Giorno: 4 gennaio 2014

4 gennaio 2014 1

Si ribalta con l’auto a Pignataro Interamna, giovane ferito gravemente

Di admin

Rocambolesco incidente in Via Ravano nel territorio di Pignataro Interamna. A farne le spese è stato un giovane del posto che, alla guida di una Fiat Panda, ha perso il controllo della vettura finendo per ribaltarsi e schiantandosi contro il muro di recinzione di una casa. Per lui è stato necessario il ricovero in ospedale per via delle fratture multiple riportate. Sul posto i vigili del fuoco di Cassino e i carabinieri. Foto Antonio Nardelli

4 gennaio 2014 0

Consuntivo 2013 della Polstrada di Latina, 40 morti. La Pontina ancora strada killer

Di admin

Un dato drammatico quello relativo alla mortalità sulle strade a Latina, ma comunque in diminuzione. Nel consuntivo dell’anno 2013 della polizia stradale del comando provinciale Pontino diretto dal vice questore Francesco Cipriano, emergono dati significativi per studiare il fenomeno. Innanzitutto sono 42 le persone decedute in seguito ad incidente contro i 50 del 2012. Il 55% dei sinistri con esito mortale sono stati rilevati dagli agenti della polizia stradale che ha totalizzato 929 rilievi 23 dei quali con esito mortali, 538 con feriti e 368 con soli danni. Il rapporto sottolinea la pericolosità della strada Regionale 148 Pontina sulla quale, gli uomini i Cipriani hanno contato 11 morti e 322. Un morto ciascuno per le altre due importanti arterie come la Flacca (50 feriti) e l’Appia (110 feriti). Nessuna vittima sulla Montilepini sulla quale però, nei 15 incidenti ha fatto contare 10 feriti. Ben 13.613 le infrazioni accertate e 21.856 i punti decurtati dalla Polstrada. 499 le guide senza cintura, 174 quelle sotto l’effetto dell’alcool e 53 sotto l’effetto di stupefacenti. Ben 235 sono stati “beccati” con una mano sul volante e l’altra al cellulare. ***** Il Comandante Cipriani ***** E’ tempo di bilanci per l’anno appena passato ed anche per la nostra provincia Pontina è il caso di tracciare alcune linee sommarie di verifica del notevole lavoro svolto. Un primo dato importante è quello della conferma, oltre ogni aspettativa ragionevole, anche per il 2013 del trend positivo dell’andamento dell’infortunistica stradale. Pur rimanendo importante il numero complessivo degli incidenti stradali, con la S. R. 148 Pontina che tristemente nel 2013 rivendica quasi un quarto dei decessi occorsi in ambito provinciale (cui vanno aggiunti quelli occorsi nel tratto ricadente nella provincia di Roma), cala di un dato percentuale notevole il dato complessivo provinciale della mortalità sulla strada. La Sezione Polizia Stradale di Latina inoltre consolida il proprio ruolo di intervento nei casi più gravi, avendo rilevato circa il 55% degli incidenti mortali occorsi in ambito provinciale. Va inoltre sottolineato un evidente incremento della percentuale degli incidenti stradali correlati all’abuso di alcool e/o sostanze. Pur nelle difficoltà di organico oggi comuni a molti Uffici di Polizia, è stato incrementato il numero complessivo dei servizi su strada a disposizione della cittadinanza, dando un impulso maggiore ai servizi finalizzati a specifici obiettivi serventi i fondamentali presupposti di una sicurezza stradale efficace e avvertita dagli utenti. Ciò nondimeno non si è depauperato l’impegno quotidiano per la vigilanza stradale, impegno quantificabile in una media di poco meno di 11 pattuglie giornaliere dedicate ai controlli ed alla prevenzione nell’intero territorio provinciale. Grande importanza va attribuita al sensibile incremento del numero dei servizi finalizzati alla prevenzione delle fenomenologie più preoccupanti in termini di sicurezza stradale (velocità e alcool/droghe) nonché in termini di concorrenza tra le imprese di trasporto. Il risultato si evidenzia anche in termini di aumento dei valori assoluti di casi di positività ai controlli. Ovviamente non può essere taciuto per l’anno appena trascorso l’impegno assicurato dal personale tutto che ha collaborato in vario modo all’eccellente bilancio annuale dell’attività di polizia giudiziaria, risultato rivelato non tanto dal dato relativo agli arresti e denunce, pure trovato in sensibile incremento rispetto all’anno precedente, ma per l’altissima qualità dei risultati raggiunti che sono più che presenti all’opinione pubblica e che hanno premiato un anno di lavoro particolarmente intenso per gli investigatori della Sezione e dei Distaccamenti di Aprilia, Terracina e Formia e per il quale lo scrivente tiene a manifestare un comprensibile orgoglio. E’ proseguito senza sosta, infine, l’impegno delle donne e degli uomini della Polizia Stradale per non far mancare un apprezzato contributo per le campagne di educazione/informazione in tema di sicurezza stradale nonché la presenza nelle manifestazioni di educazione alla legalità, nella ferma convinzione che è l’orientamento delle menti e delle coscienze di ciascuno, con particolare riguardo alle nuove generazioni, che può efficacemente aiutare nella prevenzione del triste e illogico fenomeno dell’incidentalità stradale, così particolarmente sentito dalle popolazioni pontine. Proprio sulle iniziative di prevenzione delle violazioni connesse alle velocità pericolose, con ampio utilizzo di apparecchiature speciali, si apre il nuovo anno di lavoro sulle nostre strade. Buon Anno a tutti! ***** I Dati ***** Tra le parentesi il dato riferito al 2012 Infrazioni accertate: 13.613 Guida in stato di ebbrezza: 174 (142) Guida sotto l’effetto di stupefacenti: 53 (40) Guida senza cinture di sicurezza: 499 (597) Guida senza casco: 49 (55) Guida utilizzando il telefono cellulare: 235 (251)

