Giorno: 20 novembre 2013

20 novembre 2013 0

“Parliamone ancora” (prima che sia troppo tardi) il primo libro di Palma Lavecchia, il carabiniere romanziere

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piacevole (da leggere), significativo, divertente. “Parliamone ancora”, il primo romanzo di Palma Lavecchia, è tutto questo e ancora di più. L’argomento attorno al quale ruota il racconto della protagonista, Emma, quello del difficile rapporto tra mamma e figlia, potrebbe trarre in inganno e lasciar credere che il tema possa essere di esclusivo interesse delle donne. Non è così. Nelle circa 200 pagine la scrittrice, tenente dei carabinieri in servizio presso la compagnia di Gaeta, mette tanto di suo, tanto altro invece estremizza, in una storia che serve anche per creare una discussione sul perdono, sul non rivangare le vecchie ed inutili ruggini dell’orgoglio che rompono collanti familiari fino all’addio della morte lasciando inevitabili rimpianti. Alla fine resta, oltre al piacere di una bella lettura, anche un invito a parlare, confrontarsi, sciogliere i nodi degli equivoci prima che sia troppo tardi; prima che uno dei due vada via per sempre. Emma è donna in contrasto con la madre non per un fatto preciso, ma per una serie di atteggiamenti. Un rapporto difficile, quello tra figlia e genitrice (ma che spesso può essere anche tra figlio e padre) più diffuso di quanto si pensi e, anche grazie a lavori come quelli di Lavecchia, ci si interroga anche su quanto vi sia di patologico. Ma il messaggio passa senza pesantezze, in una sceneggiatura leggera e anche divertente. Ci sono anche fantasmi, ma questi sono presenze piacevoli e garbate tali da non disperdere la dote di realismo della storia. Infatti, quella di Emma, è una vita che scorre come tante altre; con le difficoltà di tante ragazze e con una bella storia d’amore che, però, non caratterizza l’intero racconto. Le sorprese danno un valore aggiunto e sono sapientemente distribuite tra le pagine in una maniera tale da incollare il lettore a ciascuna di esse, dalla prima, fino all’ultima. Una bella e positiva esperienza che la scrittrice Lavecchia ha condiviso con le responsabili della casa editrice “C’era una volta”. Il libro vanta la prefazione curata dello psichiatra Prof. Alessandro Meluzzi e una introduzione dello sceneggiatore Ciro Scalera ed è splendido anche a vedersi dato che la copertina è disegnata dalla giovane ma promettente artista Rosaria Nastro. La presentazione ufficiale è prevista per venerdì prossimo nella città natale dell’autrice: Barletta. Seguiranno poi altre tappe, principalmente nelle tante città che hanno patrocinato il lavoro: oltre a Barletta, Lanciano (Ch), Cassino (Fr), Gaeta (Lt), Montella (Av). Tra i patrocini, anche quello del consiglio regionale del Lazio, della provincia di Latina e dell’assemblea Capitolina. Le indicazioni per acquistare il libro sono all’indirizzo http://palmalavecchia.wordpress.com/come-acquistare-il-libro/ Ermanno Amedei

20 novembre 2013 0

Ciclisti notturni senza segnalatori luminosi, timori sulle strade di Cassino

Di admin

Ciclisti notturni a spasso per la città senza alcuna segnalazione luminosa. Il pericolo è evidente e sono in tanti che lo hanno segnalato al nostro giornale. Si tratta principalmente di cittadini stranieri che circolano con biciclette senza alcuna luce o segnalazione luminosa che permetta ad automobilisti di individuarli e evitarli. Il fenomeno non riguarda solo il centro cittadino dove, magari anche grazie alla pubblica illuminazione è possibile individuare le sagome che pedalano, ma anche l’immediata periferia della città martire. Nella zona di San Pasquale, più di qualche automobilista ha raccontato di aver evitato l’impatto all’ultimo metro. E’ necessario che le forze dell’ordine intervengano per evitare l’irrimediabile. Er Am Foto Alberto Ceccon

20 novembre 2013 0

Dalle Discriminazioni ai Diritti, sarà presentato a Cassino il rapporto UNAR immigrazioni

