Giorno: 4 dicembre 2013

4 dicembre 2013 0

Santa Barbara a Cassino, i pompieri la celebrano nella chiesa di San Pietro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il periodo non è dei più felici, il superlavoro non permette distrazioni in organizzazioni di celebrazioni particolarmente ricercate ma i vigili del fuoco non rinunciano a festeggia la loro Santa protettrice. A Cassino, oggi, nella ricorrenza di Santa Barbara, i pompieri si sono ritrovati nella chiesa di San Pietro. Lì, il vicario di Montecassino don Fortunato Tamburrini, ha celebrato la Santa Messa davanti ai vigili in servizio nella città martire. Una celebrazione sentita, come sentita è la fede per Santa Barbara alla quale i pompieri si affidano ogni qualvolta, impegnati nel soccorrere qualche persona, si trovano ad affrontare rischi di ogni genere. Loro, sempre primi ad arrivare dove c’è bisogno e per primi ad intervenire ancora prima di altri soccorritori. E’ a loro che, mentre la squadra in servizio di pronto intervento è dovuta uscire dalla chiesa a metà celebrazione per rispondere all’ennesima emergenza, diciamo grazie per ciò che fanno. Ermanno Amedei Foto Alberto Ceccon e Antonio Nardelli

4 dicembre 2013 0

Montelungo 70 anni dopo, svelata lapide a ricordo del sacrificio dei canadesi

Di admin

Anche oggi a Mignano Monte Lungo visitatori in occasione della celebrazione del 70° anniversario della Battaglia di Montelungo. Una delegazione di canadesi, accompagnati da alcuni rappresentanti della Winterline, si sono recati sul Monte La Defensa a quota 368 per lo svelamento della lapide a ricordo delle truppe Canadesi e Americane delle First Special Force. Presente il veterano Ralph Mayville 92 anni First Special Force Canada, reduce della battaglia di Montelungo. Concomitante la visita del Generale di C.A. Mario Roggio, Comandante Logistico Militare, presso il Sacrario Militare di Montelungo. A dare il benvenuto il Sindaco Dr. Antonio Verdone ed il Consigliere delegato D.ssa Donatella Galardo, in rappresentanza di un’Amministrazione attenta a mantenere sempre vivoil ricordo di quei ragazzi che persero la vita perdare noi tutti la possibilità di vivere un’esistenza libera dall’oppressione e dalla tirannide. Seppur il Ministero della Difesa quest’anno abbia deciso di commemorare i caduti il 7 dicembre e non l’8, data storica della battaglia, l’Amministrazione accoglierà domenica 8 dicembre, tutti coloro che dalle varie regioni d’Italia si recheranno a Montelungo per rendere omaggio ai caduti di tutte le guerre, predisponendo una S. Messa alle ore 11,00 officiata dal Cappellano Militare Don Gianni Ciorra. Foto Alberto Ceccon

4 dicembre 2013 0

Manifestazioni di destra e sinistra a Cassino, le minacce su facebook (per fortuna) restano virtuali

Di admin

Il clima pesante che si respirava attraverso facebook nei giorni scorsi dovute alle minacce che si sono scambiati giovani estremisti di destra e di sinistra in vista dell’appuntamento di oggi a Cassino, dove erano previsti due presidi contemporanei, per fortuna è rimasta circoscritta al solo social network. I due sparuti capannelli, in piazza De Gasperi quello di sinistra, in piazza Green quello di destra, erano adeguatamente controllati dalle forze dell’ordine. In piazza Green, decisamente vuota, in tutto una decina di sostenitori ascoltavano gli interventi di alcuni giovani che, con una chiave di lettura di destra dibattevano la difficile situazione del Paese; in piazza De Gasperi, sicuramente più numerosi, ma certamente non da affollarla, giovani di sinistra si erano radunati principalmente per rivendicare l’etichetta antifascista della città. A parte un tentativo di alcuni giovani di sinistra di avvicinare quelli di destra in piazza Green, allontanati dalle forze dell’ordine, tutto è filato liscio e i due gruppi potranno continuare a minacciarsi e offendersi su facebook. Er Amedei foto Alberto Ceccon

