pubblicato il31 ottobre 2013 alle 15:51

L’orso soldato che combattè a Cassino, serve un monumento per ricordarlo

“Un monumento all’orso soldato Vojtek”, è l’impegno di Antonio Capaldi, 75 anni, presidente dell’associazione “Le Nuove Contrade” di Cassino, che si sta battendo per sensibilizzare l’opinione publbica alla necessità di riconoscere i meriti “A chi, come i polacchi, – dichiara – hanno combattuto e perso la vita per liberare la nostra città dai nazisti. Un monumento a Vojtek, la cui storia è famosa in tutto il mondo e quasi sconosciuta in Italia, sarebbe il modo migliore per ricordare il sacrificio di tanti giovani polacchi e, ne sono certo, diventerebbe una grande attrazione turistica”. Vojtek era l’orso mascotte della Ventiduesima Compagnia trasporti polacca.

Pesava 250 chili ed era alto due metri. I soldati polacchi lo trovarono cucciolo tra le montagne dell’Iran quando, dalla Russia si stavano spostando nel 1942, verso la Palestina per ricompattare l’esercito e combattere al fianco degli alleati. Dopo la Campagna d’Africa i polacchi arrivarono a Cassino sulla linea Gustav e combatterono da protagonisti liberando Montecassino. “Abbiamo fotografie dove si vede l’orso aiutare i suoi compagni a scaricare i proiettili di cannone o di mortaio dai camion e mai – sostiene Capaldi – ne avesse fatto cadere uno. La Ventiduesima aveva la base a Venafro, a circa 30 di chilometri a sud di Cassino e dalla cittadina molisana partivano i rifornimenti di munizioni, armi e viveri, che arrivavano fin sotto le pendici di Montecassino dove i polacchi combattevano aspramente. Nei momenti di pausa l’orso calamitava l’attenzione dei suoi compagni fumando e bevendo con loro ma anche giocando alla lotta. Alcune volte li lasciava anche vincere”. Poche le persone di Cassino che conoscono la storia dell’orso soldato. “Vojtek è legato a questa terra dato che qui è rimasto per diversi mesi e, a modo suo, ha contribuito alla liberazione; ma in pochi lo sanno”. A Guerra finita, l’orso soldato è diventata l’attrattiva di un parco zoologico ad Edimburgo ed è morto nel 1963 all’età di 26 anni.
Er. Am.
orso vojtek3

orso vojtek

orso vojtek1

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07