Di admin

Lunedì prossimo a Cassino, presso l’Aula Pacis del Rettorato dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Via Marconi sarà presentato il Dossier Statistico Immigrazione 2013, Rapporto Unar a cura del Centro Studi e Ricerche Idos, dal titolo Dalle Discriminazioni ai Diritti, realizzato in collaborazione con organizzazioni internazionali, strutture pubbliche e associazioni. La presentazione del Dossier, che sostituisce il Dossier Caritas sull’Immigrazione pubblicato negli anni precedenti, rappresenta un valido strumento per quanti intendano leggere il movimento migratorio sotto tutti i punti di vista e inquadrare i flussi sul nostro territorio con i dati più aggiornati. Saranno presenti: Il Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Ciro Attaianese, il Sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone, l’Amministratore Apostolico Antonio Ricci, l’U.N.A.R – Pietro Vulpiani, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cassino – Stefania Di Russo. Interverranno: Nicola Porro, Franco Pittau, Lucio Maciocia, Maurizio Esposito, Antonio Napolitano, Giuseppe De Vita, Fiorenza Taricone, Salvatore d’Angio, David Donfrancesco, Katia Risi, Danilo Grossi, Alessandra Sannella.

20 novembre 2013 0

Torna a casa e la trova occupata da 4 persone che lo picchiano e lo “sfrattano”

Di admin

E’ tornato a casa e l’ha trovata occupata da quattro persone che, oltretutto, lo hanno anche picchiato. E’ accaduto a Piedimonte san Germano dove un 40enne, intestatario di un alloggio popolare, è tornato a casa dopo un periodo accorgendosi che quattro individui del luogo, arbitrariamente avevano deciso che quella fosse la loro abitazione. Alle rimostranze del 40enne, hanno reagito con violenza picchiandolo e allontanandolo dall’alloggio. L’intervento dei carabinieri è servito per rimettere ordine e per denunciare i quattro per occupazione abusiva. Intanto si sta valutando anche l’ipotesi del furto, dato che dagli arredi mancherebbero alcune cose, ma anche se l’intestatario abitasse realmente l’alloggio Ater.

20 novembre 2013 0

Furto di rame ad Anagni, gruppo rumeno albanese (cinque persone) in manette

Di admin

Hanno fatto razzie di rame e sono fuggiti a bordo di un furgone. Si tratta di un gruppo misto tra rumeni e albanesi tratti in arresto dai carabinieri di Anagni per furto aggravato in concorso. Il gruppo è stato bloccato dai militari al termine di breve inseguimento del Fiat Ducato utilizzato per allontanarsi dopo essersi appropriati di circa 15 quintali di cavi in rame di varie sezioni, asportato presso un opificio dismesso sito in quella località Paduni. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita al proprietario mentre l’automezzo utilizzato e gli arnesi da scasso sono stati sottoposti a sequestro. Gli arrestati, espletate le formalità di rito sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Anagni in attesa del rito direttissimo.

20 novembre 2013 0

Maltempo, continuano i temporali al centro sud e arriva anche la neve

Di admin

Continua il maltempo sulla penisola italiana, dopo che una forte perturbazione ha colpito duramente, nei giorni scorsi, diverse regioni e in particolare la Sardegna. La prospettiva delle prossime ore prevede, dalla giornata di domani, l’arrivo di aria fredda di origine polare che porterà nevicate diffuse sui rilievi delle regioni settentrionali ed una recrudescenza dei fenomeni sulle regioni meridionali tirreniche e su parte di quelle del centro.

Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende ed integra quello diffuso nella giornata di ieri per le regioni meridionali e tuttora valido.

L’avviso prevede, dal primo pomeriggio della giornata di domani, giovedì 21 novembre, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna, Lazio ed Umbria; il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Campania, Basilicata e Calabria. I fenomeni potranno dare luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Inoltre, sempre dalle prime ore della giornata di domani, sono previste precipitazioni nevose al di sopra dei 400-600 metri sulla Lombardia ed al di sopra dei 600-800 metri su Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati moderati o localmente abbondanti. l Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

20 novembre 2013 0

Maltempo, la piena del fiume Cosa danneggia i lavori di bonifica. E’ nuova emergenza frane