4 dicembre 2013 0

Nasce StART, primo laboratorio didattico al museo d’arte contemporanea Camusac

Di redazionecassino1

 Si chiama  stART il primo laboratorio didattico partito all’interno del Museo di arte contemporanea della Fondazione Longo. Il percorso, parte integrante di un’offerta ben più ampia, conduce alla scoperta del fantastico mondo dell’arte dove la teoria è un’esperienza di apprendimento giocosa che lascia subito ampio spazio alla realizzazione artistica da parte dei bambini. Racconti, esperienze, caccia al tesoro, descrizioni divertenti  e un approccio pedagogico hands-on per “toccare con mano” l’arte contemporanea. Grazie a stART i partecipanti che qualche giorno fa hanno inaugurato il primo laboratorio didattico al Camusac sono stati introdotti alla conoscenza dell’arte contemporanea attraverso percorsi argomentativi e ludico-manuali, perfettamente integrati e a misura di bambino.

 Negli enormi spazi museali di via Casilina Nord ideati e realizzati dalla famiglia Longo, i bambini hanno potuto ritagliare il loro angolo d’artista.

Il laboratorio, curato dalle brillanti Martina e Chiara, è partito davanti ad un antico forziere che al suo interno custodiva le riproduzioni di due opere d’arte presenti nell’eccezionale esposizione museale di Cassino che annovera artisti di fama nazionale e internazionale. Uno sguardo, un colpo d’occhio e per i più piccoli è stato facile muoversi tra i padiglioni e ritrovare le opere originali. Davanti a quel prezioso tesoro d’arte, una breve e coinvolgente spiegazione ha guidato i bambini alla scoperta dell’autore accendendo la loro curiosità sulle tecniche artistiche e sui materiali utilizzati.

A quel punto, uno dei più affascinanti spazi espositivi del Museo si è trasformato in un laboratorio a misura di “artisti in erba”. Ad accoglierli c’erano postazioni colorate dove poter riprodurre liberamente le opere appena conosciute con fantasia, immaginazione e creatività.

Matite colorate, pennarelli, tempere, colori acrilici e fogli da disegno sono stati i materiali utilizzati dai bambini che hanno colorato il pomeriggio con la loro arte.  Un laboratorio didattico che, sotto l’abile guida degli organizzatori, ha divertito i giovani partecipanti, i loro genitori e i molti docenti invitati ad assistere alla simulazione. E il finale si è arricchito di originalità con i titoli scelti per ogni elaborato e le “originali” firme in calce ideate dai bambini.

I temi scelti per questa prima esperienza laboratoriale sono stati “Impariamo i colori”

Rosso, giallo e blu: i colori primari, secondari e terziari nei dipinti di Fernando Melani e

“Mettiamo un filo nell’arte”, Gli intrecci colorati nelle trame di Sol Lewitt.

Un primo approccio per un progetto ben più articolato.

Infatti, accanto all’attività espositiva, alle visite guidate, alle conferenze, ai seminari di ricerca, ai workshop in partenza, il Camusac sta ideando diversi percorsi didattico-espressivi interdisciplinari, destinati alle classi degli istituti di primo e secondo grado o a gruppi di bambini a partire dai tre anni, accompagnati dai genitori.  Tali percorsi prevedono attività educative e formative che verranno realizzate attraverso un approccio non formale ma partecipativo, in cui sarà possibile confrontarsi con i nuovi media e la fotografia, la video-arte, le drammatizzazioni corporee, le azioni grafiche, plastiche e pittoriche. Si tratta di formule in grado di avvicinare i bambini e i ragazzi alla conoscenza, alla comprensione e alla sperimentazione di tematiche, codici e linguaggi della “visual art” contemporanea. Ogni laboratorio verrà modulato in relazione all’età dei partecipanti, proponendo di volta in volta un’offerta diversificata.

«I laboratori – ha spiegato Brunella Longo, artista e componente della Fondazione –  servono per stimolare la creatività dei bambini che vengono lasciarti liberi di esprimersi, senza condizionamenti. I laboratori sono parte integrante dell’offerta Camusac, ma ne rappresentano uno dei pilastri. Il  museo non vuole essere un semplice contenitore di opere d’arte ma un luogo vivo, capace di instaurare un rapporto, una interrelazione con il nostro territorio e, in generale, con i suoi fruitori. L’arte è sempre uno stimolo e può diventare un’occasione di crescita personale dal punto di vista educativo, etico, psicologico, formativo. I laboratori diventano strumenti preziosi perché permettono di sviluppare le capacità creative, l’autostima, la responsabilità, la collaborazione e la socializzazione».

