Giorno: 21 dicembre 2013

21 dicembre 2013 0

Natale 2013, gesto di solidarietà della Polizia di Stato

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

In occasione della ricorrenza del Natale, è stata officiata ieri mattina in Questura la Santa Messa.

La celebrazione si è aperta con i sentiti auguri del Vescovo della Diocesi di Frosinone, Ferentino e Veroli Monsignor Ambrogio Spreafico che ha voluto ringraziare la grande famiglia della Polizia di Stato per la solidarietà ancora una volta dimostrata nei confronti dei meno abbienti.

Tanti infatti i generi alimentari raccolti, anche quest’anno con la spesa di solidarietà, che verranno devoluti alle famiglie bisognose della provincia.

Durante la Santa Messa è stata ricordata la prematura morte del figlio di un ispettore di Polizia, in servizio presso la Squadra mobile, al quale i tanti colleghi hanno voluto far sentire il loro fraterno affetto.

In una sala affollata, i poliziotti ed i loro familiari hanno voluto condividere un importante momento religioso con l’abbraccio fraterno al collega ed alle famiglie in difficoltà confermando la generosa vicinanza della Polizia di Stato.

Una cerimonia di grande commozione nella quale il Questore De Matteis ha sottolineato il valore della grande famiglia della Polizia di Stato.

21 dicembre 2013 0

La pubblicità è ingannevole se si è indotti ad entrare in un negozio e non si trova l’offerta promessa sul volantino

Di admin

Occhio al volantino pubblicitario per tutti i commercianti e più tutele per i consumatori UE. A sottolinearlo è Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, dopo la sentenza C281/12, pubblicata il 19 dicembre dalla Corte di Giustizia Europea.

I giudici della sesta sezione hanno, infatti, stabilito il principio per il quale la pratica commerciale scorretta per essere «ingannevole» deve risultare decisiva nell’indurre il consumatore non solo a un acquisto, ma anche a una scelta commerciale che diversamente non sarebbe stata effettuata, come ad esempio la decisione di entrare in un negozio.

La vicenda scaturisce da una controversia vertente la tradizionale vendita promozionale effettuata nell’abito della grande distribuzione che offre in vendita prodotti a prezzi vantaggiosi.

Nella fattispecie, la reclame è costituita dal classico volantino pubblicitario, che promette fin dal titolo «Sconti fino al 50% e tante altre occasioni speciali», anche su di un computer portatile.

Un accorto consumatore aveva proposto un esposto all’Autorità Garante per la Concorrenza e del Mercato, perché durante il periodo di validità della promozione non aveva reperito presso la sede del centro commerciale il prodotto informatico reclamizzato.

L’Autority aveva quindi censurato il comportamento della società che gestisce l’ipermercato per pratiche commerciali scorrette sanzionandola ai sensi del codice del consumo (il d.lgs. 2006/05).

Il Consiglio di Stato chiamato a pronunciarsi sulla domanda di annullamento della sanzione aveva interpellato la Corte di Giustizia.

Evidenziano i giudici europei che una pratica commerciale dev’essere qualificata come «ingannevole», ai sensi dell’articolo 6, paragrafo 1, della direttiva 2005/29/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 maggio 2005, relativa alle pratiche commerciali sleali delle imprese nei confronti dei consumatori nel mercato interno e che modifica la direttiva 84/450/CEE del Consiglio e le direttive 97/7/CE, 98/27/CE e 2002/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (CE) n. 2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio («direttiva sulle pratiche commerciali sleali»), qualora tale pratica, da un lato, contenga informazioni false o possa ingannare il consumatore medio e, dall’altro, sia idonea ad indurre il consumatore ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso. L’articolo 2, lettera k), di tale direttiva dev’essere interpretato nel senso che nella nozione di «decisione di natura commerciale» rientra qualsiasi decisione che sia direttamente connessa con quella di acquistare o meno un prodotto, e quindi anche quella che presenta un nesso diretto con quest’ultima, ossia la decisione di entrare nel negozio.

