Giorno: 29 novembre 2013

29 novembre 2013 0

Ancora sangue e violenza a Fondi, gambizzato un uomo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Con alcuni colpi di pistola, un uomo è stato gambizzato in pieno centro a Fondi. Il fatto di sangue è avvenuto questa sera dopo le 20 in via Itri dove la persona ferita stava camminando quando sarebbe stato affiancato da qualcuno in auto che gli avrebbe esploso contro alcuni colpi di pistola prima di fuggire. Del caso se ne stanno occupando gli agenti di polizia del locale commissariato. L’uomo è stato soccorso e trasportato in ospedale.

29 novembre 2013 0

Petrarcone: “Manifestare è un diritto riconosciuto dalla Costituzione di natura antifascista”

Di redazionecassino1

“Il diritto di manifestare è sancito e riconosciuto dalla Costituzione Italiana e di certo nessuno, tantomeno chi da sempre crede nei valori della democrazia, vieterà alcun tipo di manifestazione. È altrettanto vero, però, che la nostra Carta Costituzionale, pur affermando la libertà di espressione di ogni pensiero, è per sua natura antifascista, nata dai valori della democrazia conquistata con la Resistenza. Proprio ripercorrendo quel periodo storico, cade il prossimo anno il settantesimo anniversario dei tragici ed atroci eventi che spazzarono la nostra città che però, spinta da un innato senso di eroismo seppe ricostruire il suo tessuto urbanistico, economico e sociale, grazie ad una comunità che faceva dei valori della solidarietà, del sacrificio e della condivisione le sue bandiere. Oggi manteniamo saldi questi principi e Cassino, crocevia di popoli, di culture e di idee, è costantemente pronta ad ospitare il confronto che deve, però, sempre avvenire nel solco dei valori della democrazia, della tolleranza e soprattutto del rispetto. Non possiamo esimerci dal guardare con preoccupazione quei movimenti di estrema destra che, spesso si celano dietro le tematiche care agli studenti, ma in realtà sono portatori di principi totalmente contrastanti con la nostra Repubblica. Le sofferenze che Cassino ha subito nella seconda guerra mondiale e la sua Medaglia D’Oro al valor militare, frutto del sacrificio di tanti giovani che da tutto il mondo vennero a combattere per liberare l’Europa dal Nazifascismo, non può non condannare moralmente ogni manifestazione che può aver qualche, seppur flebile, legame con quello che possiamo definire il male assoluto del 900. Ecco perché sono fermamente convinto che la manifestazione in programma mercoledì prossimo in città debba mantenere la sua anima studentesca senza sfociare in pericolosi estremismi già condannati dalla storia e dalla nostra Costituzione. Cassino è città per la Pace e rispettosa di quei principi, tra cui l’antifascismo, che hanno ispirato la società italiana dal dopoguerra ad oggi. Ecco perché il prossimo 4 dicembre sarebbe auspicabile che le manifestazioni studentesche in programma rimangano tali, senza scadere nella provocazione ideologica, svilendo, di fatto, il principio ispiratore del manifestare: la rivendicazione pacifica di un diritto.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.

 

 

29 novembre 2013 0

Investimento in via per Fossacesia a Lanciano, strada pericolosa

Di admin

Via per Fossacesia a Lanciano si conferma strada pericolosa. Nel tardo pomeriggio di oggi, nell’ennesimo investimento ne ha fatto le spese un uomo travolto da una Renault Clio. L’incidente è avvenuto nei pressi del distributore Agip e a facilitarlo è stato certamente la scarsa illuminazione del punto in cui è avvenuto. L’investito è statato trasportato in ospedale ma le sue condizioni non sarebbero gravi. er Am