 

4 dicembre 2013 0

Primarie PD: “Cassino per Gianni Cuperlo”, giovedì conferenza stampa-dibattito

Di redazionecassino1

Giovedì 5 Dicembre, ore 15.00, presso la sede del Circolo del PD di Cassino, Piazza G. Marconi, il Comitato “Cassino per Gianni Cuperlo” organizza una Conferenza stampa-dibattito dei candidati all’Assemblea Nazionale del PD della Lista di Gianni Cuperlo. Parteciperanno l’europarlamentare Francesco De Angelis, capolista della Lista Cuperlo in provincia di Frosinone; la Segretaria uscente della federazione provinciale del PD Sara Battisti,  il Sindaco di San Donato Valcomino Antonello Antonellis, Maddalena Lombardi  Segretaria del Circolo di PD di S. Elia Fiumerapido ed Elisabetta Di Bernardini, dirigente del PD di Cassino. Il confronto sarà moderato da Anna D’Onofrio, capogruppo del PD Cassino in consiglio comunale. Spiegano dal Comitato: “Chiusa la parentesi delle larghe intese dobbiamo preparare l’alternativa di centrosinistra e per farlo occorre una identità di Partito precisa e forte, che sappia incalzare il Governo per riprendere il cammino dello sviluppo nel segno dell’equità sociale e della sostenibilità ambientale. Senza un Partito forte alle spalle, nessun Governo da solo è in grado di cambiare l’Italia e la figura giusta per il delicato ruolo di segretario è sicuramente Gianni Cuperlo”.

 

4 dicembre 2013 0

“Cassino Guitar Festival”, da domani una tre giorni di chitarra classica alla biblioteca

Di redazionecassino1

“Domani sera si aprirà il Cassino Guitar Festival, una manifestazione internazionale dedicata alla chitarra classica ed organizzato dall’Associazione Note Classiche sotto la direzione artistica del M° Alessandro Minci, Massimo Delle Cese e Sergio Valle.” A dichiararlo è stato l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, che ha presentato la tre giorni dedicata alla chitarra classica che si svolgerà alla biblioteca comunale Pietro Malatesta. “Ci apprestiamo a vivere tre giorni – ha sottolineato Grossi – all’insegna della buona musica con artisti di fama internazionale. Giovedì potremo ascoltare il giovanissimo chitarrista partenopeo Francesco Scelzo che a soli 19 anni si è diplomato in chitarra classica al Conservatorio San Pietro a Maiella di Napoli e che nella sua precoce carriera è già stato insignito di tantissimi riconoscimenti tra cui il Premio Nazionale della Arti. Venerdì, invece, sarà la volta di Francesco Taranto che da oltre trent’anni esegue concerti sia con chitarra classica che su strumenti originali del primo ‘800; fino a giungere alla serata conclusiva di sabato dedicata al vincitore del concorso ‘Mario Gangi’. Una tre giorni veramente imperdibile dedicata agli appassionati delle sei corde e della musica in generale, ma soprattutto un’occasione per tutti i cittadini di Cassino di poter assistere ad eventi di altissimo profilo culturale ed artistico oltre che musicale.”

4 dicembre 2013 0

Trovato con oltre 3 chili di hashish, 2 di marijuana e 400 grammi di cocaina, 40enne arrestato ad Aprilia

Di admin

Ad Aprilia stamattina i Carabinieri del locale Reparto Territoriale hanno arrestato F.F., 40enne, poiché trovato in possesso, a seguito di perquisizione domiciliare, di gr. 397 di cocaina, gr.3156,6 di hashish suddivisa in 32 panetti e gr.2220,4 di marijuana, sequestrati unitamente al materiale per confezionamento ed il taglio della sostanza stupefacente. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’A.G..

