Rifiuti interrati a Cassino. A 15 anni dalle prime denuncie, il problema approda in Consiglio Comunale

9 ottobre 2013 0 Di admin

Nel corso della consulta dell’ambiente di ieri pomeriggio a Cassino, tenutasi presso la Sala Restagno, il consigliere comunale Igor Fonte ha presentato ed illustrato a tutti gli intervenuti, associazioni, amministratori e semplici cittadini, la bozza di ordine del giorno per il prossimo Consiglio Comunale straordinario, da lui richiesto, sulla questione dei rifiuti tossici interrati nel cassinate. Il giovane consigliere, dopo aver affermato che il Consiglio Comunale sarà incentrato principalmente sulla zona Nocione (già oggetto di indagine, anche grazie alle denunce di associazioni ambientaliste del territorio), ha assicurato il proprio impegno e quello di tutta l’amministrazione comunale per un serio e fattivo interessamento su tutte le segnalazioni riguardanti la possibilità di discariche occulte e di terreni malati. La lettura della relazione è stata accolta di ottimo grado dall’intera Consulta. Adesso si aspetta la conferenza dei capigruppo di domani sera per stilare la bozza definitiva che verrà proposta nel Consiglio comunale ad hoc. “Sono molto soddisfatto della grande partecipazioni di cittadini e di associazioni e soprattutto del gran contributo di segnalazioni ed idee che soprattutto sui social network i cittadini di Cassino e del cassnate hanno voluto e saputo darmi. Spero che la mia mozione sia condivisa da tutti i consiglieri comunali e da tutte le forze politiche dell’intera città. La salute non è nè di destra, nè di sinistra, ma di tutti i cittadini. Invito tutti i cittadini di Cassino al Consiglio Comunale straordinario che si terrà entro la fine del mese per poter verificare di persona che la bontà, la concretezza e la praticità della delibera. Per la salute dei cittadini è ora di passare ai fatti, basta proclami e polemiche sterili”.
Foto Alberto Ceccon
Consulta Cassino 013

igor fonte

igor fonte1