Giorno: 6 gennaio 2014

6 gennaio 2014 0

Fiamme nella canonica a Spigno Saturnia, misterioso rogo nel bagno della chiesa di San Giovanni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Fiamme nella chiesa di San Giovanni a Spigno Saturnia. Il rogo si è sviluppato alle 16.30 di oggi in un bagnetto della canonica in viale Mazzini e immediatamente è stato lanciato l’allarme alla centrale dei vigili del fuoco di Latina. Sul posto, in pochi minuti, è arrivata la squadra del distaccamento di Gaeta e il celere intervento ha impedito alle fiamme di propagarsi anche all’oratoiro che, però, è rimasto annerito dal denso fumo. Subito dopo aver spento l’incendio, sono iniziate le indagini per stabilirne la natura. Probabile il corto circuito anche per la presenza di una piccola cabina elettrica ma gli investigatori della polizia del commissariato di Formia diretti dal vice questore PaoloDi Francia non escludono neanche la pista dolosa. Sono incorso accertamenti.

6 gennaio 2014 0

La magia della Natività rivive fra i suggestivi vicoli del borgo antico di Sant’Angelo

Di redazionecassino1

Torna la rievocazione della Natività nel Presepe Vivente di Sant’Angelo in Theodice, quest’anno giunto alla sua terza edizione. L’iniziativa che rientra nel calendario de “Il Natale quando arriva …arriva” si è svolto questo pomeriggio, con inizio alle 17, per le strade del borgo antico della frazione cassinate. La manifestazione ha coinciso con la festa dell’Epifania dopo il rinvio disposto a causa delle cattive condizioni meteo previste  della precedente data del 26 dicembre scorso. Particolarmente suggestiva la rievocazione della nascita di Gesù che questa edizione ha voluto portare in scena fra le strade, sapientemente coreografate al tempo di Gesù, della frazione cassinate. Botteghe artigiane, mercanti, antichi mestieri, sapientemente distribuite fra i vicoli dell’antico borgo, mentre nell’aria si diffondono le note e i canti del Natale. Grande la partecipazione degli abitanti di Sant’Angelo, imponente l’organizzazione curata nei minimi particolari e con grande impiego di risorse umane. Fondamentale l’impegno profuso da parte di tutti i parrocchiani, coordinati dal Parroco Don Nello Crescenzi. Oltre centosessanta i figuranti fra adulti, ragazzi e bambini, una segreteria, un portavoce, una regia, tecnici audiofonici ed elettricisti, squadra antincendio, pittrici, costumiste, oltre ai Vigili Urbani e alla Protezione Civile. Enorme anche il consenso e l’entusiasmo di giovani e adulti. In questa terza edizione importanti le novità ed i temi posti al centro del significato della manifestazione. Dal problema dall’immigrazione, all’accoglienza dei profughi, ispirandosi alle parole di Papa Francesco, passando per i temi della fratellanza e dell’aiuto fra i popoli, degli emarginati e dei più poveri. Sul sagrato della Chiesa, infatti, una rete in metallo simboleggia un campo profughi, il naturale collegamento fra la mancata accoglienza, di Maria e Giuseppe prima della nascita di Gesù, con quella odierna verso i profughi. Tanti gli spettatori che non hanno voluto mancare all’importante rievocazione della Natività ambientata fra le stradine del borgo antico. Estremamente suggestive le botteghe artigiane, i costumi rigorosamente d’epoca, la riproduzione della “Grotta” della Natività ed il tradizionale omaggio dei Magi. In tanti sono accorsi, anche dai paesi vicini e da Cassino per assistere a questo suggestivo ed importante appuntamento. Una edizione quella di quest’anno che ha ottenuto attestati di apprezzamento da parte dei tanti spettatori che hanno affollato tutto il percorso e dalle Istituzioni cittadine. “L’edizione di quest’anno del Presepe Vivente di Sant’Angelo – ha sottolineato l’assessore Danilo Grossi – si è sviluppata grazie ad una forte intesa con Don Nello Crescenzi e la comunità di Sant’Angelo, oltre alla fondamentale collaborazione delle associazioni. Questo ha permesso di realizzare una manifestazione di ottimo livello in grado di trasmettere il messaggio tradizionale proprio del Natale. Tutto ciò è la dimostrazione – ha proseguito Grossi – che lavorando in maniera sinergica è possibile dar vita a manifestazioni che durano nel tempo e che contribuiscono a fare cultura”. Soddisfazione è stata anche espressa dal consigliere comunale Antonio Giannandrea: “Con piacere plaudo ai miei compaesani, per questa bellissima iniziativa, che avvicina sempre più la cittadinanza alle Istituzioni ed è da sprone a continuare la fattiva collaborazione per altre iniziative sul territorio”. Il Presepe Vivente di Sant’Angelo ha chiuso le festività natalizie all’insegna della cultura e dei valori di accoglienza, fratellanza, tipici del messaggio del Natale.