Punti patente decurtati: 21.856 Patenti ritirate per la sospensione: 453 (474) Carte di circolazione ritirate: 344 (339) Sequestri amministrativi effettuati: 249 (247) Fermi amministrativi comminati: 118 (154)

Soccorsi effettuati: 8628 Incidenti rilevati: 929 (876) con soli danni 368 (274) con feriti 538 (570) mortali 23 (55 % del totale prov.)

Si conferma il trend discendente degli incidenti con esito mortale nella provincia di Latina con 42 decessi rispetto ai 50 del 2012decessi 2012

INCIDENTI OCCORSI SULLA SR 148 PONTINA * Numero incidenti con soli danni 85 Numero incidenti con feriti 184 Numero incidenti mortali 11 Totale 280 Totale persone ferite 322 Totale persone decedute 11 * Dato rilievi Polstrada sull’intera tratta di competenza

INCIDENTI OCCORSI SULLA SS 7 APPIA *

Numero incidenti con soli danni 24 Numero incidenti con feriti 62 Numero incidenti mortali 1 Totale 87 Totale persone ferite 322 110 Totale persone decedute 1

INCIDENTI OCCORSI SULLA SR 213 FLACCA *

Numero incidenti con soli danni 15 Numero incidenti con feriti 30 Numero incidenti mortali 1 Totale 46 Totale persone ferite 322 110 50 Totale persone decedute 1 * Dato rilievi Polstrada

INCIDENTI OCCORSI SULLA SR 156 DEI MONTI LEPINI * Numero incidenti con soli danni 5 Numero incidenti con feriti 10 Numero incidenti mortali 0 Totale 15 Totale persone ferite 14 Totale persone decedute 0 * Dato rilievi Polstrada

INCIDENTI CORRELATI ALL ALL’USO DI ALCOOL O USO SOSTANZE ANNO 2013 Incidenti nei quali almeno uno dei conducenti è risultato positivo alle sostanze alcoliche: 83 Incidenti nei quali almeno uno dei conducenti è risultato positivo alle sostanze stupefacenti: 32 Percentuale sul totale degli incidenti di quelli alcol correlati: 9,1 % Percentuale sul totale degli incidenti di quelli in cui è presente la sostanza stupefacente: 3,6 %

