Grossi: “Dimensioanamento scolastico, tre plessi per Cassino la scelta condivisa con i dirigenti didattici”

2 ottobre 2013 0 Di admin

“Dopo l’incontro avuto la scorsa settima con il presidente della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, abbiamo incontrato anche i dirigenti dei tre circoli didattici di Cassino con i quali si è giunti ad una soluzione condivisa che ricalca la situazione attuale che prevede tre circoli cittadini.” A dichiararlo è stato l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, in merito al provvedimento di dimensionamento scolastico iniziato circa due anni fa. “Nel corso della giunta che si è tenuta nella giornata di martedì – ha continuato Grossi – l’Amministrazione comunale ha recepito la posizione dei singoli dirigenti scolastici, scaturita tra le altre cose dai vari consigli dei docenti tenutisi nelle scorse settimane, ed ha deciso di portare avanti, anche con Provincia e Regione, una posizione univoca che prevede, come stabilito in passato, di avere tre plessi scolastici a Cassino. Questa Amministrazione insieme ai dirigenti scolastici ha sempre sostenuto una riorganizzazione ragionata al fine di giungere ad una soluzione definitiva e non provvisoria della questione. Proprio per questo la scorsa estate abbiamo lavorato per garantire un’equa distribuzione dei nuovi iscritti tra i tre circoli in modo da poter rientrare nei parametri della legge sul dimensionamento scolastico. Già due anni fa abbiamo registrato un cambiamento considerevole nella riorganizzazione scolastica a cui quest’anno si sono aggiunti nuovi cambiamenti come nel caso della ormai ex scuola Diamare destinata da settembre agli uffici giudiziari del Tribunale di Cassino. Proprio per questo continuiamo a portare avanti in maniera compatta una soluzione condivisa (tre plessi didattici) anche per garantire quella stabilità necessaria che occorre ad ogni circolo didattico per lavorare bene così come stanno già facendo. Un ringraziamento lo rivolgo al consigliere Maria Iannone che ha seguito in prima persona l’intera vicenda prendendo parte all’incontro con il Presidente della Provincia Patrizi e fornendo un contributo importante per giungere a quella che possiamo definire la soluzione migliore per tutti.”