pubblicato il10 novembre 2013 alle 18:05

Mondiali di corsa campestre del 2016 si svolgeranno a Cassino

La città di Cassino ospiterà per la prima volta in assoluto i campionati mondiali di corsa campestre. La notizia è giunta dal presidente del Cusi (Centro Universitario Sportivo Italiano) Coiana, che poche ore fa da Bruxelles, dov’è in corso il vertice della Fisu (Federazione Italiana Sport Universitari), ha comunicato l’esito del verdetto al Rettore Attaianese e al presidente del Cus Cassino Carmine Calce. Questa sera alle ore 20 su Eurosport la diretta della riunione della Fisu da Bruxelles, dove la commissione darà l’ufficialità della notizia: Cassino ospiterà i mondiali di corsa campestre del 2016. Stando ai rumors che trapelano in queste ore, la città martire avrebbe avuto la meglio sui competitors spagnoli e cinesi, fino all’ultimo in corsa per aggiudicarsi i mondiali di cross country. «È un progetto – spiega il rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – che abbiamo concepito in occasione dei  Cnu e che portiamo avanti. Un lavoro di sinergia tra mondo accademico, sportivo e istituzionale che proietta l’Università sulla città e la città su di noi. La nostra vittoria è il riconoscimento del lavoro che viene da lontano, dai Cnu. Sono state premiate le nostre capacità organizzative. Sarà un’altra grande occasione per la città. Se con i Cnu – riferisce  ancora Attaianese – abbiamo realizzato la pista di atletica ora possiamo ampliare l’offerta degli impianti sportivi con la creazione di un sistema di piste ciclabile e pedonale che vanno da uno all’altro punto di sviluppo della città: il nuovo ospedale e la Folcara». Della ricaduta infrastrutturale che potrà esserci sulla città parla anche il presidente del Cus Carmine Calce: «Con i Cnu abbiamo migliorato l’offerta degli impianti sportivi, questa è un’altra grande opportunità per la città. Con i campionati mondiali di corsa campestre del 2016, oltre ad avere i migliori atleti universitari del mondo a Cassino, siamo certi di lasciare un segno tangibile della nostra attività sul territorio. Il verdetto ci ha visto trionfatori perché è stato premiato un progetto, la capacità di fare sistema come già avvenuto anche durante i Campionati Universitari». Soddisfatta anche l’Amministrazione Comunale e il sindaco Petrarcone che con il suo delegato allo sport, l’assessore Danilo Grossi, spiega: «Siamo orgogliosi di questo ulteriore successo ottenuto dal Cus, come Amministrazione faremo il meglio così come già avvenuto con i Cnu. Ci impegneremo già da subito affinchè nella città resti qualcosa di importante che vada aldilà del singolo evento sportivo».

 

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07