Secondo appuntamento de “Il cinema dei piccoli”. Oggi il film “Ribelle” alla biblioteca ‘ P. Malatesta’

30 novembre 2013 0 Di redazionecassino1

Secondo appuntamento della rassegna “Il cinema dei piccoli” un’iniziativa importante per avvicinare i più piccoli al cinema e voluta dall’amministrazione comunale. Un’ offerta culturale per tutti i bambini della città. “Sabato 30 novembre con la proiezione del ‘Ribelle’ ci sarà il secondo appuntamento della seconda edizione de ‘il Cinema dei Piccoli’; un’iniziativa che abbiamo voluto portare avanti con il fondamentale contributo del circolo Fuorifuoco.” Con queste parole l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, ha presentato secondo appuntamento del progetto avviato la scorsa primavera e che vedrà la proiezione per i bambini alle ore 16.30 di sabato presso la biblioteca comunale Pietro Malatesta. “Questa iniziativa – ha continuato Grossi – contribuisce ad ampliare la già importante offerta culturale della città in modo da comprendere anche un target diverso con la proiezione di film dedicati ai più piccoli. È un’idea che è nata a seguito del successo che in tutti questi anni ha fatto registrare il circolo Fuorifuoco e che intende proseguire anche nei prossimi anni come dimostra questa seconda edizione, figlia dell’ottima riuscita della prima che ha visto una grande partecipazione di pubblico.  Un’ulteriore dimostrazione che questa offerta non è stata un semplice spot, ma l’inizio di un percorso lungo e delineato nel tempo e che sta contribuendo a rendere sempre di più la biblioteca comunale di Cassino il vero cuore culturale della città. Come Amministrazione, continuiamo a sposare iniziative di questo tipo che mettono al centro i più piccoli ed offrono un’alternativa culturale rispetto a quelle che sono le attività solite dedicate ai bambini. La scelta della biblioteca comunale non è casuale, ma dettata dalla volontà di far conoscere ai bambini un posto della città che solitamente non frequentano. Come si può evincere facilmente, si tratta di un progetto nato con l’intento di offrire ai bambini una proposta culturale e che quindi mira ad essere inclusivo, convinti che possa continuare ad essere un appuntamento importante per la città.”