Giorno: 27 dicembre 2013

27 dicembre 2013 0

Casa in fiamme a Terracina, muore un 62enne, grave la madre 82enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un uomo di 62 anni è morto., oggi pomeriggio durante l’incendio della sua abitazione a Terracina. I vigili del fuoco intervenuti nell’appartamento di via roma ormai completamente avvolto dalle fiamme, hanno rinvenuto il corpo esanime dell’uomo mentre la madre 82enne, sua convivente, è stata ritrovata in stato di incoscienza, sotto al suo letto. In gravissime condizioni la donna è stata affidata agli operatori del 118 e trasportata in ospedale. Pare che l’incendio sia nato dalla camera da letto dell’uomo. Foto Giuseppe Miele

27 dicembre 2013 0

Ausiliare del traffico e spacciatore come secondo lavoro, 31enne arrestato a Caserta

Di admin

Ausiliare del traffico e spacciatore come secondo lavoro. Francesco Gazzillo 31 anni di Caserta è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile diretta dal vice questore Alessandro Tocco che, nel corso della vigilia di Natale, hanno intensificato i controlli nel settore dello spaccio della droga. Nella loro rete, quindi, è finito l’uomo, ausiliare del traffico che, nel pomeriggio del 24 dicembre, è stato sorpreso nell’atto di cedere ad un giovane una dose di 0,63 gr. di cocaina, contenuta in una bustina di cellophane termosaldata, in cambio di 50 euro. La successiva perquisizione personale nei confronti di Gazzillo, immediatamente bloccato dai poliziotti, ha permesso di sequestrare ulteriori 4 dosi di cocaina, per un peso di 2,21 gr., ed un pezzo di hascisc del peso di 9,53 gr.. Pertanto, il giovane è stato arrestato in flagranza di reato per spaccio e detenzione dello stupefacente e, dopo le formalità di rito, associato alla Casa Circondariale di S. Maria Capua Vetere.

27 dicembre 2013 0

Frosinone, Angelo Veronesi eletto membro del Cal. Marino Fardelli: “Una elezione che ci consegna un significativo dato politico”

Di admin

Il sindaco di Monte San Giovanni Campano, Angelo Veronesi, è stato eletto membro del Cal, il Consiglio delle Autonomie Locali. Ad esprimere grande soddisfazione per l’elezione è il consigliere regionale Marino Fardelli: “Un ottimo risultato per l’Udc provinciale e regionale che ci consegna un dato politico significativo. E’ stato premiato il lavoro di squadra e di tutti coloro che hanno creduto in un progetto politico importante e che hanno voluto appoggiare la candidatura di Veronesi”. Il sindaco di Monte San Giovanni Campano che concorreva nella lista dell’Unione di Centro è stato eletto con 83 voti tra tutti i comuni del territorio regionale appartenenti alla fascia 5.000-15.000 abitanti ottenendo 61 voti in provincia di Frosinone: “Tanti amici della provincia hanno creduto nella figura di Veronesi e hanno scelto di unirsi con l’Udc per la sua elezione – ha dichiarato il consigliere regionale Marino Fardelli – Il risultato è non solo una soddisfazione per l’impegno del sindaco Veronesi, ma anche per tutto il partito”. Nel Consiglio delle Autonomie Locali, considerata un po’ la “seconda Camera” della Regione Lazio, siedono oltre al sindaco di Roma e ai cinque presidente delle province laziali, i sindaci egli amministratori n dei comuni regolarmente eletti. Il principale obiettivo del Cal, organismo previsto dallo Statuto della Regione Lazio è quello di accorciare le distanze tra i diversi livello di governo locale per meglio interpretare le esigenze e le potenzialità dei territori: “L’impegno di Veronesi sarà sicuramente quello di rappresentare al meglio le esigenze di un territorio, la provincia di Frosinone, che ha bisogno di un impegno che coinvolga tutte le realtà politiche come anche nel Cal” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli.