F. Pensabene

Foto A. Ceccon

 

6 gennaio 2014 0

Con le Case del latte e dell’acqua risparmiate oltre 300.000 bottiglie di plastica

Di redazionecassino1

Con l’inizio del nuovo anno è tempo di bilanci e dal punto di vista ambientale il Comune di Cassino ha dimostrato che anche nella nostra città è possibile attuare le buone pratiche che aiutano l’ambiente e aiutano a risparmiare in termini economici e a diminuire lo spreco di risorse naturali.

I primi due grandi progetti, volti alla riduzione dei rifiuti, messi in campo nei mesi di marzo e maggio 2013, sono stati quello dei due distributori alla spina installati in piazza Nicholas Green, ormai diventata la piazza più Green di Cassino.

Dopo pochi mesi dall’avvio del servizio la città di Cassino ha risposto con una straordinaria partecipazione, segno che i nostri concittadini hanno voglia di cambiare le abitudini e con piccoli ma importantissimi gesti contribuire alla riduzione dei rifiuti e alla salvaguardia dell’ambiente che ci circonda.

“L’acqua del Sindaco” primo fra tutti, ha fatto riscoprire a tanti cittadini di Cassino la bontà e la purezza dell’acqua di rubinetto erogata dal distributore alla spina di acqua refrigerata della Casa dell’acqua. Il successo in termini di qualità e di economicità ha portato la società logica srl ha posizionare dopo pochi mesi un secondo distributore alla spina nel quartiere San Bartolomeo. Acqua a km0 e direttamente erogata dall’acquedotto comunale ha segnato un grande successo e i numeri parlano da soli da marzo 2013 fino al 30 novembre 2013 sono stati erogati 416.818 litri di acqua così suddivisi:

–       197.571 liscia refrigerata pari a litri 748 al giorno

–       219.246 liscia frizzante pari a litri 830 al giorno

–       per un totale complessivo di 416.818 litri pari a 1.578 litri al giorno;

 

che a fronte di questo importante servizio le due case dell’acqua hanno fatto risparmiare ai cittadini oltre 75.000 euro sull’acquisto di acqua da bere ed ha generato risparmi ecologici importanti con oltre 278.000 bottiglie di PET risparmiate.

 

A maggio 2013 è stata la volta della Casa del latte inaugurata anche questa in piazza Nicolas Green. Il primo distributore di latte crudo alla spina, allo stato naturale, appena munto, commercializzato così com’è prodotto dalla mucca, non pastorizzato e non impacchettato, a km 0. Tutti i giorni l’Azienda agricola Ricci fornisce ai cittadini di Cassino latte crudo prodotto a poco km dalla città di Cassino. I litri di latte erogati sono stati circa 20.000, tali da far risparmiare un corrispettivo di bottiglie in plastica di circa 20.000 bottiglie di plastica da 1l e in termini economici hanno permesso un risparmio economico di circa 8.000 euro totali.  Con la filiera corta i cittadini di Cassino hanno contribuito alla valorizzazione di un prodotto di qualità, offrendo all’azienda agricola Ricci del territorio la possibilità di lavorare e veder garantite le proprie quote di mercato senza veder sminuita la propria attività. Altro aspetto da sottolineare è quello ambientale; nel senso che con i distributori di latte e di acqua alla spina a trarne beneficio è stato anche l’ambiente dal momento che si riducono gli imballaggi ed i contenitori in plastica e nello stesso tempo si riduce la CO2 in atmosfera anche per quanto concerne al trasporto su gomma attraverso il quale solitamente avviene la distribuzione industriale del latte.

In definitiva il bilancio positivo dei tre distributori alla spina ha permesso di risparmiare circa 300.000 bottiglie di plastica e quasi 80.000 euro alle famiglie della città di Cassino.

Per questo motivo andremo avanti, e nel 2014 posizioneremo una terza casetta dell’acqua in un altro quartiere della città e daremo finalmente vita al progetto Cassino riusa con numerose altre iniziative che faranno bene all’ambiente e alle economie familiari dei nostri concittadini. 