29 novembre 2013 0

Si lanciano in due con il parapendio a Norma e si schiantano, grave una 46enne

Di admin

Lancio sfortunato quello fatto oggi pomeriggio da F.C., una 46 enne di Roma e M.M. 47enne di Monterotondo, appassionati entrambi di parapendio. I due, poco dopo le 14, si sono lanciati dalla strada panoramica Norma – Cori ma in fase di lancio qualcosa è andato storto e la donna ha sbattuto, contro una grossa pietra sporgente. Il volo, quindi compromesso, è terminato ad un dislivello di circa 100 metri più in basso e rimanendo entrambi prigionieri sul costone roccioso. I vigili del fuoco intervenuti da Latina si sono calati con tecniche Saf fino a raggiungere i due feriti e, dopo averli imbragati, con l’ausilio di un elicottero arrivato da Viterbo, sono stati recuperati dal velivolo e portati in un punto più accessibile per permettere ai sanitari di intervenire. La donna ha avuto la peggio e, per questo, classificata con il codice rosso, è stata elitrasportata al policlinico Gemelli di Roma. L’uomo è stato ricoverato a Latina ma le sue condizioni sono meno preoccupanti.

29 novembre 2013 0

Bollette Enel sospette, maxi operazione di polizia e carabinieri per controllare contatori di sette condomini popolari. Nove denuncie

Di admin

Bollette dell’Enel troppo solate e il forte sospetto di fiurti di energia elettrica hanno creato malumore nel quartiere popolare di Aprilia in via Inghilterra e via Parigi. Alcuni cittadini erano scesi in strada per protestare sospettando che nei condomini vi fossero annidati ladri di energia elettrica. Questa mattina, un imponente servizio d’ordine composto da agenti di polizia, carabinieri e vigili urbani hanno scortato i tecnici dell’Enel in un controllo capillare dei contatori. Le sorprese nei sette condomini non sono mancate. Al termine delle verifiche, sono stati riscontrati nove allacci abusivi alcuni dei quali alla rete elettriche di altri condomini, in particolare scale e garages e persino a quelle della scuola primaria di via Inghilterra. In nove, quindi, sono stati denunciati per furto di energia elettrica.

29 novembre 2013 0

Il Consiglio del Lazio approva la risoluzione sul S.Raffaele, Fardelli: “Bene, ma l’attenzione resti sempre e alta”

Di admin

Il consiglio regionale del Lazio approva la risoluzione S. Raffaele presentata dal consigliere regionale Fabrizio Righini e sottoscritta dal consigliere Marino Fardelli dove si impegna il Presidente e la Giunta ad “individuare le soluzioni per evitare che tale situazione d’incertezza nel rapporto tra Regione e Azienda ricada sui cittadini e sui lavoratori restituendo alla istituzione regionale il ruolo di centralità che le compete pretendendo il rispetto dei tempi di pagamento degli stipendi dei lavoratori, elevati standard di qualità dei servizi erogati ai pazienti e garantendo nel contempo i tempi di pagamento per i servizi espletati da tutte le aziende private che operano nella sanità”. Un atto approvato all’unanimità nella seduta odierna: “Il documento è teso a garantire il rispetto dei pagamenti degli stipendi dei lavoratori e i servizi erogati ai pazienti – ha dichiarato al termine l’on.le Marino Fardelli – Un passo notevole verso la risoluzione della vertenza dei lavoratori e delle difficoltà dell’azienda, ma sono conscio che dovranno essere messi in atto tanti altri sforzi per mantenere sempre alta l’attenzione sul San Raffaele. D’altro canto non si usino però sempre i lavoratori come scudo per questioni in cui certe volte loro non c’entrano nulla”. La struttura sanitaria cassinate, come scritto nella risoluzione, è in ritardo nel pagamento degli stipendi mentre la Regione ha debiti nei suoi confronti per diverse centinaia di euro. Situazione che mette a rischio lavoratori e servizi ai cittadini e per la quale la risoluzione approvata da tutto il Consiglio, ha impegnato la Regione Lazio a prendere provvedimenti per la risoluzione della difficile situazione, nonostante questioni ancora irrisolte.

29 novembre 2013 0

Quattromila cinquecento tonnellate di rottami di ferro ammassati nel porto di Gaeta, scatta il sequestro

Di admin

Quattromila cinquecento tonnellate di rottami ferrosi, una vera e propria collina ammucciata all’interno del porto di Gaeta è stata posta sotto sequestro dagli uomini della Capitaneria di Porto. Da alcuni mesi la collina caratterizzava il paesaggio portuale ma ben presto era diventata anche oggetto di indagine da parte dei militari della Guardia Costiera. Si tratta di un’enorme quantità di ferro frutto di scarti di produzione o recupero di materiale ferroso accumulato da mesi. Il sequestro preventivo è stato disposto dalla procura di Cassino. Gli investigatori stanno lavorando ancora per capire come e chi ha ammucchiato il materiale nel porto e se sono state rispettato tutte le normative previste per l’immagazzinamento del ferro.