27 dicembre 2013 0

Centro di stoccaggio di prodotti contraffatti a Frosinone, maxi sequestro della Guardia di Finanza

Di admin

I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi, al termine di accurate indagini, hanno individuato e sequestrato un centro di stoccaggio a Frosinone di vendita al dettaglio ed all’ingrosso di merce contraffatta. Complessivamente sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro più di 2.300 pezzi delle più note griffe, per un valore commerciale di oltre 200.000,00 euro. Nell’ambito della stessa operazione sono state sequestrate due autovetture utilizzate per il trasporto e la commercializzazione “porta a porta” dei prodotti contraffatti, infatti, i gestori dell’attività attraverso una rete di venditori su strada assicuravano una copertura capillare di tutta la zona del frusinate. Dai primi accertamenti effettuati dai finanzieri della città termale è stato possibile ricostruire il volume d’affari dell’attività illecita che negli ultimi due anni ha superato il milione di euro. L’attività gestita da diversi soggetti tutti di origine campana è risultata essere punto di riferimento per i patiti della griffe della provincia. Le attività repressive in tale comparto tendono a tutelare, oltre agli operatori economici che operano nella legalità, anche i consumatori, che rischiano di acquistare merci potenzialmente nocive per la salute, in quanto prodotte fuori degli standard di sicurezza.

27 dicembre 2013 0

Bambini smartphone e tablet, c’è preoccupazione tra gli esperti

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Un vero e proprio boom che non conosce un rallentamento ormai da diversi anni, quello della vendita di smartphone e tablet, favorito da una miriade di promozioni commerciali rivolte ad ogni fascia della popolazione, compreso i bambini che oggi più che mai, diventano un bersaglio indiretto delle vendite di tali prodotti informatici.

Ma se è un modo, almeno apparente di far girare un economia in crisi da anni, perché alla fine la pressoché totalità degli utili finisce nelle casse delle multinazionali dell’elettronica e della telefonia, in realtà non si stanno comprendendo gli effetti sociali specie in termini di sviluppo cognitivo, relazionale ed educativo sull’ultima generazione di italiani.

Ed oggi, tablet e smartphone, certamente il must del regalo di Natale 2013, sono nel mirino degli esperti che stanno iniziando ad evidenziare i pericoli che questi oggetti tecnologici possono riguardare i più piccoli. Anche perché la loro facilità di utilizzo è tale, che bambini piccolissimi, anche di 3 anni o meno, sono in grado di accedere agevolmente alle funzioni di base ed utilizzarli.

Il fenomeno più preoccupante, peraltro, è da rinvenire nel comportamento dei genitori che mettono a disposizione dei propri figli tali apparecchi per tenerli a bada e non doverli gestire e quindi educare. Un dato che, se si somma ai momenti che li si abbandona davanti alla tv o ai videogiochi, lascia ben poco al tempo necessario da dedicare all’educazione della prole per avviarla alla vita.

Dimitri Christakis, medico dell’ospedale pediatrico di Seattle, ha evidenziato che “Niente è però più importante per lo sviluppo sociale del bambino del tempo che passano con i genitori”.

Se è vero che i giochi hanno valore educativo – evidenzia il medico – ma se si usa il tablet solo per guardare video allora non vi è alcuna differenza con la televisione.

Né ad oggi sono stati dimostrati eventuali benefici di uno schermo per lo sviluppo dei bambini, ed anzi, troppo tempo davanti alla TV è stato connesso a problemi comportamentali e un ritardo nello sviluppo sociale.

In attesa di studi più approfonditi, che probabilmente arriveranno tra anni e quindi troppo tardi per comprendere i reali effetti di questo fenomeno di massa sulle nuove generazioni, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si unisce al coro di preoccupazione degli esperti, rivolgendo un appello a tutti i genitori affinché evitino di lasciare in balìa di questi strumenti i propri piccoli, cercando di riservare ogni momento utile della giornata a dedicarsi a loro in maniera quanto più tradizionale è possibile.

27 dicembre 2013 0

Chiusa per incidente la variante di Teramo a San Nicolò Todino, 3 feriti

Di admin

L`Anas comunica che la variante di Teramo (SS80) è provvisoriamente chiusa in direzione nord al km 6,400, nei pressi di San Nicolò a Todino, a causa di un incidente che ha provocato 3 feriti.

Le deviazioni sono segnalate in loco.

Il personale dell’Anas è presente sul posto per ripristinare la circolazione il prima possibile, in piena sicurezza per gli utenti.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”.

Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.