6 gennaio 2014 0

A 70 anni ricordata a Frosinone la fucilazione dei tre martiri Toscani

Di admin

Si è tenuta questa mattina, alla presenza di autorità civili e militari, in piazzale Tre Martiri Toscani la cerimonia di commemorazione dei tre giovani toscani giustiziati a Frosinone il 6 gennaio del 1944. Il 6 gennaio di settanta anni fa tre giovani, Pier Luigi Banchi di Fiesole, Luciano Lavacchini di Borgo San Lorenzo e Giorgio Grassi di Firenze vennero barbaramente fucilati. La città di Frosinone, a 70 anni da quell’evento, ha voluto commemorare la memoria delle tre vittime la cui storia deve essere spunto di riflessione su quei valori che sono il nobile veicolo e il fondamento della pacifica convivenza tra i popoli e della affermazione dei principi supremi ed indefettibili della Libertà e della Giustizia, pilastri della nostra Costituzione e della nostra società. La partecipazione alla commemorazione di questa storica data deve essere un impegno personale e sociale per esaltare maggiormente questi ideali che, troppo spesso sono messi in discussione o, peggio, non adeguatamente presi in considerazione. “Porgo i miei saluti, unitamente a quelli del sindaco – ha dichiarato il vicesindaco Nicoletta Anastasio – alle autorità presenti e a tutte le associazioni, e mi sento particolarmente onorata di poter ricordare insieme a voi i tre giovani italiani che furono barbaramente fucilati proprio in questo giorno, il 6 gennaio 1944. Questi tre giovanissimi martiri (avevano solo venti anni) sono stati vittime, proprio nella nostra città, di una violenza cieca e spietata e stanno a rappresentare il ricordo che dobbiamo avere di tutti quei giovani, che in decine di altre città, nel periodo più buio della nostra storia, hanno purtroppo subito la stessa sorte, colpevoli sono di voler conquistare e difendere quello che oggi diamo per scontato cioè la Libertà, la Democrazia, i Diritti Umani e, soprattutto l’Unità Nazionale. Il ricordo di questi avvenimenti ci deve aiutare, a fare in modo che i nostri figli e i giovani della nostra città e della nostra nazione facciano memoria e tesoro di queste preziose conquiste e si sentano, soprattutto in questi momenti della nostra storia, vicini e solidali alla moltitudine di uomini e di giovani, che ancora oggi, in troppe parti del mondo, continuano a combattere per vedere riconosciuti i loro diritti. Per questa giornata che stiamo vivendo, è un piacere ringraziare tutte quelle persone che con tenacia e pazienza, si sono impegnate affinchè i tre giovani martiri, non venissero dimenticati. Per quanto ci riguarda mi permetto di affermare che è molto importante coltivare la speranza e perseverare nell’impegno, in maniera che tutti noi (insieme) riusciamo a far emergere e a trasmettere una sana cultura della condivisione, del rispetto verso lal vita, ma soprattutto della pace”. http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2014/01/martiri-toscani1.jpg

6 gennaio 2014 0

La Befana a Cassino scende dal Campanile di Sant’Antonio con le funi dei vigili del fuoco

Di admin

La Befana scende dal campanile della chiesa di Sant’Antonio a Cassino e distribuisce le caramelle. E’ ormai una tradizione che a Cassino, il giorno dell’Epifania, raccoglie in piazza Diamare centinaia di bambini e, quest’anno, complice la bella giornata, è stata una edizione magnifica. Con la scopa, ma soprattutto con le funi del nucleo Saf del comando dei vigili del fuoco di Frosinone, la vecchina ha toccato terra in tutta sicurezza tra coriandoli e le feste dei più piccoli. Anche quest’anno, i vigili del fuoco hanno impiegato una delle loro esercitazioni obbligatorie mensili, per unire l’utile adl dilettevole: esercitarsi e dimostrare la loro vicinanza alla gente non solo nei momenti del bisogno, ma anche in momenti ludici.

Er. Am . Foto Alberto Ceccon

6 gennaio 2014 0

Exodus, attraverso Il Punto a Mezzogiorno, ti regala e ti spedisce gratis a casa una utilissima agenda

Di admin

L’agenda Tremenda Planner 2014, in regalo, gratuitamente a casa tua. Te la regala Exodus attraverso Il Punto a Mezzogiorno, per festeggiare i 30 anni della comunità. Basta cliccare qui, o su uno dei banner sul sito e inserire i propri dati con l’indirizzo dove si vuol ricevere, ripetiamo gratuitamente, l’agenda senza alcun costo aggiuntivo. Uno strumento utile, la Tremenda Planner 2014, su cui vi auguriamo di appuntare i tanti successi di questo nuovo anno. LA REDAZIONE