21 dicembre 2013 0

Spilabotte: “Ottaviani prenda atto del fallimento morale del suo progetto politico”

Di admin

Dall’Ufficio Stampa Senatrice Maria Spilabotte riceviamo e pubblichiamo: In merito alle note vicende che hanno segnato il comune di Frosinone in questi giorni (Rifiutopoli) la Senatrice Maria Spilabotte dichiara: “Il silenzio assordante dal mondo della politica, ma anche da quello imprenditoriale della nostra provincia mi lascia veramente sbalordita. Nella città capoluogo, secondo le accuse della Procura, si consuma una brutta storia di corruzioni, di tangenti, di appalti truccati, di malaffare, di un sistema consolidato di disonestà e nessuno, amministratori ed imprenditori, si cura di parlarne e di affrontare queste situazioni con ragionamenti e giudizi. Solo lo sdegno e la rabbia dei cittadini di Frosinone sono riusciti ad infuocare il clima del Consiglio Comunale. Eventi di questo tipo ovunque avrebbero provocato sconquassi politici: a Frosinone no. L’opinione pubblica, insieme alle istituzioni e al mondo dell’imprenditoria avrebbe, a mio modesto giudizio, dovuto mobilitarsi nel sostenere un moto di naturale indignazione. Chi scrive, seppur riconoscendo il principio garantista della costituzione, vuol prendere con forza le distanze da modi di fare che non devono attenere a chi fa politica e a chi opera nella pubblica amministrazione e che non meritano alcuna solidarietà. Non entro nel merito: la magistratura proseguirà il suo lavoro e la giustizia farà il suo corso. Ma un dato è certo: abbiamo bisogno di trasparenza, non di scandali che allontano sempre di più i cittadini dalla politica. Basta con i cattivi comportamenti. La comunità non può più sopportare questo dilagare della corruzione. Lo sfascio dell’etica pubblica in questo paese non consente sottigliezze. La corruzione va condannata con forza e senza timori, perché riguarda tutti: pesa sul pil, allontana gli investimenti stranieri, spreca denaro pubblico e fa aumentare le bollette, esclude le forze sane di mercato, toglie risorse ai cittadini. Ad esempio, mi chiedo cosa possano pensare gli operai della Multiservizi di fronte a questo scandalo. Una indignazione senza fine a cui noi non vogliamo essere assoggettati. Noi siamo per la trasparenza, che è un requisito essenziale della pubblica amministrazione per migliorare la facoltà dei cittadini di salvaguardare i propri diritti e agevolare il controllo. Che fine hanno fatto le promesse elettorali di Ottaviani? Strappate in malo modo di fronte al malcostume imperante, dopo soli sei mesi di governo (visto che i fatti contestati risalgono a dicembre 2012). Un dato di fatto inaccettabile: Ottaviani prenda atto del fallimento morale del suo progetto politico e ne tragga le dovute conseguenze”.

21 dicembre 2013 0

Evacuata la metrò di Parigi per allarme amianto

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Quattro linee della metropolitana di Parigi sono state evacuate nella tarda mattinata di ieri 20 dicembre, dopo che un allarme amianto è scattato in una sala comandi. Il traffico sino a ieri sera non era ancora ripreso regolarmente. Si tratta di linee chiave per raggiungere le principali stazioni ferroviarie della capitale, come la Gare Montparnasse e la Gare du Nord e ciò alla vigilia delle vacanze di Natale, per una delle mete del periodo più attrattive anche per gli italiani, come sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. La RATP, che gestisce la metropolitana parigina, ha riferito che l’amianto è stato trovato in una sala comandi che si trova in un edificio esterno, non nei pressi della rete sotterranea e non accessibile ai viaggiatori. Un locale, è stato anche precisato, dove tra l’altro sono stati effettuati di recente dei lavori di rinnovamento. Sui monitor di informazione della metropolitana è indicato che il traffico è interrotto sulle quattro linee interessate, la 2, la 6, la 10 e la 11, a causa di un incidente tecnico.

21 dicembre 2013 0

La società Aeroporto Frosinone va in liquidazione

Di admin

“Come avevamo anticipato al termine dell’anno in corso, dopo aver constatato l’impossibilità di perseguire gli scopi per cui era nata la società aeroportuale di Frosinone, l’avremmo messa in liquidazione. Ciò è stato effettivamente deciso ieri, con voto unanime di tutti i soci, e sarà realizzato compiutamente una volta completate tutte le procedure che le componenti la società devono espletare. Tengo a sottolineare come, già da tempo, la Società Aeroporto aveva un CdA completamente a titolo gratuito. Per quanto riguarda la realizzazione di un Eliporto, a servizio della Protezione Civile e per servizio sanitario, esso potrà essere realizzato ugualmente creando una nuova entità societaria che abbia questo scopo preciso e che abbia una natura molto più snella”. E’ quanto dichiara il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi

21 dicembre 2013 0

Natale di quartiere a Rio Fresco di Formia, successo col teatro Bertolt Brecht

Di admin

Risate e divertimento per i tanti bambini spettatori di “Pulcinella Mon Amour”, lo spettacolo teatrale dell’associazione Bertolt Brecht andato in scena venerdì sera a Rio Fresco nell’ambito del “1° Natale di quartiere”. Maurizio Stammati & Co hanno divertito il pubblico con la consueta bravura. La kermesse prosegue oggi alle 19 con i talent dell’accademia di canto internazionale Rocky Music Arts Show del maestro Rocco Palazzo. Domenica 22 alle 15 il “1° Natale di Quartiere” si chiude con il “Memorial Agostino Cianca”, quadrangolare di calcio a 5 con la presenza di Fortuna Autiero, presentatrice e opinionista di Sky 920. Alla premiazione degli atleti seguirà un ricco buffet. Tutti i presenti potranno inoltre partecipare alla “Tombolata di quartiere”. In chiusura, lo scambio degli auguri tra i residenti del quartiere e l’amministrazione comunale.

21 dicembre 2013 0

L’ex sindaco di Aquino: “Nonostante l’aumento del costo della politica, ad Aquino bilancio ‘facile’ grazie a oculatezza del passato”

Di admin

Dall’ex sindaco di Aquino Antonino Grincia riceviamo e pubblichiamo. “Sopratutto il bilancio 2013 del comune di Aquino redatto senza eccessive difficoltà di quadratura dei conti dalla nuova amministrazione, e che prevedono molte spese in più rispetto all’anno scorso, tra cui anche quelle per il “costo della politica”, e senza ulteriori entrate fiscali, dimostra quanto sana sia l’eredità finanziaria lasciata dalla precedente amministrazione. Ovvio, che il bilancio in pareggio, nonostante le varie uscite in più, e senza aver deliberato ulteriori imposte per aumentare le entrate, sia dovuto ai lasciti gestionali precedenti, dato che la nuova amministrazione ha cominciato ad operare solo dallo scorso mese di giugno. Infatti, oltre al “lascito” di un milione e centomila euro di avanzo di amministrazione risultante dalla chiusura del bilancio 2012 con conseguente attestazione che Aquino non era un Comune “strutturalmente deficitario”, e di un fondo-cassa di un milione di euro, ci sono state anche entrate aggiuntive per l’anno in corso derivanti da maggiori entrate per ulteriori recuperi ICI,operazione già avviata da molti anni, e una rimessa in più dello stato di 160 mila euro di rimborso IMU, la stessa rimessa che gli stessi responsabili finanziari del comune, in maniera fin troppo semplicistica, facevano prevedere in diminuzione, per l’anno scorso, e poi successivamente. Queste ulteriori entrate hanno permesso che si potessero prevedere molte spese in più, sia dovute all’aumento del costo del personale, sia anche diverse spese non propriamente permesse dalla cosidetta “spending review”, sopratutto di tipo non essenziale, fatto che in precedenza, è stato sempre fatto rimarcare a noi, e hanno fatto ripristinare le indennità di carica per sindaco ed assessori, nonché per il presidente del consiglio, figura prima non esistente… Le stesse indennità sospese dalla giunta comunale cinque anni fa, quando le casse comunali sembravano in condizioni di salute non buone: un autentico abbaglio a cui non abbiamo mai creduto nè io, nè altri della maggioranza, e che, nonostante gli ottimi conti consuntivi degli ultimi anni, ha portato addirittura l’assessore al ramo, a dimettersi lo scorso anno perchè secondo lui non intendevamo usare abbastanza “rigore”nell’ultimo nostro bilancio, dato che il resto della maggioranza si rifiutava di aderire alla sua richiesta di indiscriminati aumenti della tassazione. Lo stesso rifiuto che, secondo lui, avrebbe determinato una “voragine” (parole testuali scritte) nel bilancio 2013. Quanto questa sua tesi poi corrispondesse a realtà, lo dimostra il bilancio 2013 che non solo non presenta “voragini”, ma prevede, come già accennato, molte “uscite” in più comprese quelle per le cosiddette indennità di carica. Quindi la mia amministrazione, non solo non ha lasciato “voragini”, nonostante gli “esperti” tecnici e politici con cui si è ritrovata a combattere, ma ha lasciato tutte quelle cifre in positivo appena illustrate, e che hanno permesso di non incontrare difficoltà nella redazione del bilancio di quest’anno. Antonino Grincia già Sindaco di Aquino

21 dicembre 2013 0

Duplice omicidio a Latina, preso l’assassino. La polizia lo ha fermato a Borgo Montello

Di admin

Latina – Finita la caccia all’uomo, il responsabile del duplice assassinio fermato a Borgo Montello A latina è finita la caccia all’uomo. Zanier Roberto, 35 anni, il presunto assassino della propria madre, della ex compagna e responsabile del grave ferimento del figlio della donna e del nuovo compagno, è stato individuato e fermato intorno alle 12 in località Borgo Montello a Latina. Gli uomini della polizia lo stanno portando in Questura.