4 dicembre 2013 0

Furti e rapine in villa e negli autogrill, due albanesi arrestati dalla Polstrada

Di admin

Nella giornata di ieri gli uomini della Sezione Polizia Stradale di Frosinone hanno portato a termine un’operazione di polizia giudiziaria arrestando due latitanti albanesi e sequestrando refurtiva per un valore cospicuo, ancora da quantificare. Le indagini della Sottosezione Autostradale di Frosinone sono partite nel mese di giugno di quest’anno, quando a distanza di pochi giorni si sono verificate due rapine in danno delle casseforti dell’impianto di erogazione carburanti Shell e dell’autogrill ubicati all’interno dell’area di servizio La Macchia, nel comune di Anagni. Le indagini hanno consentito di individuare un gruppo di albanesi che in base ai primi accertamenti risultavano essere latitanti in quanto si erano sottratti ad ordinanze di custodia cautelare emesse dall’Autorità Giudiziaria. Tramite indagini tecniche e servizi di monitoraggio ed osservazione è stata individuata l’abitazione dei componenti la banda nel comune di San Marcellino (CE), nell’Agro Aversano, risultata essere un vero e proprio “covo” per l’occultamento della merce trafugata nel corso dei furti e delle rapine. Tenuto conto delle caratteristiche del territorio e della pericolosità dei soggetti ed anche in considerazione della concreta possibilità che gli stessi potessero essere armati, veniva richiesto il concorso operativo di personale del N.O.C.S.. L’irruzione e’ avvenuta nelle prime ore del pomeriggio di ieri, dopo un lungo servizio di osservazione. All’operazione ha partecipato il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale Lazio. A seguito dell’irruzione due uomini che si trovavano all’interno dell’appartamento hanno tentato la fuga gettandosi dal terzo piano sopra una tettoia sottostante. Bloccati dagli agenti i due cittadini albanesi di 25 e 28 anni, entrambi risultati latitanti, sono stati arrestati. Il venticinquenne era ricercato per furti e rapine in abitazione mentre il trentottenne per rapina in abitazione e sequestro di persona. Una ventisettenne, anch’essa albanese, trovata all’interno della base logistica del gruppo criminale, è stata denunciata a piede libero per ricettazione e favoreggiamento. Nel corso dell’operazione è stato sottoposto a sequestro un ingente quantitativo di refurtiva (denaro, argenteria, monili in oro, orologi), oltre a tre autovetture utilizzate dalla banda per gli spostamenti sul territorio. Nel covo sono stati ritrovati anche documenti falsi utilizzati da uno dei latitanti. I due arrestati sono stati condotti nel carcere di santa Maria Capua Vetere dopo che uno di loro era dovuto ricorrere alla cure dei sanitari a causa della caduta durante il tentativo di fuga.

4 dicembre 2013 0

L’Anas dalla Valle d’Aosta alla Sicilia festeggia Santa Barbara, la Protettrice dei minatori

Di admin

Il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci: “Scavare gallerie continua ad essere, nonostante le innovazioni tecnologiche, un lavoro a volte pericoloso. In Italia è in esercizio oltre il 50% di tutte le gallerie europee e quelle gestite dall’Anas sono oltre 1.300” L’Anas, in occasione della ricorrenza di Santa Barbara che viene celebrata ogni anno il 4 dicembre, ha festeggiato, come da tradizione, la Santa Protettrice dei minatori. Le cerimonie si sono tenute in 10 cantieri in tutta Italia, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia. “Celebrare la ricorrenza di Santa Barbara – ha sottolineato il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci –, la Santa tra le più venerate al mondo protettrice dei minatori e di tutti coloro che svolgono lavori pericolosi, è un momento importante di raccoglimento per i tecnici e le maestranze che, con il loro non facile compito svolto con abnegazione e passione, trasformano i progetti in infrastrutture”. “Oggi scavare gallerie – ha ricordato il Presidente Ciucci – continua ad essere, nonostante le innovazioni tecnologiche, un lavoro complesso e a volte pericoloso. In Italia è in esercizio oltre il 50% di tutte le gallerie europee e quelle gestite dall’Anas sono oltre 1.300”. “Nonostante il 2013 – ha aggiunto Pietro Ciucci – sia stato un anno difficile per l’economia europea e per quella italiana, l’Anas termina l’anno con un importante risultato: sono 100 i lavori in corso o di prossimo avvio. Stiamo inoltre costruendo 130 nuovi chilometri in galleria e realizzando 560 chilometri di nuove strade che integreranno la rete di oltre 25 mila di chilometri in gestione diretta Anas”.

