pubblicato il31 dicembre 2013 alle 13:45

Ottomila pezzi di materiale esplodente sequestrati a Frosinone

La Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone, nell’ambito dell’operazione “NATALE SICURO”, finalizzata alla tutela dell’incolumità e della sicurezza dei consumatori, nel corso di due distinti controlli ha sequestrato oltre 8.000 artifizi pirotecnici irregolarmente detenuti all’interno di due aziende operanti in ciociaria.

faccedivita.it

I controlli nello specifico settore, intensificati in occasione delle festività di fine anno, hanno consentito di individuare due aziende, ubicate nei Comuni di Frosinone ed Anagni, al cui interno venivano commercializzati prodotti esplodenti in violazione alle vigenti disposizioni.

In particolare, l’azienda del capoluogo, che gestisce un supermercato del centro cittadino, commercializzava artifizi pirotecnici privi della classificazione di pericolosità, mentre l’esercizio commerciale anagnino, gestito da un imprenditore di origine cinese, deteneva i prodotti esplodenti senza essere in possesso del certificato di prevenzione incendi.

I prodotti esplodenti sequestrati, stante la loro pericolosità ed in attesa del provvedimento di confisca e distruzione, sono stati affidati in giudiziale custodia ad un deposito autorizzato, mentre i titolari degli esercizi commerciali – una quarantenne ed una venticinquenne – sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria di Frosinone.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07