pubblicato il4 novembre 2013 alle 10:26

Basket: La BPC Virtus Cassino travolge VIS Nova Basket, 99 a 56

Nessuna sorpresa al Soriano di Atina , la BPC Virtus CASSINO in serata di gala mostra il lato bello della sua smagliante realtà , veste il vestito della festa e travolge la VIS NOVA BASKET . Quest’ultima ha resistito solo 3 minuti allo strapotere di Pignalosa e compagni . Poi si fa notte fonda per gli uomini di D’Annibale che già alla prima sirena soccombono di 14 lunghezze . Sugli scudi in casa Virtus , fin da subito Raskovic ed uno straordinario Trionfo . Dunque c’era da sfidare la cabala con i suoi numeri che vedevano fino a stasera la Virtus Cassino mai vittoriosa negli incontri contro Vis Nova basket . E la Virtus lo ha fatto senza paura , dritta al bersaglio per centrare la quarta vittoria in campionato .

La truppa di Vettese infatti entra sul parquet amico decisa ad ipotecare presto il match. Altissima l’intensità difensiva e la vena di Trionfo, la gagliardia di Marko Raskovic e la fantasia  dell’acciaccato Pignalosa , questi sono stati gli ingredienti alla base del primo allungo .Gli ospiti gialloblù cercano di scuotersi nella seconda frazione ma ogni tentativo di avicinamento viene frustrato dai cassinati orchestrati anche dal giovanissimo Speranza che regala preziosi minuti d’ossigeno al direttore d’orchestra rossoblù Fontana. Nelle fila dei romani Teofili e Procaccio cercano di aumentare  le percentuali gialloblu ma Ausiello e Bertoldo non stanno a guardare e sporcano spesso le conclusioni delle bocche da fuoco avversarie. In buona sostanza per i romani  in difesa le sofferenze restano e il divario resta abbondantemente in doppia cifra all’intervallo lungo (+17… , 50 a 33) .

Il + 17 non deve essere simpatico a Vettese ( memore della trasferta sarda ),egli così catechizza a dovere la sua squadra negli spogliatoi . Decisi a non concedere spazi agli avversari , De Monaco e compagni ritornano sul parquet con il piglio della squadra di razza . I padroni di casa infatti mettono in atto fin da subito  l’allungo decisivo , e scavano il solco decisivo . La forbice in termini di punteggio si allarga a dismisura , raggiungendo valori anche numeri da capogiro + 40 ed oltre . In buona sostanza un altro break chiude definitivamente i giochi, sugli scudi in questa fase Pignalosa e  Raskovic, quest’ultimo  è quello che sale in cattedra sotto le plance , e stavolta la truppa di D’Annibale, ancora priva di Santilli, non regge la forza d’urto avversaria e perde ulteriormente contatto nel finale, chiudendo con un pesante passivo. Al termine della terza frazione di gioco la Virtus Cassino è avanti di 34 lunghezze , 80 a 46 . Il divario è sensibile tanto da non regalare più emozione alcuna agli spettatori accorsi al Soriano . In campo tornano le formazioni ma in casa Virtus spazio alle seconde linee , Scarpelli e Roffi Isabelli .

La Virtus Cassino non dà segni di cedimento mentale e ciò è davvero una grande notizia in casa Virtus , allunga spietatamente con canestri a ripetizione dal perimetro lungo con i vari Pignalosa ed Ausiello .La Vis Nova non resiste  e alza bandiera bianca . Spazio in casa Virtus per le seconde linee , Scarpelli e Roffi Isabelli. Si va alla sirena finale che sancisce la vittoria dei rossoblù padroni di casa . 99 a 56 il finale .

Pronto e autoritario dunque il riscatto della Virtus Cassino dopo la sconfitta di Sassari, a farne le spese una malcapitata Vis Nova che ha pagato , oltre ovviamente alla differenza tecnica, proprio la voglia di riscatto e di mantenere alta la concentrazione per tutti i 40’ da parte dei cassinati. Lo sottolinea coach  Vettese a fine gara “Noi dobbiamo continuare su questa strada, umiltà e tanta voglia di lottare su ogni pallone in difesa. Soprattutto adesso che il campionato entra nel vivo . La nostra squadra se non ha cali mentali e non si fa male da sola, come purtroppo è capitato , può davvero essere spietata come oggi. Tuttavia ora voltiamo immediatamente pagina ,  prepariamoci ad un’altra giornata di fuoco  come quella che ci attende domenica prossima al Palabasket Di Poce a Sora .Sora rappresenta per noi un banco di prova importante , loro vorranno far valere il fattore campo , noi non dobbiamo mollare proprio sul più bello , ci attende una settimana di duro lavoro “ 

BPC VIRTUS CASSINO: Trionfo 29, Bertoldo 8, Scarpelli, Roffi Isabelli, Fontana, De Monaco 7, Raskovic 21, Ausiello 9, Speranza 3, Pignalosa 22.     All. Vettese

VIS NOVA: Procaccio 10, Marini 3, Antognozzi 2, Moretti 4, Fillari 2, Argenti 6, Massari ne, De Santis 2, Teofili 17, Hunt 10.   All. D’Annibale

PARZIALI: 24-10, 50-33, 80-46

Arbitri : Marinelli e Cattani

MVP : Trionfo

La chiave del match : la difesa della BPC Virtus Cassino ed il ritorno di Marko Raskovic

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07