Di admin

A seguito delle piogge eccezionali cadute nelle ultime 24 ore sulla città di Frosinone, sulla base dei dati in possesso della Protezione civile comunale, è stato calcolato un livello di precipitazioni di 74 mm di cui 55 accumulatisi in appena sei ore nella notte tra martedì 19 e mercoledì 20 novembre 2013. Il livello del fiume Cosa è arrivato fino a 2 metri, superando di ben 80 cm la soglia media che è di 1,20 metri. A causa della piena del fiume Cosa, in corrispondenza della collina del viadotto Biondi e della relativa frana, la forza dell’acqua ha scalzato alcuni massi che erano stati posizionati lungo le sponde del fiume nell’ambito dei lavori di bonifica e di risanamento dell’alveo del Cosa e sono andati a posizionarsi al centro del letto del medesimo. Il Sindaco Nicola Ottaviani, vista la circostanza, ha immediatamente avvisato l’autorità competente, l’Ardis, per gli interventi del caso. Durante la scorsa notte i volontari della Protezione civile comunale, sotto il coordinamento del Sindaco e del Disaster manager Ruggero Marazzi, hanno costantemente monitorato la situazione sul territorio comunale, svolgendo alcune attività di prevenzione, come la pulizia di caditoie ostruite dal fogliame caduto a terra per la violenza delle piogge e per le raffiche di vento che hanno raggiunto anche i 65 km/h, limitando al minimo i disagi. Un nucleo familiare, nella zona di Maniano, è stato fatto evacuare dall’abitazione a seguito dell’infiltrazione di acqua negli scantinati di un torrente esondato a pochi metri dalla stessa.

20 novembre 2013 0

Maltempo, nel sud pontino le forti raffiche di vento fanno strage di pini marini

Di admin

Il maltempo ha imperversato anche sul basso Lazio e nelle ultime ore sono state centinaia le chiamate ai vigili del fuoco di Latina per segnalare allagamenti ma, ancor più, danni causati da cadute di alberi. Le forti raffiche di vento che hanno spazzato il litorale pontino sradicando centinaia di piante ma, a farne le spese, sono stati principalmente i pini marini. Alberi altissimi da radici superficiali, cedono sotto la forza delle violente raffiche. Strade ostruite da tronchi, pali elettrici abbattuti dalle cadute degli altifusti e, in alcuni casi, anche auto danneggiate sono stati i principali effetti. A Gaeta, nel parco adiacente al campo di calcio nella zona Sant’Anna, un pino è caduto su alcune panchine. Er. Am.

20 novembre 2013 0

Femminicidio, a Formia un programma per mantenere accesi i riflettori sul tragico fenomeno

Di admin

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne – 25 novembre 2013 – e per continuare a tenere i riflettori accesi su una questione sociale e culturale di tragica attualità, la città di Formia ha dedicato una serie di eventi al tema dei maltrattamenti femminili, delle discriminazioni di genere e del femminicidio, con particolari approfondimenti sulla recente legge 119/13. L’obiettivo è di accrescere la consapevolezza e la sensibilizzazione verso questi fenomeni ma anche di diffondere la conoscenza degli strumenti, delle opportunità e dei servizi presenti sul territorio a disposizione delle persone. Il programma comprende una serie di iniziative e convegni dal 22 al 25 novembre, promossi da associazioni territoriali, operatori, artiste e studenti/esse, coordinati dalle Assessore Manzo, Rak, Zangrillo e dalla Delegata alle Pari Opportunità Menanno. In occasione della giornata, la Giunta Comunale ha aderito alla campagna dell’UDI (Unione Donne in Italia) con la delibera n. 262 del 31.10.2013, con cui si disciplina la pubblicità lesiva e discriminatoria negli spazi comunali e grazie alla quale l’U.D.I. ha inserito il Comune di Formia nel circuito delle “Citta libere”, autorizzando l’utilizzo del logo. Tutte le date e le informazioni sugli eventi della rassegna sono consultabili sul sito www.comune.formia.lt.it. e sulla pagina facebook: https://www.facebook.com/hormiae