Indagini di Polizia Giudiziaria Persone arrestate: 25 (16) Persone denunciate: 202 (244) Veicoli sequestrati: 15 (20) Veicoli recuperati: 10 (13) Contravvenzioni elevate a seguito di controlli amm.viamm.vi: 8 (8)

4 gennaio 2014 0

Raccapricciante ritrovamento in zona Graniti a Roma, cagnetta impiccata ad un albero

Di admin

Una cagnetta di circa 20 mesi è stata trovata impiccata nella zona Graniti – Rocca Cencia Finocchio. A trovare il 30 dicembre l’animale appeso ad un ramo di un albero di ulivo con un collare e un guinzaglio in ferro sono stati passanti che hanno allertato gli attivisti dell’Alfa (Associazione Love For Animals). Sono stati loro a informare le autorità dell’accaduto. Sul posto è stato chiesto l’intervento di un veterinario della Asl secondo il quale la cagnetta sarebbe stata prima stordita e poi impiccata. “Prima di morire – ha detto Emanuela Caponi, l’animalista intervenuta – Puppy, così l’abbiamo chiamata, deve aver sofferto molto. Non sappiamo se la cagnetta sia di un privato. Non è microcippata e al momento non risultano segnalazioni di smarrimento di animali che potrebbero corrispondere alla descrizione. Chiunque avesse notizie o riconoscesse il cane è pregato di mettersi in contatto con la polizia municipale del VI gruppo di Roma Capitale (06/67694700) o con l’associazione Alfa”. In corso vi sono indagini per tentare di dare un volto al responsabile. “Una persona capace di fare una cosa simile – ha aggiunto Franco Clementoni, presidente di Alfa – E’ pericoloso perché è spesso aggressiva e violenta anche verso gli esseri umani e ci auguriamo che venga quanto prima individuato e denunciato”.

4 gennaio 2014 0

Tenta il furto nel pub Baraonda a Vindicio, 48enne in manette

Di admin

Nella serata di ieri personale della squadra volante del commissariato di P.S. di Formia diretto dal dott. Paolo DI Francia, è intervenuto sul lungomare di Vindicio in quanto erano stati segnalati movimenti sospetti all’interno del Pub Baraonda. Giunto sul posto gli agenti avevano modo di bloccare Musceca Vincenzo già noto alle forze dell’ordine, per vari pregiudizi, il quale dopo essersi introdotto nel locale forzando una finestra laterale con dei paletti di ferro, stava cercando di scappare con della refurtiva costituita da un televisore lcd fissato al soffitto ed il cassetto del registratore di cassa. Nel porre in essere il suo piano crimnoso l’uomo è stato sorpreso da uno dei lavoranti del pub, che chiamava immediatamente la Volante del commissariato. Alla vista degli agenti il Musceca non ha opposto resistenza ed è stato subito condotto negli Uffici di via Spaventola dove, avvisato il PM di Turno della Procura di Cassino Barbara Affinita, ed avvisato il legale di fiducia è stato ristretto in attesa del giudizio direttissimo che verrà celebrato nella giornata odierna.

L’arresto è frutto dell’intensificata opera di controllo del territorio disposta dalla Questore di Latina Alberto Intini, di fronte al fenomeno dei reati predatori che in questo periodo di festività natalizie si acuisce ai danni dei cittadini.

L’attività infoinvestigativa ha altresì permesso di individuare l’autore di altri due furti commessi nei giorni scorsi sul territorio ad opera di un unico soggetto rimasto incastrato dai rilievi della polizia scientifica del commissariato lo stesso è stato denunziato e si è in attesa di misura restrittiva da parte dell’A.G Competente.

