrezzatura necessaria al compostaggio. “Innanzitutto – ha sottolineato Consales – il compostaggio è un processo del tutto naturale che avviene ad opera dei microrganismi, che trasformano tutto quanto è organico, in sostanze minerali riutilizzabili per attività di giardinaggio e non solo. Possono fare richiesta di assegnazione della compostiera le utenze residenti nel Comune di Cassino, regolarmente iscritte a ruolo TARSU/TARES, che dispongano di un giardino o orto, o comunque di uno spazio verde, con superficie di almeno 20 metri quadri, dove poter utilizzare il compost prodotto. Le compostiere, fino ad esaurimento scorte, verranno assegnate secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande che dovranno essere indirizzate all’Ufficio Ambiente del Comune di Cassino e presentate presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente. Per fare richiesta, tuttavia, è ammessa anche la trasmissione via posta elettronica certificata all’indirizzo servizio.protocollo@comunecassino.telecompost.it. La compostiera verrà consegnata a domicilio e questo permetterà automaticamente di essere inseriti in un albo dei compostatori, anche questo definito dal regolamento in corso di definizione. Questo, infine, come detto in anticipo, consentirà agli utenti che utilizzeranno la compostiera di avere una riduzione sul pagamento della TARES del 10% attraverso modalità e criteri che sono in corso di elaborazione in uno specifico regolamento comunale.”

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07