29 novembre 2013 0

In vista dell’assemblea Ance Frosinone, Marino Fardelli: “Edilizia settore fondamentale, non sprechiamo l’opportunità della ripresa”

Di admin

La ripresa economica c’è ma non si vede o meglio, come l’ha definita il consigliere regionale Marino Fardelli “è a due velocità”. Da un lato quella dei dati che ogni giorno ci prospettano una economia in ripresa e dall’altra quella reale che vive nell’affanno e nella fragilità con le aziende costrette alla tenacia e ai sacrifici. “Il futuro non può aspettare” è il tema che quest’anno l’Ance ha dato all’assemblea annuale che si terrà a Frosinone il 5 dicembre: “Un tema che lancia un grande motivo per essere fiduciosi e per guardare a come non sprecare l’opportunità che i timidi segnali di ripresa ci stanno offrendo” ha detto il consigliere regionale Marino Fardelli che interverrà all’assemblea di Frosinone che dibatterà sull’importanza dell’edilizia quale motore della ripresa economica e sociale del nostro territorio: “L’edilizia è un settore fondamentale per la ripartenza del Paese, sia quella privata che quella residenziale, commerciale e delle infrastrutture” – ha detto ancora l’on.le Fardelli – I numeri drammatici che leggiamo sugli ultimi rapporti del settore dell’edilizia, vedono Frosinone prima nel Lazio per perdita di posti di lavoro, di aziende e di ore lavorate nel settore dell’edilizia. Un triste primato che si deve e si può invertire in un settore che si è sempre distinto, che ha trainato l’economia della provincia e che oggi ha bisogno di interventi e di un supporto di politiche economiche decisive”. Il consigliere regionale Marino Fardelli che fa un plauso all’iniziativa e al tema scelto dall’Ance per l’assemblea di quest’anno, parla di segnali di ripresa nonostante i vincoli e le zavorre che appesantiscono l’impresa: “Tasse, burocrazia, mancanza di credito, costi di energia, sono macigni per gli imprenditori. L’assemblea annuale dell’Ance porterà un confronto anche su questi temi in termini di contributi e proposte” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli.

29 novembre 2013 0

Colpo da 23mila euro a Fondi, con pistola e taglierino rapinano la Popolare

Di admin

Colpo in banca riuscito per tre rapinatori a Fondi. I malviventi si sono presentati nella sede della filiale della Banca Popolare di Fondi in orario di chiusura e, armati di pistola e taglierino, hanno minacciato il cassiere facendosi consegnare l’intero contenuto della cassa. Ottenuti circa 23mila euro, i due sono scappati salendo a bordo di un furgone guidato da un complice e si sono dileguati. Del caso se ne sta occupando la polizia del commissariato di Fondi che ha ritrovato il mezzo usato dai malviventi per fuggire, risultato rubato nei giorni scorsi.

29 novembre 2013 0

Lite in un bar a Cassino finisce con un colpo di telefono… in testa. Barista ferita

Di admin

La lite in un bar di via Pascoli a Cassino tra un cliente di origini straniere e la proprietaria del locale è finito a colpi di… telefono. I due hanno iniziato a discutere per motivi al momento ignoti fino a che la conversazione è degenerata ed è culminata con il cittadino straniero che ha afferrato il telefono cellulare che la donna aveva sul bancone lanciandolo con violenza contro la testa. Tutto questo prima di andar via a bordo della sua auto. La donna con la ferita al volto, è stata trasportata in ospedale dove i medici le hanno dovuto ciudere la ferita con sette punti di sutura. Dell’episodio sono stati informati i carabinieri di cassino che, ottenuto il numero di targa dell’auto dello straniero, lo stanno rintracciando. Er. Am.