4 gennaio 2014 0

Grande attesa per la 63esima edizione del Presepe vivente di Rivisondoli

Di admin

Tutto pronto per la 63esima edizione del Presepe vivente di Rivisondoli. Domani sera la Piana di Piè Lucente tornerà a illuminarsi di mille colori e il mistero della Natività tornerà a risplendere nei cuori delle migliaia di persone attese per l’evento. La macchina organizzativa curata dalla Geppy production di Rosanna Donatelli, sta mettendo a punto gli ultimi ritocchi per garantire uno spettacolo di altissimo livello così come avviene ormai dalla prima edizione che si tenne alle 17,30 del 6 gennaio 1951. Quella volta tra il pubblico c’era anche l’attrice Gina Lollobrigida che rimase affascinata da uno spettacolo che, riproponeva un presepe animato da essere umani e non realizzato con le solite statuine di creta o di ceramica. In quell’occasione il ruolo della Madonnina fu affidato a Gabriella Gasparri moglie del petroliere napoletano Enrico Gasparri tra i promotori della prima edizione del Presepe insieme al giornalista Renato Caniglia. La Madonnina della 63esima edizione è di Rivisondoli e si chiama Greta Cipolla. Ha soli 13 anni e 11 mesi. Una scelta voluta dal Parroco Don Daniel Cardenas e dalla comunità cristiana di Rivisondoli nel rispetto del Vangelo e della storia, ma anche per coinvolgere i giovani del territorio dell’Altopiano delle 5 Miglia. San Giuseppe sarà, infatti, impersonato da un giovane di Pescocostanzo, Francesco di Giacomo di 17 anni mentre vestiranno i panni della Madonnina dell’Annunciazione e dell’Arcangelo Gabriele, rispettivamente Naomi Di Sanza, 14 anni e 11 mesi di Roccaraso e Seleste Bernabei, 15 anni di Pietransieri, frazione di Roccaraso dove, nel bosco dei Limmari, nel novembre del 1943 furono trucidate dai tedeschi, 128 persone,quasi tutte donne e bambini. E la manifestazione di quest’anno nel 70esimo anniversario della strage vuole portare un messaggio di pace e di fratellanza nel segno del ricordo di quei martiri che hanno contribuito alla conquista della libertà e della democrazia. Il Bambinello, sarà impersonato dall’ultimo nato di Rivisondoli che quest’anno è Matthias Ferrara di soli tre mesi. Tutti i figuranti sono stati ricevuti da Papa Francesco nell’udienza del 18 dicembre per la Santa Benedizione. Davanti alla Madonnina e al Bambinello, il Papa ha mostrato ancora una volta la sua grande genuinità e, accarezzando il piccolo Matthias ha detto: “ma quest’anno il Natale è arrivato in anticipo?”. Un momento storico e coinvolgente che l’intera comunità di Rivisondoli conserverà nei propri cuori per sempre. Saranno oltre 300 i figuranti ad animare la 63esima edizione del presepe vivente. Tra questi molte personalità tra cui Leonardo Massa, country manager della Msc crociere che impersonerà un centurione romano su una biga. “Sono molto onorato di poter dare il mio piccolo contributo a una manifestazione storica e affascinante come il Presepe vivente di Rivisondoli”, afferma Massa, “una manifestazione che recupera le tradizioni di un territorio che ha potenzialità turistiche enormi”. Così come avvenne nella prima edizione è atteso l’arrivo anche di un noto attore di cui gli organizzatori non hanno voluto rivelare il nome. Aumentate anche le scene e i punti luce con le coreografie e le musiche realizzate da Massimo Di Francesco production, mentre le scenografie sono di Rosanna Donatelli e della Euroservice di Giuseppe Ferrara. “L’edizione di quest’anno ha l’obiettivo di consolidare l’unione dei paesi degli Altopiani Maggiori”, afferma il sindaco di Rivisondoli Roberto Ciampaglia, “solo attraverso l’unità di intenti di chi amministra la cosa pubblica che si può crescere e proseguire nella strada intrapresa che punta al rilancio economico e sociale del nostro territorio, anche e soprattutto con manifestazioni importanti come il Presepe vivente”. Per tutti l’appuntamento e alle 18 di domenica 5 gennaio, quando a Rivisondoli si spegneranno le luci del paese e si accenderanno quelle magiche e coinvolgenti del mistero della Natività.

