pubblicato il19 dicembre 2013 alle 21:37

Prevenzione dei tumori del colonretto: Distretto 5 AUSL Latina e Comune danno il via allo screening

A Gaeta prenderà il via il 13 gennaio 2014 la capillare campagna di prevenzione dei tumori del colonretto che coinvolgerà uomini e donne tra i 50 e i 74 anni. Una patologia ad altissima incidenza: è la seconda causa di morte per tumore in Italia. Intercettare lesioni neoplastiche, attraverso una diagnosi precoce, garantisce la guarigione. Di qui la significativa valenza dello screening, organizzato dall’Azienda USL Latina, in collaborazione con il Comune di Gaeta.

faccedivita.it

L’iniziativa è stata presentata, mercoledì 18 dicembre scorso, nell’Aula Consiliare del Palazzo Municipale, dalla dott.ssa Paola Bellardini Coordinatrice Programmi di Screening Azienda USL Latina, dal dr. Antonio Graziano Direttore Distretto 5 Azienda USL Latina, dal dr. Antonio Fusco, Resp. U.O.C. Servizi di Assistenza e Prossimità Distretto 5 Azienda USL Latina. Ad accoglierli nella Casa Comunale il Vice Sindaco Cristian Leccese ed il Consigliere Comunale Pina Rosato.

Il Distretto 5 AUSL Latina, fortemente impegnato in programmi di prevenzione, l’ultimo realizzato in sinergia con i centri anziani, inerente il diabete e gli stili di vita, propone sul territorio di Gaeta, questo importante screening, finalizzato, dunque, alla prevenzione e diagnosi precoce dei tumori del colonretto.
Screening completamente gratuito in tutte le sue fasi. Lo ha spiegato la d.ssa Bellardini sottolineando come “tale campagna venga offerta dalla Sanità Pubblica a tutela del principio di equità, poiché dà la possibilità a tutti i cittadini di realizzare percorsi assistenziali fondamentali per la salute, in modo totalmente gratuito, senza il pagamento di alcun ticket”.

Come si effettuerà lo screening? A partire dal 13 gennaio 2014, uomini e donne, di età compresa tra i 50 e i 74 anni, residenti a Gaeta, potranno ritirare un Kit per la ricerca del sangue occulto, presso l’Ufficio distrettuale ASl, sito nel Comune di Gaeta, piano terra (l’ufficio cui ci si rivolge per la scelta e la revoca del medico di base), nei seguenti giorni: lunedì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11.30 ed il giovedì dalle ore 15 alle ore 17. Personale medico fornirà ogni informazione e chiarimento sull’uso del kit, che sarà anche accompagnato da un foglio illustrativo.
Il kit dovrà essere poi riconsegnato presso la portineria dell’Ospedale Di Liegro, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 19, ed il sabato dalle ore 8 alle ore 13.
Per maggiori informazioni è possibile telefonare al Numero Verde: 800065560, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 -13 e dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 17.

“I soggetti risultati positivi a tale screening di I° livello – spiega il dr. Fusco – saranno invitati ad effettuare la colonscopia e tutti gli esami ad essa propedeutici: è bene ribadire che anche questi accertamenti sono completamente gratuiti”.

La popolazione da esaminare si compone di circa 7.000 persone. L’obbiettivo da raggiungere rappresenta una vera e propria sfida: superare il più possibile la soglia del 35% di partecipanti, che, secondo le statistiche, è la media delle adesioni nel nostro territorio. Maggiore sarà il numero degli esami effettuati, maggiori le possibilità di salvare vite umane. Al fine di sollecitare un controllo a tappeto, l’Azienda USL Latina provvederà ad inviare una lettera di invito allo screening, ma si può ritirare il kit anche senza averla ricevuta.

Da parte dell’Amministrazione Comunale piena disponibilità a collaborare con l’Azienda USL Latina perché l’iniziativa si realizzi nel modo più ampio e capillare possibile e, più in generale, per il miglioramento dei servizi al cittadino: “I Comuni sono il principale punto di riferimento per la popolazione anche nella delicata materia della salute pubblica, per cui l’attenzione dell’Amministrazione in tale ambito deve essere costante, e aperta alle forme più ampie di interazione con gli altri Enti coinvolti – ha affermato il Vice Sindaco Leccese – Ringrazio il Consigliere Pina Rosato per il grande impegno profuso per la promozione e realizzazione di questo progetto nella città di Gaeta”.

“Quando c’è interazione tra Enti, e collaborazione fattiva, anche nella diversità delle posizioni politiche, tra maggioranza e minoranza, è certo che si raggiungono risultati positivi per il bene della città – ha sottolineato con soddisfazione il Consigliere Rosato presente nella duplice veste di rappresentante del Consiglio Comunale e dipendente AUSL Latina.

A rimarcare la stretta sinergia esistente tra l’Azienda sanitaria ed il Comune di Gaeta è stato il Direttore del Distretto 5, dr. Antonio Graziano che ritiene l’attuale Amministrazione, guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano, “particolarmente attenta ai cambiamenti in corso nel nostro Distretto Sanitario ed, in particolare, al futuro dell’Ospedale Monsignor Di Liegro destinato a diventare Casa della Salute”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07