“L’Isola che non c’é”, Asdoe premia a Cassino l’ex pugile scrittore Nino Benvenuti

19 novembre 2013 0 Di admin

Il prossimo 25 novembre Nino Benvenuti sarà a Cassino per ritirare il premio ASDOE 2013. La cerimonia si terrà presso la Biblioteca Comunale alle ore 16. Il Premio ASDOE viene annualmente assegnato ad una personalità di rilevanza culturale e sociale che contribuisce, con il suo operato, alla formazione delle giovani generazioni.
Il più grande pugile italiano di tutti i tempi verrà premiato per il suo libro autobiografico “L’ Isola che non c’è”, scritto insieme al giornalista Mauro Grimaldi , all’ interno del quale la Medaglia d’Oro alle olimpiadi di Roma 1960 racconta in maniera toccante il traumatico distacco dalla sua terra, l’ Istria, negli anni del dopoguerra e dell’ esodo dei profughi.

Le vicende sportive e storico-personali di Nino Benvenuti saranno oggetto di discussioni ed approfondimenti da parte degli studenti degli Istituti Superiori di Cassino che parteciperanno all’incontro con il campione.

Nino Benvenuti è stato uno dei più grandi sportivi italiani di tutti i tempi. Oltre all’ Oro olimpico ha conquistato anche due campionati europei ed è stato campione del mondo dei pesi welter per 4 anni consecutivi. E’ stato un mito per almeno due generazioni ed ora chi vorrà potrà incontrarlo lunedì pomeriggio presso la Biblioteca di Cassino.

La scelta di assegnare a Benvenuti il premio 2013 è stata presa dal Presidente dell’Associazione, prof. Antonio Riccardi, coadiuvato dal Comitato Scientifico, composto dai professori Gabriella Latempa, Annamaria Cicellini, Santa Mastroianni, Agostino Scappaticci e Giuseppe Di Sano

Il PREMIO ASDOE 2013 è assegnato a Nino Benvenuti con la seguente motivazione:

All’ADOLESCENTE NINO: Costretto ad abbandonare la propria città natale, divenuta suolo nemico, vivendo la tragica esperienza di profugo;

All’UOMO GIOVANNI che, animato da un forte amor di patria, ha saputo trarre insegnamento dalle molte difficoltà della vita, consentendogli di gestire vittorie, successi, delusioni e sconfitte con dignità e spirito critico;

Allo SPORTIVO BENVENUTI, icona dello sport italiano e mondiale, per aver portato, con orgoglio, il nome dell’Italia sul gradino più alto del podio olimpico e per aver conquistato il titolo di Campione del Mondo, dimostrando che con la passione e la tenacia i sogni diventano realtà e che il pugilato si fonda su valori e principi di solidarietà, lealtà e correttezza”.

Il prestigioso premio, giunto alla terza edizione, è stato assegnato negli scorsi anni a pregevoli personalità della cultura italiana come Anita Garibaldi, pronipote dell’Eroe dei Due Mondi Giuseppe Garibaldi, e Dacia Maraini, scrittrice di fama internazionale.