21 dicembre 2013 0

Duplice omicidio di Latina, ex guardia giurata uccide la madre e la ex compagna. E’ ancora caccia all’uomo

Di admin

La scia di sangue è iniziata a Latina, questa mattina poco dopo le 7 in via Rappini dove l’ex guardia giurata ha ucciso la madre con la quale viveva. Poi è uscito armato e si è recato in via Idrovora dove viveva la sua ex compagna, una donna rumena, con il figlio e il nuovo compagno. Qui ha fatto nuovamente fuoco uccidendo la donna e ferendo alla testa il giovane che è stato portato in ospedale al Santa Maria Goretti in gravi condizioni, raggiunto dal compagno della donna, ferito ma non in maniera grave. Al momento l’assassino è aa piede libero e braccato dalle forze dell’ordine. Foto Giuseppe Miele La casa di via Rappini

21 dicembre 2013 0

Basket: La Virtus Cassino a Cagliari per consolidare il primato

Di redazionecassino1

E’ una di quelle partite da dentro o fuori , quella che si accinge a disputare presso il palaRockfeller di Cagliari , domenica prossima alle 15,00 la capolista della DNC , girone E, la BPC Virtus Cassino . Una Virtus Cassino che fino ad ora ha inanellato un impressionante serie di vittorie ed ora è arrivata al primo crocevia stagionale. Il giro di boa del girone di andata. Ma prima di girare la boa di metà stagione regolare gli uomini di Vettese devono superare due autentiche corazzate , in sequenza , dapprima Cagliari appunto e poi LUISS Roma.

Ma andiamo con ordine . “I miei uomini” racconta coach  Vettese “ora hanno in mente solo Olimpia Cagliari”. E sarà un appuntamento da far tremare i polsi. Un evento che in città comincia a sentirsi in maniera più che palese tra gli appassionati. E così come i sempre più numerosi tifosi della Virtus stanno cominciando il count down, così i lupi rossoblù hanno iniziato l’approccio  mentale con l’avvicinarsi della data fatidica del  match. Numerosi sono stati, tuttavia,  i problemi sanitari in settimana , la squadra è stata falcidiata da una fastidiosissima forma influenzale che ha messo ko a turno i vari componenti del roster. L’ultimo di questi è Pignalosa, l’autore della prestazione monstre di sabato scorso contro Calasetta.

Ad ogni modo  il morale rimane alto, anche se  i giocatori della Virtus sono consci , ben consci delle difficoltà ambientali oltre che tecniche che li attendono in terra sarda. Basti pensare che l’unico KO in campionato subito dall’altra capolista , la LUISS Roma, è avvenuto proprio presso il palazzo dello sport di Cagliari. E non più di 15 giorni orsono. Questo è ben considerato ed è stato altrettanto bene sviscerato  nel corso della settimana da tutto lo staff tecnico-dirigenziale della Virtus Cassino.

Ganguzza , Putignano , Schiffini e Pintor, tanto per fare alcuni nomi, sono autentiche “macchine da guerra” se messi in grado di esprimersi come sanno. Gli antidoti sono lavoro e sudore , nonché abnegazione difensiva . “Testa bassa e pedalare “ ama ripetere in questi giorni Vettese , e senza un briciolo di compassione ha spremuto i suoi, in micidiali allenamenti durante la settimana .

Ma ormai ci siamo , tra qualche ora si conoscerà il verdetto .

La Virtus dopo la gara lascerà liberi i componenti del team  di raggiungere le proprie sedi di origine per festeggiare in famiglia il Santo Natale . Il rompete le righe durerà fino al 27 p.v. , giorno in cui ci sarà la ripresa degli allenamenti,  anche in vista del torneo di Natale che verrà disputato a Formia in preparazione alla gara che vedrà opposta la compagine cassinate alla  LUISS . Il secondo big match consecutivo è in programma per il  4 gennaio 2014 ad Atina , ore 18.00