“La Festività di Santa Barbara – ha osservato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – ha una duplice valenza: si chiede di proteggere se stessi ma anche coloro che viaggiano sulle strade e che attraversano le gallerie. Un tema, quello della sicurezza nelle gallerie – ha concluso il Presidente Ciucci – particolarmente importante. Per questo l’Anas ha avviato ben 100 progetti per la manutenzione straordinaria di ponti e viadotti al fine di rendere più confortevole e più sicura la rete stradale”.

Il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, ha inviato tramite i dirigenti che si sono recati sul territorio un messaggio augurale ai lavoratori presenti al rito religioso.

4 dicembre 2013 0

Il Comune presenta la richiesta di acquisizione dei beni demaniali

Di redazionecassino1

“Abbiamo presentato richiesta di acquisizione degli immobili dello Stato, presenti sul territorio comunale di Cassino, messi a disposizione dall’Agenzia del Demanio in un apposito elenco riepilogativo. Questo a significare che tra le richieste avanzate sono state incluse sia quelle già utilizzate dall’Ente sia quelle che potrebbero essere oggetto di utilizzo e valorizzazione ad uso pubblico.” A darne notizia è stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in merito alla richiesta avanzata dagli uffici comunali attraverso l’elenco dei beni messi a disposizione dall’Agenzia del Territorio. “Si tratta di un’opportunità – ha continuato il sindaco – molto importante che consente al Comune di poter usufruire dei beni demaniali a fronte di una valorizzazione degli stessi come previsto dall’art. 56 bis del D.L. 21 giugno 2013 n. 69, convertito con modificazioni dalla legge 09 agosto 2013, n. 98, relativamente alle procedure semplificate per il trasferimento gratuito agli Enti territoriali di immobili appartenenti al patrimonio disponibile dello Stato, in attuazione del decreto legislativo 28 maggio 2010, n. 85 (federalismo demaniale).” Ad entrare nel merito delle richieste presentate è stato l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Cassino, Antimo Pietroluongo che ha aggiunto: “con la legge 98/2013, come anticipato dal sindaco, praticamente è stata ripresa l’attività del Federalismo Demaniale, introducendo termini e procedure più snelle per i trasferimenti agli Enti territoriali di immobili appartenenti al patrimonio disponibile dello Stato. L’Agenzia del Demanio ha catalogato tutti gli immobili suscettibili di trasferimento gratuito, mettendo a disposizione degli enti territoriali un elenco di schede riassuntive per ciascun immobile individuato. A seguito di ciò l’Amministrazione, attraverso gli Uffici preposti, ha proceduto all’individuazione ed all’analisi delle aree presenti sul territorio del comune di Cassino e, con la collaborazione dell’Agenzia del Demanio, sono state avanzate 116 richieste di immobili suscettibili di trasferimento ai sensi della normativa anzi richiamata nell’ambito dell’elenco dei beni immobili indicati dal sistema informatico, messo a disposizione dall’Agenzia del Demanio. Tra questi numerosi beni appartenenti al patrimonio dello Stato (anche del ramo Difesa) diversi sono di interesse per l’Amministrazione, alcuni già utilizzati dall’Ente stesso (quali gli edifici municipali o l’area del Tribunale), altri che potrebbero essere oggetto di progetti e di valorizzazioni a più ampio respiro. Il caso più eclatante di questi ultimi potrebbe essere il Comprensorio Caira più noto come ex campo di Concentramento o l’ex Campo Miranda. A questi si aggiungano anche beni immobili, di minor rilievo culturale, ma che comunque possono rappresentare un’occasione importante per l’Ente, costituendo anche un investimento per l’utilità della comunità locale, in forza dei principi di sussidiarietà e di radicamento sul territorio che hanno ispirato la norma sul c.d. Federalismo Demaniale. Insomma la procedura è stata avviata e stiamo già valorando ai progetti di valorizzazione di quei beni demaniali che potrebbero tornare nella disponibilità del Comune.”