20 novembre 2013 0

Fascio e Martello, rosos o Nero? se ne discute al XXXII Convivium a Fiuggi

Di admin

Rosso o nero? Nero o rosso? In occasione del suo quarto compleanno, Convivium ci offre un argomento sempre di scottante attualità, sebbene radicato nel passato. “Fascio e martello” è il titolo della interessante serata, che si terrà il 23 Novembre p.v. nella consueta cornice, elegante ed accogliente, del Best Western Hotel “Fiuggi Terme”. E’ il Convivium delle utopie giovanili, dei sogni rivoluzionari, delle militanze e delle infatuazioni ideologiche. Protagonisti virtuali, anche nel menu della cena, saranno proprio questi due classici colori dell’agone ideologico. Protagonisti reali, invece, saranno Annarita Alviani e Biagio Cacciola, intervistati dal noto giornalista Vittorio Macioce, che ripercorreranno sogni e passioni di quegli anni, e cercheranno di scavare nelle motivazioni e nelle origini di quel fervore ideale. Uno sguardo sulle contestazioni sessantottine e sui movimenti studenteschi, fino agli anni di piombo e a quelli del “riflusso”. Con una lucida disamina, da un lato, ma anche con un po’ di serena nostalgia, dall’altro, verso un’epoca che comunque ha fatto sognare, e poi disilludere, intere generazioni, non solo nei progetti politici, ma in tutto ciò che nella vita e nell’arte l’ha accompagnata. Dalle esperienze “comunitarie“, alle canzoni di lotta, ma anche alle letture e al cinema impegnato, fino al rock trasgressivo. Da Pierpaolo Pasolini a Ezra Pound, dal libretto di Mao alla filosofia di Popper e, perché no, di Armando Plebe. Il tutto condito, come sempre, da un uditorio di pregio e da una gastronomia altrettanto ispirata e accattivante. Appuntamento per tutti alle 19.30 di sabato 23 al Best Western Hotel Fiuggi Terme di Fiuggi. Annarita Alviani è la fondatrice e direttrice, insieme a Quirino Zangrilli, del gruppo “Convivium”. Toccò a lei celebrarne l’atto di nascita, il 27 Novembre 2009, con una presentazione dell’opera di Abraham Yeoshua, di cui è appassionata lettrice. Da sempre impegnata nelle battaglie civili e di emancipazione, ha contribuito primariamente alla crescita, quantitativa e qualitativa, del gruppo “Convivium” e lo ha reso, con la collaborazione di tutti, una importante opportunità di crescita e condivisione, nella normale e civile dialettica, rispettosa di posizioni differenti e talvolta contrastanti. Grazie al suo impegno, oggi Convivium annovera, tra presenze locali e ospiti provenienti da varie parti d’Italia, un “bacino” di oltre 350 partecipanti agli eventi, con punte massime di oltre 100 presenze per singola serata. Biagio Cacciola insegna filosofia al liceo “Anton Giulio Bragaglia” di Frosinone, citta’ dove per 23 anni ha ricoperto incarichi di capogruppo, assessore alla cultura , vicesindaco. E’ autore di vari testi, tra cui: “Appunti per una storia del movimento sociale”, “La conservazione alimentare nei monasteri del lazio”, “Figli della stessa storia”, “Tra eresia e ortodossia”. Docente alla scuola di formazione del M.I.U.R., collabora da anni con la cattedra di Pedagogia Generale all’Università di Cassino. E’ stato consulente della Regione Lazio alla cultura e consulente del Ministero della Salute. E’ opinionista del settimanale “Qui sette” e del quotidiano online “Il giornale d’italia”. Vittorio Macioce è caporedattore e pubblicista de “Il Giornale”. Penna ben nota a molti i lettori, è ideatore e direttore del “Festival delle storie” che si tiene, nell’estate di ogni anno, nella Valle di Comino. Dal suo blog: “Vittorio Macioce si ritrova spesso a muoversi tra i vari confini del giornalismo. Ed è un po’ come spostarsi tra le linee, in una sorta di terra di nessuno. E’ capo redattore e da qualche tempo ha lasciato Milano per Roma. E’ cresciuto ad Alvito, un piccolo paese tra Sora e Cassino, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo. Quando può continua a seguire la narrativa, soprattutto quella americana. E’ convinto che incroci e crocicchi siano il posto più interessante per osservare il mondo”.