pubblicato il25 novembre 2013 alle 17:49

II Congresso del Circolo SEL Cassino

Da SEL Cassino riceviamo e pubblichiamo: Sabato 23 Novembre 2013, presso la sala della Biblioteca comunale “E. Malatesta”, dalle ore 16, si è svolto il II Congresso del Circolo SEL Cassino alla presenza dell’On. deputato Nazzareno Pilozzi e del componente della segreteria provinciale Giuseppe Fortuna.
Il Circolo ha confermato ancora una volta di essere un’importante realtà. Con i suoi 55 iscritti, infatti, SEL Cassino è uno dei circoli più grandi dell’intera provincia. E l’importante partecipazione di iscritti, di simpatizzanti e di ospiti è la dimostrazione della bontà del lavoro svolto in questi anni.
Hanno preso parte ai nostri lavori diversi rappresentanti dell’associazionismo, dei partiti politici e del sindacato. Nello specifico: Le ali della solidarietà, Fausto Pellecchia, presidente della No cab, pro Park, Giovanni Morsillo, Presidente provinciale dell’Anpi, Bruno della Corte, presidente della cooperativa il Risveglio, Marcello Iacovella dell’USB, Donato Gatti, Segretario Provinciale della Fiom, Pierluigi Franchitto in rappresentanza del Pd, Oreste della Posta, segretario provinciale del Pdci, mentre il Psi, impegnato in un’assemblea pre-congressuale, tramite messaggi e telefonate, ha augurato un buon lavoro ai compagni di SEL e ha auspicato che molto presto possa esserci un altro momento o occasione di confronto.
Il segretario uscente, Angelo Costanzo, è stato il primo a intervenire. Nella sua relazione fiume, Costanzo ha ripercorso le tappe principali del nostro partito, dalla nascita a oggi. Ha ripercorso l’esperienza di Bene Comune e non sono mancati dei messaggi al Sindaco e all’Amministrazione. Ad esempio, quello di far rivivere lo spirito originario della coalizione e di instaurare un rapporto migliore e continuo con il nostro partito (a tutti i livelli); e in generale con le forze politiche che hanno dato vita a Bene comune e a tutte quelle altre (UDC-PD-PSI) che hanno sostenuto Bene Comune al ballottaggio.
Costanzo ha replicato alle ingiuste accuse che i consiglieri comunali hanno rivolto all’intero circolo, rilevando come in un partito non si debba mai sfuggire al confronto, anche, e soprattutto, quando si manifestano importanti divergenze. Inoltre, ha replicato all’accusa, ricordando come proprio i consiglieri autosospesi siano stati latitanti durante le numerose riunioni precongressuali e nelle iniziative pubbliche che si sono svolte negli ultimi mesi. Il segretario uscente, infine, ha sostenuto come i partiti non possano trasformarsi in comitati elettorali, poiché, come ci ricorda la Costituzione, devono continuare a essere luoghi di elaborazione programmatica e di discussione politica tra eletti e militanti.
A seguire ci sono stati gli interventi di Giuseppe Fortuna (segreteria provinciale), il quale ha esposto il buon lavoro fatto in questi mesi dalla segreteria provinciale, organismo composto, oltre che dallo stesso Fortuna, da Valentina Adiutori e Marco Procino; e dell’ On. Nazzareno Pilozzi che si è soffermato sull’importanza di avere un grande partito di sinistra in questo paese; sulla necessità di adottare politiche che salvaguardino gli ultimi; e sull’importanza di una forte politica di riconversione ecosostenibile.
Al termine del lavoro congressuale e dopo i numerosi interventi dei compagni, il Congresso ha eletto all’unanimità il nuovo segretario di Circolo nella persona di Marco Procino e il nuovo Coordinamento cittadino, così composto: Fortunato Redi, Benedetto Truppa, Roberta Costantini, Antonio Potaturo, Ivan Nardone, Luana Abronzini, Bruno Vacca, Veronica Avella, Ezio Fargnoli. E’ stato, inoltre, riconfermato tesoriere Fausto Salera. Ed è stata eletta la commissione di Garanzia, composta da Angelo Costanzo, Marino Giacomobono e Guerino Ventre.
Il Congresso è terminato con i ringraziamenti del neo eletto Segretario Marco Procino, il quale ha ringraziato i compagni e il segretario uscente per la fiducia e per il lavoro svolto in questi anni. Procino ha incentrato il suo intervento sul dramma lavoro e sulla volontà, da parte di un giovane, di portare al centro del dibattito politico la precarietà e la disoccupazione, dramma nel quale versano le giovani generazioni. Ha manifestato la volontà di rivolgersi, oltre che ai lavoratori e alle categorie classiche, a tutto quel mondo, sfruttato e sottopagato, rappresentato dai precari, dalle partite ive, dai freelance e dai piccoli imprenditori, nello specifico quelli a conduzione monofamiliare. Infine, il segretario ha posto l’accento a come l’Italia e l’Europa abbiano bisogno di sinistra. E per lavorare in tal senso, quindi, bisogna rafforzare, anche sui territori, i rapporti con tutte le forze politiche del centro sinistra (PD e PSI) e rilanciare il progetto di “Italia Bene comune”, non vittorioso alle urne e affossato dallo stesso Pd con l’elezione del Presidente della Repubblica. Inoltre Procino ha comunicato l’intenzione di voler costruire un’interlocuzione migliore tra partito e Amministrazione comunale. A breve, infine, il neo segretario convocherà il gruppo consiliare composto dagli autosospesi di SEL per verificare se la linea politica uscita fuori dal Congresso di SEL sia la stessa del gruppo. Il Circolo – ha ricordato Procino – è stato, è e sarà sempre un convinto sostenitore del progetto Bene Comune e del suo programma progressista, e lavorerà sempre affinché sia rispettato e attuato.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07