pubblicato il13 novembre 2013 alle 19:12

La parola “Roma” più antica esposta a Cassino. Nel museo archeologico la Spada di San Vittore

Il museo Archeologico di Cassino si arricchisce di un pregiatissimo pezzo. A giorni, infatti, in una teca in fase di allestimento nei locali di via Montecassino, verrà esposta la Spada di San Vittore, il reperto archeologico più antico che porta incisa la parola “Roma”. Lo ha annunciato Emanuele Nicosia, funzionario della Soprintendenza archeologica del Lazio. La “Spada di San Vittore” è stata ritrovata nel 2003 dall’archeologo Dante Sacco nel corso di scavi nel fondo Decina a San Vittore del Lazio. Risalente al IV secolo a.C., porta incise una serie di informazioni, tra cui la Stella Macedone di Alessandro Magno che hanno permesso di accertare un primato del reperto, quello di essere il più antico oggetto rinvenuto su cui è inciso il locativo “Roma”. Dopo un certosino lavoro di restauro e l’esposizione nel museo di Innsbruck, è conservata nella camera di sicurezza della Soprintendenza di Roma dove resterà ancora per poco. “Stiamo allestendo – ha dichiarato Nicosia – all’interno del Museo archeologico di Cassino, che già raccoglie innumerevoli pezzi pregiati, uno spazio espositivo con una vetrina e una apposita illuminazione, che contenga degnamente il reperto”. Nello spazio il cui allestimento è curato anche dagli archeologi Dante Sacco ed Manuela Tondo del progetto Summaocre troveranno posto anche altri reperti rinvenuti durante gli scavi nel fondo Decina di San Vittore del Lazio.
Er. Am.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07