4 gennaio 2014 0

Influenza 2014: picco in arrivo, vaccinazione sempre più indispensabile. 455 mila gli italiani già colpiti

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Quasi mezzo milione di italiani sono già stati colpiti dall’influenza sino ad oggi, per la precisione 455 mila anche se alcuni stime parlano di 50.000 in più. Anche se il picco sembra debba ancora arrivare, a breve tra la metà di gennaio e l’inizio di febbraio, si dovrebbe raggiungere il massimo dei casi. Lo dicono i dati inviati all’Istituto Superiore di Sanità dai medici “sentinella” (Medici di Medicina Generale e Pediatri di libera scelta) e raccolti nel database on line Influnet, gestito dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell’Istituto che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ritiene opportuno diffondere per metterci in guardia e per cogliere l’occasione per ricordare alcuni semplici consigli.

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha ricordato che c’è ancora tempo per la vaccinazione, che viene raccomandata soprattutto alle “persone ad alto rischio” le quali possono sviluppare complicanze in caso di contagio e per le quali rimane uno strumento indispensabile per proteggere dall’influenza, contrastare l’insorgenza di possibili complicanze ed evitare la circolazione del virus nell’ambiente familiare e nella collettività. Tra le persone per cui è consigliato vi sono gli anziani di età superiore a 65 anni, i bambini di età inferiore a 2 anni, le donne in gravidanza, le persone con patologie cronico-recidivanti e coloro che vivono a contatto delle comunità (ospedali, caserme, scuole, case di cura, ecc.). La protezione indotta dal vaccino è efficace dopo circa due settimane dalla vaccinazione e fornisce copertura per tutta la stagione in corso.

La capacità dell’influenza di mettere a rischio la salute viene troppo spesso sottovalutata da cittadini e operatori sanitari, basti pensare che, sempre secondo le stime dell’ISS, in Italia si verificano ogni anno in media da 5 a 8 milioni di casi. L’influenza, è opportuno ricordarlo, oltre a causare seri problemi di salute pubblica è responsabile dell’aumento dei tassi di assenza dal lavoro e di perdita di produttività nei Paesi sviluppati.

Il rischio di trasmissione dell’infezione può essere ridotto applicando delle regole generali come evitare luoghi affollati, lavarsi regolarmente le mani con acqua e sapone, coprire la bocca e il naso con un fazzoletto di carta quando si tossisce o starnutisce ed evitare di esporsi a sbalzi di temperatura. Un toccasana indispensabile, è invece il riposo, per chi è malato: per tale ragione è opportuno rimanere a casa, evitando di intraprendere viaggi e di recarsi al lavoro o a scuola, in modo da limitare contatti potenzialmente infettanti con altre persone.

4 gennaio 2014 0

Invalido totale, sorpreso alla guida. Aveva percepito indebitamente 50mila euro

Di admin

Il 2013 comincia ad Aprlia con la scoperta di un falso invalido che, in 5 anni ha percepito indebitamente 50 mila euro di accompagno. Ha tessere la rete che gli è costata la denuncia sono stati i carabinieri della reparto territoriale di Aprilia. Si tratta di un 63enne del luogo, pensionato, per aver indebitamente percepito dall’INPS dall’agosto 2008 – anno in cui è stato giudicato invalido – ad oggi,una pensione ed indennità di accompagnamento per un totale di euro 50.000 circa per “invalidità totale e permanente inabilità lavorativa al 100%, con impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore e con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita”. Ulteriori accertamenti, hanno permesso di accertare, altresì, come al predetto siano state rinnovate, nel 2009, le patenti di guida cat. “a.b. e c.” – scadenti nel novembre2014, che lo stesso utilizzava per circolare a bordo della propria autovettura.